Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

GMR_ICON.pngGiornata del Ricordo
delle vittime della strada

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1822 utenti

newsletter AIFVS

Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Copia il codice :
Ricerca personalizzata

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News

QUANDO IN ITALIA LE STRISCE PEDONALI IN 3D? 
diffondiamole!! #strisce3d #striscepedonali3d
L'idea non è nuova, ma dove è stata applicata, ha dato ottimi risultati. Così anche nella piccola città di Isafjordur è stata realizzata una segnaletica tridimensionale, per convincere gli automobilisti a sollevare il piede dall'acceleratore in prossimità dei punti più pericolosi. Lo stesso metodo è stato adottato in India, il Paese con la più alta percentuale di vittime stradali. Ma, anche in Italia, strisce 3D sono apparse a Bologna e Vimercate


Convegno Antares - il 13/03/2018 * 17:59

Convegno Antares
Relatore Ezio Bressan, vice presidente Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada. Il campo visivo e la sicurezza stradale.
Locandina:
https://vittimestrada.org/file/pdf/2018/assoantares11marzo.pdf


Il responsabile per Napoli dell'AIFVS parteciperà alla Tavola Rotonda del progetto " La Sicurezza Stradale ...un impegno di tutti" dell'ITT "Marie Curie" di Napoli

2018_03_14_Sii_Saggio_Programma_ITT_Marie_Curie_001.jpg


scheda-elettorale.jpg

Elezioni politiche 2018 – Sicurezza stradale e giustizia
 
Anche se il grave problema della strage stradale non ha trovato posto nell’attuale dibattito elettorale, tuttavia  alcune forze politiche hanno posto attenzione al documento da noi inviato. pdf_icon.gif

Si tratta del partito Liberi e Uguali che accoglie il nostro appello e si impegna ad intervenire per le indicazioni di prevenzione e giustizia.

Si tratta del Movimento 5 Stelle che, oltre ad accogliere le nostre proposte, ha anche inviato uno stralcio del suo programma Trasporti. pdf_icon.gif

Si tratta anche del messaggio inoltrato dal senatore Daniele Gaetano Borioli del PD, relatore per le modifiche al codice della strada nel precedente Governo 

Riportiamo le loro risposte, alle quali uniremo eventuali ulteriori comunicazioni di altre forze politiche.
Giuseppa Cassaniti

1)      All'attenzione del Presidente Giuseppa Cassaniti Mastrojeni,

la ringraziamo per averci scritto. Abbiamo letto con attenzione il documento contente le vostre proposte e siamo d'accordo sulla necessità di un intervento mirato e deciso per assicurare una giusta campagna di prevenzione e, allo stesso tempo, garantire giustizia alle vittime della strada e ai loro familiari.

Liberi e Uguali risponde con forza al vostro appello e si impegna a intervenire in tal senso.

Cordiali saluti,

Segreteria Nazionale - Liberi e Uguali

2)      Roma, 2 Febbraio 2018
 
Oggetto: Risposta del Movimento 5 Stelle all’interpellanza dell’Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus per le elezioni politiche 2018.
Accogliamo l’invito dell’associazione italiana familiari vittime della strada alla richiesta di
condivisione delle linee di impegno per la prevenzione e la giustizia.
Nel documento l’associazione chiede di prendere l’impegno di ridurre, con la prossima
legislatura, i crimini stradali e di amministrare la giustizia mettendo “le vittime al primo posto”,
 


3)       Messaggio inoltrato 
Da: Sen. Daniele Gaetano Borioli
Data: 19 feb 2018 12:30 PM
Oggetto: Re:comunicazione come associazione

Personalmente faccio miei i punti della piattaforma esposta nel documento che mi è stato inviato

Daniele Borioli

4)   Da: Segreteria tecnica PD Piemonte 
Inviato: giovedì 1 marzo 2018 16:47
A: 'Giuseppa Cassaniti' <comitato.messina@tiscali.it>
Oggetto: R: Re:comunicazione come associazione
 
Gentilissimi, in quanto candidato nel Collegio plurinominale per la Camera Piemonte 1 - 02 desidero comunicare la mia volontà di sottoscrivere il documento da voi predisposto, che trova la mia condivisione con la sola eccezione del punto 1 lettera e).
Cordiali saluti
Davide Gariglio
Partito Democratico del Piemonte 

Da Giuseppa Cassaniti a Davide Gariglio
Ringrazio per la condivisione del documento, e per quanto riguarda l’eccezione da lei indicata il punto e) non è da rigettare ma da approfondire e discutere, per rafforzare la convinzione che al diritto ad avere la patente deve corrispondere il dovere di osservare le norme; in caso contrario tale diritto si affievolirà fino a perderlo. Si può discutere sull’entità dei punti da sottrarre. Il patentato ha tempo di riflettere per decidere di cambiare comportamento e di capire che non c’è diritto senza dovere. Inseriremo sul nostro sito www.vittimestrada.org  la sua comunicazione.
Cordiali saluti
Giuseppa Cassaniti

  


Il gesto privo di speranza dei genitori di Marco Rizzetto ci addolora. Le istituzioni si interroghino e, a fronte della distruzione dei diritti inviolabili della persona, amministrino la giustizia ponendo al primo posto le vittime e il loro diritto alla verità ed alla giustizia.

La lettera inviata al Presidente Mattarella 

Ill.mo Presidente della Repubblica, On. Prof. Sergio Mattarella

 Portogruaro 14/02/2018

Con immenso dispiacere, con la presente, intendo farLe sapere che, con queste schede elettorali (di cui allego copia), non voteremo alle elezioni del prossimo 4 Marzo 2018, poiché non ci sentiamo tutelati da questo Stato di cui Ella è Presidente e che rappresenta.

Uno Stato che arriva con proprie leggi ad archiviare la posizione di chi, per di più un politico, in un incidente nel quale ha perso la vita, un ragazzo, mio figlio, esce fortunosamente illeso e fugge, non allerta i soccorsi, nemmeno le autorità, ma di fatto chiama solo chi lo aiuta a nascondere la sua tresca,con l' investitrice perdendo tempo prezioso. E intanto nostro figlio Marco muore.

La Procura di Pordenone non dispone 1'autopsia e ci nega anche la riesumazione della salma per poter effettuare una Risonanza Magnetica Total body che, a detta di esperti, e dello stesso consulente tecnico nominato a suo tempo dal GIP, potrebbe fare luce sulla immediatezza o meno del decesso.

I magistrati, infatti, asseriscono che probabilmente mio figlio sarebbe morto sul colpo, ma senza prove certe, e sulla base di questa conclusione mio figlio è in una tomba, e chi lo ha ucciso con colpa non deve rispondere di nessuna omissione, si gode i propri figli e le platee politiche. E noi all' ergastolo del dolore giornaliero..

A noi genitori nessuno dà retta, nessuno ci ascolta: perché allora votare per uno Stato e un Parlamento capace di fare leggi così assurde, e, quel è che peggio, interpretate in maniera diversa da Procura a Procura? No, questo stato non ci rappresenta, Signor Presidente, va rifondato dalle sue stesse fondamenta. Anche se, con cuore infranto e con tanta rabbia, non viene meno il mio orgoglio di essere Italiano. Bistrattato, e di serie “Zeta”.

Distinti Saluti

Sig. Rizzetto Giorgio papà di Marco.

Segue fotocopie di certificati elettorali mio e di mia Moglie.

Articolo stampa del "Messaggero Veneto" 
 pdf_icon.gif

 La lettera al Presidente Mattarella 
 pdf_icon.gif


GiornataNazionale.jpg


Istituita la Giornata Nazionale in memoria delle Vittime della Strada
Le attese dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada 

Una legge che riconosce il dovere del ricordo per rafforzare l’impegno della prevenzione, da noi sostenuta sia con richieste rivolte negli anni al Governo per accogliere le indicazioni del Parlamento Europeo del 27/9/2011, e sia con la raccolta firme per sostenere la proposta dell’onorevole Emiliano Minnucci, diventata legge il 29/12/2017. 
Attribuiamo a lui l’onore ed il merito per aver dato voce alle richieste dei familiari delle vittime, dimostrando una mentalità politica aperta ai problemi posti dal mondo associativo, condividendo le indicazioni concrete e di sviluppo: la Giornata non può esaurirsi nel ricordo di chi ha perduto la vita sulla strada, ma deve promuovere concrete iniziative di prevenzione finalizzate alla riduzione dell’incidentalità: un percorso da compiere insieme, cittadini ed istituzioni. 
L’on. Minnucci ed anche noi auspichiamo che la legge promulgata il 29 dicembre 2017 sia l’inizio di un nuovo cammino, con il concreto protagonismo dei nostri Comuni, ed – aggiungiamo – secondo indicazioni ed obiettivi che debbono provenire dal Governo per essere attuati nel territorio. 
Auspichiamo che si porti a compimento la modifica del codice della strada e venga contrastata la distrazione alla guida con l’uso dei mezzi tecnologici ed attivate misure anti-abbandono dei bimbi in auto. 
A tutte le forze politiche chiediamo con il nuovo Governo un impegno concorde per prevenire gli incidenti stradali e per sostenere i diritti delle vittime.

 

Giuseppa Cassaniti
Presidente 

icone-pdf_10.png
Legge 29 dicembre 2017 n. 227


L’AIFVS all’Inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2018

Come da tradizione, l’AIFVS ha partecipato all’inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2018 presso le Corti d’Appello, o con l’invio di specifica relazione o attraverso partecipazione diretta, per offrire il contributo della propria esperienza.
Ha evidenziato nella propria relazione i limiti al “giusto processo” esistenti nella normativa. Ha richiamato la responsabilità dei dirigenti degli Uffici giudiziari per assicurare effettività ed uniformità nell’applicazione rigorosa della normativa e rispetto dei diritti delle vittime; ha chiesto a tal fine l’istituzione di corsie preferenziali all’interno dei Tribunali e delle Corti d’Appello per un sollecito svolgimento dei processi, anche per quelli precedenti la riforma, per non esporre le vittime a dannosi ritardi e rinvii. Ha espresso la necessità di amministrare la giustizia a partire dalle vittime, per dare riposta ai problemi della persona determinati dal reato. Ha chiesto, pertanto, che gli operatori del diritto abbiano una formazione vittimologica, oggi ancora carente, e che i magistrati penali abbiano una specifica formazione per liquidare il risarcimento del danno alla persona senza ulteriori rimessioni al giudice civile.
Oltre dieci Corti di Appello, da Milano a Caltanissetta, hanno accolto gli interventi dei delegati dell’AIFVS, che hanno dimostrato il forte radicamento dell’associazione sul territorio e la perseveranza nei valori di legalità che persegue da anni.

Intervento a Palermo  dell'avv. Giuseppe  Incardona

Intervento a Caltanissetta  di Michelangelo Ballone AIFVS

Intervento a Milano Germano Rossi AIFVS MB


La AIFVS ricorda Giuliano Gori - il 22/01/2018 * 12:07

La AIFVS ricorda Giuliano Gori

L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada partecipa al dolore della Famiglia Gori per la dipartita del caro Giuliano. Resta nel cuore di tutti coloro che l’hanno conosciuto nell’AIFVS uniti dalla stessa sofferta esperienza ed hanno potuto apprezzare le sue doti umane ed il suo forte impegno solidaristico.
17/1/2018


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it