Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Siete qui :   Home » News
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News
Notiziario marzo 2011 - il 22/03/2011 * 20:47

  Notiziario AIFVS onlus 2011   


2011

Notiziario AIFVS marzo 2011
pdf.gif
Notiziario marzo 2011
 


Assemblea nazionale AIFVS onlus - il 13/03/2011 * 10:56

Assemblea nazionale Roma 16 e 17 aprile 2011

ASSEMBLEA NAZIONALE - ROMA - 16 e 17 APRILE 2011

Come da decisione del Consiglio Direttivo, si comunica che l’Assemblea Nazionale è convocata a Roma nei giorni di sabato 16 e domenica 17 Aprile 2011. Si terrà, in prima convocazione alle ore 9.30 ed in seconda convocazione alle ore 10.00, presso il CENTRO DIREZIONALE EUR -­‐ Via del Poggio Laurentino, 108 (a circa 300 mt. dal capolinea della METROPOLITANA “B” LAURENTINA). 


PROGRAMMA E ORDINE DEL GIORNO 
(Documento PDF)

infomail.png
 

LAVORI IN CORSO - il 05/03/2011 * 19:12

Palazzo Valentini, Roma -  mercoledì 9 marzo alle ore 10

LAVORI IN CORSO
1° seminario di formazione/informazione sulla sicurezza stradale
 

pdf.gif
Locandina


Il risarcimento del danno da morte - il 02/03/2011 * 23:53

Il risarcimento del danno da morte


Le vittime della strada indicano i parametri congrui

L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada – per risolvere il problema del risarcimento differenziato da perdita di un congiunto, attualmente basato su tabelle che variano presso i tribunali dal nord al sud dell’Italia e comportano una vera e propria discriminazione incostituzionale – ha approvato una tabella unica nazionale, basata sul sistema a punti, da moltiplicare per euro 10.000 per ogni punto variabile in base all’età della vittima deceduta e del congiunto superstite e del rapporto di parentela. La tabella intende garantire prevedibilità delle decisioni giudiziarie e parità di trattamento (non è giustificabile che il danno per la morte di un figlio venga risarcito a Lecce con 70 mila euro ed a Milano con trecento mila euro!), pertanto non ha previsto un minimo ed un massimo nell’indicazione dei corrispettivi economici, ma ha stabilito dei valori minimi inderogabili, da personalizzare in aumento per l’effettivo caso concreto in base a presunzioni e indagini specialistiche. Si chiarisce che le tabelle in uso nei tribunali italiani si basano sul vecchio massimale rc auto di euro 775 mila risalente al 1993. Il Parlamento europeo ha fissato il nuovo massimale rc auto in 5 milioni di euro sulla base dell’aumento dei costi della vita, per cui appare illogico ed irrazionale non elevare il massimale e nel contempo i risarcimenti: la tabella dell’Aifvs prevede di elevarli in modo contenuto ed economicamente sostenibile, senza ricorrere ad un aumento dei premi rc auto.
Le somme risultanti dall’applicazione della tabella proposta dall’AIFVS, da ritenersi, pertanto, congrue ad ogni effetto di legge rc auto, potranno dare ai giudici una maggiore serenità nella valutazione del danno da morte, poiché i valori attribuiti sono anche frutto di una condivisione sociale e democratica.
L’AIFVS ha inviato a tutti i Presidenti dei Tribunali e delle Corti d’Appello d’Italia.
 
pdf.gif
leggi tutto

Video fuori TG - il 13/02/2011 * 12:46
Venerdì 11 febbraio 2011, nell'ambito della puntata di FUORI TG (RAI3) dedicata alla sicurezza dei pedoni, sono intervenuti Patrizia Quaresima, segretaria dell'A.I.F.V.S. e Gianmarco Cesari, legale convenzionato con l'A.I.F.V.S..
Tra gli altri ospiti, Giangiacomo Schiavi, vicedirettore del "Corriere della Sera".

I VIDEO DELLA TRASMISSIONE


Il 23 febbraio , ore 9/13, sit-in davanti al Tribunale Penale di Roma.

Emiliano Cerri.jpgIl 23 febbraio 2011, dalle ore 9 alle ore 13,30 (circa) In occasione dell’udienza preliminare per l’incidente stradale che ha visto coinvolto Cerri Emiliano. La famiglia e l’Associazione Familiari e Vittime della Strada, organizzano un sit-in statico davanti al Tribunale penale di Roma,p.le Clodio – via Golametto (entrata principale del ribunale)Sarà una occasione per cercare di riportare l’attenzione sulla strage causata dagli incidenti stradali, per chiedere giustizia per tutte le vittime e per sensibilizzare tutti sull’importanza della sicurezza alla guida.
La presenza di ognuno di noi è importante


Lo spot “Fragile Vita” dell’Associazione italiana familiari e vittime della strada, in onda su canale 5

Il corto è stato diretto dai registi Salvatore Arimatea e Francesco Lama

Lo Spot “Fragile Vita”dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus, diretto dai registi Salvatore Arimatea e Francesco Lama, patrocinato dal Ministero della Gioventù, prodotto da Nucciarte Produzioni, in collaborazione con Endemol Italia è stato proiettato a “Pomeriggio5” trasmissione televisiva condotta dalla nota showgirl Barbara D’Urso.
Di notevole impatto la proiezione di “Fragile Vita” girato a Capo D’Orlando e che ha visto protagonisti i ragazzi del Grande Fratello . Come l’ennesimo bagliore grigio. Il tonfo sordo contro le lamiere. La tracotanza e l’incuria di un uomo alla guida. Non ha potuto che rivivere questi momenti durante la visione dello spot dell’AIFVS, Christian De Nando ospite, con la madre del salotto mediatico della D’Urso per testimoniare la tragica morte del fratello gemello Andrea avvenuta lo scorso sabato notte.

Il contenuto di “Fragile Vita”, infatti, è centrato sul contrasto tra la vita delicata di una ragazza ed il comportamento superficiale e privo di dignità di colui che guida e della sua compagna. L’obiettivo è di orientare l’attenzione dello spettatore sull’inaccettabile degrado morale di certi comportamenti e sulle conseguenze, rafforzando lo sconcerto con il messaggio finale: “Ha spezzato una vita: ha compiuto un crimine!”. Il messaggio non etichetta più il fatto come un incidente, che sa di fortuito, ma come un crimine, perché in una società civile uccidere una persona è un crimine orrendo, reso ancora più odioso dalla futilità dei motivi: una persona esce di casa per i normali impegni e non sa se vi farà ritorno, perché qualcuno sulla strada può porre fine alla sua vita con quei comportamenti criminali che trasformano un mezzo di trasporto in un’arma impropria.
Lo spot, che è stato presentato il 22 Giugno 2010 presso la Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati a Roma, proiettato in anteprima a Messina al Teatro Vittorio Emanuele all’interno della serata – evento “Una Strada per la Vita” ed a Roma, il 10 Ottobre 2010, durante il Congresso della F.E.V.R. (Federazione Europea delle Vittime della Strada di cui la nostra associazione fa parte) che è una ONG riconosciuta dal Concilio Economico e Sociale delle Nazioni Unite e partecipa ai lavori delle Nazioni Unite in tema di sicurezza stradale, è stato ufficialmente adottato da tutti i paesi Europei come spot per la campagna Europea di sensibilizzazione per i Crimini Stradali. L’AIFVS intende portare avanti la lotta contro la strage stradale anche con la realizzazione di un nuovo progetto, che vedrà i giovani studenti degli istituti scolastici messinesi impegnati nella realizzazione di un nuovo spot “Una Vita Spezzata”.


Sentenza vergognosa - il 09/02/2011 * 00:12
Articolo Tiburno udienza del 07.02.2011 tribunale di tivoli  per Roberto Monteverde.
pdf.gif
Articolo stampa
pdf.gif
Altri articoli stampa