Sei qui: Home » News
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

News

Le notizie attive sono dopo 31/12/2017 • 00:00
Le notizie precedenti possono essere visualizzate in  Archivio notizie
Giocando si impara - il 13/11/2021 • 18:38 da Amministratore

Giocando si impara

Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021 Vittoria RG 2021

Giocando Si impara Un’importante iniziativa della sede AIFVS di Comiso, di cui è responsabile il signor Biagio Lisa, che ha avuto luogo con la collaborazione di altre associazioni dal 6 al 14 novembre 2021 nello spazio gratuitamente concesso in occasione a Vittoria (RG) della 54^ Fiera Campionaria, la più importante del centro sud. L’iniziativa rientra nell’impegno dell’AIFVS per la sicurezza stradale previsto nel Protocollo d’intesa della Prefettura di Ragusa, unitamente all’istituzione del Parco per la sicurezza Stradale a Comiso.


L’AIFVS ricorda Vincenzo Cannarozzo - il 03/11/2021 • 16:05 da Amministratore

  2/11/2021

lutto1.png
L’AIFVS ricorda Vincenzo Cannarozzo

Il caro Vincenzo Cannarozzo, responsabile della sede di Cinisello Balsamo, non è più fra noi.

Tutti noi dell’AIFVS partecipiamo al dolore della Famiglia per la sua dipartita.

Resta nell’esperienza dell’AIFVS e nel cuore di tutti noi come insuperabile esempio di un impegno costante negli anni, rivolto ai giovani nelle scuole del suo territorio, con l’istituzione della Borsa di studio “Un impegno per la Vita” in memoria del figlio Giuseppe.

La validità del suo impegno solidaristico ha meritato il pubblico riconoscimento del Comune di Cinisello Balsamo, con l’attribuzione della Spiga d’oro, la più alta delle benemerenze cittadine.

Il suo impegno di sensibilizzazione non è rimasto circoscritto alla scuola, è stato anche rivolto al territorio: in collaborazione con amici e familiari di vittime, ha coinvolto cittadini ed autorità per la ricorrenza annuale della Giornata del Ricordo delle Vittime della Strada, ed a memoria delle Vittime della Strada ha dedicato un cippo commemorativo nel Cimitero di Cinisello Balsamo.

Vincenzo lascia un segno indelebile nella nostra Associazione per avere, in modo semplice e costante, saputo incidere nel territorio, riproponendo, nel ricordo del figlio, l’impegno per la prevenzione.

A nome di tutta l’AIFVS e uniti dalla stessa sofferta esperienza, rivolgiamo il nostro grazie a Giuseppe, a Vincenzo e alla Sua Famiglia.

Giuseppa Cassaniti

Presidente AIFVS


Global plan 2021-2030 - il 28/10/2021 • 23:05 da Amministratore

L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada aps sostiene le azioni incluse nel Piano Globale ONU/OMS per la sicurezza stradale Decennio 2021- 2030.

Global-plan-2021-2030.jpg

Oggi, 28 ottobre 2021, viene ufficialmente varato il Piano Globale ONU/OMS per la sicurezza stradale che include il Decennio di azione per la sicurezza Stradale 2021-2030.
Si propone di migliorare la sicurezza stradale globale, ponendo l'obiettivo di ridurre almeno il 50% delle vittime e dei feriti stradali entro il 2030 come una sorta di passo intermedio verso Vision Zero entro il 2050.
FEVR sostiene fortemente il Piano Globale credendo che tutte le organizzazioni membri possano fare la differenza offrendo il loro incomparabile sostegno per il raggiungimento del piano generale.
FEVR insieme a tutte le associazioni delle vittime della strada devono alzare la voce verso le istituzioni, portandole a mettere ogni sforzo possibile per ripensare e ridisegnare l'intero concetto di traffico verso il raggiungimento dell'obiettivo.
Gli obiettivi comprendono, a titolo esemplificativo, i seguenti elementi:
• Riduzione della velocità: es. introducendo limiti di 30 km/h nelle situazioni in cui coesistono veicoli e pedoni.
• Adottare infrastrutture più sicure: le infrastrutture stradali devono garantire un alto livello di sicurezza
• Coinvolgere le istituzioni: devono essere messe in atto tutte le risorse necessarie, politiche e finanziarie
• Attuare la mobilità sostenibile: passare da un'auto privata a un trasporto moderno e multimodale
Le organizzazioni vittime della strada sono essenziali per fare una diffusa campagna di sensibilizzazione per trasmettere questo messaggio.


Paralimpiadi 2021 a Tokio e la continuità della strage stradale - il 08/09/2021 • 18:42 da Amministratore

Paralimpiadi 2021 a Tokio e la continuità della strage stradale

Paraolimpiadi.jpg

Paralimpiadi 2021 a Tokio e la continuità della strage stradale
Splendido risultato nei cento metri femminili con protesi ad un arto. 
Tre donne simbolo: i loro limiti non hanno impedito le loro vittorie, le loro considerazioni sono nel segno della solidarietà: «Vincere è bellissimo. Però il podio a tre...era proprio quello che sognavamo».

Oro per Ambra Sabatini vittima della strada, Argento per Martina Caironi vittima della strada, Bronzo per Monica Contrafatto vittima della guerra in Afghanistan.
Le tre campionesse, assieme a tutti gli altri atleti paralimpici, sono per tutti uno splendido esempio del valore della vita, da ricercare nella forza interiore, capace di trovare soluzioni e di raggiungere ragguardevoli risultati anche di fronte ad evidenti difficoltà.
 
L’aumento esponenziale degli atleti nei Giochi paralimpici viene esaltato dal CIP come contributo nella svolta culturale a favore della percezione della disabilità. Condividiamo tale considerazione, ma non possiamo accettare che si faccia silenzio sul danno grave e irreversibile arrecato all’integrità del corpo. 
Addirittura il Governo afferma la massima disponibilità verso il settore dello sport ma non esprime alcuna valutazione sulle cause della disabilità, legate, nella stragrande maggioranza degli atleti, alla strage stradale continua, vera pandemia dei nostri giorni, di cui si conoscono i responsabili, le cause e le conseguenze, e non accenna alla necessità di dare priorità alla prevenzione.
 
L’esempio degli atleti che, pur con i loro limiti, riescono a conseguire risultati elevati, è un forte e concreto richiamo che l’AIFVS rivolge alle nostre istituzioni, perché scrutino le loro responsabilità sulla continuità della strage stradale, causa di gran parte delle disabilità, e si impegnino perché abbia fine: la dignità del loro ruolo decisionale ed esecutivo sarà socialmente riconosciuta se daranno priorità alla prevenzione e porranno la vita al primo posto nella scala dei valori. 
Rivolgiamo ai campioni paralimpici l’invito ad essere testimonial del nostro impegno a difesa della vita e della salute sulle strade. 

Giuseppa Cassaniti
Presidente AIFVS

www.vittimestrada.org


Terzo anniversario del crollo del Ponte Morandi  - il 14/08/2021 • 12:06 da AIFVS_APS

Terzo anniversario del crollo del Ponte Morandi 
Senza memoria non c’è futuro

PMorandi.jpg

Terzo anniversario del crollo del Ponte Morandi 
Senza memoria non c’è futuro

Alle ore 11,36 di tre anni fa, il 14 agosto 2018, crollava il Ponte Morandi, provocando la morte di 43 persone.
Abbiamo partecipato alla cerimonia funebre e ricordiamo l’immensa partecipazione di persone e di autorità politiche.
Un crollo annunciato, ma coloro che hanno responsabilità hanno aspettato che fosse direttamente il Ponte a sollecitare gli interventi e le persone a pagare con la loro vita.
Un gravissimo disastro che, pur se ha comportato un sollecito intervento di ricostruzione, attende ancora un cambio di passo nel sistema Italia per il recupero del deficit di professionalità e di senso di responsabilità ancora presente nelle nostre istituzioni politico amministrative e giudiziarie.
Giuseppa Cassaniti Mastrojeni
Presidente AIFVS


6° Memorial dedicato a Francesco Tortorella - il 30/07/2021 • 11:41 da Franco_Tortorella

6° Memorial dedicato a Francesco Tortorella, organizzano la “Giornata della Donazione”.

Sabato 31 luglio, la sede di Bisignano (CS) resp. AIFVS. Franco Tortorella in collaborazione con l’AVIS di Torano Castello, nel 6° Memorial dedicato a Francesco Tortorella, organizzano la “Giornata della Donazione”. Ai partecipanti sarà inoltre distribuito del materiale di sensibilizzazione per la sicurezza sicurezza stradale

Bisignano1.jpg

Bisignano2.jpg


Filippo Randi è il nuovo presidente della FEVR –  Federazione Europea delle Vittime della Strada

PresRandi.jpg

Premiata, e riconosciuta di qualità, la lunga militanza dell’AIFVS nella FEVR

Tutti noi dell’AIFVS aps siamo onorati per l’importante risultato conseguito alla FEVR con le elezioni del 18.6.2021.
Un risultato che sancisce il formale riconoscimento a livello europeo della serietà dell’impegno della nostra Associazione e dell’affidabilità dei nostri rappresentanti: hanno avuto con continuità un ruolo nel board, hanno partecipato attivamente a tutti gli eventi della FEVR, dando il loro apporto nelle assemblee e nei convegni,  ed hanno anche organizzato nel 2010 a Roma l’Assemblea annuale della FEVR con grande successo.
Il risultato conseguito è il giusto coronamento di un percorso di grande dignità,  è il giusto riconoscimento delle qualità che esistono nella nostra Associazione e vengono ulteriormente apprezzate. Ed è recente la partecipazione in videoconferenza del precedente presidente della FEVR Jeannot Mersch all’assemblea dell’AIFVS del 2020.
Evviva Filippo Randi! Siamo felici ed anche consapevoli che il ruolo di presidente della FEVR renderà più pesanti i tuoi impegni, ma ci avrai accanto in questo percorso, che certamente renderà più forti l’AIFVS e la FEVR nel perseguire il comune obiettivo di prevenzione e giustizia.

Giuseppa Cassaniti Mastrojeni

Presidente AIFVS

pdf_icon.gif
FEVR Newsflash
pdf_icon.gif
FEVR Letter Members elections


 


Monumento dedicato alle Vittime della Strada in Agrigento - il 30/06/2021 • 17:52 da Amministratore

Monumento dedicato alle Vittime della Strada in Agrigento

“Esserci o non esserci …basta un attimo”

Il Monumento proposto dalla sede AIFVS di Agrigento, apprezzato dalla presidenza dell’AIFVS, dal Sindaco della città, da tutta l’Amministrazione Comunale, intende svolgere un’azione di sensibilizzazione nel territorio, per “ fermare la strage stradale”. È la proposta che i familiari delle vittime rivolgono a tutti, perché tutti insieme, cittadini ed istituzioni, si impegnino a porre fine all’inciviltà della strage. Il Monumento, che ci si augura di rendere ufficiale nella Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada, il 21 novembre prossimo, ha bisogno, per essere realizzato, del coinvolgimento solidaristico, attraverso donazioni direttamente versate sul conto dell’AIFVS, come indicato nel manifesto.

PresentazioneMonumentoAgrigento.jpeg

Spiegazione dell’Opera da parte dello scultore agrigentino Giuseppe Cacocciola
Una nuova interpretazione della celeberrima battuta “Essere o non essere…” pronunciata dal principe Amleto nel testo di Shakespeare, viene volutamente modificata in quanto intercalata in una diversa circostanza.
La Coscienza di un giovane adolescente, che si materializza sul luogo dove si è consumato lo spiacevole evento, si interroga sull’interrogativo esistenziale del vivere (esserci) o perire (non esserci) per mere circostanze.
Un momento, quello in cui il protagonista di questa triste episodio seduto sui resti di un muro in parte demolito, medita ponendo l’attenzione sul suo casco; …e se poteva essere evitato o tutto questo mai vissuto?
Posta nella parte posteriore, una quasi diafana sembianza femminile, forse la presenza di una mamma che interviene in soccorso, sorregge un lembo (quasi ad identificare una stele) come se volesse schermare, avvolgere, proteggere ancora e forse per l’ultima volta, quello che fu la ragione della sua vita. Una figura adesso senza identità e senza contenuto, dove il dolore ha prevalso, privandola della sua esistenza. 
Il casco utilizzato come metafora; una nuova testimonianza sul senso della vita e sulla validità dell’esistenza. Il teschio sorretto dal principe, sostituito dal casco trattenuto dal giovane. Non una disapprovazione sull’uso mancato del casco, ma una esortazione, che faccia riflettere sulla importanza della vita. 
Esserci per continuare a vivere.

Il prototipo per divenire monumento da porre in un punto centrale della Città di Agrigento nel giorno del Ricordo nazionale delle Vittime della strada il 21 novembre 2021 necessita di donazioni da parte della Società nonché delle Istituzioni.



Premio Luigi Cerrito - il 29/06/2021 • 18:08 da Amministratore

La sede di Napoli, nella persona del responsabile di sede Alessandro Petrosino,
ha partecipato alla III edizione del Premio Luigi Cerrito, che ha la finalità di sensibilizzare i ragazzi ad una maggiore consapevolezza dei rischi e pericoli della strada.

La sede di Napoli, nella persona del responsabile di sede Alessandro Petrosino,
ha partecipato alla III edizione del Premio Luigi Cerrito, che ha la finalità di sensibilizzare i ragazzi ad una maggiore consapevolezza dei rischi e pericoli della strada.
I ragazzi della IIIG del Liceo Classico Adolfo Pansini, coordinati dalle professoresse Paola Scalella e Viviana Vitrone, sono stati premiati per il video realizzato nel concorso “Premio Luigi Cerrito”.
In collegamento in auditorium erano presenti:
- Alessandro Petrosino, presidente della sezione napoletana Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada(AIFVS);
- Alfonso Montella, docente di Sicurezza stradale presso la facoltà di ingegneria dell’Università Federico II di Napoli;
- Associazione XV maggio;
- Associazione Strada facendo onlus insieme per Luigi Cerrito

https://www.facebook.com/337173140078686/posts/1154015815061077/?d=n