Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1813 utenti

newsletter AIFVS

Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Copia il codice :
Ricerca personalizzata

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News

Le comunicazioni contrastanti del Ministro dell’Interno Matteo Salvini

Movida.jpg

27/6/2019

Le comunicazioni contrastanti del Ministro dell’Interno Matteo Salvini

Creano disorientamento e perplessità nell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada le comunicazioni del Ministro dell’Interno, che deve avere a cuore la prevenzione: un giorno assicura nuove assunzioni di uomini in divisa, perché bisogna garantire nel territorio la sicurezza dei cittadini, un altro giorno sostiene che per combattere l’abusivismo bisogna togliere il divieto di vendere o somministrare alcolici nelle discoteche dopo le ore tre. 

Da un Ministro attento alla sicurezza non ci saremmo aspettati l’annuncio dell’annullamento di un divieto di legge, ma un più stringente impegno contro l’uso di bevande alcoliche in sinergia con il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità ed il Ministero dell’Istruzione.

E invece riscontriamo che nell’incontro con il Silb Fipe il Ministro dell’Interno era con il Prefetto dott. Gabrielli ed il Capo di Gabinetto della Presidenza dott. Piantedosi, “per finalizzare la forma del protocollo tra il Ministero dell’Interno e la categoria degli imprenditori del ballo e dell’intrattenimento”.

Chiediamo al Ministro Salvini di riflettere sui dati presentati in occasione della XVII Edizione dell’Alcohol Prevention Day ed elaborati dall’Osservatorio Nazionale Alcol (ONA), direttore Emanuele Scafato: in Italia sono 8,6 milioni i consumatori a rischio di alcol confermati dai dati del 2016, di cui 1,7 milioni hanno un’età compresa tra gli 11 e i 25 anni, di essi 830.000 hanno 17 anni, e sono in aumento rispetto all’anno precedente. 

Sono in aumento i consumatori occasionali e i binge drinkers (quelli che bevono per ubriacarsi), sono circa 4 milioni quelli che bevono fino all’intossicazione e di essi 900.000 hanno tra gli 11 e i 25 anni. In questo contesto sono 41 mila gli accessi al pronto soccorso anche di minori in coma etilico.
I consumatori di alcol tra i 40 e i 60 grammi di alcol al giorno con un danno d’organo e necessità di trattamento sono oltre 650 mila. Di questi solo il 10% sono in carico al servizio sanitario nazionale con un costo di 8 milioni di euro solo per il trattamento farmacologico in un anno. Per almeno 57mila consumatori l’alcol è causa di ricovero.

Il Rapporto nelle conclusioni evidenzia “l’esigenza urgente di rinnovati sforzi di iniziative di prevenzione, informazione, comunicazione, rivolte all’intera popolazione” ed in particolare ai giovani, per i quali il consumo di “bevande alcoliche risulta essere la prima causa di mortalità, morbilità, disabilità”.
Di fronte a questi dati chi ha responsabilità pubbliche non potrà mai prendere partito a favore dell’alcol.
Giuseppa Cassaniti
Presidente AIFVS


L'uccisione del Carabiniere  Emanuele Anzini

IlGiornoIt.jpg

18/06//2019                                                                                                              

Il cordoglio dell’AIFVS alla Famiglia del Carabiniere Emanuele Anzini, ucciso in servizio

Ricordiamo con grande sconforto l’uccisione del Carabiniere Emanuele Anzini, ieri 17 giugno, mentre svolgeva il servizio notturno di prevenzione: all’intimazione dell’alt il guidatore non si ferma, anzi lo travolge e lo uccide. Era un uomo di 41 anni che svolgeva con serietà e professionalità il suo lavoro, un ottimo elemento, come lo definisce il colonnello Paolo Storoni, un padre di famiglia che stava lavorando per la nostra sicurezza.

E il guidatore? Un trentaquattrenne ubriaco alla guida che, apprendiamo dall’Eco di Bergamo, aveva avuto già dei precedenti: “l’anno scorso gli era stata tolta la patente per un mese per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza, e per un mese tra gennaio e febbraio di quest’anno gli era stata sospesa la patente per eccesso di velocità”.

E i nostri politici?

Dai social apprendiamo le espressioni dei due Vicepremier, di cordoglio, di ringraziamento alle persone che tutelano la nostra sicurezza, con l’indicazione che chi sbaglia deve pagare, ma tuttavia ci aspettiamo ancora che riflettano seriamente sull’efficienza dell’organizzazione e sull’efficacia degli istituti sanzionatori, visto che quelli applicati non hanno sortito effetto di prevenzione, come dimostrano le recidive.

Solo con decisioni serie i politici potranno testimoniare alla Famiglia, all’Arma ed all’Italia che quel sacrificio non sarà stato vano.

Giuseppa Cassaniti

Presidente AIFVS


Iniziativa sede AIFVS di Macerata Piero Bonarini

Un importante convegno dell’Università Politecnica delle Marche 

TOSSICOLOGIA_FORENSE_17_MAGGIO_5_001.jpg

Un importante convegno dell’Università Politecnica delle Marche 

"I PERCORSI DELLA TOSSICOLOGIA FORENSE PER LA TUTELA DELLA COLLETTIVITÀ"
Ancona, AUDITORIUM MONTESSORI  Facoltà  di Medicina e  Chirurgia, polo Murri  (ad est Ospedali riuniti Torrette)Università  Politecnica delle  Marche   via  Tronto,10  AN  
17 maggio 2019  ore   8.30 

L’AIFVS, interessata alla diffusione di buone pratiche, ha inviato a tutte le Procure Generali e le Regioni d’Italia, invitando ad adottarlo, il Protocollo operativo frutto della collaborazione tra la Regione Lazio, la Magistratura e la Polizia di Stato e finalizzato a rendere effettiva l’applicazione delle circostanze aggravanti per la guida in stato psicofisico alterato da alcol o droghe previste dalla legge 41/2016.
Il responsabile della sede AIFVS di Porto Potenza Picena, signor Piero Bonarini, ha attivamente sostenuto presso la Regione Marche il Protocollo operativo sul prelievo ematico e sugli accertamenti necessari nei casi di omicidio e lesioni personali stradali gravi e gravissime, come da legge 41/2016. 
Ha inviato le istanze e la relativa documentazione (già esistente nelle regioni Lazio, Toscana e Veneto) al Procuratore Generale presso la Corte d’Appello delle Marche ed al Presidente della Giunta Regionale delle Marche, che hanno ritenuto giusto ed opportuno accoglierle.
Il Protocollo, sostenuto dall’autorevole consulenza del prof. Raffaele Giorgetti, Ordinario di Medicina Legale presso l’Università Politecnica delle Marche e responsabile scientifico del convegno in oggetto, è in fase conclusiva per l’adozione ed applicazione uniforme in tutta la Regione Marche.
Il convegno, aperto alla partecipazione di tutte le persone interessate, in particolare le Forze dell’Ordine, prevede crediti formativi, iscrizione e pasto gratuiti. 

L’iscrizione al convegno è prevista online al link:
https://www.congressare.it/eventi-ecm/318-i-percorsi-della-tossicologia-forense-per-la-tutela-della-collettivita

Brochure
pdf_icon.gif


 


Iniziativa sede AIFVS Comiso (RG) resp. Biagio Lisa

Iniziativa sede AIFVS Comiso (RG) resp. Biagio Lisa
Bambini, genitori e insegnanti a Comiso al Parco della sicurezza stradale. È l'iniziativa "Giocando si Impara", che è stata inaugurata venerdì 10 maggio alle ore 10.00 nell'area dell'aeroporto di Comiso, patrocinata da prefettura di Ragusa, comune di Comiso, Aeroporto "Pio La Torre", Associazione Italiana Familiari e Vittime della strada, Memoriam Book e altre associazioni. L'evento rientra nel piano di azione europeo sulla sicurezza stradale per gli anni 2011-2020, finalizzato a raggiungere il dimezzamento del numero degli incidenti. Il Parco tematico è rivolto ai bambini che vanno dai due agli undici anni di età; questi ultimi potranno interagire sia con i genitori che con gli insegnanti, grazie ai percorsi stradali configurati, che consentono con l'impegno ludico l'apprendimento delle nozioni sulla corretta circolazione attraverso la conoscenza della segnaletica stradale e con l'utilizzo anche di veicoli ad hoc, elettrici e a pedali. La struttura risulta come il più grande parco tematico presente al centro/sud e quale centro permanente di divulgazione di educazione stradale.


Premiazione scuole Acerra (NA) - il 28/04/2019 * 19:50

Premiazione scuole Acerra (NA)

GiornataNazionale.jpg

Iniz. sede di Napoli resp. Alessandro Petrosino

In occasione della “Giornata Nazionale delle Vittime della Strada” il Comune di Acerra (Na) ha promosso un’iniziativa progettuale rivolta a tutte le istituzioni scolastiche del territorio, finalizzata al ricordo delle vittime nonché all’educazione, alla prevenzione e sensibilizzazione alla sicurezza stradale dei più giovani. Tale iniziativa prevede l’assegnazione di 3 premi in denaro,assegnati alle scuole vincitrici. 

Le scuole partecipanti che hanno consegnato la loro proposta progettuale, sono state valutate, in data 3 aprile 2019, dalla commissione, presieduta dal Sindaco di Acerra dott. Salvatore Pallara e costituita dal Vice Questore dott. Antonio Galante, dal Dirigente Scolastico 1° Circolo Dott. Marcellino Falcone, dal Vice Comandante della P.M. Domenico De Sena e dal prof. Alessandro Petrosino responsabile dell’AIFVS di Napoli, riunitasi presso la Sala Giunta del Comune di Acerra.


SE bevi non guidare!
Pensa alle conseguenze!

L’AIFVS ricorda Jacqueline Saburido, una grande donna, che ha posto la propria sofferenza a servizio degli altri, per far risorgere il rispetto e l’amore per la vita.
Tramite il video a Lei intitolato ed il nostro libretto “Dimmi cosa bevi e ti dirò chi sei”, utilizzati nei nostri incontri con gli studenti, è stata una testimone efficace e subito coinvolgente mostrando tramite le foto il suo viso bello e sorridente prima dell’incidente, e dopo totalmente deturpato, nonostante innumerevoli interventi di ricostruzione.
Ed ora che la sua esistenza terrena si è conclusa, continueremo ad averla con noi nel nostro impegno di prevenzione perché possa continuare a dire di non bere a coloro che guidano, ed alle istituzioni di mettere in atto tutti gli interventi richiesti per tutelare la vita.  
Giuseppa Cassaniti, presidente AIFVS


Marcia per la vita - il 07/04/2019 * 19:48

Sede AIFVS onlus Melendugno (Le) resp. Giuliana Serino.
Marcia per la vita


Alcuni momenti della "marcia per la vita" che si è svolta il 3 aprile 2019 nel comune di Melendugno, in collaborazione dell'Istituto Comprensivo "RINA DURANTE"
Giuliana Serino.


Pontifica Basilica di Sant'Antonio - il 16/03/2019 * 23:15

Pontifica Basilica di Sant'Antonio

Basilica_di_SantAntonio_da_Padova.jpg

Ringraziamo il Rettore della Pontificia Basilica di Sant’Antonio di Padova per l’invito a partecipare alla Santa Messa domenica, 28 aprile ore 11. Un invito da accogliere, dettato dalla bontà del Suo animo, per rendere più leggero il dolore attraverso l’unione con i sofferenti e contemplando il volto di Cristo, un aiuto per trovare consolazione e uno spiraglio di luce da donare anche agli altri.

Giuseppa Cassaniti presidente AIFVS

pdf_icon.gif


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it