“Sii cosciente e responsabile di ciò che fai” ( Ist. Mag. “E. Ainis” ME – Premio V.M.)  AIFVS
Cerca nel sito
Ricerca personalizzata
Chi siamo
Menù principale
+ Iniziative nazionali
+ Attualità
+ Iniziative Sedi
+ Opuscoli Memorie
+  Giustizia
 -   Prevenzione
+ Assistenza Psicologica
+ Filmati Media & TV
+ In caso di incidente
+ Le vergogne
+ Convegni nazionali
+ Libri & Poesie
+ Archivio
+ Appelli e ricerca testimoni
+ Calendario AIFVS
+ Comunicati stampa
+ Contatti & mail
+ Giornata mond. del ricordo
+ Punto d'ascolto
+ Sondaggi AIFVS
+ Testimonianze
VIDEO AIFVS 2014
Connessione...
 Lista utenti registrati Utenti : 1602

Username:

Password:

[ Password persa ? ]


[ Registrazione ]


Utente online:  Utente online:
Anonimi online:  Anonimi online: 40
Chat Vedi tutto
Collaborazioni

deleofund.jpg

Gallerie foto

Chiudi  Giornata mond. del Ricordo

Chiudi  Iniziative Nazionali AIFVS

Chiudi  Manifestazioni delle croci

Agenda
twitter AIFVS onlus
Mobile

QR_Droid_54917.png
www.vittimestrada.org/mobile
Visualizza il sito col tuo smartphone
 

 

Archivio News
+ Anno 2014
+ Anno 2013
+ Anno 2012
+ Anno 2011
+ Anno 2010
+ Anno 2009
+ Anno 2008
+ Anno 2007
+ Anno 2006
+ Anno 2005
Video e media
+ L'AIFVS in televisione
+ Sensibilizzazione
+ Servizi giornalistici
+ Spot con patrocinio AIFVS
+ Testimonianze TV
+ Video Commissione trasporti
+ Video shock
Traduzione sito
         
Video

fermer Mettici la testa 2006 parte 1

fermer Mettici la testa 2006 parte 2

fermer Mettici la testa 2009 parte 1

fermer Mettici la testa 2009 parte 2

fermer Sensibilizzazione

fermer Video della vergogna

fermer Servizi TG

fermer Servizi giornalistici

fermer Sicurezza stradale

fermer Video shock

Prevenzione - Una notte per la vita

23 - 29 Aprile 2007 SETTIMANA MONDIALE DELLA SICUREZZA STRADALE

Strage uccisi 4 ragazzi
APPIGNANO (ASCOLI PICENO), 24 APR - Un giovane Rom ubriaco alla guida di un furgone ha falciato la notte scorsa quattro ragazzi, che sono tutti morti. E' avvenuto intorno a mezzanotte ad Appignano (Ascoli Pieno). L'investitore e' stato arrestato. I ragazzi, sembra tutti minorenni, erano andati insieme a prendere un gelato, quando il furgone e' piombato su di loro. E' stata una strage. Ancora non e' chiaro se fossero a piedi o a bordo di scooter. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Nella settimana mondiale della sicurezza stradale l'Italia dimostra ancora una volta di non riuscire o di non volere gestire l'emergenza.
Ci aspettiamo dai politici e da coloro che amministrano le leggi azioni decise a frenare la vergognosa barbarie presente nella società civile

papa.jpgIl Papa: "Prudenza sulle strade"  
Città del Vaticano, 25 aprile 2007 - Appello di Papa Benedetto XVI alla "prudenza" sulla strada in nome del "senso di responsabilità verso il prossimo" nei giorni di ponte che vedono tanti italiani sulle strade e le autostrade del paese.
Fermiamo la Strage : per ascoltare la trasmissione di radio vaticana "al di là della notizia" condotta da fabio Alberici con l'intervista dell'Avv. Gianmarco Cesari legale della associazione trasmessa subito dopo ed al termine del messaggio del Papa sulla sicurezza stradale  Clicca qui

Per leggere la home-page di questo sito in media occorrono circa 9 minuti. Appena avrai finito di leggerla nel mondo sono già morti per incidente stradale 9 giovani sotto i 30 anni. PENSACI!

UnaNottePerLaVita.jpg

Una grande occasione per portare all’attenzione dei cittadini e delle istituzioni il complesso problema della sicurezza stradale, rivolta in particolare ai giovani ma tradotta anche come “nessun incidente”.
Un’espressione sostenuta da organismi internazionali – ONU e OMS – che spingendo in avanti l’obiettivo europeo del dimezzamento degli incidenti entro il 2010, rafforza nel contempo la credibilità del nostro obiettivo di “fermare la strage stradale”.
Si tratta poi di trasformare in azioni concrete le indicazioni date perché le ricorrenze non si riducano in un’occasione mancata di cambiamento. Anche nella precedente ricorrenza del 2004 la nostra Associazione si è impegnata a sostenere l’obiettivo europeo di riduzione della strage stradale, tant’è che ha sollecitato e fatto proposte alle Prefetture ed anche agli organismi di coordinamento di Regione, Province, Comuni. Ed ha continuato in tale impegno pure dopo, per rimuovere lo stato di inerzia operativa, non solo ponendo attenzione al problema della strage stradale nel territorio, ma anche formalizzando la propria adesione alla Carta Europea della Sicurezza Stradale e dando il proprio apporto agli organismi consultivi pubblici.
L’attuale appuntamento ci serve per riproporre con più forza i nostri obiettivi, ed anche per puntare l’attenzione sui giovani, come indicato dalla Settimana Mondiale. La proposta dell’on. Giovanardi di bloccare, d’intesa con le autonomie locali, il traffico privato in una notte del sabato, per determinare condizioni di “mortalità zero”, trova consenso nell’AIFVS, che precisa l’iniziativa per la data di sabato 28 aprile, definendola “Una notte per la vita”, ed aggiungendo il proprio interesse ad un non stop radio-televisivo e di discussione internet per sollecitare un impegno comune e sviscerare i problemi di quel fenomeno che porta i giovani a morire sul fronte del divertimento e poi tutti, giovani e meno giovani e intere famiglie, a distruggere i propri progetti di vita sull’asfalto, teatro di una guerra non dichiarata ed accettata con pacifica indifferenza.
Continueremo nella nostra azione di sollecitare gli adulti, impegnati nel campo politico, amministrativo, operativo e della formazione, ad assumere consapevolezza che il cambiamento che proponiamo comincia da noi, e richiede chiarezze culturali ed etiche, collegate al grande tema della responsabilità personale e sociale.
Ed è per questo che nell’occasione della Settimana della Sicurezza rivolgeremo a responsabili di uffici e servizi territoriali, a dirigenti e docenti delle scuole, ma anche a gente comune, un questionario per una raccolta di pareri sull’urgenza della prevenzione ed anche sull’assistenza alle vittime. E di questi pareri terremo conto nella nostra opera di sollecitazione e di proposta alle istituzioni centrali e locali, convinti che la strage stradale non è legata solo ai comportamenti di trasgressione del conducente, ma è mantenuta anche da corresponsabilità che fanno capo ai gestori degli enti e delle aziende.
Affermare, con lo slogan della Settimana della Sicurezza che “l’incidente non è fatalità”, significa porre al centro dell’attenzione la responsabilità, nei termini ampi da noi considerati: ciascuno faccia la propria parte e si metta ordine nelle priorità.
Ed in rapporto al nostro percorso riteniamo che siano prioritarie per la prevenzione il coordinamento, i controlli, l’informazione-formazione; per la giustizia il riconoscimento costituzionale dei diritti e delle facoltà delle vittime senza limitazioni e della ricerca della verità, il superamento delle discriminazioni processuali; per l’assistenza, il sostegno e la tutela delle vittime l’approvazione dei disegni di legge quadro in corso per l’assistenza alle vittime, ma con miglioramenti, senza creare discriminazioni tra vittime e realizzando i centri di aiuto, come indicato con il nostro Convegno del 22 febbraio collegato al lavoro di ricerca sugli effetti devastanti degli incidenti stradali su vittime e familiari.

24/aprile 2007 La Camera dei deputati sostiene l' AIFVS per "UNA NOTTE PER LA VITA"

DA STASERA LA CAMPAGNA DELLA AIFVS (DI CUI MOLTI SI SONO APPROPRIATI SENZA CITARE L'ASSOCIAZIONE QUALE IDEATRICE E PROMOTRICE ASSIEME AI POLITICI CHE DALL'INIZIO L'HANNO SOSTENUTA) "UNA NOTTE PER LA VITA" E' SOSTENUTA DALLA CAMERA DEI DEPUTATI CHE OGGI 24 APRILE 2007 HA APPROVATO ALLA UNANIMITA' LA MOZIONE META

Clicca qui per leggere il programma
Il testo integrale approvato all'unanimità

23/29 Aprile Settimana della Sicurezza Stradale

locandina-per-web.jpgL’AIFVS, al fine di evitare che la Settimana della Sicurezza si risolva in un elenco di buone intenzioni, propone azioni concrete in ciascun settore che abbia a che fare con la sicurezza e sottolinea la necessità di raggiungere l’obiettivo europeo del dimezzamento, almeno, degli incidenti entro il 2010.
In particolare, sollecita l’adesione di tutti all’iniziativa “Una notte per la vita”, con lo stop delle auto private nella notte del 28 aprile e con il non stop radio-televisivo e della carta stampata ed internet per sollecitare un impegno comune e sviscerare i problemi della strage stradale e del sabato sera.

pdf.gif
Leggi tutto

 Iniziativa congiunta AIFVS e politici

L’AIFVS ha svolto una pacifica manifestazione nel tardo pomeriggio di lunedì 19 marzo all’ingresso della Camera dei Deputati, mentre si cominciava ad esaminare la mozione presentata dagli onorevoli Carlo Giovanardi e Daniela Santanchè sul tema delle stragi del sabato sera, per determinare condizioni di “mortalità zero” in una notte del sabato con il blocco del traffico privato e d’intesa con le autonomie locali.

L’AIFVS nella successiva conferenza stampa, manifestando plauso per l’iniziativa, per passare dal momento propositivo della mozione a quello attuativo, ha indicato come notte da scegliere quella di sabato 28 aprile compresa nella settimana mondiale della sicurezza stradale, auspicando l’adesione unanime di Parlamento e Governo.

Inoltre, per caratterizzare l’iniziativa  come “Una notte per la vita”, ha pensato oltre al blocco del traffico automobilistico, anche ad un non stop radio-televisivo e di discussione internet per sollecitare un impegno comune e sviscerare i problemi collegati ad un fenomeno che ci è costato negli ultimi quattro anni la morte di tanti giovani sul fronte del divertimento  di quanti soldati americani hanno perso la vita nella guerra in Iraq.

Giovanardi: Stragi sabato sera invito colleghi in discoteca

(ANSA) - ROMA, 6 APR - Carlo Giovanardi ha invitato tutti i colleghi parlamentari a partecipare la notte di sabato 28 aprile assieme ai famigliari ed amici a momenti d'incontro presso pub, ristoranti e discoteche. ''Ma tutto questo - rileva l'ex ministro dell'Udc - dovra' avvenire raggiungendo rigorosamente i locali con mezzi pubblici, in bicicletta, a piedi, ma non con mezzi di trasporto privati. Questo e' un modo di aderire alla proposta dell''Associazione Italiana Famigliari e Vittime della strada onlus' (www.vittimestrada.org) di identificare la notte tra sabato 28 e domenica 29 aprile, nella settimana indetta dalle Nazioni Unite per la Sicurezza Stradale, come un esperimento di 'Notte per la vita' nella quale ci si possa divertire a mortalita' zero, senza le tragiche ripetitive stragi del sabato sera''. (ANSA).
Dal sito http://www.carlogiovanardi.it

papa.jpgIl Papa: "Prudenza sulle strade"  
Città del Vaticano, 25 aprile 2007 - Appello di Papa Benedetto XVI alla "prudenza" sulla strada in nome del "senso di responsabilità verso il prossimo" nei giorni di ponte che vedono tanti italiani sulle strade e le autostrade del paese.
Fermiamo la Strage : per ascoltare la trasmissione di radio vaticana "al di là della notizia" condotta da fabio Alberici con l'intervista dell'Avv. Gianmarco Cesari legale della associazione trasmessa subito dopo ed al termine del messaggio del Papa sulla sicurezza stradale  Clicca qui

Una notte per la vita  l'impegno de "IL resto del Carlino"

RestoDelCarlino.jpg

Dopo il Milan dice sì Luca Toni «E anche Rimini il 28 aprile fermerà le auto: parola di  sindaco.
FIORELLO:"RAGAZZI, LA VOSTRA VITA VALE UN PO' DI REPRESSIONE"
Stragi del sabato sera appello in radio dello showman .

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

pdf.gif

 

Notizia inserita il 20/4/2007

Ferrara fonte Estense.com

Il Comune aderisce all’iniziativa per la prevenzione degli incidenti


Controlli stradali rafforzati per 'Una notte per la vita'


Uno speciale servizio aggiuntivo di controllo e pattugliamento stradale, fino alle ore notturne. E’ con questo ulteriore impegno in direzione della prevenzione degli incidenti che l’Amministrazione comunale offre la propria adesione a “Una notte per la vita”, l’iniziativa nazionale lanciata, per il prossimo 28 aprile, da diversi esponenti politici assieme all’Aifvs (Associazione italiana familiari e vittime della strada).

Su proposta dell’assessore Raffaele Atti e del comandante della Polizia Municipale Carlo di Palma, nella notte del 28, l’attività di controllo già intensamente effettuata dagli agenti del corpo municipale sulle strade comunali, sarà dunque ulteriormente rafforzata, anche con l’uso estensivo di etilometro e telelaser, per offrire un nuovo segnale a sostegno della prevenzione di una delle principali cause di morte del nostro territorio.

Fonte Sambenedetto Oggi
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dieci anni, questa è l’età media in cui si conoscono per la prima volta le sostanze alcoliche a San Benedetto. Lo affermano i risultati di uno studio condotto dal Servizio Risposte Alcologiche del Comune, dopo uno studio condotto su 459 ragazzi fra i 13 e i 14 anni di età. Purtroppo anche il consumo di alcolici prima di mettersi alla guida di scooter o automobili è un costume diffuso e foriero di drammi personali e sociali.

La famiglia è il contesto dove avviene l’iniziazione e questo lo dice lunga sulla sottovalutazione dei precetti dei medici e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. I ragazzi con meno di 15 anni di età non dispongono ancora degli enzimi necessari a smaltire le sostanze alcoliche e per loro bere anche una semplice birra rappresenta un fattore di tossicità esponenzialmente più alto rispetto alle persone adulte.

Anche a San Benedetto l’alcol rappresenta un fattore di attrazione per i giovanissimi e diventa sempre più necessario intraprendere politiche di informazione sui rischi sociali e sanitari. In un'altra recente indagine svolta dal Comune su 590 ragazze dai 14 ai 19 anni di età, emerge che il consumo di alcol viene considerato come mezzo per raggiungere divertimento e propensione alla socialità.

Nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Aprile, mese della Prevenzione Alcologica”, anche il Comune di San Benedetto organizza momenti di riflessione e di informazione. Il 20 aprile alle ore 11:00 l’assessore alle Politiche Sociali Loredana Emili e il presidente dell’Apcat (Associazione Provinciale dei Club Alcolisti in Trattamento) Renziero Papetti premieranno i vincitori del concorso “Il mondo è a colori! Ma con l’alcol… ”, a cui hanno partecipato gli alunni delle classi quarte e quinte di tutte le scuole primarie cittadine.

Alcuni bar del centro città (Gran Caffè Sciarra, Demais, Caffè Chantilly, Caffè Florian, Caffè Moretti e Ristorantino del mar) favoriranno il consumo di drink analcolici attuando sconti.

Sabato 21 aprile dalle 17:30 alle 23:00 presso il Centro Giovani in via Tedeschi ci sarà il “Concerto alcohol free: really alternative style” di giovani musicisti locali, che si esibiranno per promuovere una cultura alternativa del divertimento e un modo di stare insieme che fa a meno delle sempre più massificante cultura alcolica.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio dell’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada, della Società Italiana di alcologia, della Regione Marche e della Provincia.

Hanno detto sì ad "Una notte per la vita":
La Regione Marche con le Province e moltissimi comuni coordinati dall'ANCI, tra cui Ancona, ed inoltre i comuni di Ferrara, Fermo, Bagnoli Irpino, Rimini.
Hanno previsto attività alternative allo sballo ed all'alcol la Provincia di Messina con una serata analcolica con messaggi e musica, e preceduta da una raccolta di proposte per la sicurezza da parte dei giovani; i Comuni di San Benedetto del Tronto con una rassegna musicale analcolica; il comune di Rovereto con un NO ai contributi per feste alcoliche, una svolta culturale
che merita di essere sostenuta: una buona pratica da diffondere.
 

Da sestopotere.com
RIMINI: IL 28 APRILE "UNA NOTTE PER LA VITA", CONTRO LE STRAGI DEL SABATO SERA
Rimini - In occasione della Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, il Comune di Rimini aderisce all’iniziativa ‘Una notte per la vita’ programmata per la giornata di sabato 28 aprile. “C’è bisogno di atti anche simbolici che sensibilizzino circa un problema grave come le cosiddette stragi del sabato sera- dichiara il Sindaco di Rimini, Alberto Ravaiol.

 

ANCONA ADERISCE AD "UNA NOTTE PER LA VITA"
Il Comune di Ancona ha aderito alla campagna promossa dal Resto del Carlino e Zapping denominata “Una notte per la vita” in programma per il 28 aprile; in programma diverse iniziative per ridurre i rischi di incidenti legati al consumo di alcool.

pdf.gif

Quattroruote aderisce ad "Una Notte per la Vita", questo il comunicato dal sito  http://www.quattroruote.it/news/articolo.cfm?codice=90939   
L'idea è stata lanciata, circa un mese fa, dagli onorevoli Giovanardi e Santanché: lasciare a casa tutte le auto per una sera dalle 22 alle 6 del mattino, utilizzando mezzi alternativi (bus, taxi eccetera) per raggiungere le discoteche. Uno stop contro le stragi del sabato sera che, di recente, hanno causato la morte di parecchi giovani.

Anche noi di "Quattroruote", insieme ad altre testate nazionali e non solo, aderiamo a questa iniziativa, finalizzata a sensibilizzare i giovani su un tema di così scottante attualità. E così domani, sabato 28 aprile, penultimo giorno della prima settimana mondiale della sicurezza stradale, per otto ore terremo le auto ferme, per dare un segnale simbolico forte. Un'iniziativa cui speriamo aderiscano in tanti, in attesa che vengano presi provvedimenti utili a risolvere il fenomeno una volta per tutte

 

Il commento di Massimo Pandolfi di Quotidiano.net sull'OK della Camera ad   
UNa Notte per la Vita quale inizativa di QN   

Camera, ok all’iniziativa del Qn
"Fermiamo le stragi del sabato"
La mozione: notte a incidentalità zero, incentivi all'uso dei mezzi di trasporto pubblico e alla rinuncia di quelli propri nella settimana per la sicurezza globale sulle strade indetta dall'Onu


Roma, 25 aprile 2007 - SABATO avremo una notte speciale. Il Qn-Carlino ha lanciata la proposta da un mese, insieme alla trasmissione radiofonica Zapping di Aldo Forbice, all’Associazione Italiana Familiari e Vittime delle Strade e ai parlamentari Daniela Santanchè e Carlo Giovanardi. Da ieri anche il Parlamento e il Governo hanno detto sì, con tutti i crismi dell’ufficialità, alla 'Notte per la vita', così come è stata ribattezzata. La Camera ha votato (417 sì su 412 votanti; 4 astenuti solo per problemi tecnici) una mozione sulla sicurezza stradale che chiede molte cose, ma accende i riflettori soprattutto su sabato prossimo, 28 aprile.   

Vi comunichiamo che la sede locale AIFVS “Luciano Casella”, sita in Rocca di Capri Leone da subito ha aderito alla settimana della sicurezza stradale.
Sono state fatte diverse comunicazioni ai Comuni dei paesi viciniori  per metterli a conoscenza che la nostra sede partecipando all’iniziativa si rendeva disponibile ad appoggiare eventuali  iniziative  intraprese.
Alle nostre richieste ha risposto in modo positivo;
il comune di Capo d’Orlando, impegnando l’amministrazione comunale con una manifestazione denominata“UNA NOTTE PER LA VITA” da effettuarsi con cadenza annuale, con la collaborazione della nostra associazione creando un circuito di bus per raggiungere il centro urbano  e come segno i consiglieri gia da adesso ha destinare un gettone di presenza per la promozione di detta manifestazione.
Il Comune di Capri Leone; si è impegnato a mettere in sicurezza 100 metri di strada nel centro della frazione di Rocca che è attraversata dalla ss 113  

Il comune di Galati Mamertino; ha organizzato un incontro con gli alunni presso la sala consiliare delle istituto comprensivo per sensibilizzare i ragazzi.

Diversi altri incontri saranno fatti con ragazzi negli istituti scolastici della zona che va da Gioiosa Marea  a Santo Stefano di Camastra.                                                                                              

Casella Antonino

Resp. Sede locale

Sede Di Pavia Settimana Mondiale Della Sicurezza stradale e Una notte per la vita .
Sabato 28 aprile saremo a Pavia in piazza Della Vittoria con un gazebo allestito dall'ACI.
Con molto rammarico esprimo che Le autorità pavesi e la stampa hanno snobbato la nostra iniziativa di una notte per la vita quindi in provincia non ci sarà nessuna iniziativa in quel senso, ma noi ci saremo .
La stampa locale non si è nemmeno presentata alla conferenza stampa svolta all 'ACI in presenza delle maggiori autorità provinciali.
Noi ci saremo lo stesso a Pavia ma denunciamo pubblicamente tutta la stampa pavese per non avere dedicato un solo rigo a questo evento .

Giorgio Giunta resp. AIFVS onlus Pavia

Settimana della Sicurezza Stradale 23/29 aprile 2007 – Iniziativa dell’AIFVS

L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada della Provincia di Bergamo in collaborazione con l’amministrazione Comunale di Filago, in occasione della Settimana della Sicurezza Stradale promossa dall’ONU dal 23 Aprile al 29 Aprile, inaugurerà, domenica 29 Aprile 2007, la nuova sede nel territorio Comunale di Filago.

Programma manifestazione:

ore 10.30 SS. Messa presso la Parrocchiale di Filago in ricordo di tutte le vittime della strada;

ore 11.30 Partenza corteo dalla Parrocchiale di Filago al Municipio di Filago;

ore 11.45 Saluto ed incontro delle autorità intervenute;

ore 12.00 Benedizione targa sede dell’AIFVS per la Provincia di Bergamo;

ore 12.15 Rinfresco

In occasione dell’evento inaugurale l’associazione Italiana familiari e Vittime della strada sezione Provinciale di Bergamo, allestirà un punto informativo per costruire sul territorio bergamasco la conoscenza dell’associazione, in modo da sensibilizzare il problema inerente la sicurezza stradale. 


Il Responsabile della sede dell’AIFVS Ivanni Carminati
Il Sindaco di Filago Massimo Zonca
 

Sede AIFVS onlus di Torino
Settimana Mondiale sulla sicurezza stradale. " Una strada per ricordare"

REGIONE PIEMONTE
AL PRESIDENTE DELLA GIUNTA
AI PRESIDENTI DELLE PROVINCE
I SINDACI DEI COMUNI
LETTERA  APERTA
Dedichiamo una  piazza, una via alle "VITTIME DELLA STRADA"
On. Presidenti, On. Sindaci,
In occasione delle iniziative indette nei capoluoghi della regione Piemonte, questa Associazione, direttamente impegnata, si fa promotrice in forma pubblica, della presente proposta .
Con l'impegno delle SS.LL. a dedicare una piazza o una strada in memoria delle " Vittime della Strada ", si terrà viva l'attenzione della collettività,  dopo che  i riflettori sulle iniziative in corso si spegneranno.
La vita è il bene più prezioso.
Decine di migliaia di vite strappate possono essere commemorate  dalle stesse strade, su cui  la loro troppo spesso giovane vita, è stata tragicamente stroncata.
A .I.F.V.S. Sede di Torino " Alessandro Santagada "
( Giuseppe Santagada )

SEDE AIFVS DI POTENZA
VARIE INIZIATIVE E DIFFUSIONE STAMPA, TRA CUI FIACCOLATA DEL MAGGIO A SATRIANO DI LUCANIA (Pz) A CONCLUSIONE DELLA SETTIMANA MONDIALE  DELLA SICUREZZA STRADALE
Rosalba Romano

 new.gif I Politici aderiscono alla nostra iniziativa: pubblichiamo i loro nomi

Con piacere riscontriamo che alcuni politici hanno apprezzato la nostra iniziativa ed hanno espresso la loro partecipazione: un segno di solidarietà e di sensibilità al problema che ci fa ben sperare anche per future collaborazioni, al fine di "fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti".

Fino ad oggi hanno espresso il loro appoggio all'iniziativa:
- on. Maurizio Gasparri  (AN)
- on. Ermete Realacci  (L'Ulivo)
- on. Mario Valducci (F.I)
- sen. Luigi Bobba  (L'Ulivo)
- on. Silvia Velo  (L'Ulivo)
(*)- on. Maino Marchi (L'Ulivo)
(*)
Aderisco con piacere alla vostra iniziativa "una notte per la vita".
A tale proposito parteciperò questa sera all'iniziativa pubblica sul tema specifico organizzata dal Comune di Casalgrande (Reggio Emilia), che ha aderito alla settimana mondiale della sicurezza stradale.
On. Maino Marchi

Forum una notte per la vita 

email: info@vittimestrada.org


Data creazione : 07/04/2007 * 01:07
Ultima modifica : 03/05/2007 * 23:42
Categoria : Prevenzione
Pagina letta 19765 volte


Stampa pagina Stampa pagina

Opinioni su questo articolo


Commento n. 1 

da MONICA65 il 07/04/2008 * 21:44

E' molto emozionante leggere tutti gli articoli pubblicati,perche' trasmettono un grande energia di cambiamento,che pur non riportando in vita chi abbiamo perso,sicuramente consentira' ad altri di vivere!Mio fratello avrebbe condiviso pienamente questa iniziativa,ne sono certa!Grazie!
Social
Dati per effettuare donazioni o pagamenti quota all’associazione
Conto corrente postale 13211438 intestato Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus. Via A. Tedeschi 82 – 00157 Roma

Sul c/c bancario n ° 000010437812 intestato Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus presso Unicredit Banca – Roma Montagne Rocciose.IBAN:
IT 07 D 02008 05198 000010437812

site.gif 

Associati all'AIFVS

 

^ Torna in alto ^