Stampa la pagina ...
Sei qui: Home » Forum » Assistenza e consulenza Legale » informazione sentenza
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Forum - Assistenza e consulenza Legale - informazione sentenza


 1859 membri
Connesso: ( nessuno )

  Oggetto n° 268
il 15/09/2022 • 19:01
da manuel
 

Buongiorno,

Mio padre l'anno scorso il 27/02/21 ha perso la vita dopo essere stato travolto da una persona ubriaca 1.59g/l mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali .

La sentenza di primo grado condanna tolte tutte le attenuanti  l'automobilista a 3 anni di reclusione e alla revoca della patente.

La mia domanda è questa : è normale vederlo guidare dopo un anno dall'incidente nuovamente in possesso della patente?

Ringrazio fin da ora chiunque possa darmi una spiegazione 

Parmeggiani Manuel

  

Risposta n ° 1
--------
il 15/09/2022 • 22:24
da Amministratore
 
Amministratore

Buonasera, grazie per aver scritto nel forum dell'associazione italiana familiari e vittime della strada.

Le rispondo a titolo personale, poi le risponderà un legale aifvs.

Chi ha investito e ucciso mia moglie sul marciapiedi l'indomani mattina già guidava un'altra auto.

Va bene che è successo 20 anni fa ma è successo a me che in quell'incidente sono rimasto gravemente ferito.

Non mi meraviglio, più di niente.

Sono dispiaciuto per suo padre e le porgo sentite condoglianze.

Giorgio Giunta Aifvs.

Amministratore

  
Risposta n ° 2
--------
il 16/09/2022 • 10:55
da manuel
 

buongiorno e ringrazio della risposta che se pur a titolo personale è sempre un modo per sentire la vicinanza di qualcuno che sa cosa si prova in queste circostanze.

Si sente parlare alla tv e sui giornali di omicidio stradale e di chissà quali pene poi di fatto succede quello che ho scritto nel forum.

Le mando un sentito abbraccio e spero di fare davvero chiarezza ,sono disposto a scrivere anche al giornale locale che aveva dato risalto con diversi articoli dell'accaduto,ma lo vorrei fare come estrema ratio per nn far rivivere il dolore a mia mamma che è rimasta a dir poco sconvolta

manuel

  
Risposta n ° 3
--------
il 16/09/2022 • 21:37
da Avvocatocesari
 

Si e purtroppo! E' normale uccidere in stato di ebbrezza e non vedersi subito revocata la patente ma vedersela sospesa ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 218 del codice della strada dal Prefetto magari per un solo anno e poter chiedere permessi di guida per motivi di lavoro  e andare così avanti fino a che il procedimento penale non si conclude con la sanzione accessoria, oltre alla pena, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 222 c.d.s. rubricato "Sanzioni amministrative accessorie all’accertamento di reato” che al comma 1 prevede nella ipotesi che  dalla violazione delle norme del Codice della strada derivino danni alle persone, l’applicazione, con la sentenza di condanna, sia delle sanzioni amministrative pecuniarie e sia delle sanzioni amministrative accessorie, vale a dire la sospensione o la revoca della patente. il fatto che in Italia si può uccidere e tornare anche a guidare dopo un anno è normale, infatti sono molti i casi di recidivi che dopo aver ucciso sono tornati a guidare ed hanno continuato a uccidere per strada, magari anche dopo aver patteggiato la pena. 

Avv. Gianmarco Cesari - Aifvs 

  
Risposta n ° 4
--------
il 19/09/2022 • 09:01
da manuel
 

buongiorno,

come sempre ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità ,mi pare di capire che visto che è ricorso in appello fino a quando non ci sarà una sentenza definitiva il conducente che ha investito e ucciso mio padre puo' giudare pur avendo in primo grado già avuto la revoca della patente e un'accusa a 3 anni di detenzione (erano parti da 8 anni e diciamo scontata a 3).

Ci sono cose che posso fare per come dire dare risalto a questa cosa a dir poco assurda?

Lei crede che un'esposto alla Procura della repubblica di bologna e un'eventuale segnalazione al giornale che aveva dato risalto all'accaduto potrebbe in qualche modo sensibilizzare chi concede così presto la possibilità di guidare nuovamente ?

mi scuso per le mille domande ma nella mia vita lavorativa spesso mi sono trovato a vedere familiari arrivare sull'evento drammatico di un'incidente stradale dove un proprio caro aveva perso la vita ma mai avrei pensato quanto dolore si prova fino a a quando è successo a me,e vorrei evitare il piu possibile possa succedere ad altri.

Grazie 

Parmeggiani Manuel

  
Risposta n ° 5
--------
il 19/09/2022 • 09:54
da Avvocatocesari
 

Ogni sensibilizzazione fattiva anche tramite i media sul tema della sottovalutazione della pericolosità sociale dei criminali stradali è opportuna e necessaria di fonte ad una vera e propria indifferenza burocratica anche per sollecitare i tempi del processo e rendere noto all'opinione pubblica che chi uccide con colpa grave sotto alterazione psicofisica da alcool poi torna a guidare grazie alla inefficienza del sistema sanzionatorio. Già il fatto che da 8 anni vengono poi ridotti a 3 e quindi come dire niente carcere ma solo affidamento ai servizi sociali magari senza alcun pentimento. Si associ a noi , prenda contatto con la segreteria al telefono e si unisca a noi che da oltre venti anni ci impegniamo per fermare la strage stradale e dare giustizia ai superstiti! 

  Avv. Gianmarco Cesari - Aifvs 

  
Risposta n ° 6
--------
il 24/09/2022 • 17:58
da manuel
 

grazie davvero delle vostre info,mi unirò certamente a voi e magari se mi poteste aiutare a scrivere due righe nel modo corretto sia per la la stampa del resto del carlino che due righe da mandare in procura,pur sapendo che non si potrà risolvere molto ma almeno la gente sappia realmente come vanno le cose.

GRAZIE

manuel parmeggiani

  
oggettoattivo   oggettochiuso   Importante!   Nuovo  
Rettifica messaggio   Chiudioggetto   Rimontaoggetto