Stampa la pagina ...
Sei qui: Home » Forum » Assistenza e consulenza Legale » RISARCIMENTO
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Forum - Assistenza e consulenza Legale - RISARCIMENTO


 1862 membri
Connesso: ( nessuno )

  Oggetto n° 225
il 28/11/2016 • 08:51
da catia
 
visitatore

uongiorno, sono la mamma che all'epoca dell'incidente (esattamente un anno fa) aveva la figlia minorenne affidata ai servizi sociali e collocata in una comunità.
La ragazza ha avuto un frontale con un auto e lei si trovava su una bicicletta  (di proprietà della comunità) alle 6 e mezza del mattino, senza fanale, senza giubbino, e accertato oggi, procedeva contromano,
La pratica di risarcimento è stata seguita in toto dal curatore speciale nominato dal tribunale dei minorenni, in quanto mia figlia, una settimana dopo l'incidente, è diventata maggiorenne e quindi fin da subito sono stata completamente esclusa sia per la parte "burocratica" che per la parte che riguardava lo stato di salute e di ripresa di mia figlia dall'incidente.
Oggi, a distanza di un anno, ricevo una richiesta danni, che tra l'altro ritengo esorbitante (9.200 euro) per i meri danni all'autovettura, causati dall'incidente,
Preciso che in tre anni di affidamento alla comunità, io mi sono sempre rifiutata categoricamente di firmare documenti che autorizzassero mia figlia alle usicte dalla comunità, il padre le autorizzazioni le ha firmate,
Mia figlia si recava a scuola, e il sinistro per itinere è stato aperto, cosi come credo abbia avuto un risarcimento dalla comunità (ma non ne sono certa)
La richiesta danni, per quello che so, è stata rivolta solo a me.
Attendo commenti
Grazie
Catia
  
Risposta n ° 1
--------
il 06/12/2016 • 14:32
da avvocatocesari
 
visitatore

Tutto dipende da come è stata gestita la pratica relativa al sinistro stradale dal curatore speciale nelle immediatezze, di certo ora la richiesta di risarcimento non la riguarda ma riguarda sua figlia maggiorenne e/o  la comunità cui era stata affidata da l Tribunale;  ritengo che sia il caso di farsi assistere da un avvocato che rappresenti a chi le richiede il risarcimento del danno subito i dettagli del caso che lei ha scritto.Avv. Gianmarco Cesari - Aifvs   
  
oggettoattivo   oggettochiuso   Importante!   Nuovo  
Rettifica messaggio   Chiudioggetto   Rimontaoggetto