Sei qui: Home » Forum » Assistenza e consulenza Legale » Richiesta rimborso all'Avvocato
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Forum - Assistenza e consulenza Legale - Richiesta rimborso all'Avvocato


 1854 membri
Connesso: ( nessuno )

  Oggetto n° 211
il 27/11/2015 • 13:38
da Sofi
 

Buongiorno ,prima di tutto un grande grazie a tutti coloro che collaborano .Ho una triste storia da esporre e sin da ora, chiedo un consiglio sul come poter agire per aiutare questa persona.Nel 2007 a seguito di un incidente stradale, causato da un camionista che non rispettava uno Stop, moriva un ragazzo di 28  anni con moglie e due figli minori a caricoL'avvocato  riusciva a far avere ai superstiti, una liquidazione di circa 460.000 euro e versava sul c/c della vedova, un primo acconto di 150.000 euro ed invitava la vedova  a prelevare 90.000 per pagarlo ed ad avvenuto pagamento avrebbe versato il saldo.La vedova accettava, visto anche lo stato psico-fisico in cui si trovava ,ma qualche tempo dopo, riceveva visita della Guardia di  Finanza  che stava indagando sull'Avvocato e si trovava a dover pagare anche una multa per aver movimentato denaro liquido.Aggiungo che questo insigne Avvocato, non aveva mai dato alcun documento inerente la liquidazione e se la signora chiedeva lumi, perdeva le staffe incolpando la poveretta di non avere fiducia in lui.Di questa vicenda ci sono altri risvolti, ma non vorrei creare confusione .Ora sono a chiedere, se è' possibile tentare di avere , almeno una parte del denaro che gli è' stato versato, senza intentare una causa o se ci si può , senza l'ausilio di un Avvocato, rivolgere all'ordine degli Avvocati o in Tribunale, anche perché interpellato un Avvocato, ha chiaramente detto che nessun legale  del luogo accetterebbe l'incarico, vista la nomea che ha costui !!!!!! Ancora grazie, cordialità Sofi


Sofi

  
Risposta n ° 1
--------
il 28/11/2015 • 13:52
da avvocatocesari
 
visitatore

Purtroppo il caso di questa povera vedova non è il primo, le vittime sono oggetto di caccia predatoria da parte di faccendieri senza scrupoli e con il pelo sul cuore che si approfittano dello stato di debolezza psichica per speculare indegnamente; i Consigli dell'Ordine sanzionano le condotte contrarie del Codice Deontologico quando vengono a conoscenza di malefatte e richieste di compenso inadeguate ed eccessive e, per tornare al suo caso, non vi è dubbio che su di un acconto di 150000 pretendere ed ottenere 90000 euro di compenso sia un compenso sproporzionato rispetto al valore della attività professionale svolta. Non mi è chiaro se la Vedova ha prelevato e dato la somma in contanti senza ricevuta alcuna... è possibile??? Mi sembra una condotta incauta. Ad ogni modo comprendendo le difficoltà a trovare chi possa difendere la vedova la invito a far contattare la segreteria nazionale della AIFVS da parte sua o della Vedova per esporre il caso con tutti i dati necessari ad un aiuto ed ad una difesa. Avvocato Gianmarco Cesari - AIFVS 
  
oggettoattivo   oggettochiuso   Importante!   Nuovo  
Rettifica messaggio   Chiudioggetto   Rimontaoggetto