Sei qui: Home » Forum » Assistenza e consulenza Legale » parcella avvocati finale
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Forum - Assistenza e consulenza Legale - parcella avvocati finale


 1843 membri
Connesso: ( nessuno )

  Oggetto n° 202
il 19/09/2015 • 17:20
da stanchissimame_
 
visitatore

Mio marito è morto 5 anni fa a seguito di incidente stradale provocato da un veicolo il cui conducente è stato condannato nel penale per omicidio colposo. Ho quindi affidato a un avvocato la gestione di parte delle conseguenze dell'incidente (svincolo assicurazione privata, tfr e assicurazione dell'incidente). Avendo un bambino si è reso necessario presentare vari ricorsi al giudice tutelare per svincolarsi le quota parte di mio figlio. Non essendoci accordati con l'assicurazione dell'incidente ho deciso di impiantare un processo civile che pero ha determinato solo la prima udienza perche poi si e' raggiuntol'accordo stragiudiziale. Nel tempo ho pagato varie somme alla,'avvocato (per I ricorsi al giudice tutelare, per anticipo alla causa civile) oltre che spese legate al processo (solo il contributo unificato per il tribunale mi è costato 1500 € ) e per le consulenze da depositare in tribunale (solo il conteggio per la proiezione del danno economico €2500). Ora l'assicurazione ha versato un contributo omnia distinguendo una quota parte mia, una di mio figlio (per la quale è stato necessario l'ennesimo ricorso al giudice tutelare) e una quota parte per SPESE E COMPETENZE LEGALI, il tutto a titolo di risarcimento per tutti i danni dovuti alla morte di mio marito. Avendo chiuso tutto ho chiesto all'avvocato quanto dovevo a saldo e lei mi ha inviato una fattura pari all' intera somma pattuita con l'assicurazione e un'altra relativa all'ultimo ricorso al giudice tutelare. Mi chiedo:ma tutto ciò che ho pagato nel tempo non rientra tra i danni? Se mio marito non fosse morto avrei dovuto rivolgermi a un giudice tutelare? Tali spese non rientrano tra i danni? E le consulenze? E il contributo unificato (marca da bollo da depositare in tribunale)? O devo sfornare da quanto L'ASSICURAZIONE HA VERSATO LE SOMME CHE AVEVO GIÀ PAGATO, ivi compresa la fattura per il ricorso al giudice tutelare che ha reso possibile l'accordo stragiudiziale?  Vi prego di rispondermi al più presto perché vorrei chiudere al più presto questa dolorosa vicenda che da cinque anni pare non avere mai fine. Preciso che con l'avvocato non ci sono mai stati accordi ne scritti ne verbali per la parcella. 
Grazie 
  
oggettoattivo   oggettochiuso   Importante!   Nuovo  
Rettifica messaggio   Chiudioggetto   Rimontaoggetto