Sei qui: Home » Forum » Assistenza e consulenza Legale » FONDO DI GARANZIA francese
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Forum - Assistenza e consulenza Legale - FONDO DI GARANZIA francese


 1848 membri
Connesso: ( nessuno )

  Oggetto n° 174
il 22/01/2015 • 13:16
da CADIA80
 

Ciao a tutti, probabilmente sono fuori luogo ma io e mio marito abbiamo un problema a seguito di un incidente avvenuto in francia nell'agosto 2012. In pratica il mezzo che ci è venuto addosso, abbiamo scoperto a gennaio 2013 che era senza assicurazione e pertanto il risarcimento danni di mio marito sarebbe stato gestito dal Fondo di Garanzia delle Vittime della Strada FRANCESE. Mio marito nell'incidente ha riportato la rottura dello zigomo sx (per la quale è stato necessario un intervento tecnico) e la frattura della spalla dx (per la quale non potevano operare ma ha fatto quattro mesi di riabilitazione e di tutore). Oltre a tutte le spese di rientro dalla corsica, di riparazione del nostro mezzo, ecc ecc. Proprio due giorni fà il nostro avvocato, dopo due anni di trattative ci ha convocato dicendo che la cifra non negoziabile che ci hanno proposto a titolo di risarcimento è di € 30.000 (compreso le spese sostenute che ammonta a circa € 10.000). Quindi solo € 20.000 a titolo di risarcimento per il danno fisico. A me questa cifra non sembra per niente equa per i danni fisici sopportati da mio marito. Ci ha spiegato che purtroppo i riferimento di risarcimento francesi sono molto più bassi di quelli italiani. Ora non sappiamo che fare, se accettare la transazione oppure, ma non sappiamo se è possibile e per questo chiediamo a questo forum, se è possibile far causa al responsabile dell'incidente stradale (abbiamo il verbale della gendarmeria che ci dà completamente ragione). Purtroppo non sappiamo come funzionano le leggi francesi e anche il nostro avvocato non ha competenze in merito. 
Vi ringrazio in anticipo se qualcuno di voi mi dà un consiglio o un suggerimento Messaggio prelevato dal vecchio forum 
  
Risposta n ° 1
--------
il 25/01/2015 • 00:15
da avvocatocesari
 
visitatore

Ritengo che nel suo caso sia possibile esperire una azione civile avanti al tribunale italiano e quindi con la richiesta di liquidazione del danno alla persona in base ai parametri risarcitoria orientativi italiani invocando l applicazione del trattato europeo Rome II ,  per il risarcimento dei danni transfrontalieri subiti da cittadini europei. Ovviamente occorrerà una adeguata e comprovata esperienza data la specificità del caso. Avv.Gianmarco Cesari -Aifvs
Modificato da avvocatocesari il 25/01/2015 * 09:27
  
Risposta n ° 2
--------
il 26/01/2015 • 10:12
da CADIA80
 

Grazie mille, della informazione datami, sfrutto ancora la sua gentilezza e il suo tempo per chiederle se puo suggerirmi degli avvocati su Pisa competenti a riguardo della materia.

  
Risposta n ° 3
--------
il 26/01/2015 • 16:16
da avvocatocesari
 
visitatore

Per indicazioni in merito alla assistenza legale con cognizione della applicazione del trattato europeo potrà, in base alle convenzioni della associazione,  rivolgersi alla segreteria nazionale della associazione ai numeri di telefono in calce al sito. Avv. Gianmarco Cesari - Aifvs 
  
oggettoattivo   oggettochiuso   Importante!   Nuovo  
Rettifica messaggio   Chiudioggetto   Rimontaoggetto