Continuando a navigare su questo sito, accetti l'uso dei cookie per fornirti contenuti e servizi appropriati.
Note legali .
Sei qui: Home » Pubblica una risposta

Pubblica una risposta

Grazie per aver dedicato del tempo per scrivere questo messaggio.

Nota: l'indirizzo e-mail utilizzato è protetto contro lo SPAM.

Stai rispondendo a ALBERTO59 chi ha scritto:
Proprio ieri sera ho rischiato la vita sul tratto autostradale della A14 diramazione Ravenna in un tratto in cui non esistono tutor, autovelox, controlli. Una pista da formula uno fuori da ogni controllo. Già ci fu una carneficina l'anno scorso proprio su quel tratto. Si vedono pazzi circolare a folle velocità, soprattutto la domenica sera, incuranti di ogni regola e norma di sicurezza. Se quel pazzo fosse stato ubriaco o drogato o semplicemente un irresponsabile non lo si saprà mai e per fortuna mia non sono stato tamponato e ammazzato. Guidare in quel modo, o ubriachi o drogati, non può essere considerato un incidente ma un vero e proprio comportamento criminale e come tale va trattato. Non si tratta di vendetta ma di di far sapere e di dare l'esempio a chi va per strada che guidare e ammazzare in quel modo porta in carcere. Ognuno alla guida deve essere responsabile della vita degli altri. E purtroppo sapendo come funziona la giustizia in Italia giurerei che giudici e avvocati per un qualsiasi motivo troveranno scusanti per ogni caso lasciando i morti a terra e i criminali con l'auto tra le mani.

Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati

Condizioni d'uso dei tuoi dati personali.

Inviando questo modulo, accetto che le informazioni inserite verranno utilizzate solo nell'ambito di questo sito, per permettermi di essere ricontattato. Per conoscere ed esercitare i tuoi diritti, in particolare per revocare il consenso all'uso dei tuoi dati, consulta le nostre Menzioni Legali e contatta il Webmaster del sito .

Copia il codice: