Sei qui: Home » News siti amici » News TGCOM
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

News siti amici - News TGCOM

Tgcom24


Tgcom24 contents


(24/09/2021 • 15:07)

(24/09/2021 • 14:00)

(24/09/2021 • 13:29)

(24/09/2021 • 13:13)

Covid, il ministero: i test antigenici salivari non sono validi per il Green pass ma ok per il monitoraggio nelle scuole 

Test salivari antigenici solo nell'ambito di screening - I test antigenici salivari restano tuttavia validi come alternativa ai tamponi oro/nasofaringei, ma soltanto in alcuni contesti, come appunto nello screening per bambini coinvolti nel Piano di monitoraggio della circolazione del virus a scuola, o per anziani nella Rsa, disabili e personale sanitario. Tali test non vengo però al momento raccomandati, secondo quanto si legge nel testo "Aggiornamento delle indicazioni sull'impiego dei test salivari per il rilevamento dell'infezione da Sars-Cov2". 

 

Raccolta della saliva a casa - Nell'ambito del monitoraggio scolastico, la raccolta del campione salivare "potrà essere effettuata anche con modalità di auto-prelievo a domicilio da parte dei genitori/tutori, seguendo un preventivo iter formativo" per utilizzare i dispositivi di raccolta. 

 

Leggi di più

(24/09/2021 • 12:50)

(24/09/2021 • 12:43)

(24/09/2021 • 12:40)

(24/09/2021 • 12:39)

Roma, regista tv trovato morto in casa: si indaga per omicidio 

Il pm di turno Francesco Saverio Musolino ha disposto l'autopsia. Manni lavorava per La7, in particolare era regista dello storico "Il Processo" di Biscardi e di "Otto e mezzo".

Leggi di più

(24/09/2021 • 12:25)

Trovato morto nel Pavese Giacomo Sartori, il 30enne scomparso a Milano: si è impiccato con un cavo 

Il cadavere di Sartori è stato individuato dai carabinieri del comando provinciale di Milano all'interno di una cascina, a poca distanza dal luogo dove giovedì era stata recuperata la sua vettura.

 

 Auto trovata senza segni di danneggiamento Gli investigatori hanno svolto un sopralluogo nello stabile dopo aver ritrovato la vettura regolarmente chiusa e senza segni di danneggiamento. Questo li ha spinti a ipotizzare che l'uomo si fosse allontanato a piedi percorrendo una breve distanza.  

Leggi di più

(24/09/2021 • 12:05)

Tecnico informatico scomparso a Milano, il testimone dell'enoteca: “Cercava il suo zaino" 

"Mi ha chiesto se avessi trovato o preso il suo zaino rosso". A parlare a "Mattino Cinque" è il testimone dell'enoteca, una delle ultime persone ad aver visto Giacomo Sartori, il 30enne scomparso nel nulla nella notte tra venerdì 17 settembre e sabato 18 settembre a Milano, dove vive e lavora. Il giovane, prima di allontanarsi e sparire, era con alcuni amici in un locale in zona Porta Venezia quando ha scoperto che il suo zaino (che conteneva due computer e il portafoglio con i documenti) era stato rubato. "Non mi è sembrato agitato, non era ubriaco", spiega il testimone che lavora nell'enoteca dove Giacomo era insieme agli amici. 

Sembrerebbe che in quella zona i furti non siano rari, spiega il testimone: "Quella sera c'era molta gente a causa di un concerto nelle vicinanze", racconta l'uomo. Sartori subito dopo essersi reso conto di aver smarrito lo zaino si è allontanato dal locale molto turbato, secondo quanto riferito dagli amici che erano con lui. Da venerdì sera non si hanno più notizie del 30enne, intanto la sua auto è stata ritrovata nel Comune di Casorate Primo (Pavia). 

Leggi di più

(24/09/2021 • 11:27)

(24/09/2021 • 11:17)

Nespoli: "Ho affrontato un tumore, non tornerò come prima ma mi sento alla fine di un tunnel" 

"So che non tornerò come prima" Come ha raccontato al "Corriere della sera", l'astronauta, che ha passato 313 giorni in orbita, non ha mai "pensato di non farcela mai. Però forse avevo sottovalutato la pesantezza delle cure. Forse il momento più duro è stato l'isolamento di 23 giorni durante l'ultimo ricovero per l'autotrapianto, al San Raffaele".

 

"Ho sempre pensato che sarebbe stata una cosa passeggera e che bisognasse portare pazienza, che alla fine di questa cosa sarei tornato come prima - ha detto Nespoli, parlando degli strascichi dovuti alle cure -. Ora mi rendo conto che forse non tornerò mai come prima, ma credo di avere buone chance di rimettermi a posto".

 

 

"Mi sento alla fine di un tunnel" Per affrontare le fasi più dure, Nespoli ha raccontato di aver "cercato di applicare lo stesso metodo che applicavo prima con le cose più difficili, quando mi addestravo. Cioè non pensavo che mancava 100 per finire, ma vivevo un giorno alla volta, un pezzettino alla volta, in modo da non lasciarmi spaventare da quello che avevo ancora davanti". Ora, "mi sento alla fine di un tunnel, guardo avanti e vedo la luce. Non mi aspetto di ritornare normale, ma con la maggior parte della capacità che avevo prima, per continuare a viaggiare, a fare le conferenze, a parlare con i ragazzi, a spronarli a fare l'impossibile".

Leggi di più

(24/09/2021 • 10:42)

Cagliari, uomo tenta di darsi fuoco: agente lo salva ma resta ustionato 

Intorno alle otto di mattina è arrivata la segnalazione di un uomo in via Carmine ad Assemini con una tanica di benzina in mano e in uno stato di agitazione. Sul posto sono arrivate alcune pattuglie della squadra volante e i poliziotti che hanno cercato di tranquillizzare l'uomo. A poco però sono servite le parole e dopo che il 50enne, per motivi ancora da accertare, si è dato fuoco, uno dei poliziotti si è gettato su di lui per cercare di spegnere le fiamme. 

 

Entrambi gli uomini sono stati trasportati d'urgenza all'ospedale, dopo che i colleghi sono riusciti a spegnere l'incendio. L'agente è stato ricoverato al Brotzu di Cagliari con ustioni a braccia e gambe, il 50enne invece è stato portato al Policlinico di Monserrato anche lui in codice rosso.

Leggi di più

(24/09/2021 • 10:09)

Taranto, no vax pentito: “Vaccinatevi, la mia storia è terribile”  

"Vaccinatevi, la mia storia è terribile". Sono le parole di un no vax pentito che in collegamento da Taranto a "Dritto e Rovescio" racconta la sua storia. "Ero sfavorevole al vaccino perché non sapevo a cosa andavo incontro", spiega l'uomo che è stato in terapia intensiva più di 20 giorni. 

Adesso che il pericolo è superato l'uomo ha cambiato idea e lancia un appello. "Con il Covid non ti manca solo il respiro, ma anche le forze fisiche", continua l'ex no vax che adesso invita tutti a vaccinarsi. 

Leggi di più

(24/09/2021 • 09:50)

Card. Bassetti:  "Green pass per andare a messa? Resta valido il protocollo" 

Al momento la Chiesa è uno dei pochi luoghi al chiuso in cui si può entrare senza la certificazione verde. E', infatti, obbligatoria per i locali dei ristoranti al chiuso, per il personale sanitario, per salire su treni, navi e aerei di lunga percorrenza, per le palestre, i cinema e gli eventi in generale. E infine, dal 15 ottobre, per i luoghi di lavoro pubblici e privati. Sulla partecipazione alla Messa, Bassetti ha ammesso che "non è un questione semplice" e che è in corso un dialogo con il governo.

 

Sulla questione, quindi, il cardinale ha aggiunto che "devo sentire il Consiglio permanente e tutto l'episcopato. Noi, non per privilegio ma come tutte le religioni, abbiamo firmato un nostro accordo" con il governo e "finora nelle chiese abbiamo rispettato tutte le regole che ci siamo posti".

 

Bassetti: "trattativa" in riferimento a protocollo con governo "La certificazione verde non è richiesta per partecipare alle celebrazioni. Si continua a osservare quanto previsto dal protocollo Cei-governo del 7 maggio 2020, integrato con le successive indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico: mascherine, distanziamento tra i banchi, comunione solo nella mano, niente scambio della pace con la stretta di mano, acquasantiere vuote". E' quanto precisa il cardinale Gualtiero Bassetti, spiegando che il termine "trattativa" con cui si è riferito ai giornalisti fa riferimento proprio al Protocollo sottoscritto l'anno scorso. Si tratta di una trattativa compiuta nel 2020, e che continua a essere valida.

Leggi di più

(24/09/2021 • 09:45)

Covid, monitoraggio: scende incidenza da 54 a 45 e Rt da 0,85 a 0,82 

In diminuzione ricoveri e terapie intensive In diminuzione anche il tasso di occupazione in terapia intensiva dei malati di Covid, che si attesta al 5,4% con una riduzione del numero di persone ricoverate da 554 (14settembre) a 516 (21 settembre) rispetto al 6,1% della settimana passata. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale, secondo i dati al 21 settembre, diminuisce leggermente al 6,8% dal 7,2%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in lieve diminuzione da 4.165 (14 settembre) a 3.937 (settembre). 

 

 

Sono 4 le Regioni che restano a rischio moderato Anche questa settimana sono 4 le Regioni che risultano classificate a rischio moderato. Si tratta di Piemonte, Val d'Aosta, Provincia di Bolzano e Provincia di Trento. Le restanti 17 risultano classificate a rischio basso. Solo una Regione (Basilicata) riporta un'allerta di resilienza, mentre nessuna riporta molteplici allerte.

 

 

"In diminuzione - si legge nella bozza del monitoraggio settimanale dell'Iss, il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (8.482 vs 10.655 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti resta stabile (33% vs 33% la scorsa settimana). Resta stabile anche la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (46% vs 46%) e la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (21% vs 21%)".

Leggi di più

(24/09/2021 • 09:20)

Caserta, madre picchia figlio e gli spacca i denti per intascare soldi dell'assicurazione 

Le persone arrestate, tra cui due avvocati, sono accusate di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe in danno di compagnie assicurative, furto, estorsione e traffico illecito di sostanze stupefacenti. Cinque degli indagati sono stati posti agli arresti domiciliari, uno a quella della custodia in carcere.

 

 

L'indagine della Procura di Santa Maria Capua Vetere è iniziata nel gennaio 2018 e ha preso le mosse dal tentativo di negoziazione di un assegno clonato presso un ufficio postale. Da qui gli inquirenti sono risaliti alle persone arrestate. Costoro denunciavano alle assicurazioni falsi incidenti stradali,  producendo referti medici non veritieri, e non esitando a provocare lesioni alle false vittime degli incidenti per poter raggirare i medici.

 

Significativo il ruolo svolto in tali vicende dai due professionisti indagati, che hanno curato e istruito la maggior parte delle pratiche relative ai falsi sinistri. Come nel caso, appunto, del ragazzino di 11 anni, portato al pronto soccorso e costretto a dire ai medici che le lesioni erano state causate da un incidente stradale.

Leggi di più

(24/09/2021 • 08:05)

Green pass, sindaco-medico senza certificazione apre l'ufficio in un gazebo: il caso in provincia di Treviso 

Il sindaco ha spiegato a Il Gazzettino il motivo del suo gesto. "Non sono un no vax - ha sottolineato - ma ritengo che la vaccinazione debba essere una scelta responsabile. Io non mi sono vaccinato, ma non dico ai miei pazienti di non vaccinarsi, confrontiamo assieme i pro e i contro della vaccinazione per ognuno, e io la vaccinazione la faccio a chi me la chiede. Ma, per quanto mi riguarda, voglio essere libero di poterla fare o no".

 

Se da una parte il primo cittadino di Santa Lucia di Piave ha più volte rifiutato gli inviti in piazza dei no vax, dall'altra sin dall'inizio della pandemia in Italia non ha seguito le indicazioni dell'azienda sanitaria per quanto riguarda le cure e i protocolli da seguire. Szumski è, infatti, uno dei fautori delle terapie domiciliari precoci, che però non sono consigliate e applicate dalla Regione Veneto e dall'Ulss 2.

 

Altra questione che lo riguarda è un certificato di esenzione per il vaccino anti-Covid fatto a un paziente non presente nella sua lista. Si tratta di una docente del Friuli Venezia Giulia non vaccinata. L'azienda sanitaria locale ha già inviato una segnalazione all'Ordine dei medici di Treviso, che si occuperà di verificare il caso ed eventualmente capire se è l'unico certificato di esenzione rilasciato o se ne esistono altri. 

Leggi di più

(24/09/2021 • 08:03)

Mafia, maxi operazione nel Nisseno: oltre 50 arresti 

Nell'ambito delle indagini gli inquirenti hanno anche fatto luce su due omicidi con il metodo della "lupara bianca" avvenuti nel 1984 e nel 1991.

 

L'operazione, denominata in codice "Chimera", scaturisce da un'indagine condotta tra il 2017 e il 2021 dai carabinieri di Gela. La retata è la numericamente più consistente tra quelle condotte dai carabinieri nell'ultimo decennio in provincia di Caltanissetta e ha consentito di disarticolare la "famiglia" mafiosa di Mazzarino.

 

Estorsioni per mantenere gli appartenenti al clan in carcereL'attività investigativa, ha consentito di ricostruire l'articolato quadro dei settori economici interessati dalle attività criminali del clan: dal traffico di sostanze stupefacenti alla percezione di contributi pubblici per l'agricoltura, ottenuti attraverso false dichiarazioni. In tale contesto, è emersa anche l'attività estorsiva ai danni di numerosi imprenditori e commercianti di Mazzarino, costretti a corrispondere somme di denaro per il sostentamento dei detenuti, a fornire gratuitamente beni e servizi ai membri del clan e ad effettuare assunzioni fittizie di affiliati.

 

Leggi di più

(24/09/2021 • 07:53)

Ultimo aggiornamento: 24/09/2021 &b000000FridayFriday; 15:41