Sei qui: Home » News siti amici » News TGCOM
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

News siti amici - News TGCOM

Tgcom24


Tgcom24 contents


Lombardia, Rizzoli a Tgcom24: "Ospedale in Fiera in caso di necessità" 

"La Regione si è attivata - ha spiegato Rizzoli - per preparare alcuni moduli dell'ospedale in fiera per renderli operativi in 24/48 ore nel caso si manifestasse l'esigenza. Ma niente allarmismo. L'anno scorso in questo periodo avevamo 3500 ricoverati nei reparti ordinari, oggi 887, avevamo 489 ricoveri in terapia intensiva e oggi 108".

Leggi di più

(03/12/2021 • 10:53)

(03/12/2021 • 10:52)

Bollette troppo care, a Spilimbergo (Pordenone) chiude una delle tre aziende artigianali di mosaici 

L'Italia vanta tre aziende artigianali dedicate alla produzione delle tessere da mosaico, ma dal prossimo gennaio dovrà fare a meno dell'attività di Marco Donà, costretto alla chiusura a causa dell'eccessivo rincaro delle bollette.

 

Le telecamere di "Stasera Italia" hanno seguito i processi lavorativi dell'azienda di Spilinbergo, in provincia di Pordenone, che ha visto il gas passare da 23 a 95 centesimi.

"Un prezzo superiore di ben cinque volte è insostenibile per noi - commenta Donà, che spera in un intervento dello Stato - Abbiamo interpellato l'unione artigiani di Pordenone, ma non abbiamo avuto alcuna risposta".

 

Leggi di più

(03/12/2021 • 10:50)

(03/12/2021 • 10:31)

(03/12/2021 • 10:09)

Vaccino anti-Covid dal parrucchiere: la proposta di un commerciante di Palermo 

Rivolgersi al barbiere per tagliare i capelli, sistemare la barba e... fare il vaccino anti-Covid. È questa l'iniziativa di Nunzio Reina, un commerciante che ha lanciato l'iniziativa nel suo salone, a Palermo, ottenendo subito un'ottima risposta da parte della clientela.

 

Come spiegato in collegamento a "Mattino Cinque", una parte del negozio è stata riservata ai medici dell'Asp, che qui possono quindi procedere con le somministrazioni. "Il nostro lavoro ci permette di essere a contatto diretto col cliente, e spesso parlando riusciamo a convincere i più scettici o chi ha paura - spiega Reina, in collegamento con la trasmissione di Canale 5 - Può succedere, come sta accadendo questa mattina, che qualche cliente senza prenotazione ha trovato posto e sta cogliendo l'opportunità".

Infine l'appello, affinché la sua proposta venga allargata al resto d'Italia: "Tutti i parrucchieri che dispongono dei requisiti igienico-sanitari dovrebbero impegnarsi in questo progetto, perché così avremmo la certezza di poter continuare a lavorare senza pericoli".

Leggi di più

(03/12/2021 • 09:58)

Covid, i Nas scoprono 281 medici e sanitari non vaccinati 

Si tratta di medici, odontoiatri, farmacisti, veterinari, infermieri, fisioterapisti e altre figure. Tra i professionisti controllati è emerso che 126 di loro eseguivano prestazioni seppur già destinatari del provvedimento di sospensione dall'Ordine professionale su segnalazione dell'autorità sanitaria (ASL, ASP, ATS, etc.), continuando a svolgere la libera professione presso gli studi medici di proprietà o presso ambulatori, come pure all'interno di reparti in ospedali pubblici e cliniche private, in ragione del loro incarico di medico o infermiere.

 

Queste condotte hanno portato alla denuncia all'autorità giudiziaria per l`ipotesi di reato di "esercizio abusivo della professione sanitaria" poiché sorpresi in servizio malgrado fossero stati sospesi dall'Ordine professionale. In tale ambito, sono stati individuati anche 8 medici di famiglia, tra medici e pediatri di medicina generale operanti in alcune Regioni (Abruzzo, Sardegna, Campania e Lazio), risultati non essersi mai sottoposti a vaccinazione.

 

Il servizio di controllo ha determinato anche l`avvio di accertamenti nei confronti di Aziende Sanitarie di alcune Regioni e Provincia Autonoma (Calabria, Sicilia, Molise, Bolzano-Alto Adige) per possibili condotte omissive e di inerzia nella regolare predisposizione dei provvedimenti amministrativi e disciplinari nei confronti del personale risultato non vaccinato.

 

Gli investigatori dell'Arma spiegano che appare evidente la criticità, nel contesto generale della campagna vaccinale anti-Covid, rappresentata da operatori del settore sanitario e a diretto contatto con i pazienti / utenti, risultanti privi di copertura anticorpale. L`impegno del Nas proseguirà con ulteriori servizi di controllo sull'osservanza delle varie tipologie di Green pass ed il rispetto degli obblighi vaccinali, in relazione all'evoluzione della situazione epidemiologica nazionale e locale.

Leggi di più

(03/12/2021 • 09:46)

Porto Clementino (VT), i siti archeologici abbandonati dai ministeri 

A Porto Clementino, a pochi passi da Tarquinia, in provincia di Viterbo, si trova un sito archeologico antichissimo che sta scomparendo per colpa dell'erosione delle coste. Un posto ricco di storia in pieno stato di abbandono, come documenta il servizio di "Striscia la Notizia" andato in onda durante la puntata di giovedì 2 dicembre.

 

"È una cosa vergognosa che gli lasciamo ai nostri figli? – commentano alle telecamere del tg satirico due tarquiniesi - Nel 2015 ci sono state 4300 firme portate all'amministrazione, ma sono state inutili".

Jimmy Ghione ha quindi intervistato l'assessore ai lavori pubblici di Tarquinia, Maurizio Cesara. "Il problema - ha detto l'assessore - è il mare e l'erosione che sta portando via Porto Clementino. L'area è di competenza di tre ministeri e noi arriviamo per ultimi. Torneremo a insistere affinché si possa mettere in sicurezza quello che rimane del porto".

 

L'inviato di "Striscia la Notizia" ha poi mostrato l'area archeologica di Gravisca, a pochi passi da quello che durante l'estate diventa un grande parcheggio per i turisti, e uno stabilimento nel più totale stato di degrado e abbandono.

Leggi di più

(03/12/2021 • 09:15)

Covid, in Italia cresce l'incidenza a 155 ma cala l'Rt medio a 1,20 | Sorvegliate speciali Bolzano e altre 3 Regioni 

A Bolzano incidenza a 645,7, nel mirino anche altre 3 Regioni  Le Regioni e province autonome con incidenza più alta di casi Covid-19 vedono questa settimana al primo posto la provincia autonoma di Bolzano con 645,7 contagi per 100mila abitanti. A seguirla a distanza, ci sono altre 3 Regioni che superano quota 300, cioè ben oltre il livello di soglia fissato a 50 casi per 100mila abitanti e la media nazionale che si attesta a 155 casi: Friuli Venezia Giulia con 336,3 casi, Veneto con 317,1 e Valle d'Aosta con 309,1. 

 

Terapie intensive e aree mediche Il tasso di occupazione in terapia intensiva al livello nazionale è al 7,3%, in salita rispetto al 6,2% della scorsa settimana. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 9,1% contro l'8,1%. 

 

Venti Regioni a rischio moderato Una Regione risulta classificata a rischio basso, 20 Regioni risultano classificate a rischio moderato. Tra queste, due Regioni sono ad alta probabilità di progressione a rischio alto. Tredici enti locali riportano un'allerta di resilienza. Nessuno riporta invece molteplici allerte di resilienza.

 

In forte aumento casi non associati a catene di trasmissione In forte aumento il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (30.966 vs 23.971 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in leggera diminuzione (33% vs 34% la scorsa settimana). E' stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (45% vs 45%), mentre è in aumento la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (22% vs 21%).

Leggi di più

(03/12/2021 • 09:01)

(03/12/2021 • 08:46)

(03/12/2021 • 08:03)

(03/12/2021 • 08:01)

(03/12/2021 • 07:38)

(02/12/2021 • 23:29)

(02/12/2021 • 21:43)

Biella, va a fare il vaccino con un avambraccio in silicone: 50enne denunciato 

"Il caso rasenta il ridicolo, se non fosse che parliamo di un gesto di una gravità enorme, inaccettabile di fronte al sacrificio che la pandemia sta facendo pagare a tutta la comunità", sottolineano il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l'assessore alla Sanità, Luigi Icardi.

Nonostante l'applicazione in silicone fosse molto simile alla vera pelle, il colore e la percezione al tatto hanno insospettito l'operatrice sanitaria impegnata nella vaccinazione, che ha chiesto quindi alla persona di mostrare per intero il proprio braccio. Una volta scoperto, il soggetto ha cercato di convincere l'operatrice a chiudere un occhio.

 

"La prontezza e la bravura dell'operatrice hanno rovinato i piani di questo soggetto che ora ne risponderà alla giustizia - aggiungono Cirio e Icardi -. Il nostro grazie va, invece, a tutti gli operatori sanitari impegnati ininterrottamente da mesi nella nostra campagna vaccinale senza mai abbassare l'attenzione e la professionalità".

 

Leggi di più

(02/12/2021 • 21:01)

(02/12/2021 • 20:52)

(02/12/2021 • 19:57)

(02/12/2021 • 19:05)

Trieste, portuale no Green pass intubato: "Ho i polmoni distrutti, pentito di non essermi vaccinato" 

Questo virus, spiega in un'intervista televisiva, "non è da sottovalutare, bisogna stare sempre in guardia per te e gli altri. E' l'unico modo".

 

 

Leggi di più

(02/12/2021 • 18:44)

Ultimo aggiornamento: 03/12/2021 &b000000FridayFriday; 11:01