GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada.......

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Connessione :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password


  Numero di utenti 1800 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .
Ospiti


Nota n°261
con vetroverde il 19/02/2006 * 23:57

31 dicembre 2005, ore 6.15.

La mia auto inizia a slittare su una grande lastra di ghiaccio su un rettilineo in discesa. Nel senso contrario al mio sta giungendo un TIR. La prima cosa che penso è che ho trent'anni, non posso morire….. Nonostante la bassa valocità perdo completamente il controllo dell'auto a seguito di una frenata e gli vado addosso con la mia fiancata. L'autista scende per chiedermi come sto. Ancora sotto choc riesco a rispondergli che sto bene, non mi sono fatta niente. Ho ancora le cinture allacciate. E' un attimo, mi volto e vedo un'altra auto che, dal mio stesso senso di marcia, sbanda in discesa. Ricomincio a urlare, vengo travolta, sbatto contro il guardrail, intravedo una seconda auto che viene verso di me slittando sul ghiaccio, anche questa mi colpisce e poi...Un ultimo colpo, fortissimo, laterale, contro la prima auto, e il mio braccio sinistro sbatte contro la portiera. Senso di gonfiore e di caldo improvviso alla mano, poi dolore al braccio. Mi aiutano a uscire dalla macchina, il braccio mi fa male. Adesso ho freddo alla mano, sembra congelata. Guardo la mia auto, mi accorgo che si sono aperti i due air bag frontali. Arrivano l'ambulanza e i carabinieri. Vengo trasportata all'ospedale. Frattura scomposta del radio sinistro, devo essere operata. Chiedo subito all'ortopedico se la mia mano si muoverà come prima, sono mancina e per lavoro devo disegnare...Risposta: se tutto va bene...sì. Ma non si sbilancia. Vengo portata nella stanza dove ci sono le altre ricoverate. Dopo 6 ore dall'incidente, per la prima volta, piango in silenzio, nel letto. E cerco di immaginarmi quali altri lavori potrei fare, se dopo l'operazione non potessi usare la mano come prima. Faccio l'esperienza, per la prima volta, di un ricovero in ospedale e di un'operazione. Mi viene inserita una placca con 6 viti. Dopo due giorni vengo dimessa. Torno a casa. Non ho più un lavoro, una macchina. Piango a lungo in camera mia, da sola. Ma piano piano mi faccio forza e riesco ad abituarmi alla nuova situazione. Sono mancina e imparo a mangiare, lavarmi, scrivere, con la mano destra. Dopo venti giorni mi vengono tolti la doccia e i punti. Inizio a fare la terapia per la riabilitazione. Il mio braccio si muove abbastanza bene, ma ho delle difficoltà nella torsione. Nel frattempo cerco un lavoro e una macchina nuovi. 

-------------------------------

E siamo ad oggi, domenica 19 febbraio. Non ho ancora recuperato del tutto la mobilità dell'arto. Sto continuando a cercare una macchina e un lavoro.

………..Ma sono viva.

----------------------------------

Questo lungo post è dedicato a tutte le persone che sono state meno fortunate di me. E ai loro familiari. Dal 31 dicembre ho un unico pensiero: sono viva, e sto bene. So che è stato solo un caso il fatto che la mia auto abbia slittato lateralmente. So cosa sarebbe potuto accaduto se avessi fatto un urto frontale contro il TIR.

E per questo ringrazio di essere ancora qui.

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X