Continuando a navigare su questo sito, accetti l'uso dei cookie per fornirti contenuti e servizi appropriati.
Note legali .
    Stampa la pagina ...
Sei qui: Home » Ospiti

Ospiti


Nota n °1059
da   SABINOPREZIOSI il 06/06/2008 • 23:19
Penso che il mancato contatto sia una esperienza comune,questo amplifica ulteriormente il dolore ma mi permetto di dubitare assai che in questo caso si tratti di un atto spontaneo,questo signore è ben supportato,lo dimostra il fatto che è riuscito ad avere una pronta derubricazione della accusa grazie all'intervento "provvidenziale" del G.I.P. di turno in vena di fare il bastian contrario,la condotta del mezzo,l'omissione di soccorso e la fuga rientrano nel profilo del pirata "tipo" ormai ben delineato da fior di specialisti in materia,in questo caso la lettera di "mea culpa" è una stonatura,che penso non sarà di alcun conforto per i familiari dei ragazzi,voglio essere una volta tanto cattivo,a me sembra una  "presa per  i fondelli" ben ispirata da legali ben avvezzi a solcare i mari tempestosi dei nostri palazzi di giustizia in cui affogano solo i galantuomini e coloro,come i nostri cari,che in quanto morti non hanno nessun diritto alla difesa.Ribadisco che abbandonare sulla strada una persona in stato di necessità è un atto abietto e privo di alcuna giustificazione....indipendentemente da cosa possa pensare questo G.I.P di turno....ma una laurea non è garanzia nè di buon senso,nè di umanità. sabino AIFVS Ravennan