Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1796 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Ospiti


Nota n°899
con Pilar il 02/11/2007 * 17:10
Sono sconcertata... Ho guardato il video del servizio del TG5... Senza nulla togliere ai familiari delle tante persone uccise dai pirati della strada e che vengono intervistati durante il servizio, ma mio fratello viene nominato dalla nostra Presidentessa e il suo nome è stato inserito nel montaggio del servizio in mezzo a tante piccole interviste a familiari di persone che NON CI SONO PIU'...
Il servizio è troppo breve e secondo me pressoché inutile perché alla fine come sempre in questi casi, si punta al dolore delle persone, non alla vera finalità di questa manifestazione e a colpire chi gli incidenti li provoca... Non si muore solamente negli incidenti, ma spesso si rimane DISABILI A VITA e non solo fisicamente ma anche psichicamente... Si può rimanere costretti a non avere mai la propria autonomia, la propria vita, e a dover sempre contare sugli altri...

Mio fratello a mio parere è stato danneggiato da questo servizio perché presumibilmente la signora Cassaniti Mastrojeni stava facendo un elenco di chi l'incidente l'ha subìto rimanendo però vivo ma con una disabilità permanente... Invece mio fratello è stato inserito dalla persona che si è occupata del montaggio in un elenco di persone che non ci sono più...
Già di tutti gli amici che aveva una volta, la maggior parte è scomparsa...
Se c'era una minima possibilità che qualcuno prima o poi si rifacesse vivo e chiedesse sue notizie, c'è una buona possibilità, data l'audience del TG5, che quelle stesse persone abbiano visto il servizio e sentito il suo nome e cognome (che per essere italiani è molto particolare!), che è l'unico che viene DETTO in tutto il servizio, e che ora lo diano per morto...

Oltre il danno la beffa...
Queste persone dovrebbero essere licenziate per l'incuria con cui svolgono il loro lavoro, per l'inutilità del loro lavoro, e anzi, per il danno che provocano e l'insensibilità che spesso dimostrano di avere!!!!
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it