Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1796 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Ospiti


Nota n°787
con angeloantonio il 11/08/2007 * 23:41
Notizia del 11 agosto 2007 - 22:22
Alcool: favorito chi rifiuta test
Saranno archiviate numerose denunce
 
 
(ANSA) - TORINO, 11 AGO - Paradosso per le nuove norme sulla guida in stato di ebbrezza. Per chi dice no al test, non c'e' piu' la detenzione, ma solo una sanzione. Infatti, numerose denunce debbono essere subito archiviate dai magistrati. Lo riferiscono fonti del Palazzo di Giustizia di Torino, dove i magistrati si dicono 'costretti' ad agire in questo modo. Il punto e' che i guidatori alticci rischiano l'arresto se il test dimostra l'assunzione di bevande alcoliche, ma non se si sottraggono all'accertamento. 
Notizia del 11 agosto 2007 - 17:23
Alcol: scarcerato e' depresso
Ubriaco investi' ragazza, familiari: nessuna vendetta
 
 
(ANSA)TORINO, 11 AGO - 'Scarcerato e depresso'. E' la condizione di Corrado Avaro, che il 15 luglio, ubriaco investi' e uccise una ragazza a S.Secondo di Pinerolo. L'uomo ieri, per decisione del Riesame ('E' colpa, non dolo'), ha ottenuto i domiciliari a Venaria (To): "Piangeva e diceva che non avrebbe mai piu' voluto far ritorno in carcere", hanno detto alcuni testimoni. I familiari della vittima dicono di non cercare vendetta: "Nessuna condanna ci restituira' quello che abbiamo perso". 
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it