Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1796 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Ospiti


Nota n°741
con angeloantonio il 16/07/2007 * 19:06

Palazzo Chigi accelera per la riforma del codice. Bianchi insiste: arresto immediato per chi provoca incidenti

 Sanzioni più severe. E arresto obbligatorio. Il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi non usa mezzi termini: le stragi dell’asfalto vanno fermate subito. E per farlo non c’è che una soluzione: la certezza della pena. Chi si mette alla guida dopo aver bevuto troppo rischierà multe dai 500 ai 2.000 euro. E potrà dire addio alla patente anche per un anno intero. Non solo. Se provocherà un incidente, le menette saranno immediate. Dunque, il governo alza il tiro. E punta tutto sul disegno di legge che ha appena avuto l’ok della Camera. «Le statistiche - continua Bianchi - ci dicono che sono queste le cause principali degli incidenti: alterazione per droghe e alcol, oppure eccesso di velocità. Sanzioni e timore del carcere fino a sei mesi faranno da deterrenti. Ne sono certo e so che stiamo andando nella giusta direzione perché quest’anno abbiamo avuto 5.500 vittime sulla strada, circa 15 al giorno: una vera emergenza». Ma c’è un altro fronte sul quale Palazzo Chigi sta per intervenire. Quello dei controlli. Bianchi annuncia: li raddoppieremo entro l’anno. E spiega le linee di intervento. La prima riguarda un accordo con il ministero dell’Interno. La seconda la dotazione di strumenti e di uomini che su strade e autostrade possano fare prevenzione. «Entro dicembre - annuncia il ministro - dovremmo arrivare a un milione di vetture i cui guidatori verranno sottoposti al test per verificare il tasso alcolemico. È solo un primo passo, però, i controlli saranno comunque 4-5 volte in meno rispetto agli altri Paesi europei». Poi, mentre lancia l’Sos al Senato perché faccia presto ad approvare la legge sulla sicurezza stradale, aggiunge: «Va bene inasprire le pene, fare prevenzione, ma non basta cambiare il codice della strada. Se - continua Bianchi - mi metto nei panni del cittadino comune che perde genitori, figli, o anche solo degli amici in un incidente stradale, mi aspetterei molto, ma molto di più dalla legge. Nel caso dei bambini uccisi sulla Caserta-Salerno, sapere che chi ne ha causato la morte ha potuto tornarsene a casa, così, è assurdo. Credo che in un caso tanto eclatante, se si è accertato che il guidatore era in stato di ebbrezza, avrebbero dovuto arrestarlo». E, mentre è stato appena varato insieme con le Regioni il piano nazionale alcol proprio per il controllo e la prevenzione del consumo delle bevande alcoliche, come ricordato dal direttore del dipartimento della prevenzione del ministero della Salute, Donato Greco, dopodomani a Roma, la Polizia di Stato, la Fondazione Ania per la sicurezza stradale e il Silb-Fipe degli imprenditori locali da ballo, presenterann
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it