GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada.......

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Connessione :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password


  Numero di utenti 1800 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .
Ospiti


Nota n°145
con guestbook il 02/11/2005 * 23:54

155 26.08.2005 um 04:39 
Autore: Pilar
Brava Barbara, parole giustissime...
Certa gente si arroga il diritto di decidere al posto di Dio quando è giunta l'ora dei nostri cari...
Non è giusto...
Che ognuno sia responsabile per la PROPRIA vita...
Capito Federico?
Ricordati che quel giorno potevi uccidere qualcuno, oltre che te stesso...o peggio ancora, renderlo invalido come fece quel giorno una persona proprio come te: 18 anni, FOGLIO ROSA, nemmeno la patente aveva!!! Ha preso la macchina per uscire la notte tra il 27 e il 28 dicembre, con un amico lui!! Ha guidato su una strada che ha il limite di 30 all'ora, tutte curve che ti buttano fuori strada, e che solo dopo diversi anni dal 1992 ad oggi, e dopo diversi morti, è stata messa un minimo in più in sicurezza con dei guard rail alti a divisione delle due carreggiate!
Purtroppo ai tempi di Michele e Vale non c'erano, altrimenti gli avrebbero salvato la vita e forse non risparmiato quella di quel ragazzo e del suo amico, COMPLETAMENTE ILLESI!!!
Invece lui scendeva da quella strada e andava a 70 km/h... Ha perso il controllo dell'auto, ha fatto testacoda più volte, ha preso persino un palo della luce che si trovava sulla divisione delle due carreggiate, purtroppo appunto all'epoca fatta solo da un marciapiedino e qualche oleandro...
E dopo aver persino bucato una ruota, è entrato nella carreggiata opposta, quel tanto che bastò, QUEL METRO, NON QUEI 10 CM, E NEL MOMENTO ESATTO IN CUI MICHELE E VALE PASSAVANO.... Gli ha fatto fare un volo di 7 metri, il motorino è stato DISINTEGRATO PER META'. Michele è morto dopo 12 ore di coma, inoperabile per tutte le sue emmoragie...
Mio fratello invece si è fatto 4 mesi di coma, inoperabile anche lui perché non aveva un ematoma al cervello, ma migliaia di piccolissime emorragie, per le quali abbiamo dovuto solo attendere...Oltre vabé al cranio aperto in 3 punti (ha una "bellissima" cicatrice), un femore rotto con frattura esposta, uno zigomo rotto, e poi in ospedale le piaghe da decubito, la polmonite che quasi ce lo portava via perché non c'erano più antibiotici che la curassero (il brutto rovescio della medaglia delle rianimazioni...)....

E ti ricordo che quei due ragazzi, NON SI SONO FATTI NIENTE a parte un po' di shock per il quale neppure si accorsero, finché non si fermò un'auto a soccorrere mio fratello e Michele, di averli presi e di aver disintegrato, insieme al motorino, la vita di due famiglie.
Michele, ti ricordo, Federico, era figlio unico di genitori divorziati...

La vita porta via in un momento...SI porta via...Te la portano via...
Non puoi più tornare indietro e chiedere scusa, dire ti voglio bene, ti amo...
E' per quello che in macchina mi arrabbio così tanto...fanno le leggi e poi non le fanno rispettare....
che schifo....

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X