chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada.......

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
MWKEF
Copia il codice :


  Numero di utenti 1801 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .
MWKEF
Copia il codice :
Ospiti


Nota n°680
con Vittorio il 23/04/2007 * 10:35

Cara Barbara del mess. 663. Camminando per la strada, in auto o a

piedi, su cento persone che si incontrano, statisticamente parlando,

un grosso numero è costituito da drogati, imbecilli e mascalzoni.

Fino a quando le autorità non si impegnano ad applicare veramente

la tolleranza zero, noi  saremo sempre esposti alle disgrazie più brutte. Fino a quando la velocità eccessiva, il passare con il rosso,

ed altro non saranno considerati dei tentati omicidi (punibili con la galera) continueremo a contare le vittime sfortunate.

Ma in galera non ci va nessuno; questo è il punto. Oggi se un criminale uccide una persona, è sufficiente che chiede perdono,

versa 1000 euro e fa finta di pentirsi per rimanere libero dopo

pochi mesi. Si sono inventati la patente a punti. La febbre del

malato è scesa da 40 gradi a 39,9. Si danno dei punti premio

per far recuperare i punti detratti per infrazioni al codice. A chi

vanno questi punti? A chi ha sbagliato per farlo continuare a sbagliare. All'approssimarsi delle festività di Pasqua o Ferra-

gosto si sente la tv , e i giornali, che ci sono 1600 pattuglie

sulle strade italiane. L'anno scorso erano 16000 e tre anni fa 40000...

Nessuno è cosciente di quello che dice. 40000 pattuglie non ci sono neanche in tutto il mondo.Comunque onore a quelle che

sulla strada c'erano. Se leggi televideo, ogni giorno arrestano

70, 80 persone per vari reati. Sono quasi 30000. Ma dove po-

tranno mai metterli?! Le carceri le hanno svuotate l'anno scorso perché erano piene. Quindi è come tu dici. Si versano lacrime

sull'emozione del momento e poi via di nuovo  a sperare che

non ci si imbatta nel drogato, nell'imbecille e nel mascalzone.

Come si fa a proporre qualcosa in un paese buonista (che io in-

tendo nel senso più negativo) dove bisogna mettere i cartelli

per avvisare gli automobilisti che si controlla la velocità!!!!!!

Sono 25 anni che non vengo fermato sulla strada per controlli. L'ultima volta è stato sotto casa e sono stato multato perchè

avevo lasciato a casa il foglio complementare. Che bella lezione!!!!

Cosa potremmo fare? Cosa possiamo proporre? Siamo quattro

gatti. Guarda questo guestbook!! In 3 anni solo 600 interventi.

Chi lo legge? Le autorità? Gli stessi dell'associazione delle vittime?

Lo leggono le persone disperate che aspettano il miracolo dal cielo.

Mi piacerebbe sapere se condividi qualcosa di quanto ho scri-

to. Hai tutta la mia comprensione e rabbia.

Vittorio

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X