Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1795 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Ospiti


Nota n°666
con Flavia il 16/03/2007 * 14:31

Ho perso il mio ragazzo circa due anni fa, avevo solo 20 anni ed oggi mi ritrovo a dover andare avanti accettando che da un giorno all'altro non posso più abbracciare la persona più importante della mia vita non posso condividere sguardi complice e altro. Tutti dicono vedrai un giorno incontrerai qualcun'altro, ma non si rendono conto che qualsiasi cosa accadrà non l'ho scelta io sarà sempre un'alternativa. Non è facile vivere accontentandosi sapendo che quello che vuoi tu non c'è e che potrebbero venire mille persone ma nessuna come lui. Quando si ama si soffre, se le persone che amiamo stanno in vita soffriamo perchè abbiamo paura di perderle se non ci sono più soffriamo perchè non le vediamo. Bisogna rendersi conto che per chi come me ha subito una tragedia simile deve affrontarla realmente, senza pensare che le cose cambino prima o poi, la vita ormai è segnata non ci sarà mai più una gioia completa ma sempre accompagnata da un velo di tristezza. Io so che la mia vita è cambiata e che l'unica salvezza è Dio, io mi sono rifugiata nella Chiesa e ho scoperto che esiste un'amore che supera tutto e che ti appaga ed è l'amore per Cristo. Il mio ragazzo mi manda segni continuamente. Credete in Dio credete di rincontrare un giorno le persone care, pregate per loro perchè è l'unica cosa che potete fare per loro. E poi non abbiate rancore verso le persone che vi hanno portato via i vostri cari perchè loro non avrebbero mai voluto. E' normale all'inizio non riuscirci ma poi pensate che è Dio l'unico giudice giusto. Il cammino è lungo prima di arrivare alla consapevolezza di quello che è accaduto, non c'è rassegazione ci si abitua solo al dolore e a soffrire, ma sappiate che l'unica cosa che può alleviare le vostre pene è la Fede. Lo amerò per sempre e se può esservi utile io vivo ogni giorno sapendo che è uno in meno che mi divide da lui

Flavia

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it