Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1800 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Ospiti


Nota n°527
con Pilar il 20/11/2006 * 02:30
Io avevo capito che il servizio del TG1 su mio fratello fosse incastonato in un discorso più ampio legato alla giornata Europea delle Vittime della Strada e alla Nostra Associazione.
Invece non solo é stato trasmesso alle 2,10 di notte, con un ritardo di più di un'ora sul palinsesto, e NON alle 20,00 come era stato programmato inizialmente... Ma il servizio parlava solo di mio fratello, e neanche così approfonditamente, non hanno detto NULLA di cosa soffre, come passa le giornate DAVVERO, cos'ha dovuto subire. 1minuto e 20 secondi. Ecco quanto é stato dedicato alle Vittime della Strada dal TG1!!
Non mi interessava che si parlasse di mio fratello in quanto tale, ma in quanto vittima della strada rimasto MENOMATO fisicamente e psichicamente! Come ESEMPIO TRAUMATICO per chi in strada NON CI METTE LA TESTA...
Era un servizio che doveva andare alle 20, o al limite domani alle 13, che non é che perché OGGI era la giornata Europea, domani non ci saranno vittime!!!
Se davvero, a sentire il giornalista (signor Scarsella), il loro scopo era COLPIRE E FARE UN SERVIZIO PARTICOLARE, NON IL SOLITO SUI MORTI NEGLI INCIDENTI, MA SU CHI RIMANE IN VITA NON SU UNA CARROZZINA "SOLAMENTE", allora potevano fare lo sforzo di rimandarlo a domani a pranzo quando i ragazzini tornano da scuola, oppure cancellare UNO DEI TANTI SERVIZI POLITICI SUI MORTI DI NASSIRIYA!!! MA CHE I NOSTRI SONO MORTI DI SERIE B?????
E che cavolo...
A mio fratello farò i complimenti perché é stato bravissimo, ed ha mandato un messaggio speciale...
Ma in realtà questo servizio mi ha deluso perché POTEVA FARE MOLTO DI PIU'... E' come se me lo avessero preso in giro, calpestato un'altra volta...
Come dite voi, le istituzioni in primis!!
Che schifo d'Italia.
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it