Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1795 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Ospiti


Nota n°1520
con Giorgio_Zane il 10/09/2013 * 19:35

ho di recente appreso da un conoscente un particolare riguardo la patente a punti che mi ha lasciato veramente stupito. Non sapevo che in caso di contravvenzione rilevata con autovelox,telecamere, "t red" ecc. (quindi senza accertamento immediato) , si possa evitare la decurtazione prevista dei punti non comunicando le generalita' del conducende ed assoggettandosi al pagamento di una contravvenzione supplementare. In pratica si tratta quindi di tipica "legge all'italiana" . Chi puo' pagare se ne puo' infischiare dei divieti e conservare integre le sue possibilita' di guida: del tipo danaroso utilizzatore di auto ad alte prestazioni o azienda che accetti di pagare le trasgressioni di propri dipendenti finalizzate ad un servizio piu' veloce (vedasi autotrasportatori) 

possibile che non si possa trovare  rimedio ad una tale situazione? A mio avviso intanto basterebbe, in caso di mancata comunicazione delle generalita', sottrarre i punti al proprietario dell'auto (che non e' pensabile non sappia chi era alla guida) ; per il caso di proprietario non patentato o intestazione a societa'/ente la sanzione per mancata comunicazione andrebbe notevolmente inasprita ,anche non solo in termini meramente economici, al fine di evitare "furberie".   

grazie per l'ospitalita' .

Giorgio zane - padova  

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it