Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...
Siete qui :   Home » Ospiti
 
 
 
 

Ospiti


Nota n°460
con   Danijela il 05/10/2006 * 15:41

E da molto tempo che mi sono iscritta a questo sito, ma soltanto oggi ho la forza di rispondere e parlare.Mio marito Riccardo 01/10/2005 moriva in seguito a incidente stradale davanti ai miei occhi.Quel maledetto giorno avvevamo appena acquistato quella moto e stavamo tornando a casa(10km),lui in sella alla moto e io dietro di lui in auto.Errano le 18,30 una auto con a bordo una persona ubriaca,con tasso alcolico poi accertato di 2.47%,ha invaso totalemente la nostra corsia, ha ammazzato mio marito e poi e venuta adosso a me, e tutto questo davanti ai miei occhi.Mio marito e morto dopo circa 20 minuti, senza mai prendere la coscenza,avveva 41 anni.Stavamo insieme da 10 anni, abbiamo 2 figlie,Sofia 5 anni e mezzo e Sonia di appena 40 giorni. Ho una sola foto di mio marito insieme con le due figlie.Tornare a casa quella sera e dire alla Sofia che suo papà,suo "principe" non tornerà mai più, e stata la cosa più dura. La Sonia invece non ha avuto il tempo per conoscerlo.La persona che lo ha ammazzato ha avuto una condana di 12 mesi di reclusione(mai stato in gallera),la sospensione della patente per 12 mesi, e multa di 627 euro.A questa persona e già stata ritirata la patente per la guida in stato di ebbrezza  per ben 2 volte,ultima soltanto agosto 2005, cioè 2 mesi prima che uccidesse mio marito.Ho paura, ho tanta paura di incontrare questa persona per strada, non lo so come sarà la mia reazzione.Gli passerei sopra con un camion, ma non vorrei che morisse, vorrei solo che soffrisse come me e come le mie figlie.