GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada.......

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Connessione :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password


  Numero di utenti 1800 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .
Ospiti


Nota n°384
con admin il 13/07/2006 * 09:21
Roma. Pedone investito e ucciso: trovato il "pirata" (11/07/2006 - Il Messaggero)

E’ stato individuato dai vigili urbani del XX gruppo il “pirata” che martedì notte investì e uccise un uomo di 50 anni sulla via Cassia all’altezza della Giustiniana. Si tratta di un romeno di 27 anni che ora deve rispondere di omicidio colposo e omissione di soccorso.
A rimanere ucciso, mentre Roma era in festa per la vittoria dell’Italia, era stato Francesco Polito, 50 anni, originario del salernitano, da tempo residente nella capitale dove lavorava in una ditta di pulizie. L’uomo stava attraversando la strada e rimase falciato da un’Alfa Romeo bianca che procedeva veloce. L’investitore non ci pensò proprio a fermarsi, anzi accelerò dileguandosi in pochi secondi. L’investito morì sul colpo.
A occuparsi dei rilievi e dell’indagine la polizia municipale del XX gruppo diretto da Diego Porta. Gli agenti ascoltarono un testimone. Disse loro che ad investire Francesco Polito era stata un’Alfa Romeo bianca. Le note di ricerca furono trasmesse a tutti gli equipaggi della Municipale. Il giorno dopo su un tratto di circonvallazione Cornelia due vigili urbani del XVIII gruppo hanno notato un’Alfa Romeo con i fari rotti e il cofano piegato. Si sono insospettiti ed hanno bloccato il romeno quando si è presentato per prendere l’auto. Lo straniero ha confessato. «Ho messo sotto quell’uomo e sono fuggito per paura», ha detto. Il magistrato l’ha denunciato a piede libero così come prevede la legge essendo trascorsa la flagranza di reato.
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X