Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
Siete qui :   Home » Ospiti
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

Ospiti

Nota n°1558
con BEPPEBEPPE il 15/02/2019 * 17:12

bello,  quando nessuno risponde facendoti sentire ancor piu solo


Nota n°1557
con Cristina_Vignali il 27/02/2018 * 16:04

Gentilissimi

ho dimenticato di scrivere un dettaglio non da poco: ovviamente nessuno ha dimostrato che le cuffiette dell'ipod fossero accese !!!

E ovviamente la traitettoria di Davide tra i due cassonetti è stata smentita dal perito. Del resto: come fa un Cristo, un 15 di giugno, con il caldo afoso di quei giorni, a cercare, come via di attraversamento, mentre finisce la sua corsa serale, proprio il passaggio tra due cassonetti urbani, la cui distanza non gli avrebbe nemmeno permesso di passare, se non di taglio? e per giunta agli 8km/h?

Grazie

Cristina


Nota n°1556
con   Cristina_Vignali il 27/02/2018 * 15:59

Gentilissimi

mi chiamo Cristina Vignali e sono la sorella di Davide, che nel 2011, a 28 anni, è stato travolto e ucciso a Modena, in una via residenziale, dietro alla nostra casa, limite 30km/h, mentre faceva jogging.

Il processo si è concluso venerdi scorso, con il solito e prevedibile risultato: l'imputata è assolta perché non sussiste il fatto.

3 gli argomenti della difesa:

1) Davide aveva le cuffiette alle orecchie;

2) Davide si è lanciato agli 8km/h tra due cassonetti dell'immondizia, attraversando da li' la strada, dove immancabilmente l'auto l'ha colpito.

3) Chiara Poletti, l'assassina, ora assolta, che era alla guida, guidava ai non meno dei 40km/h (tra i 40 e i 55 km/h per il perito della parte lesa). Ma colpo di scena: pare che in quella strada di Modena, udite udite, anche se i cartelli indicano "pericolo dossi" e velocità ai 30km/h, SI PUO CORRERE IN AUTO ai 50km/h E SOLO SUI DOSSI, andare ai 30.....

Per questo la condotta dell'assassina è stata giudicata corretta.

Vi chiedo aiuto.

Sapete come posso fare per fare un appello a livello nazionale e sapere se ci sono stati casi di vittime della strada che correvano a piedi corre con le cuffiette ma la cui sentenza è stata favorevole?

So che sono confusa, ma posso rispiegare se occorre

Infinitamente grata

fino all'ultimo respiro, saro' li' a gridare : VERGOGNA

Cristina


Nota n°1555
con Dino il 16/09/2017 * 18:23

Take a look on pulau pari web. Or direct your browser to pulau tidung. You may also go to Kampung Inggris.


Nota n°1554
con ANTONIO il 28/06/2017 * 10:34

Buongiorno: In tanti anni di Lavoro percorsi su strada Posso dire che LA FORTUNA non ci accompagna sempre ma bisogna pensare a quello che si sta facendo,L'Ossessione non è quella che ci permette di guardare a Destra o a Sinistra anche se il semaforo è Verde ,ma la Prudenza non è mai Troppa.Nel Rispetto della Natura e dell'ambiente il Platano è sempre Stato Presente in Molte Strade,Si ammala anche lui ma con Fatica Muore.Un malessere uno sbaglio a tutti può Capitare,ma il Platano non Perdona.ELIMINATELI DALLE STRADE!


Nota n°1552
con Riccardo90 il 29/09/2016 * 18:11
La prevenzione credo sia l'unica cura per portare ad una forte diminuzione le vittime per incidenti stradali. Veicoli super accessoriati portano ad una maggiore distrazione e quindi ad un maggior rischio di incidente.

Come dicevo all'inizio una forte prevenzione sensibilizzando le persone e i ragazzi già dalle scuole, aiuterebbe sicuramente a portare una diminuzione delle vittime.

Le pene inasprite non hanno portato, a parer mio, ad alcun risultato.

Nota n°1548
con Francopiacentini il 01/04/2016 * 22:23
Caro Nicolò, ma tu hai avuto modo di avere copia de testo che è stato depositato a nome AIFVS a supporto di questa nuova legge? lo hai mai letto?hai letto da qualche parte  sia stato approvato dall'assemblea dei soci o almeno dal consiglio direttivo? tu scrivi: Ti pregherei, pertanto, di selezionare  le tue forze costruttive per unirle alle nostre.Mah, a dire il vero io direi aver dato quindici anni della mia vita a questa associazione e se mi inviti ad unirmi a voi, si vede che non hai mai fatto una ricerca su google digitando il mio nome + familiari, ad esempio.Oppure, se è onesto, chiedi a Cesari.
Prima di parlare del bar dello sport, e propormi di unirmi all'AIFVS, magari sarebbe interessante cercare di ripassare un poco la storia dell'AIFVS

Nota n°1547
con sisagen56 il 30/03/2016 * 20:04
Un augurio, anche se con ritardo,  di Buona Pasqua a tutti ma soprattutto alla nostra Presidente Giuseppa Cassaniti  il cui lavoro di quest’ultimi anni si è concretizzato  in una bella legge sull’omicidio stradale. Speriamo che il signore le dia sempre la forza di andare avanti al fine di rappresentarci in questa prestigiosa associazione senza la quale saremmo privi di una voce così autorevole e così importante al fine di tutelare tutti coloro che sono stati  vittime della strada.  Sig.ra Bentivegna

Nota n°1546
con   nicolo_gennaro il 30/03/2016 * 18:39

Caro Franco,

qualche giorno fa leggendo il tuo intervento tra gli ospiti del sito dell’AIFVS del 19.03.2016 constatavo che se da un lato concordavi con Fabiana affermando che  l’obiettivo principale è la prevenzione, la formazione, dall’altro criticavi l’operato della Presidente Cassaniti-Mastrojeni dicendo che “leggendo i vari commenti a firma Cassaniti non avevo trovato qualcosa che parlasse in concreto di prevenzione o formazione”.

A me viene spontaneo chiederti se l’approvazione da parte del Parlamento di questo Paese della legge sull’omicidio stradale non costituisca il risultato ultimo di un impegno non indifferente, visto che ha richiesto vari anni di lavoro, andando proprio nella direzione di quella prevenzione e formazione che tu pensavi, ingiustamente e forse con poca gratitudine, non essere presente nell’operato della Presidente Cassaniti-Mastrojeni.

Anche se in questi ultimi tempi si è ampliata la richiesta di giustizia per le vittime con partecipazione di tanti altri, su tutti prevale per continuità di impegno la nostra associazione con la voce della nostra presidente Pina Cassaniti Mastrojeni.  Ti pregherei, pertanto,  di selezionare  le tue forze costruttive per unirle alle nostre al fine di raggiungere nuovi  traguardi contro l’odioso crimine dell’omicidio stradale. Continuiamo a sostenere l’operato di chi oggi ci ha reso partecipe della gioia di avere finalmente  una grande legge che prende in considerazione le vittime della strada e mettiamo da parte i commenti da bar sport che non solo non contribuiscono alla crescita dell’ associazione ma vi arrecano pure danni di immagine. Se proprio abbiamo voluto bene ai nostri cari che ci hanno lasciato anzitempo riversiamo il nostro amore nell’AIFVS  nata con l’intento di far sentire sempre e comunque  la parola di chi la persa. 

 Nicolò Gennaro  socio AIFVS


Nota n°1545
con Patrizia_Q il 26/03/2016 * 18:47
Con l’augurio di pace,  serenità e salute a tutti voiBuona Pasqua 

Nota n°1544
con Francopiacentini il 19/03/2016 * 23:35
L’obiettivo principale è la prevenzione e la formazione.......Concordo. Mi chiedo solo, leggendo i vari comunicati a firma Cassaniti, dove si trovi qualcosa che parli, in concreto, di prevenzione o formazione.

Nota n°1543
con Fabiana il 19/03/2016 * 19:42
L’introduzione della legge sull’omicidio stradale era un atto dovuto. 
Dovuto alle vittime, ai loro familiari, amici e dovuto a tutti. 
Ho avuto modo di conoscere l’AIFVS e alcune delle straordinarie persone che lavorano per l’associazione, in particolare la presidentessa Giuseppa Cassaniti.  Persone che ogni giorno combattono in prima linea per  garantire il valore e la salvaguardia della vita. 
Sono pienamente d’accordo, su quanto affermato dalla presidentessa,  di non considerare l’introduzione della legge sull’omicidio stradale un traguardo da festeggiare ma uno strumento per punire con forza il mancato rispetto delle regole del vivere sociale .
L’obiettivo principale è la prevenzione e la formazione. 
Mio fratello Andrea è morto l’11 settembre del 2014. Ritornando da lavoro in scooter è stato investito da due pedoni che hanno deciso di attraversare la strada fuori dalle strisce pedonali. 
Dobbiamo TUTTI essere pienamente consapevoli che,  con qualsiasi mezzo ci muoviamo e in qualsiasi luogo, ci muoviamo tra la gente, vite umane uniche e irripetibili. Ogni nostra azione può provocare  - al nostro prossimo -  un male a volte irrimediabile che lascia nel cuore del mondo una ferita insanabile e un vuoto che non potrà essere colmato. 
Fabiana

Nota n°1542
con   Angeli_Sconosciuti il 29/01/2016 * 08:19
Ripropongo il mio invito a voi tutti ricordandovi con affetto.In questi giorni sto preparando un libro, intitolato " Donne Oltre" con l'intento di descrivere le mille storie che purtroppo accomunano molti genitori. La perdita di un figlio o figlia, piuttosto di un genitore o marito/moglie e la disperazione di doverne sopravvivere, non lasciatevi quindi fuorviare dal titolo del libro. Mi piacerebbe raccogliere le vostre testimonianze dirette, alcune mi sono già pervenute ed alcuni capitoli sono già pronti. Forse riusciremo a porre l'attenzione su questo maledetto problema dell'omicidio stradale.Importante! Assieme alle vostre storie, che comunque verranno adeguate alle esigenze narrative di un libro senza comunque stravolgerne il realismo, dovrete inserire nella mail o documento word, una liberatoria per la pubblicazione.Attendo vostre risposte e ringrazio di cuore voi tutti. francesco.care@vodafone .it     

Nota n°1541
con nicolo il 11/10/2015 * 18:25
Col presente mi unisco a tutti coloro che parteciperanno alla manifestazione dell’Associazione Italiana Familiari e  Vittime della Strada e alla instancabile e coraggiosa Presidente, Dott.ssa Pina Cassaniti, con la speranza che i deputati non si lascino sfuggire quest’ultima occasione per tutelare tanti inermi cittadini che ogni giorno col loro sangue insanguinano le strade a causa di sinistri che si potrebbero evitare se solo si perseguissero gli autori di queste stragi con pene più severe rapportate alle lesioni causate all’altrui persona
Per il bene della collettività non è giusto che chicchessia possa prendersi il gusto di “guidare a fari spenti nella notte” sapendo che tanto a lui non costa nulla, semmai chi può rimetterci le penne è qualche malcapitato.  E pace all’anima sua.
E’ giusto che con le norme attuali, a seguito di un sinistro mortale, il responsabile  che magari aveva bevuto o magari si era fatto o aveva litigato con la ragazza, dando gas alla macchina rimanga impunito?
E’ giusto che a seguito di un incidente con simili responsabilità una persona vada a finire sotto terra lasciando figli, sorelle, mariti, madre, padre, fratelli ecc. e chi si è reso responsabile di un simile evento ritorni tra le braccia dei propri cari che magari lo consoleranno dicendo che è stato solo un incidente?
Ritengo che ci troviamo di fronte ad una bilancia della giustizia che pende tutta dalla parte del responsabile del sinistro.
E’ per questo che il 26.10.2015 bisogna andare a manifestare a piazza Montecitorio con la speranza che i nostri bravi deputati accolgano nei loro emendamenti le richieste avanzate dall’AIFVS.

Nota n°1533
con sergio il 27/02/2015 * 15:09
Conoscevo Raffaella perché con lei ho condiviso la parte più bella della mia adolescenza. L'ho adorata per la vivacità, per la tenacia, insomma per il suo modo di essere più unico che raro! Apprendo solo oggi del dramma che mi ha creato un vuoto disumano: stento a credere che il sorriso di Raffy si sia spento così all'improvviso. Conserverò gelosamente tutti i ricordi di noi e delle nostre giornate spensierate.Un immenso abbraccio ai genitori e a Daniela, splendide persone al cui dolore mi unisco.Un pensiero a tutte le vittime della strada.Ciao Raffy....

Nota n°1531
con Rossella il 23/05/2014 * 10:20
Cellulare in auto. Ogni giorno (o quasi) vedo che c'è ancora gente che usa il cellulare in macchina mentre guida, distogliendo lo sguardo e l'attenzione alla strada. Quanti di noi lo facciamo? Io no, perché so che è molto pericoloso. Tengo il cellulare acceso per farmi rintracciare dai miei genitori per poterli tranquillizzare. Ma quando suona mentre guido, lo ignoro completamente e quando è possibile li tranquillizzo spiegandone il motivo.Invece c'è gente che lo usa in momenti inopportuni e la guida è uno di questi, anche il più pericoloso.Ci si è mossi tanto per modificare il codice della strada per inasprire le pene di chi guida ubriaco, ma ritengo giusto che lo si debba fare anche per chi usa il cellulare in auto. Anche questa è una situazione di altissimo rischio di incidente mortale. La guida non è come stare in casa, fermi, ci si muove ed è giusto che ognuno di noi pensi soltanto a guidare quando si mette al volante.Bisogna muoverci per fare prevenzione e anche questo caso merita la sua attenzione su tutti i fronti.Grazie da Rossella.

Nota n°1530
con Graziella il 28/04/2014 * 01:19
Alla cortese attenzione del Sig. Giorgio Giunta-AIFVS-PVNota nr. 1528 del 24/03/20124

Ringrazio per la risposta alla mia domanda.(Nota nr. 1526)Sono andata sul link comunicatomi ed ho trovato la risposta (esauriente)dell'Avv. Gianmarco Cesari-Aifvs.
Cordiali Saluti. Graziella

Nota n°1529
con Paolo_Massucci il 10/04/2014 * 21:11

Ritengo che sia giusto punire chi guida ubriaco: non si può più tollerare. Però una eventuale, auspicabile, legge che colpisca maggiormente questi comportamenti dovrebbe includere, non di meno, anche altri tipi di comportamenti ancor più gravi e criminali. Altrimenti è insufficiente. Sembra che basta essere sobri per essere rispettosi della vita altrui. Non è così.

Mi spiego. Ci sono automobilisti, magari su SUV, che non rispettano le strisce pedonali e vi corrono a 80 all'ora oppure c'è chi guida come un pazzo ad alta velocità in aree cittadine frequntate da anziani e bambini, oppure chi effettua sorpassi invadendo la corsia opposta anche in situazione di oggettivo grave rischio, chi guida a velocità tali da rendere il mezzo non controllabile. Queste individui si assumono consapevolmente il rischio di uccidere qualcuno, ma quando ciò avviene è troppo tardi: che ridarà la vita (o la salute) alla vittima?

Occorre a mio avviso concentrarsi sulla prevenzione, cioè sui provvediementi seri e incisivi che colpiscano chi è responsabile di mettere a rischio la vita altrui. Ad esempio chi giuda nella maniera imprudente menzionata dovrebbe -prima di provocare vittime- essere punito con la sospensione della patente per 10 anni e il sequestro dell'arma (cioè del mezzo) che verrà espropiato e utilizzato per servizi pubblici. Questa è una vera politica di prevenzione dagli incidenti e che riporti il rispetto della vita, dei cittadini, di bambini e anziani.

Saluti

Paolo Massucci

3339388702


Nota n°1528
con   admin il 24/03/2014 * 23:49
x Graziella.Di solito i legali rispondono alle problematiche dei visitatori del sito nel forum.La invito a postare il suo messaggio nella sezione riservata all'assistenza legale a questo link  su "nuova discussione" certamente un legale dell'AIFVS le risponderà appena possibile.
Cordialità
Giorgio Giunta AIFVS - PV

Nota n°1527
con Graziella il 24/03/2014 * 01:11
Vorrei cortesemente una risposta alla mia precedente :NOTA 1526 DEL 12/03/2014.Grazie.

Nota n°1526
con Graziella il 12/03/2014 * 22:38
SALVE. VORREI SAPERE SE GLI INDENNIZZI PER DANNO MORALE E NON PATRIMONIALE CORRISPOSTI AI FAMIGLIARI DI UNA VITTIMA  DELLA STRADA (MORTALE) SONO DA CONSIDERARE REDDITO E  QUINDI DA DENUNCIARE SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI.IN ATTESA DI VS. CORTESE RISCONTRO,SALUTO CORDIALMENTE.

Nota n°1525
con   Francopiiacentini il 31/12/2013 * 20:53
buon anno a tutti anche da parte mia.Franco Piacentini

Nota n°1524
con   Giorgio_Giunta il 31/12/2013 * 19:09
Auguro a tutti un buon 2014.Giorgio Giunta AIFVS - PV

Nota n°1523
con   Rosaria il 21/12/2013 * 00:02
SONO LA MAMMA DI ALEX CHE IL 14 MAGGIO 2013 ALLE 8 DEL MATTINO A MAZZO DI RHO  MENTRE ANDAVA A LAVORARE IN BICICLETTA E' STATO INVESTITO DA UN AUTO HUNDAI I 10 ED E' MORTO  SE  C'E' QUALCUNO CHE SI RICORDA COM'E' STATO L'INCIDENTE  O QUALSIASI PARTICOLARE PER FAVORE MI CONTATTI. GRAZIE . MAMMA DISPERATA!!

Nota n°1521
con BARBARA il 17/11/2013 * 11:20
17 novembre 2013...giornata mondiale a Ricordo delle Vittime della Strada...Ciao Ragazzi...

Nota n°1520
con Giorgio_Zane il 10/09/2013 * 19:35

ho di recente appreso da un conoscente un particolare riguardo la patente a punti che mi ha lasciato veramente stupito. Non sapevo che in caso di contravvenzione rilevata con autovelox,telecamere, "t red" ecc. (quindi senza accertamento immediato) , si possa evitare la decurtazione prevista dei punti non comunicando le generalita' del conducende ed assoggettandosi al pagamento di una contravvenzione supplementare. In pratica si tratta quindi di tipica "legge all'italiana" . Chi puo' pagare se ne puo' infischiare dei divieti e conservare integre le sue possibilita' di guida: del tipo danaroso utilizzatore di auto ad alte prestazioni o azienda che accetti di pagare le trasgressioni di propri dipendenti finalizzate ad un servizio piu' veloce (vedasi autotrasportatori) 

possibile che non si possa trovare  rimedio ad una tale situazione? A mio avviso intanto basterebbe, in caso di mancata comunicazione delle generalita', sottrarre i punti al proprietario dell'auto (che non e' pensabile non sappia chi era alla guida) ; per il caso di proprietario non patentato o intestazione a societa'/ente la sanzione per mancata comunicazione andrebbe notevolmente inasprita ,anche non solo in termini meramente economici, al fine di evitare "furberie".   

grazie per l'ospitalita' .

Giorgio zane - padova  


Nota n°1518
con admin il 13/07/2013 * 11:01

x perlabiba Deve postare il suo messaggio nel forum assistenza legale a questo indirizzo: http://www.vittimestrada.org/UGF/viewforum.php?lng=it&id=20 e cliccare su "nuova discussione."


Nota n°1517
con perlabiba il 09/07/2013 * 22:44

qual è un equo indennizzo per invalidità permanente 80% di un ragazzo di 26 anni studente universitario :

evento agosto 2009

spese mediche circa €.100.000,00

coma 30 gg.

vari interventi gravi con un totale di circa 150 gg. di ricoveri

Grazie,Marina


Nota n°1516
con peppe_azz_60 il 31/03/2013 * 19:43
APPELLO IMPORTANTE!!!!!!!! AIUTO!!!!! CERCO QUALCUNO CHE ERA PRESENTE IL GIORNO 2 MAGGIO 2011 VERSO LE ORE 13.30 IN TANGENZIALE DI NAPOLI IN DIREZIONE POZZUOLI, NEI PRESSI DEI DISTRIBUTORI AGIP (KM 8.300). SONO STATO INVESTITO DA UN PIRATA DELLA STRADA CHE è FUGGITO LASCIANDOMI A TERRA INERME. ERO A BORDO DI UNA MOTO DI COLORE ROSSO “DUCATI MULTISTRADA”, E DOPO ESSERE STATO TAMPONATO, SONO STATO SCARAVENTATO A TERRA E MI SONO RISVEGLIATO IN OSPEDALE. PURTROPPO HO SUBITO DANNI GRAVISSIMI, MA SE NON DIMOSTRASSI QUELLO CHE HO DETTO PERDEREI ANCHE IL DIRITTO AD ESSERE RISARCITO, MA SOPRATTUTTO IL DIRITTO DI SAPERE CHI MI HA INVESTITO E COSA VOLESSE DA ME. RICORDO SOLTANTO I FARI DI UN AUTO ATTACCATA ALLA MIA RUOTA POSTERIORE! AIUTATEMI VI PREGO!!!!

Nota n°1515
con   silbiah il 24/03/2013 * 12:50
SI CERCANO TESTIMONI CHE HANNO ASSISTITO ALL'INCIDENTE SABATO 9 MARZO ALLE ORE 21 CIRCA ALL'INCROCIO TRA VIA CONCA D'ORO E IL VIADOTTO DELLE VALLI(PONTE DELLE VALLI) CHE HA CAUSATO LA MORTE DEL GIOVANE EDOARDO MARCHIONE.
PER INFO CONTATTARE I NUMERI
3293646626/3936112079
SI PREGA DI CONDIVIDERE

Nota n°1514
con   alberto il 30/01/2013 * 09:28
Per non dimenticare chissà come saresti adesso,.. qualche tempo dopo l'incidente, stavo dormendo sul divano e ad un tratto mi sono svegliato di soprassalto, un quadro era caduto sul pavimento rompendosi, mi sono alzato col cuore a mille.. dallo spavento. Ma la paura più grande è stato il momento che ho girato il quadro.. mi è salito un brivido freddo dalla schiena e sono impallidito dei 5 appesi è caduto proprio un quadro che raffigurava due sposi in moto, come io e Mara quando ci siamo sposati.

Nota n°1513
con BARBARA il 31/12/2012 * 17:32

....sereno 2013...per quello che si può.....

Barbara sorella di Alice....


Nota n°1512
con BARBARA il 25/12/2012 * 09:50

Vorremmo poter riportare indietro il mondo a quei bei tempi dove l'atmosfera natalizia la sentivamo eccome....dove si faceva veramente la corsa all'ultimo regalo e l'albero che ancora si faceva era zeppo di pacchetti......ora nn è più così....ma comunque trovo ancora la forza di augurare un sereno Natale a tutti quanti......perchè sò che chi nn cè più vuole che ricominciamo a vivere....

Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1511
con   BARBARA il 18/11/2012 * 16:08

Oggi è il vostro giorno,speriamo che in un futuro nn troppo lontano ci possa essere più giustizia per le vittime e di conseguenza per le loro famiglie............

Bella l'iniziativa di localizzare i punti degli incidenti sulla cartina....

Un'abbraccio a tt familiari e vittime da Barbara sorella di Alice...

Ps Un ringraziamento da parte mia a Patrizia e Giorgio...


Nota n°1510
con   MICHELE il 14/11/2012 * 12:31
buon giorno sig. giorgio ho letto e firmato la petizione mi rendo conto che fino ad oggi da cittadino ignorante  non mi sono mai interessato fino in fondo di queste vicende, ma oggi leggendo la petizione e guardando quante firme sono state fatte mi chiedo perchè così poche? mi sa dare una risposta? 

Nota n°1509
con   angeloantonio il 13/11/2012 * 00:59
http://www.youtube.com/watch?v=CoVhy6ELXo0
AIFVS Intervista di Canale 5 alla Presidente Pina Cassaniti Mastrojeni

Nota n°1508
con   admin il 09/11/2012 * 17:45
Mi sto interessando per la sua proposta sig. Michele. Giorgio Giunta AIFVS Vigevano

Nota n°1507
con   MICHELE il 08/11/2012 * 12:15
grazie sig. giorgio quello che ha scritto è propio vero, il mio piccolo angioletto è propio tra questi cilavegna 10-07-12 età 16 anni e 10 mesi galimberti stefano ( ti amo) un ragazzo premuroso ed è ingiusto che anche se fosse stato solo ed eclusivamente un suo errore ci habbia rimesso la vita soprattutto perchè si è trattato di un "incidente " in paese dove possono girare ragazzini d'età inferiore anche in bici o piedi . E POSSIBILE CHE NESSUNO DI QUESTI NOSTRI GOVERNATI FACCIA QUALCOSA? lei cortesemente non saprebbe indirizzarmi in qualche centro ( nei nostri dintorni) dove poterci aprire con altri genitori che comprendono la nostra tragedia? grazie

Nota n°1506
con   admin il 07/11/2012 * 19:48

Rispondo al sig. Michele

Mi spiace per suo figlio, spero che possa avere giustizia, sò benissimo che serve a poco ma purtroppo è cosi.

Non è affatto consolante, ma i giudici prima davano pochi mesi a chi uccideva, Ha citato Vigevano, come saprà pochi giorni fa un giovane avvocato ha perso la vita e tanti altri ragazzi sono morti negli ultimi due anni in lomellina Cilavegna , Tromello, Vigevano tanti ragazzi, mi chiedo in quale libro hanno letto che i morti sono diminuiti, da noi non credo proprio. 

Giorgio Giunta

Sede AIFVS Vigevano.


Nota n°1505
con MICHELE il 07/11/2012 * 18:10
buona sera sono il papà di un ragazzo morto in un incidente stradale a soli 17 anni ,ho letto in vostro messaggio che site contenti per la condanna di 6 anni e 6 mesi all'automobilista di vigevano, credo però che questo non debba essere consolante visto che: primo si è arrivati ad avere un'altro morto prima di questo e secondo quando una persona va in macchina deve essere consapevole che stà utilizzando un'arma, quindi se non rispetta i codici della strada e commette un omicidio deve essere trattato come un'omicida. purtroppo la leggerezze delle nostre leggi aiutano questi omicidi e sono fatte solo ed esclusivamente per far cassa difatti se commetti le infrazioni amministrativamente ti massacrano ma a fatti compiuti NULLA DI FATTO.  

Nota n°1504
con alberto il 25/07/2012 * 16:53
ogni tanto apro questo sito per visitarlo e rileggere il messaggio precedente, spesso quando vado in moto mi capita di sentire qualcosa come se qualcuno mi dicesse di non andare quel giorno, e così senza badare molto al chi e a che cosa me ne ritorno a casa e faccio qualcosa di diverso! So bene che è mia moglie mara morta a 25 anni il 17/3/2001  in un terribile incidente sull'autostrada A4 altezza di Castelnuovo VR .il mio angelo .

Nota n°1503
con BARBARA il 16/04/2012 * 20:45

Ciao,

ho letto l'articolo e il notiziario,

ed è proprio vero,l'incidente stradale è considerato tale solo se avvenuto in stato di ebrezza , sotto l'effetto di droghe e di sabato sera.

Ma gli altri che non rientrano in questa categoria e magari sono stati uccisi un lunedì mattina per negligenza imprudenza imperizia nonchè inosservanza delle norme relative al codice della strada non sono da considerare vittime della strada? Chi li ha uccisi non è da giudicare con l'omicidio stradale?

Vabbè tanto poi comunque la giustiza li assolve (scusate lo sconforto ma parlo purtroppo per esperienza).

Ciao da Barbara sorella di Alice.     


Nota n°1501
con BARBARA il 07/04/2012 * 20:02

La Pasqua di Risurrezione è la nostra speranza di poter rivedere un giorno i nostri amati Cari.

Buona Pasqua da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1495
con BARBARA il 31/12/2011 * 17:42

Un'altro anno se ne è andato,

passato assieme al ricordo dei nostri cari.

 Per quanto possa valere Buon Anno a tt le Famiglie.

Ciao da Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1494
con BARBARA il 29/12/2011 * 08:29

Oggi sn 8 anni che Alice ci ha lasciati,

se ci si sofferma a pensare sn tantissimi ,

ma a noi sembra di averla vista fino ad un attimo fà.

Ciao da tua sorella Barbara, Mamma Papà e Umberto.


Nota n°1493
con BARBARA il 25/12/2011 * 18:11

La cartolina ad inizio del sito mi ha fatto tornare alla mente il calore di quei natali quando c'era tutta la famiglia,quando si stava bene!

Per quanto è possibile Buon Natale!

Ciao da Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1492
con   mini il 25/12/2011 * 12:58
buon natale!!

Nota n°1491
con   sin_sin il 25/12/2011 * 12:56
buon natale a tutti coloro che soffrono per la perdita di una persona cara

Nota n°1490
con   sin_sin il 25/12/2011 * 12:53
che giorno vuoto senza di voi!!

Nota n°1489
con   maria il 23/12/2011 * 14:47
CARO C. A.A. ....SPEROCHE TU POSSA AVERE LA MORTE PIU' LENTA E  DOLOROSACHE NON SI AUGURA NEANCHE AI CANI,CHE POSSA PAGARE TUO FIGLIO E I TUOI DISCENDENTI PER LA TUA CATTIVERIA, CHE TU POSSA PROVARE IL DOLORE DI MIA MADRE PER IL RESTO DEI TUOI GIORNI,E CHE SOPRATTUTTO TU POSSA INCONTRARE UNO STRONZO COME TE CHE TI AMMAZZI COME UN CANE,CHE TU POSSA SOFFRIRE DI DEPRESSIONE COME ME,CHE HAI ROVINATO LA MIA FAMIGLIA E NON TI SEI VERGOGNATO NEANCHE PER UN ISTANTE...TANTO TUO COGNATO E' IL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE!!!!!CHE POSSIATE MORIRE ENTRAMBI LO STESSO GIORNO,MAGARI QUELLO DI NATALE ,COSI' PER UNA VOLTA TANTO IO AVRO' UN MOTIVO PER MANGIARMI IL PANETTONE!!!NON ACCETTO CRITICHE PER QUESTO MESSAGGIO STO SOFFRENDO COME UN CANE,SEI NEL MIO CUORE PAPA'!!!!

Nota n°1488
con Sergio il 30/11/2011 * 15:42
Concordo, un plauso a Giorgio e chi con lui ha operato scelta.

Nota n°1487
con   loredanalibera il 28/11/2011 * 22:37
Mi chiamo Loredana, sono un'amica intima della scomparsa Raffaella Di Laura, barbaramente uccisa in Roma il 18 febbraio 2009. Qualcuno conosce a che data è stato rinviato il procedimento contro l'assassino tale Andrea .. non ricordo il cognome? Grazie anticipatamente.

Nota n°1486
con BARBARA il 28/11/2011 * 19:40

Mi piace  molto la nuova versione del sito,

le foto che scorrono sono state una bella idea.

Ciao da Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1485
con alberto il 25/11/2011 * 10:21
Sono gia trascorsi 10 anni da quella maledetta notte che si è rubata per sempre mara quando vado sulla tomba non riesco a non pensare al .. se quella sera gli avessi proposto qualcos'altro se... aveva 25 anni insieme a lei anche Andrea e Marco hanno perso la vita coetanei .

Nota n°1484
con   animamigrante84 il 21/11/2011 * 08:17
Sono passati lentamente 20gg e la tristezza aumenta sempre piu!il dolore per la tua scomparsa è indescrivibile.....poi vedere i tuoi figli soli e persi mi uccide dentro!non doveva andare cosi quella maledetta sera!lui dice che non correva,che non t ha vista....bhe tutte str....te!uno scooter che va piano non ti distrugge....non t ammazza!spero che lui paghi per cio che ha fatto e che tu sia il suo tormento eterno!TVB ZIA E CI MANCHI TROPPO!

Nota n°1483
con   maria il 20/11/2011 * 15:18
Papa' mi manchi.... e vorrei uccidere chi ti ha portato via da me!

Nota n°1482
con BARBARA il 20/11/2011 * 08:49

Oggi è la vostra giornata!

Non è vero che il tempo guarisce tutte le ferite,

il dolore che provi per queste perdite lo senti che con il passare degli anni ti avvolge piano piano il cuore,

la gente continua a vederti vivere ma dentro di te quel dolore ti ha fermato il cuore e anche tu sei morto assieme a loro nello stesso istante che ti hanno detto :"mi dispiace è successo l'irreparabile".

Barbara sorella di Alice.


Nota n°1481
con eccomi il 01/11/2011 * 21:02
vi è mai capitato di interessarvi si sicurezza stradale e l'ente gestore anzicchè ringraziarvi vi diffida ?

Nota n°1480
con BARBARA il 24/10/2011 * 15:58

Ciao Sic! 

Troverai la compagnia dei nostri ragazzi!

Barbara sorella di Alice.


Nota n°1479
con   pasqualedicarlo il 06/10/2011 * 20:26
ricerca testimoni incidente tra fiat 600 e Chevrolet aveo in viale della sorbona (al'interno dell'Università di tor vergata) all'incrocio con viale stanford oggi alle ore 14,20 circa. la fiat 600 rossa e' finita all'interno della rotatoria chi avesse notizie mi può contattare allo 0672671538 

Nota n°1478
con   silbiah il 30/09/2011 * 16:24
mi chiamo sonia il giorno 17 gennaio 2011 mio padre veniva investito da una moto honda transalp in lungotevere raffaello sanzio 11 intorno le 18.10 per le gravi ferite riportate morirà due giorni dopo .ad oggi nessuno ha saputo chiarirci la dinamica dell'incidente mi appello a voi se qualcuno sa qualcosa per favore inviatemi una email ne abbiamo bsiogno
giadauti@yahoo.it
grazie

Nota n°1477
con   lawyy87 il 15/09/2011 * 08:26
Mi chiamo Laura, mi sono appena iscritta al sito, il 30 aprile 2009, ho perso mia sorella, a soli 12 anni, attraversando la strada è stata investita da autubus. Ormai queste sono notizie all'ordine al giorno, tante le promesse che ti vengono dette ma mai mantenute...Io ormai quello che posso fare e dare sostegno a chi vive questo doloroso momento, quello che vorrei far capire a chi sta in alto, a chi ci governa, e che forse sarebbe il caso di dire basta a tutto questo, di mettere in pratica ciò che a parole siamo bravi a dire tutti...Io vorrei cercare di evitare che certe disgrazie accadono di nuovo, ma per poterlo fare è necessario attuare un piano di sicurezza, sistemare le strade, evitare che la gente guidi in stato di ebrezza, soprattutto  punizioni più severe e non come qui da noi che la legge viene paragonata ad una barzelletta.....Quando perdi qualcuno di molto caro, soprattutto in certe circostanze, la vita cambia totalmente, ti poni domande cui non riesci a trovare risposte, tutto ciò che puoi fare e affidarti alla fede, accettando ciò che non puoi cambiare..Ma la giustizia deve intervenire, bisogna trovare il modo di attuare delle misure di sicurezza..Troppe vite sono state spezzate.

Nota n°1475
con fedesimo il 15/08/2011 * 17:15
4 mesi che non sei più..dopo 4 mesi lei guida nuovamente...ed è venuta al bar dove io e nostri amici brindiamo ogni mese alla tua nuova vita da guardiano di stelle..non so se riuscirò ad avere giustizia per te..compagno della mia vita..ma lotterò perchè nessuno debba perdere qualcuno come noi abbiamo perso te!!!! SIMO SEI SEMPRE CON NOI!!! tiamo Fede

Nota n°1474
con simonapey_ il 12/08/2011 * 08:47
moreno nel 2/11/2010 verso le 17 30 all'uscita dal lavoro attraversando la strada "da dieci anni in quel tratto" venne investito da un albanese 23 enne che surerando il limite di velocita' da (50) a 130km moreno monari venne cosi' investito e perse la vita aveva 31anni a lasciato mamma papa' venuto a mancare 4 mesi dopo e due sorelle di 9 mesi piu' piccole e 3 nipotini. il dolore mi fa cercare conforto da chiunque possa chiedere giustizia.

Nota n°1473
con   angeloantonio il 07/08/2011 * 16:42
http://www.youtube.com/watch?v=JM5z5mFYX4s&feature=related AIFVS al TG con il vicepresidente Maurizio Galli Angeli sul Omicidio Stradale

Nota n°1472
con salvatore il 02/08/2011 * 13:31
MI ASSOCIO AL GRANDE DOLORE DEL SIG. DE STEFANO PER LA PERDITA DEL PROPRIO FIGLIO ALEX E SUCCESSIVAMENTE DELLA CARA MOGLIE. LO RIPETO ANCORA UNA VOLTA ANCHE SE MI DUOLE  DIRE CERTE COSE: IN ITALIA PER AVERE UNA PENA CERTA BISOGNEREBBE CHE QUESTO ATROCE DOLORE LO PROVASSE QUALCHE POLITICO TRONCANDO LA VITA PROPRIA O DI QUALCHE FAMILIARE, SOLO COSI VERREBBE CAMBIATA QUESTA LEGGE INFAME.
SALVATORE FERRO AUTOFERROTRANVIERE DI CATANZARO

Nota n°1471
con Dany il 13/07/2011 * 08:15
Cara dolce Elisabettalunedì sarà per noi una giornata di ricordi e di nostalgia,non ci si abitua mai al dolore, nemmeno passassero mille anni.Voglio ricordarti bella,sorridente e con il mondo in mano, ma soprattutto voglio ricordarti come il dono più grande che potessi aver ricevuto nella mia vita.A Te che sei,sei stata e sarai mia sorellaper sempre insieme noi!

Nota n°1470
con   angeloantonio il 08/07/2011 * 17:03
http://www.youtube.com/watch?v=xVe1ynyEbAI AIFVS Costruiamo La Cultura della Sicurezza StradaleUn Messaggio Sociale

Nota n°1469
con   alberto il 05/07/2011 * 17:48

Vi invio uno slogan pensato come deterrente per le stragi del sabato sera:

" L'alcool e la droga ti fanno viaggiare,
ma difficilmente ti riportano a casa. "

Alberto Senatore da Giffoni Valle Piana - Salerno.


Nota n°1468
con   angeloantonio il 30/06/2011 * 14:00


Giovedì 30 giugno dalle ore 9,00 in poi l'Avvocato Gianmarco Cesari, legale convenzionato AIFVS, assieme al direttore di Quattroruote Emilio De Leidi saranno ospiti di UNOMATTINA su RAI UNO condotta da Gerardo Greco e Georgia Luzzi per discutere delle proposte di legge di riforma sull'omicidio stradale e delle vittime della strada.

Nota n°1467
con   angeloantonio il 19/06/2011 * 21:34
AIFVS Raccolte Firme Sostegno Per L'Omicidio Stradale Legge C.3274 1 Tappa Qualiano (NA)19 Giugno 2011 Raccolta di Firme Qualiano (NA)

Guarda il video


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus Unisciti a noi per contrastare la criminalita' stradale,la guida azzardata,trasgressiva e pericolosa,o sotto l'effetto di alcol o droga.per equiparare lo statodi coma irreversibile all'omicidio,per stabilire la competenza del tribunale e non piu' del giudice di pace per le lesioni gravi e gravissime.Sostieni con la tua firma la proposta di legge C.3274 dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada,ferma ancora alla Camera! Sollecitiamoil Presidente Fini a Portarla avanti! Sollecitiamo tutti i partiti ad impegnarsiLA SICUREZZA E LA GIUSTIZIA NON SONO NE? DI DESTRA E NE? DI SINISTRA!
www.vittimestrada.org

Nota n°1466
con   angeloantonio il 10/06/2011 * 17:20
Il Vero Sballo e Vivere Fiaccolata del 9 Giugno a TorreAnnunziata (NA) con la partecipazione delle sedi di Aversa e Napoli sede Flegrea
 vedi il video ultima parte http://www.youtube.com/watch?v=o4cv5hiG-24&feature=relmfu

Nota n°1465
con   angeloantonio il 10/06/2011 * 17:16

 1 parte vedi  il video http://www.youtube.com/watch?v=2BbRiLyYno4&feature=channel_video_title

Il Vero Sballo e Vivere Fiaccolata del 9 Giugno a TorreAnnunziata (NA) con la partecipazione delle sedi di Aversa e Napoli sede Flegrea


Nota n°1464
con BARBARA il 08/06/2011 * 17:18

Un saluto e un'abbraccio a tutti quelli che mi hanno ricordato nel giorno del mio compleanno.

Alice!


Nota n°1463
con   angeloantonio il 06/06/2011 * 01:31

Nota n°1461
con   vigenzia il 02/06/2011 * 10:06
Volevo segnalarvi l'iniziativa del comune di Firenze che si chiama "ergastolo per la patente". In pratica si vuole presentare un disegno di legge che preveda il ritiro della patente A VITA a chi, in stato di ebbrezza o avendo assunto droghe, causi un incidente mortale. Servono 50.000 firme. Il sito è: www.omicidiostradale.it, ma trovate informazioni anche su www.corriere.it .

Nota n°1460
con   angeloantonio il 24/05/2011 * 16:19

vedi il video http://radioaversastereo.blogspot.com/2011/05/fiaccolata-per-mario-grieco.html


Questa fiaccolata è anche un momento per ricordare tutte le vittime innocenti della strada
per rammentare alle istituzioni che è fondamentale la prevenzione per fermare questa strage

I problemi della sicurezza stradale e della giustizia riguardano tutti, nessuno escluso!
Noi ci siamo uniti per fermare la strage ed affermare il diritto alla vita e alla giustizia.

Mario Grieco, un giovane ventenne, due anni fa ha perso la vita in un grave incidente stradale avvenuto nella piazzetta Serenella di Licola Mare (Giugliano).
Fu investito da un Audi A3 che procedeva ad alta velocità causando alla vittima gravissime lesioni e la morte, dopo un volo di 40 metri. Il conducente, un ragazzo di ventiquattro anni, dopo aver avvisato i soccorsi scappò senza prestare soccorso alla vittima, che morì a seguito delle gravissime lesioni riportate.
Il giovane conducente (F. S.) è stato denunciato per omicidio colposo e stato di ebbrezza per aver rinunciato ad effettuare i test etilici. Sul luogo non sono stati trovati segni di frenata dell’auto ma solo pezzi di lamiera dello scooter, sparsi ovunque. L’auto invece presentava il lato anteriore sinistro distrutto.

L’AIFVS si è costituita parte civile nel processo seguita dall’avvocato Gianmarco Cesari che tutela ancha la famiglia della vittima e dichiara: ” Il processo Grieco è motivo di particolare interesse ed attenzione per l’associazione a causa della gravità e pericolosità sociale ai fini della tutela dell’interesse collettivo in quanto l’imputato, già autore di grave incidente stradale in precedenza, in base ad una testimonianza assunta dal difensore delle persone offese nell'ambito delle indagini difensive sembrerebbe aver intenzionalmente provocato la rovina a terra della vittima. Dopo aver causato l’incidente ed essersi reso conto di aver ucciso secondo, la testimonianza, il criminale stradale fuggì senza prestare alcun soccorso. Lo stesso Speziani rifiutava poi di sottoporsi agli accertamenti sullo stato di alterazione psicofisica. La condotta posta in essere dall'imputato ha causato non solo la violazione delle situazioni giuridiche soggettive facenti capo alle persone offese che hanno prestato il consenso alla costituzione della AIFVS ma anche la lesione di interessi collettivi la cui seria tutela è perseguita dalla AIFVS effettivamente e concretamente a livello nazionale ed in modo esemplare e rappresentativo di tutte le vittime di reati sulla strada per dar loro giustizia e soprattutto per dar giustizia ai superstiti familiari congiunti, vittime conseguenti alla strage stradale”.


Nota n°1459
con   carla il 07/05/2011 * 18:54
grazie Daniela.Un caro saluto a te.Ilia e Valerio

Nota n°1458
con   Daniela82 il 06/05/2011 * 23:25
Un saluto a Valerio e alla sua Mamma Ilia.
Grazie

Nota n°1457
con   angeloantonio il 05/05/2011 * 22:06

http://www.youtube.com/watch?v=v2Q4f3oos5g&feature=share

La Sua Auto in Sosta Impedisce la Visuale
6 Mesi di Reclusione


Nota n°1456
con   angeloantonio il 27/04/2011 * 23:44
AIFVS Matrix I Giovani e lo Sballo L'incubo del Sabato sera 1 parte                                  http://www.youtube.com/watch?v=hmHdShHlrcE



www.vittimestrada.org/pages/demo.php

Nota n°1455
con BARBARA il 24/04/2011 * 14:40

Se la Pasqua significa Risurrezione ........

......Buona Pasqua!

Barbara sorella di Alice.


Nota n°1454
con   ferruccio il 14/04/2011 * 07:54
dimostrare contro la prescrizione breve,possibilmente con altre organizzazioni.

Nota n°1453
con   angeloantonio il 29/03/2011 * 00:24
Ubriaco alla guida uccise Ugo, Genny e Peppe. Condanna a cinque anni. E' rivolta guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=prBcHTcQMak

Nota n°1452
con BARBARA il 27/02/2011 * 12:08

Anche se nn sei vittima della strada ti ricordiamo comunque.

Ciao Yara!

Barbara sorella di Alice.


Nota n°1451
con   Luigi il 26/01/2011 * 20:05
Salve
Sono uscritto all'associazione e abito a Mazzarinv, vorrei segnalare una situazione molto pericoloso riguardo ad una strrada urbana, come facccio?
Grazie
Luigi Augello

Nota n°1450
con   carla il 06/01/2011 * 06:05
grazie Barbara. Un pensiero caro a Alice e un abbraccio a te.Con affetto,ilia mamma di Valerio

Nota n°1449
con BARBARA il 04/01/2011 * 16:39

Un saluto a Valerio e alla sua Mamma Ilia.

Ciao da Barbara sorella di Alice.   


Nota n°1448
con BARBARA il 29/12/2010 * 11:57

29/12/2010

7° Anniversario:

Ciao Alice!

tua sorella Barbara.


Nota n°1447
con BARBARA il 25/12/2010 * 14:24

Ciao,ho visto il video del natale per noi disperati e mai frase è più giusta per noi.

Il 29 dic saranno 7 anni che mia Sorella nn cè più,il dolore è lancinante e il vuoto incolmabile.

Per noi Familiari sn cominciate due settimane di ricordi che in questo periodo si riacutizzano perhè sn enfatizzati dalla felicità altrui che un tempo era anche la nostra.

Io vivo assieme a mio marito e nn mi sento di privarlo dei simboli del natale,ma inconsciamente abbiamo fatto un patto lui addobba l'albero l'8 dic e io il 6 gen lo tolgo.  

Passeranno questi momenti io credo che un giorno ci rincontreremo e allora sì che sarà sempre natale.

 Nel frattempo vi auguro di passare queste festività in tranquillità.

Ciao da Barbara  sorella di Alice.


Nota n°1446
con   angeloantonio il 19/12/2010 * 22:10
AIFVS NATALE PER NOI DISPERATI vai al video   http://www.youtube.com/watch?v=Zy9AXU3RTAM

Nota n°1445
con   angeloantonio il 15/11/2010 * 12:39
AIFVS Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada.i Nostri Angeli Guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=FIL47gc4zyA

Nota n°1444
con   angeloantonio il 12/11/2010 * 01:20

‎AIFVS 10 novembre 2010 in udienza dal Santo Padre. 1 parte

guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=wCyx5eKfZPo


Nota n°1443
con   angeloantonio il 12/11/2010 * 01:15

AIFVS 10 novembre 2010 in udienza dal Santo Padre. 2 parte

guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=WmLrE1pCLkg


Nota n°1442
con   angeloantonio il 11/11/2010 * 14:47

AIFVS 10 novembre 2010Donata a Benedetto XVI. il valore della vita


Nota n°1441
con   Luigibiagio il 03/11/2010 * 19:54
Biagio omicidi stradali e non incidenti stradali giustiziaperinostriangeli

Nota n°1440
con   angeloantonio il 03/11/2010 * 00:55


 




AIFVS La Strage Continua Anno 2010..15 Minuti di Orrori.

E SCONSIGLIATO ALLE PERSONE IMPRESSIONABILI


Nota n°1438
con   biagioLuigi il 30/10/2010 * 23:00
Foto della Fiaccolata del 31luglio 2010 per tutte le vittime della strada sede di AversaVedi le foto http://www.facebook.com/album.php?aid=2050017&id=1184877686

Nota n°1437
con   admin il 27/10/2010 * 19:22
Trasmissione del FUORI TG.
 Sono ospiti della trasmissioni ospiti associati all'AIFVS
Alexio Davoli e Mario Genovese papà di Giuseppe Giorgio Genovese


Prima parte


Seconda parte

 
Filmati ospitati da Youtube a cura di Antonio Nasti che ringraziamo

Nota n°1435
con Martina_Martegani il 21/10/2010 * 18:15
Gent.mo,sono Martina, una studentessa di Ingegneria civile al politecnico di Milano.Vorrei segnalarvi questa iniziativa a cui ho partecipato la  settimana scorsa: il concorso si chiama Roads to Respect ed è organizzato da ETSC (EUROPEAN TRANSPORT SAFETY COUNCIL) a Bruxelles. Il progetto prevede di migliorare un tratto di strada ai fini della sicurezza stradale con soluzioni low costs e di eseguire una campagna di convincimento delle autorità locali. in poche parole, dovrei far approvare il mio progetto dal comune e dalla provincia. 
vorrei chiederVi consigli, suggerimenti, critiche sulla mia idea...
in ogni caso, tutte le informazioni sul mio progetto (problematiche, soluzioni, dati aci...) le trovate qui:
http://www.facebook.com/home.php?sk=group_160183827337508 (gruppo sp12 cairate-cassano magnago)
e qui:http://www.etsc.eu/R2R-events.php (progetto di Martina Martegani)

Grazie davvero per la collaborazione,
Martina

Nota n°1434
con   angeloantonio il 13/10/2010 * 23:26

AIFVS MILLE FIACCOLE CONTRO LE STRAGI STRADALI PER ANTONIO ALBORETTI IL GRIDO DELLE MAMME

guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=feZeh9_ZBeo


Nota n°1433
con   mario il 09/10/2010 * 18:40
Sono un insegnante esperto in educazione stradale. Avrei necessità di scaricare i video di "metticilatesta" ma se tento esce solo una scritta che dice che non ho i requisiti necessari. Potete fare qualcosa?

Nota n°1432
con BARBARA il 07/10/2010 * 16:54

.........Anche se non per un incidente stradale sei purtroppo anche tu vittima di questa società..............

CIAO SARAH!

Barbara sorella di Alice.


Nota n°1431
con   angeloantonio il 17/09/2010 * 00:39

IL ‎13 SETTEMBRE 2010 ORE 19,00 NELLA VILLA COMUNALE E STATA POSTA DAL SINDACO SALVATORE ONOFARO INSIEME AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE, E ALTRI ASSESSORI, IN PRESENZA DEI FAMILIARI DEI 3 ANGELI UGO GENNY E GIUSEPPE,E ALTRI FAMILIARI DI VITTIME DELLA STRADA UNA TARGA RICORDO PER TUTTE LE VITTIME DELLA STRADA, PRESENT...E ANCHE L'ASSOCIAZIONE ITALIANA FAMILIARI E VITTIME DELLA STRADA,,,,,,,,,,presenti Biagio Ciaramella, Antonio Nasti e luigi Cimmino
GUARDA IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=sTwarB-e6OQ


Nota n°1430
con   angeloantonio il 16/09/2010 * 00:04

SCENDIAMO IN PIAZZA IL 18 SETTEMBRE ORE 10,00 CONTRO LA GIUSTIZIA ITALIANA A NAPOLI PALAZZO DI GIUSTIZIA CENTRO DIREZIONALE VIENI CON NOI...........
SENZA GIUSTIZIA NON CE SICUREZZA......... PERCIO' PARTECIPA CON NOI TUTTI..... NON FA CHE UN GIORNO ANCHE TU SARAI COME NOI SENZA GIUSTIZIA......

http://www.facebook.com/group.php?gid=60738441048#!/event.php?eid=113780138674176&ref=mf


Nota n°1429
con   angeloantonio il 14/09/2010 * 02:24

Intervento dell'avvocato Gianmarco Cesari dell'AIFVS COMMEMORARE PER NON DIMENTICARE Ugo Grande Gennaro Russo e Giuseppe Pennacchio e tutte le vittime della strada
PRESENTE ANCHE L'ASSOCIAZIONE ITALIANA FAMILIARI E VITTIME DELLA STRADA
E ALTRE ASSOCIAZIONI

GUARDA IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=7NmIbry7QSQ


Nota n°1428
con   angeloantonio il 14/09/2010 * 00:55

La fiaccolata ed il Consiglio Straordinario al Comune di Qualiano (NA) per ricordare Ugo, Giudeppe e Gennaro

http://www.teleclubitalia.it/articolo.asp?id=3563


Nota n°1427
con   angeloantonio il 11/09/2010 * 02:58

AIFVS IN RICORDO DI GIUSEPPE MIRAGLIA

 Guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=8dhUzduoagE


Nota n°1426
con   angeloantonio il 11/09/2010 * 02:04

AIFVS UCCISI SULLA STRADA,CALPESTATI DALLA GIUSTIZIA

guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=sMPrwjexUHM

AIFVS COORDINAMENTO REGIONALE CAMPANIA GRUPPO SU FACEBOOK.
QUESTO GRUPPO PARTECIPERA' ALLA MANIFESTAZIONE PER PROTESTARE PER LE INGIUSTIZIE DELLA GIUSTIZIA IL 18 SETTEMBRE 2010 SOTTO AL PALAZZO DI GIUSTIZIA DI NAPOLI CENTRO DIREZIONALE IL GRUPPO PATRTECIPERA' CON ALTRE ASSOCIAZIONI


Nota n°1424
con Luisa76 il 09/09/2010 * 11:30
complimenti per questa lodevole iniziativa.

Nota n°1423
con BARBARA il 08/09/2010 * 17:25

Ciao,

Ho guardato il video,

quante Vite spezzate,

quante Famiglie che nn sanno più cosa è la felicità.

Un Saluto da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1422
con   angeloantonio il 06/09/2010 * 01:04

AIFVS Per un momento solo per un momento

GUARDA IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=pcQhwbPruwA


Nota n°1421
con   tizianamonesi il 03/09/2010 * 15:37

Volevo esprimere la mia solidarietà a Gabriella.

La mia mamma è morta investita da un'auto sulle strisce pedonali il 18 maggio scorso. Aveva 82 anni, stava bene,solo un pò di osteoporosi, è uscita di casa salutando mio padre e mio figlio per andare a trovare una sua amica ricoverata in ospedale e non è più tornata.

Dopo poco sono riusciti a rintracciarmi, ma quando sono arrivata in pronto soccorso era già intubata per le gravi lesioni subite,sono riuscita ad abbracciarla solo un attimo e poi è arrivato l'elicottero per trasportarla al pronto soccorso dell'Ospedale Maggiore di BO dove è deceduta alle 21.30.

Dice che non l'ha vista e probabilmente è vero perchè non ha neanche frenato travolgendola e passandoci sopra, andava forte in centro abitato, e le prime indagini dimostrano che probabilmente era distratto.

Ora lui vive,lavora e può continuare la sua vita dopo aver ammazzato mia madre.

A me all' improvviso in quel maledetto giorno di mia madre è rimasta la catenina che aveva al collo e una pozza di sangue sulla strada.

Ogni momento penso a lei, mi manca e mi sento sola.

Un abbraccio a Gabriella.

Tiziana


Nota n°1419
con   liking il 26/08/2010 * 09:44
TUTTE  LE  COSE  STUPENDE  CHE  POTEVI  FARE............MA  E'  ANDATA  IN UN MODO  CHE  NON  AVREI  MAI  IMMAGINATO ......LA TUA  MORTE............ERI  L'ARIA  CHE RESPIRAVO,  LA LUCE  DEI MIEI OCCHI!!!!!!  ORA  NON  RESPIRO  buy fake true religion online
cheap true religion jeans on sale
discount true religion jeans
buy cheap True religion

Nota n°1418
con   angeloantonio il 22/08/2010 * 21:32

LETTERA DI DENUNCIA della mamma di DEBORA RADANO

questo e il primo linck per leggere la denuncia http://www.giornaledelcilento.it/it/madre_coraggiouna_mamma_scrive_all_assassino_di_sua_figlia_un_ge nitore_muore_quando_il_figio_muore.html

Scrivo a chi ha ucciso mia figlia. "Un genitore muore quando il figlio muore"
questo e il secondo linck  http://agropolilive.com/2010/08/22/lettera-di-denuncia-della-mamma-di-debora-radano/


Nota n°1417
con   angeloantonio il 22/08/2010 * 02:07

PERCHE UNA VITA NON MUOIA

Far si che una vita non cada il silenzio su una giovane vitA
DARE VITA ALLA GIUSTIZIA,DARE GIUSTIZIA ALLA VITA

VEDI IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=qDZENfosvc4


Nota n°1416
con   nonnaluciana il 19/08/2010 * 15:56

DANIELE   UMBERTO.......E  IL PICCOLO  ANGIOLETTO  M  TERESA.
PER  VOI  FIGLI MIEI...
HO SENTITO  LE VOSTRE   VITE NASCERE DENTRO DI ME..... E  METTEVO INSIEME LA GIOIA  CON LA PAURA ,DI NON

SAPERE  ESSERE  MAMMA ........UNA MAMMA BAMBINA  ,PICCOLI UOMINI...... IL VOSTRO PRIMO PIANTO...  VI SIETE FATTI

SPAZIO  NEL  MIO MONDO ,CRESCENDO E GIOCANDO  CON VOI ,UNA MAMMA  TROPPA BAMBINA  ..GRANDE FORZA NEI

MOMENTI  BUI..L'UNICA RAGIONE PER ANDARE  AVANTI E  CERCARE DI CRESCERE IN FRETTA  E  RISOLVERE I PICCOLI

PROBLEMI ,CHE  PER VOI  ERA' IMPOSSIBILE  RIUSCIRCI  ,MA IN REALTA ERANO SCIOCCHEZZE.OSSERVATORI  SILENZIOSI

DELLE  MIE PICCOLE TRISTEZZE ,COMPLICI  .AMICI , FIGLI......... UMBERTO E DANIELE  NON CI SONO PIU'!!!!! SONO NELLA 

LUCE  DI  DIO , MA NON PER LORO VOLONTA  MA PER COLPA  DEGLI  UOMINI  CHE  NON RISPETTANO  LA LORO  VITA  E

TANTOMENO  QUELLA  DEGLI  ALTRI ..........PICCOLI UOMINI........  VIVRO' ATTRAVERSO  I VOSTRI RICORDI  LE  VOSTRE

PICCOLE GIOIE, VIVRO'  PER GLI ALTRI FIGLI  E I MIEI  BELLISSIMI  NIPOTINI ,MA  NULLA  SARA' PIU' COME PRIMA  ,UN

LUNGO CAMMINO MI ATTENDE  TUTTO IN SALITA  ,E PIENA DI FERITE MOLTO PROFONDE,E  A  OGNI PASSO  CHE FARO' 

SARA  SEMPRE  PIU' DOLOROSO,IL VOSTRO RICORDO E' VIVO DENTRO ME  ,E NESSUNO  POTRA MAI  UCCIDERE,CI SONO

ANCORA  MOLTE COSE  DA FARE  E SARANNO SEMPRE PIU' DOLOROSE ,NON VEDERVI CRESCERE,  NON VEDERE  I VOSTRI

FIGLI ....... VEDERE  TUTTI I GIORNI IL  DOLORE,DEI VOSTRI FRATELLI ,NEGLI OCCHI  DEI NIPOTINI  ,E DEI NOSTRI FAMILIARI

 ,E' VERAMENTE  TROPPO  DOLORE  PER  ME  UNA  MAMMA BAMBINA  ,CHE E' CRESCIUTA  ATTRAVERSO  IL DOLORE.LA

MIA SOLA CONSOLAZIONE  E' CHE UN GIORNO  VI RIVEDRO' E  POTRO' RIABBRACIARVI  FORTE  FORTE  ,MI MANCATE...... 

TANTO  OGGI   TRE  ANNI  DALLA TUA  SOMPARSA  DANIELE  IL MIO CUORE  E' DOLORANTE  E SANGUINANTE..........

AVERE  TE  DOPO  LA MORTE DI UMBERTO TU  COSI  PICCOLO ...   DOLCISSIMO..... E  ALLEGRO   SEMPRE  CON  LA VOGLIA

DI GIOCARE...... L'UNICO  NOSTRO   SCOPO ERA   RENDERE  LA  TUA  VITA   MERAVIGLIOSA  E  TU  RICAMBIARCI,CON 

TUTTE  LE  COSE  STUPENDE  CHE  POTEVI  FARE............MA  E'  ANDATA  IN UN MODO  CHE  NON  AVREI  MAI 

IMMAGINATO ......LA TUA  MORTE............ERI  L'ARIA  CHE RESPIRAVO,  LA LUCE  DEI MIEI OCCHI!!!!!!  ORA  NON  RESPIRO

,,,,, E NON  VEDO ..... SENTO SOLO DOLORE MAMMA  LUCIANA


Nota n°1415
con   angeloantonio il 12/08/2010 * 15:31

Incidente stradale a villaricca. Qualiano L'ultimo saluto ai suoi ANGELI Gennaro, Ugo e Giuseppe.

il video
http://www.youtube.com/watch?v=2qBVS2f-94I


Nota n°1414
con Nico il 11/08/2010 * 17:00

PALERMO - E' morta all'ospedale Villa Sofia durante l'intervento chirurgico d'urgenza alla testa la bambina di 10 mesi, Greta Longo, investita col gemello Samuele su un passeggino, sospinto dal nonno sulle strisce pedonali in via generale Streva a Palermo. Il fratellino è ricoverato nel reparto di neonatologia, in condizioni meno gravi. Il nonno Pietro Falcone, 64 anni, e la zia Aurora Falcone, 32, sono ricoverati nello stesso ospedale. Le loro condizioni non destano preoccupazione anche se l'anziano dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico per un frattura alla mandibola.

L'impatto è avvenuto all'incrocio tra le vie generale Streva e maggiore Toselli, nel centro della città. Dopo un tamponamento tra una Peugeot 206 e una Opel Meriva, quest'ultima ha travolto sulle strisce pedonali il passeggino e prima di fermarsi ha anche cozzato contro l'Ape di un venditore ambulante di frutta. Ricoverato all'ospedale Civico il conducente della Opel, Walter Gregorio, 31 anni, non in gravi condizioni. Illeso Angelo Ferrante, 43 anni, al volante della Peugeot.


Nota n°1413
con   renato il 09/08/2010 * 13:45
CASTELLABATE Fuori strada con l’auto: gravissimi tre ragazzi 5 08 2010 L’incidente stradale è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì nella frazione di Ogliastro Marina. Quattro giovanissimi, tre residenti del napoletano e una giovane del posto, tutti di età compresa tra i 18 e i venti anni, sono finiti fuoristrada mentre a bordo di una Fiat ‘Grande Punto’, percorrevano la strada che porta a San Marco CASTELLABATE. Quattro feriti, di cui tre gravissimi, in un incidente stradale avvenuto nella notte di ieri nel Comune di Castellabate, nella frazione di Ogliastro Marina. I quattro, tre residenti del napoletano e una giovane del posto, tutti giovanissimi di età compresa tra i 18 e i venti anni, sono finiti fuoristrada mentre a bordo di una Fiat “Grande Punto”, percorrevano la strada che collega i centri di Santa Maria di Castellabate e San Marco, nel Cilento. Subito soccorsi da tre ambulanze del 118 e dai carabinieri, tre dei quattro giovani coinvolti sono stati ricoverati negli ospedali della zona per le gravi ferite riportate. Al momento, due di essi, una ragazza di diciotto anni, del posto, e un’amica, residente del napoletano, si trovano nel reparto di Rianimazione del San Luca di Vallo della Lucania, entrambe per un trauma cranico. Un terzo giovane, anch’egli di diciotto anni, è invece stato trasferito presso l’ospedale di Pozzuoli: le sue condizioni sono gravissime.

Nota n°1412
con   angeloantonio il 08/08/2010 * 23:58

INCIDENTE STRADALE MORTI 3 RAGAZZI A VILLARICCA NAPOLI

http://www.youtube.com/watch?v=7cLA1hAdjHs


Nota n°1411
con   angeloantonio il 18/07/2010 * 13:13
Ospiti i ragazzi del grande fratello Roma 22 giugno 2010 Camera dei Deputati Palazzo Marini - Via del Pozzetto, 158
il video http://www.youtube.com/watch?v=MUeNwW8u2D0

Nota n°1410
con Anna il 10/07/2010 * 10:15
Ho perso mio figlio tre anni e mezzo fa, in un incidente stradale. Aveva vent'anni. Non riesco ad accettare la sa morte ed ancora ho impresso nella mente quel maledetto giorno. Spesso mi chiedo cosa ho fatto in questi tre anni... non lo so. Sto solo sopravvivendo. Famiglia, casa, lavoro. Aspetto non so cosa. Oggi ho una nuova cosa a cui pensare, mi toglie qualsiasi altro pensiero dalla testa. Per crisi aziendale verrò messa in cassa integrazione e non si sa se al termine della stessa verrò riammessa al lavoro. E' stato soppresso il mio posto di lavoro nel senso che verrà accorpato in in altro ufficio. Ho una anzianità di servizio di 28 anni ed ho 53 anni. Nell'azienda ho ricoperto molti ruoli di responsabile in vari  settori ed attualmente mi occupo della contabilità interna delle nostre 5 aziende e sono la repsonsabile del caf interno. Ho chiesto: perchè io? perchè io che ho una professionalità e anzianità di servizio e non l'altro/a che ha una anzianità di un anno o di due anni? del resto io ho fatto anche il lavoro che stanno facendo loro, tra l'altro come responsabile.
E' una cattiveria allontanare una donna di 53 anni che difficilmente troverà lavoro .. che è monoreddito e che potrà andare in pensione solo tra 7 anni.
La verità?
A causa della morte di mio figlio ho avuto molti problemi a livello fisico. Sono spesso stata assente dal lavoro. E' questo il vero motivo.
Al danno si aggiunge la beffa.

Per dovere di cronaca: stiamo affrontando la ituazione con i sindacati ovviamente. Ancora non hanno raggiunto un accordo. Ma per la mia azienda il tempo deve essere breve.
Grazie per lo spazio un saluto a tutti

Nota n°1409
con   carla il 20/06/2010 * 18:23

certo Barbara, è come dici tu, e ognuno di noi cerca un suo modo per sopravvivere al dolore.

ciao, con affetto, ilia


Nota n°1408
con BARBARA il 20/06/2010 * 12:18

Ciao Carla,

pensa che noi invece in casa siamo sommersi di foto di Alice,ogni persona vive il lutto in maniera differente,ma nn per questo vuole più o meno bene al proprio caro.

Se cmq un giorno ti sentirai di inserire Valerio negli op.fammi sapere.

Intanto vi abbraccio .

Ciao da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1407
con   carla il 18/06/2010 * 22:00

Barbara cara,.ti ringrazio infinitamente del tuo pensiero; mio figlio Valerio non c'è negli op. Nonostante condivida e apprezzi profondamente il fine, il coraggio e la forza di tutti i familiari che hanno pubblicato le memorie  dei loro Cari, io non ce la faccio ....non ho neanche una foto esposta in casa...ti abbraccio,un carissimo pensiero a Alice.

ilia, mamma di Valerio


Nota n°1406
con BARBARA il 18/06/2010 * 17:40

Per Carla/Ilia

Mi puoi dire dove si trova il tuo familiare negli op delle memorie che lo passo a trovare?

Grazie ciao da Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1405
con   angeloantonio il 09/06/2010 * 14:08
Il 1 Giugno 2010 con la sede dell'AIFVS di Ogliastro Cilento nel aula consiliare con la presenza della presidente Giuseppa Cassaniti Mastrojennie le autorita' del Cilento si e tenuto il convegno sulla sicurezza stradale questi sono i tre videi degli l'interventi della nostra presidente Giuseppa Cassaniti Mastrojeni
1 video  http://www.youtube.com/watch?v=o8IbCWnLJMY
2 video http://www.youtube.com/watch?v=e_8XIdmB9mg 
3 video http://www.youtube.com/watch?v=2q220J3gwiM 



 



 

Nota n°1404
con   salvatoreferro10 il 31/05/2010 * 13:59

dopo la mia dichiarazione fatta su questo sito nota n°1395 del 27/04/2010 speravo che una mattina alzandomi leggessi sui giornali la notizia che la nuova vittima della strada fosse un noto politico o parente di esso, invece per l'ennesima volta tocca a uno dei nostri figli.

quindi detto questo purtroppo la legge non cambierà mai


Nota n°1403
con   biagioLuigi il 10/05/2010 * 09:13
AIFVS Siamo Tutti Pedoni campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada,Bambine e bambini (da 5 a 80 anni!) si fanno strada. In bicicletta allegri Appuntamento: domenica 9 maggio 2010 ore 9,30 Piazza Giovanni Paolo II° (Scampia)(NA)Insieme con le istituzioni (VII Municipalità), le scuole (V circolo),le associazioni Amnesty International, Associazione parenti Vittme della Strada e l'attore di "un posto al sole" Luca Riemma Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada e stata presente con le sedi di Napoli e Aversa con Alessandro Petrosino,Biagio Ciaramella, e Antonio Nasti


http://www.youtube.com/watch?v=rrAscpwHU14

Nota n°1402
con   GIUMAR il 02/05/2010 * 12:12
Ciao Ginevra, sono Giusy, ci siamo conosciute alla riunione dell'assoc. sabato scorso..spero tu stia bene, ti mando un abbraccio forte e un dolce pensiero alla tua Cristina.

Nota n°1401
con   admin il 02/05/2010 * 09:31

Ciao Pilar, Il filmato di sky  di cui hai mandato il link, abbiamo pensato di inserirlo in un articolo del nuovo servizio che è cominciato qualche giorno fa "Video e media" Il filmato di  Valerio si trova nella sezione "testimonianze 1." dove si possono inserire anche i commenti dei visitatori.  link:

Ciao Giorgio


Nota n°1400
con Pilar il 02/05/2010 * 01:27
Grazie Carla :)

Nota n°1399
con   carla il 30/04/2010 * 13:51

Grazie a te Pilar,parole giuste e sagge le tue. Grazie tantissime Valerio -non sarà  vana la tua testimonianza,anche se fosse una sola persona, giovane o meno.. a essere sensibilizzata. Un caro saluto e un abbraccio,iliae


Nota n°1398
con Pilar il 29/04/2010 * 23:54
Volevo segnalare a tutti un video dell'intervista che SkyTg24 ha fatto lunedì scorso a mio fratello Valerio, VITTIMA DI INCIDENTE STRADALE quasi 18 anni fa. Il video è andato in onda su SkyTg24 in questi giorni e l'hanno messo, non so per quanto tempo, online sul sito.E' visionabile al seguente indirizzo:http://video.sky.it/?bclid=53147617001&bctid=81692797001#video

Anche se come al solito il tempo destinato al servizio è veramente ridotto, credo che tutto quanto detto da mio fratello sia molto incisivo... Vi prego per quanto possibile di divulgarlo utilizzando il seguente link: http://video.sky.it/?bclid=53147617001&bctid=81692797001#video 
soprattutto tra i giovani! Se può essere di monito a chi, sprovvisto dell'adeguata responsabilità ed esperienza che la strada richiede, si mette alla guida pensando che la strada sia solo sua, che "al massimo posso solo morire o rimanere su una sedia a rotelle", DIVULGHIAMOLO! Purtroppo i danni sono spesso peggiori di questi... Nella società in cui viviamo, una persona che subisce danni al cervello (e di conseguenza anche fisici) spesso è più discriminata ancora di chi ha "solo" (e chiedo scusa, non voglio sminuire questo tipo di danno...) perso l'uso delle gambe...I giovani pensano di essere immortali! Ma come vi sentireste se capitasse anche a voi di procurare un incidente a terzi, e li rendeste come mio fratello? COME MINIMO in colpa, no?! E SE CAPITASSE A VOI?Pensiamoci...Grazie per divulgarlo!!!

Nota n°1396
con FabioPatrick il 27/04/2010 * 18:30
...Evidentemente...SI !!! Ma deve essere anche figlio di un politico mooolto importante.

Nota n°1395
con salvatoreferro10 il 27/04/2010 * 14:32

dopo l'ennesima strage famigliare verificatasi giorno 24 aprile 2010 dove un giovane, non solo  ubriaco ma senza patente causava la morte di tre persone venendo rilasciato dopo appena 1 giorno di carcere in cambio degli arresti domicialiari.          

mi chiedo: per cambiare questa legge, con pene certe e severe  (come in altri paesi ) che attualmente è a favore di questi criminali , deve morire un figlio di un politico o di una qualsiasi persona importante?                                                                                        


Nota n°1394
con   Roberta74 il 25/04/2010 * 21:56
Ieri è trascorso. Domani deve ancora venire.
Noi abbiamo solo l'oggi.


Nota n°1392
con   gerardo il 24/04/2010 * 07:51
MENTRE CARMINE ERA A TERRA DOPO L'INCIDENTE E NON ERA PIU' TRA NOI MA TRA GLI ANGELI, UN MARESCIALLO DEI CC HA DETTO, DOPO TRE ANNI IN TRIBUNALE E MAI PRIMA, CHE “HANNO SPOSTATO LA MACCHINA PER CONSENTIRE IL TRANSITO DEI VEICOLI, PERCHE’ AL MOMENTO NON SI ERANO RESI CONTO DELLA GRAVITA’ DEI FATTI! INOLTRE 80 METRI SONO DIVENTATI 8 METRI E PER FINIRE, PRESENTE SUL LUOGO DELL’INCIDENTE UN UFFICIALE DEI CARABINIERI APPARTENENTE AI R.I.S. CHE NON RISULTA NEI MILITARI OPERANTI SUL POSTO”!
UN PO’ TROPPO NON VI SEMBRA?
MA DAVVERO CREDONO CHE SIAMO TUTTI STUPIDI?

Nota n°1391
con Michel il 20/04/2010 * 12:18

da poco sono stati 4 anni e mezzo che se ne andato il mio amico. 

Nessuno ti dimentica caro Paolo, perché sei e sarai sempre nei nostri cuori, con un diverso ricordo per ciascuno di noi, perché hai saputo offrire ad ognuno di noi delle emozioni diverse, ma ci hai fatto accomunare la fantastica amicizia per te! CIAO!


Nota n°1389
con MANUMED il 11/04/2010 * 00:02
ciao giovanni

ciao a tutti scusate se stufo

domani e già 14 anni che è morto il mio amico e collega di lavoro in un incidente stradale con la moto.

Una preghiera da parte vostra per chi ci crede per lui che sono sicuro che è già da tempo in paradiso perchè possa continuare ha darmi dei consigli buoni dal cielo.

 

CIAO AMICO DEL CUORE GIOVANNI!!!!


Nota n°1388
con BARBARA il 04/04/2010 * 12:21

Serena Pasqua a tutti.

Barbara sorella di Alice


Nota n°1386
con   avvocatomusicco il 30/03/2010 * 19:43

Cara Anna Maria,

il Fondo di Garanzia deve risarcire i danni subiti per colpa di un pirata della strada.

Naturalmente occorre fornire prove sul fatto e sulla dinamica.

A disposizione per ulteriori chiarimenti la saluto cordialmente.

avv.Domenico Musicco Aifvs


Nota n°1385
con AnnaMaddalenaBelcaro il 27/03/2010 * 12:35

Desidero che sia lanciato l'appello per ritrovare il pirata della strada che mi ha investito il 16 aprile 2009 alle ore 9.00 di mattina in località Vigalone tra Montescano e Stradella (PV).

Inoltre la procedura per ottenere il risarcimento da parte dell'assicurazione "Vittime Pirati" non ha dato alcun esito.

Cordiali saluti.

Anna Maddalena Belcaro


Nota n°1384
con   amalia il 25/03/2010 * 18:44
In data 23 novembre 2007 mio padre è deceduto mentre era a bordo del suo ciclomotore a causa della presenza di un nutrito gruppo di cavalli incustoditi (questi cavalli hanno un proprietario) sulla strada travolgendolo. a distanza di tre anni sappiamo solo che le indagini sono chiuse con un indagato, quanto tempo ci vuole ancora per avere un "poco" di giustizia?

Nota n°1383
con   avvocatomusicco il 17/03/2010 * 09:00

cara luciana,

la famiglia Zara ha ha affidato la difesa al mio studio per quanto riguarda il procedimento civile.Cercheremo almeno ora di ottenere un po' di giustizia visto che nel procedimento penale in cui non c'eravamo con l'Aifvs la giustizia è stata negata.


Nota n°1382
con   Luciana il 12/03/2010 * 18:45
VERGOGNA ddd a Tempio Pausania, 231 euro per la vita di Alessandro Zara. Possibile che non esiste un pò di giustizia? Possibile che rovinare la vita ad una persona e a tutte quelle che gli vogliono bene costi solo 231 euro???? VERGdGNA ddddddd

Luciana

Nota n°1381
con   Stirpes il 10/03/2010 * 20:51
Mussomeli: cultura e memoria mussomelese

Nota n°1380

Per tutti i viaggiatori, in vista del 9 Marzo, giorno in cui tradizionalmente si facevano benedire automobili, motocilette, ecc. e si ricordava la Co-Patrona di Roma (insieme a San Pietro e Paolo), protrettrice dei viandanti e dei poveri.

Francesca Romana 


Nota n°1379
con   angeloantonio il 09/02/2010 * 23:58
Cari Iscritti al AIFVS su fb da tempo si e' formato un gruppo GLI ANGELI DELLA STRADA siamo quasi tutti iacritti della AIFVS in questo gruppo raccogliamo tutti i ricordi dei nostri Angeli la ci sono foto e videi dei nostri Angeli se qualche familiare vuole ricordare il suo Angelo per il suo compleanno ho la sua salita in cielo.SE e' interessato puo' mandarci la sua data di questi eventi  piu' foto puo' srivere antonio.nasti@gmail.com  ci conto un'abbraccio

Nota n°1374
con Patrizia_Q il 24/01/2010 * 15:57

Ciao Barbara, mio figlio è nel primo opuscolo, Andrea Averardi.

I fratelli di Sergio, Fabio e Patrick Toscano, sono nel decimo opuscolo.

Un caro saluto da parte mia e grazie del pensiero.e


Nota n°1373
con BARBARA il 24/01/2010 * 13:33

Ciao, volevo lasciare un messaggio per Patrizia Q e Sergio:

X favore mi dite dove posso trovare sul sito i vostri Cari per poter passare a fargli un saluto?! 

Grazie ,ciao da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1372
con   marstef il 20/01/2010 * 17:39
Cara Ada, ci accomuna la stessa sorte, mio figlio 14enne e morto i 18 novembre 2008, per le stesse coincidenze, solo che lui un motorino neanche lo possedeva, era passeggero quando sono stati travolti da una .........non saprei come definirla e attendiamo come te che qualcuno ci dia notizie. Le indagini si sono chiuse ad ottobre, ma ad oggi non sappiamo ancora niente. La storia di mio figlio la trovi nell'opuscolo 10 ROBERTO BELVISO.
Un abbraccio Stefania.d

Nota n°1371
con   AdaCarratta il 19/01/2010 * 18:11
Il 10 luglio 2008, mio figlio Carlo, 14 anni, è stato ucciso da un'auto in corsa mentre attendeva di svoltare a sinistra con il suo scooter:era fermo sulla destra della strada per un eccesso di prudenza dato che aveva il patentino solo da 20 giorni! nonstante l'evidente colpa dell'autista (un ragazzo di 19 anni), tra l'altro confermata totalmente dalla perizia, noi attendiamo ancora giustizia. Sono trascorsi quasi 19 mesi da quel giorno e non c'è momento in cui io non speri in una chiamata o una lettera dalla giustizia: è uno schifo!io sono indignata di fronte alla superficialità e il disinteresse con cui sono affrontate queste tragedie, la mia famiglia non è a conoscenza di quali provvedimenti siano stati presi nei confronti di questa persona e mi domando: ma è normale? o è un trattamento riservato solo a noi? se c'è qualcosa che io dovrei fare e non ho fatto vi prego di farmelo sapere.

Nota n°1370
con BARBARA il 02/01/2010 * 16:18

Grazie a Patrizia,Sergio e Cat per aver ricordato Alice.

Auguro a voi e a tutti quanti un anno tranquillo (per quella che può essere rimasta per noi la tranquillità).

Ciao da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1369
con BARBARA il 28/12/2009 * 16:49

Cara Alice

domani saranno 6 anni che ci hai lasciato,

ricordo intensamente ma anche dolorosamente, i nostri ultimi attimi passati assieme.

Mi manchi tanto.

Ti voglio bene.

Tua sorella Barbara   


Nota n°1368
con   carla il 10/12/2009 * 07:38
Savignano: camionista accusa malore, salvato da agente della Forestale

 da Romagna.it

 

9 dicembre 2009 

SAVIGLIANO - Stava percorrendo al volante di un tir la superstrada che collega Palazzo del Pero a Molin Bianco, in provincia di Arezzo, quando ha accusato improvvisamente un malore perdendo il controllo del mezzo. Un 25enne di Savigliano sul Rubicone, V.R., è stato tratto in salvo da Mario Lanzi, un ispettore della Forestale di Arezzo, grazie ad una spettacolare manovra. Il militare era a bordo di un auto guida da un collega quando ha visto il camion procedere a zig zag.

 

A quel punto ha fatto affiancare la vettura google_protectAndRun("ads_core.google_render_ad", google_handleError, google_render_ad); al mezzo pesante, e vi è salito in corsa mettendosi alla guida e fermandolo. Quindi ha dato l'allarme al "118". Sul posto è giunta un'ambulanza che ha soccorso l'autotrasportatore romagnolo. Ora si trova ricoverato nel reparto di Neurologia dell'ospedale di San Donato, dove i medici gli hanno riscontrato una emorragia sub-aricnoidea ed una commozione cerebrale.

 

Il 25enne ha poi spiegato che venerdì scorso aveva avuto un incidente stradale vicino a Siena ed era stato portato al pronto soccorso per aver battuto la testa. Qui, dopo gli accertamenti del caso, lo hanno dimesso ritenendo non ci fossero ragioni per ricoverarlo.

(Ogni tanto una storia a lieto fine.. e che bel gesto umano e di coraggio!)


Nota n°1367
con   renato il 08/12/2009 * 19:26
martedì 08 dicembre 2009 - 08:46
Baronissi (SA) - Incidente sul Raccordo. Morto un 24enne E' di un morto e due feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto intorno alle 4 di stamani sul Raccordo autostradale Avellino-Salerno tra le uscite di Lancusi e Baronissi. Nella collisione sono rimaste coinvolte due autovetture ed un furgone. A perdere la vita un ventiquattrenne di Cava de Tirreni che era alla guida della propria utilitaria. Sul posto la polizia stradale di Eboli e le squadre dell'Anas. La circolazione sulla corsia Sud che collega il capoluogo irpino a quello salernitano è stata interrotta per alcune ore.Astone Teresa sede Ogliastro Cilento (SA)

Nota n°1366
con   biagioLuigi il 06/12/2009 * 23:39
Prima giornata ricordo delle vittime su strade casertane di Antonio Arduino il 4/12/2009 amministratore Giornali - www.pupia.tv aversa



Prima giornata ricordo delle vittime su strade casertane
di Antonio Arduino il 4/12/2009

TRENTOLA DUCENTA. Secondo dati statistici ufficiali ogni giorno sulle strade italiane 14 persone vengono uccise, 893 ferite e oltre 20 riportano danni personali ... ... di gravità tale da diventare invalide in maniera permanente a seguito di incidenti provocati da pirati della strada che restano quasi sempre impuniti. Purtroppo molte dellle persone coinvolte sono cittadini dell'agro aversano, in particolare giovani e giovanissimi. Una osservazione che ha dato spunto alla sezione aversana “Vittime della Strada” presieduta da Biagio Ciaramella, papà del 19enne Luigi deceduto il 31 luglio 2008 proprio a seguito di un incidente stradale, di promuovere la Prima Giornata del Ricordo delle Vittime delle Strade casertane. L'iniziativa nasce sulla scia della Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada patrocinata dall'Onu e dalla Federazione Italiana Gioco Calcio svoltasi il 15 novembre scorso, per volontà dei familiari di sei giovani deceduti, come Luigi, a seguito di incidenti stradali. E' finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica, ma soprattutto a richiamare l'attenzione delle Istituzioni tutte affinché ciascuna, per la propria parte, faccia quanto è in suo potere per fermare queste stragi che distruggono in un attimo una vita per uccidere nel tempo, lentamente tutti quanti la condividevano.

“Per questo - dice Ciaramella - in accordo con le famiglie dei sei giovani uccisi la manifestazione si articolerà in due momenti”. “Il primo - continua il presidente dell'Aivs aversana - sarà di ricordo. Un ricordo che porteremo nelle case della gente attraverso una fiaccolata che si snoderà per le strade di Trentola-Ducenta, comune di residenza del 20enne Giovanni Cecchini, del 20enne Nicola Iorio e del 16enne Salvatore Giorgio Di Guida, e del 16enne Puca Alfredo e del 19enne Marco Giannino vittime della strada stroncate da incidenti rimasti senza colpevoli”. “Il secondo momento - prosegue - sarà dedicato ad alla sottoscrizione di una petizione da inoltrare al Ministero dell'Interno e a quello della Giustizia perché si comprenda, una volta per tutte, che non è logico attribuire ai morti la responsabilità degli incidenti di cui sono rimasti vittima, lasciando impuniti i colpevoli. Colpevoli che, anche quando vengono individuati, se la cavano con un'accusa di omicidio colposo, cui fa seguito una condanna che non viene neppure scontata, se si tratta di incensurati”.

“Una punizione inesistente, che - osserva - contrasta con quelle che vengono comminate a coloro che maltrattano gli animali o che semplicemente li abbandonano per strada. Con tutto il rispetto per coloro che amano gli animali ritengo non si possa accettare che la vita umana venga messa al disotto di quella degli animali”.

“Tornando alla manifestazione che si terra il 12 dicembre - conclude Ciaramella - invito pubblicamente il sindaco di Aversa ad affiancare quello di Trentola-Ducenta che ha già garantito la sua presenza, affinché l'Amministrazione comunale della città sede dell'Associazione Italiana Vittime della Strada non brilli, come già avvenuto, per assenza in un’occasione di solidarietà che meno di un mese fa ha avuto grandi consensi in Italia e nell'intera Europa”.

 

Nota n°1365
con   renato il 02/12/2009 * 18:24
AIFVS -SEDE PV DI SALERNO
 L’ associazione Nazionale Familiari e Vittime della Strada si è
costituita parte civile attraverso i legali e Gianmarco Cesari e
Gianluca Iaione , nel procedimento penale a carico di Buonocore
Salvatore per aver causato in un incidente stradale  la morte della
giovanissima Debora Radano di 16 anni..
I legali rappresentavano il padre Radano Renato e la madre Astone
Teresa parti civili per la perdita della amatissima figlia.Il Buonocore
è stato condannato alla pena di anni 1 di reclusione, nonché alla pena
accessoria della sospensione della patente di guida per la durata di 1
anno.Il Buonocore ha richiesto il giudizio abbreviato da cui lo sconto
di pena considerate le prove incontrovertibili della sua esclusiva
responsabilità nella causazione dell’ evento mortale.
Il giudice per le indagini preliminari di Salerno non ha adottato, 
la pena che i familiari si aspettavano. L’associazione AIFVS evidenzia
ancora come per un omicidio, anche se colposo,  una pena base di due
anni a cui applicare tutte le altre diminuenti, come nel caso di specie
è vergognosa e testimonia come il legislatore italiano tratti allo
stesso modo un omicidio e una contravvenzione edilizia !  Tuttavia il
Tribunale di Salerno ha inflitto una pena risarcitoria pesantissima
all’ omicida condannandolo alla restituzione in favore delle parti
civili di tutti i danni materiali e morali causati dalla sua condotta
.
L’ evento mortale fu commesso in data 17.6.2008 quando il Buonocore
alla guida del suo motociclo 125 in località Capaccio senza averne l’
abilitazione alla guida, superando di molto il limite di velocità con
un motociclo riconosciuto dal consulente in pessimo stato di
manutenzione sbandava  e disarcionava la giovane Debora che a causa
dell’ impatto con un palo della segnaletica stradale decedeva dopo 13
giorni all’ ospedale di Vallo della Lucania .
I genitori della giovanissima Debora, peraltro responsabili della
sede di Ogliastro Cilento dell’ AIFVS, non si danno pace.
“Nulla ci può restituire Debora e il pensiero che chi ha ucciso
nostra figlia continua a girare libero sulle strade ci riempie di
rabbia, la sospensione della patente per anni uno  inflitta al
Buonocore è troppo bassa.  Adotteremo nuove azioni legali anche nei
confronti del proprietario del motociclo che pur sapendo il pessimo
stato di manutenzione ed il fatto che il Buonocore lo utilizzasse senza
essere abilitato lo ha comunque affidato a lui avendo anch’ egli gravi
responsabilità nella perdita della nostra adorata figlia. Il
risarcimento servirà – continuano i genitori – anche a sostenere le
iniziative dell’ AIFVS e il “Progetto per Deby” che mirano entrambi ad
evitare ad altri genitori il nostro profondissimo ed inestirpabile
dolore”.

Nota n°1364
con   renato il 02/12/2009 * 00:24
Grazie Giudice Pellegrino ,le sono molto grata per avere eseguito la legge in perfetta sintonia per la morte di mia figlia ,e il rispetto della famiglia di un innocente,e per avere avuto rispetto dell' associazione AIFVS costituitasi parte civile in questo processo..una sentenza esemplare non c è che dire,forse per l'uccisione di una animale la pena era sicuramente piu congrua...VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA...Ma se per lei questa è giustizia. evviva la giustizia Italiana. Lo so che questa lettera non servirà a migliorare la mia vita,  potra solo peggiorarla,dopo una sentenza del genere posso solo dirle che in questo PAESE ,RIUCCIDETE CHI MORTO GIA E'...MA IN FONDO CHE REATO HA COMMESSO CHI HA CAUSATO LA MORTE DI MIA FIGLIA???ha solo ammazzato un essere umano di soli 16 anni!!!E' ORA DI FINIRLA CON QUESTA FARSA DELL'OMICIDIO COLPOSO...In questo Paese si continuano a difendere gli assassini fregandosene del dolore dei FAMILIARI delle vittime....E' VERGOGNOSO E PIETOSO IL MODO DI FARE GIUSTIZIA IN ITALIA!!STATE ABITUAANDO QUESTO PAESE ,ALL'IDEA CHE LA VITA VALE MENO DI UNO ZERO...DISGUSTATA E' DIRE POCO..SI VERGOGNI..
Resp,sede Ogliastro Cil
Teresa Astone

Nota n°1363
con   renato il 01/12/2009 * 20:24
Oggi primo dicembre 2009 abbiamo assistito all'ennesimo processo farsa.
Noi Radano Renato ed Astone Teresa, responsabile sede A.I.F.V.S. di Ogliastro Cilento(SA) ,siamo convenuti presso il tribunale di Salerno assistiti dall'Avv.Gianmarco Cesari e per suo conto Avv.Iaione Gianluca in merito al processo per omicidio colposo nei confronti di Buonocore Salvatore reo di aver cagionato la morte di nostra figlia Radano Debora.
In aula erano presenti inoltre il legale di Generali Assicurazioni, Avv. Bonfrisco ed il legale difensore dell'imputato Avv.Pastorino nonchè il p.m.Dott.Polito Mariacarmela, udienza affidata come il 22 settembre al giudice Dott.Pellegrino Vincenzo.Hanno discusso animatamente solo gli avvocati noi genitori non abbiamo avuto il permesso di parlare dal giudice Pellegrino.
La Dott.ssa Polito ha chiesto 12 mesi di reclusione per l'imputato nonostante l'Avv.Cesari aveva richiesto in sede istruttoria la concessione del massimo della pena avallata senza riserva dalla Dott.ssa Polito.
Non ha avuto neanche il coraggio di guardare mia moglie Teresa in viso, VERGOGNA, un p.m. che ha lasciato intravedere in procura un volto umano condizionato, si fa per dire, dall'essere mamma prima di tutto.
Al termine delle conclusioni degli avvocati il giudice Pellegrino ha sentenziato 12 mesi di reclusione piu' 12 mesi di sospensione della patente.VERGOGNA.
Noi genitori siamo indignati e fortemente motivati ad andare avanti anche in sede Civile contro chi ha distrutto la nostra vita.
Non avremo pace fino a quando nostra figlia Debora otterra' la giustizia che merita.
Renato e Teresa resp.sede Ogliastro Cilento(SA).

Nota n°1362
con   biagioLuigi il 28/11/2009 * 23:30
(Pensiero di Biagio papa di Luigi) c'e gente che ammazza i figli e vengono sbattuti in prima pagina senza pietà...e poi  a noi genitori che gli vengano ammazzati i propri cari con un incidente stradale tutti fanno finta di niente... ma non e lo stesso un omicidio? e noi morti viventi...  posiamo solo combattere che non capiti anche a voi persone indifferenti... e che non entriate mai a far parte di (www.vittimestrada.org) ma sappiate che basta un secondo a cambiarvi la vita e non si può più tornare indietro.....

Nota n°1361
con Pilar il 28/11/2009 * 01:26
Buonasera a tutti...
Stasera stavo guardando "I Liceali", un telefilm di Canale 5 sicuramente visto da tantissimi adolescenti perché è fatto davvero bene, è simpatico, e come protagonisti ha due ex protagonisti anche di "Distretto di Polizia", Giorgio Tirabassi e Claudia Pandolfi.
C'è un punto in cui Claudia Pandolfi, che nel telefilm interpreta una professoressa, si trova in auto con un'altra sua amica e collega mentre vanno a scuola la mattina, e in più seduta sui sedili dietro c'è la figlia di Tirabassi che è un'alunna del liceo...Alla radio improvvisamente trasmettono una bella canzone, e allora tutte e tre si mettono a "ballare" sedute in auto...
La cosa raccapricciante è che pur essendo in movimento, e alla guida, Claudia Pandolfi stacca entrambe le mani dal volante alzandole al cielo per ballare, anche se solo per qualche secondo, ma lo fa due volte... Capisco che sia una fiction, capisco che, credo, solitamente queste scene alla guida sono effettuate con un camion della troupe che precede a velocità moderata l'auto, ma comunque l'auto viene DAVVERO guidata su strada...
Però, non vi ricorda forse il video di Vernarelli che girò su internet e in televisione su tutti i telegiornali ai tempi dell'incidente e della morte delle due ragazze irlandesi?!Che messaggio hanno mandato a tutte le centinaia, le migliaia di ragazzi/e che l'hanno visto? Eppure è una trasmissione così fatta bene... Che peccato! d
http://www.youtube.com/watch?v=D8uv5evejA4(Dopo il minuto 1:00)

Nota n°1360
con   carla il 23/11/2009 * 07:22

un'esperienza a Venturina ( LI ) che richiama negli stessi termini quello che scrive Riccardo:

" MULTA AL BAR CHE INVITAVA A UBRIACARSI"

Pubblicità nel mirino del garante, il gestore dovrà pagare 25 mila euro

Venturina " Vieni nel nostro locale....potrai ubriacarti fino a tarda notte con le tue birre preferite".

Una trovata pubblicitaria sciagurata che è costata parecchio alla società gestore del locale " Los Panineros"

L'autorità garante ha infatti raccolto l'esposto dell'AIFVS ( Associazione italiana familiari e vittime della strada )comminando una sanzione di 25 mila euro ai gestori del locale per pubblicità ingannevole.Il fatto risale all'ottobre 2006, mese in cui fu inagurata la birreria venturinese, che dal 5 marzo 2007 ha cessato l'attività.


Nota n°1359
con   franco2 il 22/11/2009 * 19:06
riecsi a scannerizzarlo e mandarmelo per mail a familiarivittimestradamo@alice.it 
grazie

Nota n°1358
con riccardo il 22/11/2009 * 14:43

sono riccardo ed abito a Firenzuola prov. di Firenze (appennino tosco-emiliano); ho in mano un volantino che testualmente recita: 21 novembre 2009 fuori orario music pub uscita autostrada roncobilaccio; "speciale animazione con le ragazze ceres che regaleranno gadget AI MIGLIORI BEVITORI DI CERES TOP" per tutta la serata birra ceres 2x1. mi chiedo: è mai possibile che dopo tutte le informazioni date da singole persone ed istituti seri e dopo tanti sforzi fatti  per sensibilizzare i giovani sui danni che l'alcool provoca specialmente se si ha la pretesa di guidare un automezzo, leggere simili volantini che invitano non solo al consumo ma addirittura premiati per l'abuso di alcool? Dovrebbero essere pur perseguiti questi avventurieri che approfittando delle palesi debolezze dei giovani per guadagnarsi due mesi di vacanza ai caraibi, incrementano tristemente i bilanci delle imprese funebri, intasano i vari pronto soccorso e le camere di rianimazione di molti ospedali e la vendita di ausili per para e tetraplegici.

con immenza gratitudine

riccardo


Nota n°1357
con   ARIANNA il 19/11/2009 * 19:47

Piera,

questo è l' indirizzo della sede di Aosta:

Maria Teresa Zonca presso Centro Servizi per il Volontariato della Valle d'Aosta Via Xavier de Maistre n.19 11100 Aosta Tel. (num. verde) 800-90.35.79 Cell. 335.6616915

Arianna


Nota n°1356
con   ARIANNA il 19/11/2009 * 19:40

Piera, io sono di Roma, ma contattta una sede vicino a te parla con il responsabile e fatti mettere in contatto con qualche mamma.

Io nel frattempo cerco di aiutarti via internet !!!

Un abbraccio

Arianna


Nota n°1355
con   Piera il 18/11/2009 * 22:48
cerco mamme della valle d'aosta che hanno perso i loro figli sulle strade per eventuali comunicazioni e sostegno reciproco un abraccio

Nota n°1354
con mary il 16/11/2009 * 13:32

Ieri un mio amico doveva compiere 25 anni...

Gerva che se nn ci sei più sappi che sarai per sempre nei nostri cuori...

salutaci anche il Lama e il Sasso...

TI E VI VOGLIAMO BENE...


Nota n°1353
con   carla il 16/11/2009 * 11:07
Desideriamo condividere con tutti voi la gratificazione che abbiamo avuto ieri nella giornata del ricordo. Anche se sarà impossibile descrivere le nostre  emozioni perché sono state tante..  fino alle lacrime. Arte e sensibilità espressiva  ha fatto si che l’obbiettivo nostro nel ricordare, riflettere e sensibilizzare sia stato raggiunto   E’ stato come ricostruire  un evento,una perdita che ci ha segnato per sempre, "e insieme coniugare la nostra volontà  a ricostruire una continuità nel ricordare i nostri cari, continuità che cerca giustizia  affinchè non succeda altri altri." Un  messaggio delicato e nello stesso tempo forte per tutti , poetico, e  di conforto per noi.  Grazie a Gloria Corsini  e a Eraldo Ridi  per l’efficacia della loro installazione, grazie di cuore. Un abbraccio affettuoso a tutti, Sandra Lunghini e ilia e Carlo.  

Nota n°1352
con   valentina il 16/11/2009 * 03:06

Anche oggi "Giornata mondiale del ricordo delle vittime della strada" si è aggiunto un altro nome alla lunga lista...purtroppo a volte non è solo l'incoscienza e la disattenzione la causa, ma ci si mette anche la cattiva sorte...tra l'altro questa ragazza era amica di alcuni miei amici e ne avevo sentito parlare pochi giorni fa..sono senza parole! Ciao Paola

"ROMA (15 novembre) - Una ventitreenne di Grottaferrata è morta in un incidente verificatosi poco prima delle 5 al km 8 della via Maremmana. La giovane viaggiava su una Smart condotta da un 25enne di Frascati, che ha perso il controllo della vettura, finendo contro un albero al lato della strada, nei pressi del cimitero. La ventitreenne, P.D.P., è deceduta un'ora circa dopo il ricovero in ospedale. Ferito e ricoverato nello stesso nosocomio anche il giovane alla guida. La vittima aveva accusato un malore dopo una serata trascorsa con un gruppo di amici e aveva ceduto la sua vettura ad altri componenti della comitiva, chiedendo al proprietario della Smart di riaccompagnarla a casa. L'incidente dovrebbe essere stato causato da un colpo di sonno del conducente, dal momento che i test alcolemici e tossicologici hanno dato esito negativo."


Nota n°1351
con   Nay il 16/11/2009 * 01:36
Scrivo perchè sabato notte c'è stato un incidente, di cui sono venuta a conoscenza stamattina, sulla Cervese all'altezza di Castiglione di Ravenna. E' una strada che spessissimo percorro anch'io con la mia auto, soprattutto di notte dato che è l'unica per raggiungere le discoteche che frequento di solito col gruppo di amici. Per un sorpasso "azzardato" (c'era la nebbia), un bmw guidato da un 24enne risultato poi positivo all'etilometro e altri coetanei (tutti illesi) ha centrato in pieno una Lancia Y sulla quale viaggiavano in direzione opposta tre ragazze di 18, 20 e 22 anni. L'ultima è ricoverata in prognosi riservata e non si sa se tornerà a casa viva, le altre due sono morte sul colpo. 18 e 20 anni. Di vista le conoscevo tutte e tre, è solo che penso che loro stavano andando tranquille per la loro strada per raggiungere gli amici al mare, magari ridevano e ascoltavano la musica alla radio, e non riesco a togliermi dalla testa l'immagine di quelle povere creature, tutte belle e giovani come me, che muoiono per colpa di un imbecille che sorpassa con la nebbia, penso alla paura che hanno avuto quando hanno visto i fari dell'altra macchina che andava loro incontro e hanno capito che non potevano fare nulla, penso che non hanno sbagliato loro qualcosa, e penso a quei poveri genitori che hanno ricevuto una telefonata dei carabinieri nel cuore della notte e poi sono dovuti andare a riconoscere i corpi straziati delle loro bambine. Loro non le riabbracceranno mai più. Potranno solo piangerle sulle loro tombe. E poi immagino che quello che è successo a loro può capitare a me, o al mio fidanzato, ad un parente, un amico o a chiunque altro. E questo mi fa paura. Mi fa paura perchè io sto attenta quando guido, ma evidentemente non tutti lo fanno.

Nota n°1350
con Kety il 13/11/2009 * 15:06
Buona sera,scrivo perchè sono indignata!Poche ore fa i miei due bimbi di tre e cinque anni stavano rientrando da una gita con il pulmino del comune sprovvisto di cinture.Hanno avuto un incidente.Il bimbo grande era seduto davanto e ha subito un trauma alla bocca.La maestra mi ha subito chiamata dicendo che non era nulla di grave e che lei aveva cercato di contestare l'autista circa il fatto che mancavano le cinture.Li ha fatti salire ugualmente dicendomi che il pulman è omologato così.Ora devo sporgere denuncia al comune che sicuramente avrà le spalle coperte!Come è possibile che sia lecito trasportare bimbi così piccoli liberi senza cinture?Per fortuna è andata bene,ma cosa poteva succedere?E che responsabilità ha la maestra in tutto questo?

Nota n°1349
con   Daniele83 il 10/11/2009 * 22:57
Facebook, salve ragazzi sono un ragazzo di 26 anni, che vuole combattere una cruda realta, vivo in prov di Venezia qui ce la Famosa strada della morte ke ha come nome ROMEA ss 309 stiamo combattendo contro tutto e tutti xke si faccia qualcosa, potete aiutarci?  iscrivetevi al gruppo http://www.facebook.com/group.php?gid=96950628374&ref=ts

Nota n°1348
con Pilar il 10/11/2009 * 16:25
Solo un suggerimento... Ormai Facebook ha spopolato.. mi chiedevo se non c'è il modo di linkare come già accade in molti siti (per esempio Youtube), direttamente gli articoli delle NEWS nella propria pagina di Facebook con un semplice click... Amerei pubblicare per esempio la "pubblicità" della giornata mondiale della memoria delle vittime della strada...
Grazie :)

Nota n°1347
con   carmilla il 09/11/2009 * 12:21
Grazie Biby, per quello che fai e per averlo condiviso qui.
Un abbraccio

Nota n°1346
con   Biby il 07/11/2009 * 20:51
Volevo condividere con voi questa giornata avuta con la campagna Guida Responsabilmente sede A.I.F.V.S Bologna con tre classi di istituto Superiore...un lungo applauso dopo le mie parole.....e quell'applauso era per tutti i nostri angeli che porto sempre con me nella lotta quotidiana...è stata un'esperienza STUPENDA che continuerò perchè ci credo molto...un abbraccio a tutti voi....con affetto Biby

Nota n°1345
con   Renato il 06/11/2009 * 13:01
Vallo della Lucania: Incidente frontale, muoiono madre e figlia Ventitreenne perde il controllo della sua Panda e si schianta contro la Seicento con a bordo le due donne

SALERNO - Sono morte due persone nella mattinata di oggi, venerdì, a Vallo della Lucania a causa di un incidente avvenuto sulla variante della statale 18 nel Cilento. Secondo una prima ricostruzione, una utilitaria con a bordo una giovane di 23 anni, avrebbe perso aderenza a causa della pioggia battente, invadendo la corsia opposta e schiantandosi frontalmente con una Fiat «600» che sopraggiungeva in quel momento.

Lo schianto, violentissimo, non ha lasciato scampo alle occupanti della «600», madre e figlia residenti della zona, rispettivamente di 53 e 22 anni. Le donne sono decedute poco dopo l’arrivo dei soccorsi. Ferite lievi, invece, per la giovane che viaggiava a bordo della «Panda». Sul posto, oltre al personale del 118, è intervenuta la polizia stradale di Vallo della Lucania per effettuare i rilievi di rito e ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente.
Sede Ogliastro Cil.

Nota n°1344
con   Renato il 06/11/2009 * 12:59
Vallo della Lucania - Denunciato un barista per aver venduto otto cocktail alcolici a un minore » Cilento Notizie › Vallo della Lucania › Cronaca Un barista di Vallo della Lucania è stato denunciato dai Carabinieri per aver venduto cocktail alcolici ad un minore.

I militari sono giunti a lui, ricostruendo la vicenda dopo aver soccorso il ragazzo di 17 anni, ieri pomeriggio, in largo Calcinali di Vallo della Lucania. Il minore aveva accusato un malore ed è stato appena in tempo trasportato all’ospedale prima che andasse in coma etilico a causa della grande quantità di alcolici ingeriti. I carabinieri hanno poi scoperto che il ragazzo aveva bevuto ben otto cocktail alcolici consecutivi vendutigli dal titolare del bar che è stato denunciato.
Sede Ogliastro Cil.

Nota n°1343
con mario il 06/11/2009 * 09:28
Ho appena ascoltato su Radio24 un intervento del ministro Zaia il quale affermava che (udite, udite), da mezzanotte è possibile bere il nostro vino novello. E, pensate un po', in anticipo su quello che venderanno i francesi...., inoltre, poiché il limite alcoolimetrico stabilito dal nostro codice della strada è di 0,5 possiamo berne tranquillamente due bicchieri senza problemi!!!! Naturalmente non auguriamo al ministro che qualcuno dei suoi amici o parenti venga investito sulle strisce pedonali da un automobilista che, seguendo il suo consiglio, ha bevuto tranquillamente due bicchieri di novello per risollevare l'economia italiana alla faccia di quegli antipatici dei francesi!!!
Saluti.
Mario

Nota n°1342
con   carla il 06/11/2009 * 07:40
POESIA  DEL CICLISTA   ……………..Pedala………………. Pedala….     Pedala…              Ciclista Lungo le strade impervie e                            trafficate Lungo strade assolate o                           bagnate …..và il ciclista… che tra un                               ciarlar di battute……o con il fiatone                        scatta o controscatta ………colpo su colpo…….              Non vuol perdere la battuta…. e la fatica cerca di mitigare…….  Passa il tempo e così passano                                le ore……. Pedala……..      Pedala….               ma non strafare… RICORDATI! La legge della strada non                       &nbs p;     Perdona…… Ingenuo ciclista…….guardati         un pò attorno……. Non c’è solo la ruota del compagno         D’avventura non c’è solo il rigo bianco da guardare…………….. e alza un poco la testa….. … rivolgiti il tuo sguardo         alle meraviglie      dell’universo.  Ammira e contempla le stagioni         al tuo passare….. tra strade assolate……….. dolci primavere……. gelidi inverni…………… Pedala….        Pedala….. E rimani al tuo posto ciclista… NON DIMENTICARE!! NON ESSERE COME CHI LUNGO LE STRADE AFFOLLATE E RUMOROSE  TI SFRECCIA APPRESSO….. ……..NON ESSERI….. MA MACCHINE MORTALI!! RICORDATI NON DIMENTICARE!!............... .(....)  RENZO RABBONI  

Nota n°1341
con   carla il 05/11/2009 * 21:17
Anche a me come a Ginevra,sentire la tragica  fine di Eva mi fa rivivere l’assurda e evitabile morte di mio figlio Valerio. Qualsiasi sia la dinamica un dato di fatto è che non c’è posto sulle strade per i più deboli,siano pedoni o ciclisti, anziani o bambini.Dovremmo essere tutti corrazzati, potenti e soprattutto veloci. Vorrei essere con voi domani sera, ci sarò comunque con il pensiero.Un abbraccio e un pensiero a Eva.Ilia

Nota n°1340
con ginevra il 05/11/2009 * 17:14

Sentire la storia della tua amica Eva rivivo la storia di mia figlia Cristina Mora su opuscolo 10 accaduto  il 27042006 per colpa di una persona che io non perdonerò mai per il suo menefreghismo totale  ti sono vicina col tuo dolore e rabbiacon affetto Ginevra responsabile della sede di Arona  Novara  


Nota n°1339
con   DanielePinti il 05/11/2009 * 15:39
buongiorno.
nei giorni scorsi Eva, una ragazza di Brno che viveva a Roma e usava la bicicletta come mezzo di trasporto principale, ha perso la vita tornando a casa investita da un'automobile nel pieno centro cittadino.

alcune testate giornalistiche hanno riportato la notizia:

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Rabbia-sul-web-per-Eva-investita-e-uccisa-mentre-era-in-bici-ai-Fori-Imperiali_3950766224.html

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/09_novembre_4/ragazza_travolta_taxi_muore-1601958764754.shtml

vi segnalo che nella serata di domani venerdì 6 novembre ore 20 presso il luogo dell'incidente si terrà una commemorazione di Eva da parte dei molti ciclisti romani, costretti dalla trasversale miopia delle amministrazioni che si sono succedute negli anni a vivere sulla loro pelle (a volte lasciandocela) la mancanza di infrastrutture ciclabili che rendano sicura, rapida e sostenibile una mobilità alternativa in città, nonchè la mancata regolamentazione e riduzione di un traffico automobilistico sempre più aggressivo e squalificante.

altre info:

http://www.ciclonauti.org/?p=766

http://www.romapedala.splinder.com/post/21622779/Morire+di+traffico

http://ciclomobilisti.forumfree.net

allego un ricordo di Eva in pdf.
grazie per l'attenzione.
un saluto,
Daniele Pinti
pdf.gif
Ricordo

Nota n°1338
con Pilar il 04/11/2009 * 01:56
Ieri sera avevo accompagnato mio fratello alla trasmissione Chi l'ha visto in quanto sopravvissuto ad un incidente stradale e membro dell'Associazione.Tralasciando la qualità della "pagina" riservata all'associazione e ai familiari di vittime di pirati della strada... è stata comunque dura assistere ai servizi mandati in onda, alle parole dei parenti di persone che non ci sono più... 
Poco fa leggo l'articolo pubblicato dalla sede di Ogliastro sulla morte di Giuseppe, il ragazzo di 31 anni di Roccadaspide...
La cosa allucinante che mi sono trovata ad affrontare è che dopo aver risvegliato tutti quei ricordi e il dolore di 17 anni fa (quando mio fratello ebbe l'incidente e il nostro amico Michele che guidava e a cui apparteneva il motorino perse la vita) questa mattina il mio ragazzo abbia ricevuto una telefonata da casa (Albanella, vicino Roccadaspide) in cui gli veniva comunicata la morte di Giuseppe, suo fraterno amico. Desideriamo sempre che i nostri cari, i nostri amici, le persone a noi vicine non debbano MAI patire la sofferenza che abbiamo sofferto noi, e invece anche questa volta non l'ho potuta evitare, non avrei davvero potuto fare nulla. Forse davvero è stata la pioggia, anche se mi chiedo se verranno fatti accertamenti, per Giuseppe, per essere sicuri al 100% che non sia stata implicata magari un'altra auto in questo incidente, avvenuto presumibilmente all'ora di cena... Ma un paese intero (anzi, il suo paese e tutti quelli limitrofi!) domani lo piangerà, una famiglia, una fidanzata, il mio ragazzo... e a me si spezza il cuore all'idea di quello che tutte queste persone stanno passando! 
Perché muoiono così tante persone sulle nostre strade???!!! Dannazione!

Nota n°1337
con renato il 03/11/2009 * 20:20
Capaccio: si schianta contro un albero, muore un giovane 3 11 2009 Doveva rientrare a casa a Roccadaspide da Agropoli, dove lavora in farmacia. Quando i familiari hanno visto che tardava e non rispondeva al cellulare hanno iniziato subito a cercarlo, allertando anche i carabinieri. Purtroppo i loro timori si sono trasformati in certezza quando nella tarda serata l’auto del giovane, una Toyota Yaris, è stata ritrovata in un canale in via Gaiarda. Per il giovane, Giuseppe I., non c’era più nulla da fare. Forse a causare l’incidente è stata la pioggia che proprio nel tardo pomeriggio di ieri ha inziato a cadere copiosa sulla piana del Sele.Teresa Astone sede Ogliastro Cilento.

Nota n°1336
con   Elisaeroby il 28/10/2009 * 21:56
Buona sera a tutti.. piacere di conoscervi...Elisa...

Nota n°1335
con   PAPPULIN il 23/10/2009 * 09:39
Per Fede e per Arianna vi voglio bene anche io ,a te Arianna faccio un in bocca al lupoper la trasmissione ti guarderò Ciao a tutti

Nota n°1334
con   ARIANNA il 22/10/2009 * 22:16

... fai bene Fede... come fa bene Papullin ... ognuno di noi deve fare quello che meglio crede... noi tutti qui ci vogliamo un mondo di bene e per questo dobbiamo rispettarci ... confrontarci... e aiuitarci !!!

Baci grandi ad entrambi !!


Nota n°1333
con   carmilla il 22/10/2009 * 14:39

Arianna, sei ottimista...io il 3 Novembre ho l'ennesima udienza del processo penale....

Pappulin, ma io non ce l'ho con te. Ho solo voluto far presente che non sempre che arriva al processo penale lo fa per avere più soldi. Io lo faccio per tentare di far avere giustizia a papà, ben sapendo che anche se l'investitore avesse il massimo della pena a me papà non me lo ridarebbe mai nessuno; io sento di doverlo fare per mio padre, ma non è mia intenzione giudicare chi non lo fa, infatti io mi sono costituita parte civile e mia sorella no, ma non per questo le voglio meno bene. Non mi faccio illusioni, e so che sicuramente se la caverà con un niente, ma per poter andare avanti con la mia vita io devo tentare, e devo gridarlo al mondo che mio papà è stato ucciso. Il processo penale è il mio modo per gridarlo al mondo. Ti ripeto, io non ce l'ho con te, figuriamoci, siamo qui per aiutarci tra di noi, e anche parlarci così ci può far bene.e


Nota n°1332
con   PAPPULIN il 22/10/2009 * 13:01
Cara carmilla ,purtroppo non è come dici tu io ti auguro che il tuo sia un caso diverso e che tu possa ottenere giustizia ,ma non credere che io non l'avreii voluto per mio figlio ,io e tanti altri come noi ,poi sono daccordo con te che ogniuno fa e deve fare la sua scelta ,anche noi ci siamo costituiti parte civile ,anche noi abbiamo rinunciato a molti soldi,mio figlio aveva raggione su tutto ,aveva soli 15 anni è una vita davanti ,eppure non è bastato,non è bastato ottenere giustizia , è stato condannato per omicidio colposo cioè niente ,ha avuto per otto mesi il ritiro della patente dato che era incensurato a ottenuto il patteggiamento ,e come dici tu i soldi gli ha dati l'assicurazione ,ma questa purtroppo è la legge e noi non possiamo fare altro nessuno qui a ottenuto giustizia per i nostri cari e nussuno ci ha ripagati o ci ripagherà mai il nostro dolore ,sai quante volte mi sono sentita in colpa per non essere andata avanti ,ma quando ripenso a tutte le cose che mi sono sentita dire :che mio figlio non aveva sofferto perchè era morto sul colpo ,che cè un listino prezzo per tutto,che quella somma presa era solo per pagare il nostro dolore,che mio figlio non è stato pagato nemmeno un soldo ,è stato valutato meno di una macchina ,è che non si da valore alla vita di umana in questo caso di un ragazzo ,che non ha provato la gioia di essere padre ,marito ecc.quindi quando ci ripenso allora so di aver fatto la cosa giusta ,almeno per me ,tanto vederlo marcire in galera è stato solo un sogno nessuno me lo avrebbe mai concesso ,con questa scelta o dato pace a mio figlio e a me stessa ,ma questo non signifa che giudico persone che vanno avanti ,ogniuno vive il propio dolore a modo suo ,io ti abbraccio forte è spero che tu non ce l'abbia con me e ti auguro tutta la serenità che meriti .

Nota n°1331
con   ARIANNA il 22/10/2009 * 12:07

Fede,

non è proprio così l' investitore rischia il blocco dei beni e il sequestro degli stessi, se  il risarcimento danni supera la franchigia del massimale assicurativo. Esempio se il massimale è un milione di euro e il Giudice ritiene che il risarcimento deve essere di un milione e mezzo ... il resto lo deve risarcire di tasca propria l' investitore... sono casi rari ... succede quando la macchina investe più persone e l' assicurazione non riesce a coprire tutto l' indennizzo... per i nostri papà non sarà così... il 28 gennaio cmq te lo farò sapere c'è il primo appello del processo penale di papà.

Baci Ari


Nota n°1330
con   carmilla il 22/10/2009 * 10:31
Pappulin, la scelta di intraprendere un'azione penale è personale ed insindacabile, ma io personalmente ho deciso di fare questa scelta proprio perchè l'investitore di mio padre non mi potrà mai risarcire il dolore, ma io voglio che la sua responsabilità sia pienamente riconosciuta e che paghi la pena più alta possibile. Non so quanti soldi mi daranno, ma so a quanti ho rinunciato per costituirmi parte civile, e ti assicuro che non erano pochi, ma il valore di mio padre è inestimabile, e io voglio cercare di dargli giustizia, e se non ci riuscirò sarà doloroso, ma non come lo sarebbe stato se avessi chiuso tutto l'anno scorso accordandomi con l'assicurazione. Non sempre chi va al processo penale lo fa per avere più soldi. D'altronde l'investitore cosa rischia? I soldi li mette l'assicurazione, e se non gli tolgo almeno qualche ora di sonno con l'idea di una condanna penale è come se non avesse fatto nulla, come se uccidere una persona con la macchina per disattenzione non fosse un vero omicidio....mio padre non se lo merita.

Nota n°1329
con   PAPPULIN il 21/10/2009 * 15:49
Ciao Fabiana ,no non sei cattiva quello che ti fà parlare così è il dolore e la rabbia che hai dentro purtroppo solo noi che ci siamo passate possiamo capire come ti senti ,come vi sentite tutti in famiglia ,quello che è successo a tuo fratello e un storia che ho già sentito ,purtroppo la penso anche io come te il giudice non ha fatto il suo dovere ,ma tra l'altro chi lo fà ? si cerca sempre di dare la colpa a chi non ce più ,a chi non può difendersi e purtroppo neanche  noi come famiglia possiamo farlo ,perchè non siamo in grado di farlo non abbiamo la mente lucida il dolore è devastante ,so quello che dico ,purtroppo io ho perso mio figlio ,guarda la concidenza anche lui si chiama Fabio come tuo fratello ,e nonostante fosse tutto lampante chi lo ha ucciso gli ha tagliato la strada non fermandosi allo stop ,lasciandolo morto sul colpo ,volevano dargli il concorso di colpa che mio figlio non aveva ,abbiamo lottato anche grazie all'avvocato ,accettando una somma ridicola come rsarcimento ,per dargli la piena raggione non abbiamo inoltrato neanche la causa penale a cosa sarebbe servito ? solo ad avere una manciata di soldi in più ,non è questa la giustizia che volevo ,mio figlio non ha nessun prezzo ,per questo cara Fabiana capisco come ti senti ,io ti auguro che tuo fratello possa darti un pò di pace e serenità Ciao un bacio a te e alla tua famiglia .

Nota n°1328
con fabiana il 20/10/2009 * 22:27

sono fabiana e da 11 anni ho perso mio fratello Fabio in un incidente erano in quattro chi guidava nemmeno un graffio l'altro accante poco o niente la ragazza dietro rimasta invalida ma viva parla cammina lavora e mio fratello morto sul colpo. 9 anni per chiudere 2 cause una penale che si è risolta con il patteggiamento e non si sa se il ritiro della patente e l'altra civile dove, non avendo indossato le cinture di sicurezza, un giudice giovane e forse poco esperto per non dire poco "giudice" ha dato un concorso di colpa del 50% a mio fratello come dire ".. sei morto perchè nn indossavi le cinture e non perchè chi guidava non solo non è stato responsabile dei passeggere ma nemmeno intelligente nel capire di avere 3 vite e rispettive famiglie a cui pensare..". noi restimo nel nostro dolore e lui continua a fare la sua vita forse meglio di prima, senza aver ricevuto una adeguata punizione, senza rendersi conto di quello che ci ha portato via e in che modo... forse sono cattiva ma spesso ci penso che possa arrivare qualcuno a portargli via la cosa più importante della sua vita, proprio come lui ha fatto a noi..... E non ho neppure parole per un giudice incapace ed inesperto come quello che è toccato a noi, che non è stao nemmeno in grado di "punire" questo ragazzo ormai diventato uomo..... e che uomo.


Nota n°1327
con   PAPPULIN il 16/10/2009 * 12:08
Ciao Celtic , so che la tua non è una posizione facile  e credimi apprezzo il tuo gesto e il tuo coraggio ,ma devi capire il nostro dolore e la nostra rabbia rivolgendomi a te mi ha dato l'impressione di farlo con la persona che ha investito mio figlio ,però con la differenza che lui non mi ha mai chiesto scusa per quello che ha fatto non ci ha mai cercati ,ma forse è meglio così anche se spesso mi chiedo quale sarebbe stata la mia reazione se  me lo fossi trovato davanti ,chissà se avrebbe fatto quello che stai facendo tu quindi vedi alla fine le tue parole hanno fatto un pò breccia nel mio cuore ,forse il motivo è che da quando Fabio e volato in cielo non ho mai messo quella persona nei miei discorsi e nel mio dolore ,ma quando il discorso viene fuori ,quando sento storie analoghe allora mi esplode la rabbia ,il rancore ,e il dolore è più forte e dopo lo sfogo penso alle parole di mio figlio che mi disse in un sogno quasi subito dopo :Mamma non piangere doveva andare così,avevo finito il mio tempo ,e quella persona che tu odii  tanto è stato solo il mezzo per farmi tornare dove dovevo andare . Spero che le sue parole siano un sollievo anche per te non posso dire altro Ciao

Nota n°1326
con   Celtic il 16/10/2009 * 10:49

Ciao PAPPULIN. Sono molto colpito e addolorato per quello che è successo a tuo figlio, alla vostra famiglia. Ti prego di credermi quando scrivo che il mio post voleva solo significare che non tutte le persone che causano un incidente sono dei pirati della strada, folli alla guida di un mezzo, pazzi furiosi in mezzo ad una strada, insensibili, contenti del fatto che la propria vita continui e dimentichi del dolore che han lasciato nelle vite degli altri. Volevo solo far capire che queste cose ti capitano anche se sei convinto di essere un buon e attento guidatore e invitare tutti ad essere ancor più prudenti. Non cercavo le vostre giustificazioni o assoluzioni, perchè non sono nella posizione di chiederle e voi tutti, che qui siete la parte offesa e meritate giustizia ed attenzione, non siete nella posizione di concederle.  

Mi dispiace molto per vostro figlio e per il vostro dolore. Mi dispiace per il dolore che tutti gli altri utenti di questo sito hanno esternato per la perdita dei propri cari.

Per piacere anche se ritenete di essere guidatori prudenti, sforzatevi di esserlo ancor di più.


Nota n°1325
con   PAPPULIN il 14/10/2009 * 17:03

Ciao Giovanni ,sono contenta che tu abbia aperto gli occhi ,essere prudenti e rispettare poche regole faranno in modo da non provocare altro dolore

ti auguro una buona giornata CIAO


Nota n°1324
con   PAPPULIN il 14/10/2009 * 16:47
Ciao celtic ,ho letto il tuo racconto e le risposte che ti sono state date ,pur apprezzando il tuo gesto di voler rendere publico il tuo sbaglio non posso giustificarti ,è vero quello che dici che gli incidenti possono capitare ma quello che non dovrebbe capitare e che per un vostro sbaglio si perdono delle vite umane voglio crederti quando dici che non bevi ,che non sei un drogato ,ma non pensi che se ti saresti fermato a una piazzola di sosta a riposare qualche ora quella persona sarebbe ancora viva e forse anche la tua vita sarebbe diversa ,vedi io sono quattro anni che piango mio figlio ,aveva soli 15 anni ,ad ucciderlo è stata la tua stessa leggerezza un uomo con in macchina moglie e figli ,non si è fermato allo stop e ha tagliato la strada a mio figlio in un attimo a spezzato la sua vita e la nostra ,sarebbe bastato poco ,bastava solo che si fermasse così come doveva essere e lasciava passare mio figlio senza distruggere una famiglia con un piccolo gesto avrebbe evitato tutto questo dolore ,per questo condivido chi a detto che la tua vita continua lo stesso ,tu puoi vedere crescere tuo figlio a noi è stato tolto questo diritto ,dici che per legge hai pagato ma come hai pagato ?omicidio colposo,ritiro per sei mesi della patente ,e ti sembra una giusta punizione questa ? e questo il prezzo che si da a una vita umana ?penso che sia un po poco scusami per la mia reazione ,ma io auguro a chi ha investito mio figlio che il senso di colpa dovrà logorarlo ,come sta facendo con noi il dolore .

Nota n°1323
con   ARIANNA il 14/10/2009 * 09:32

Giovanni... grazie a nome di me ... di noi... e dei nostri angeli.

Arianna


Nota n°1322
con   Patrizia_Q il 13/10/2009 * 01:16
Giovanni, sono veramente contenta che tu abbia capito e cambiato il tuo comportamento..... Speriamo che altre persone seguano il tuo esempio .............per la propria e altrui sicurezza .

Nota n°1321
con   giovanni il 12/10/2009 * 13:03
Ciao mi chiamo Giovanni sono di cagliari ma vivo a olbia ho 32 anni guardia giurata ed ero uno che correva in macchina anche per arrivare a lavoro e nei posti di servizio sempre di fretta,da quando ho visitato il sito non corro piu mi attengo il piu possibile ai cartelli e al buosenso e per arrivare a lavoro  puntuale e nei luoghi di servizio esco prima,pensare che e cosi semplice attuare un tale comportamento, grazie per avermi aperto gli occhi il cuore e la coscienza e giusto nei miei confronti e per quelli ce mi circondano  sconosciuti e non, un abbraccio a tutti gli angeli del sito e ai loro famigliari,ciao Giovanni 12 ottobre 2009

Nota n°1320
con   renato il 05/10/2009 * 16:17
Alla famiglia Pellegrini va il nostro cordoglio..vi siamo vicini con il cuore
Teresa Astone .Sede AIFVS Ogliastro Cilento

Nota n°1318
con FabioPatrick il 02/10/2009 * 06:21
Ai familiari di Michele Pellegrini va il mio abbraccio più sincero e forte in occasione di questo nuovo dolore.Con affetto, Sergio.

Nota n°1317
con   avvocatocesari il 01/10/2009 * 20:51
Ho appreso da Max Menna che è venuto a mancare Michele Pellegrini  il padre di Vincenzo Pellegrini, socio fondatore a seguito della morte del fratello Giovanni con la moglie vedova Vitalina Labate della sede AIFVS di Chieti - Atessa Per l'omicidio di Giovanni Pellegrini, travolto e messo a morte il 30.9.2002 mentre era alla guida della sua autovettura da una Porsche a elevatissima velocità nei confronti dell'imputato su mia istanza si cambiò il capo di imputazione da omicidio colposo semplice ad omicidio con colpa cosciente; l'AIFVS mio tramite si costituì parte civile a fianco di tutti i congiunti superstiti, fu una delle prime storiche costituzioni di parte civile della AIFVS. A tutt'oggi pende la causa civile di risarcimento presso il Tribunale di Milano,  Dopo sette anni di sofferenza Michele ha raggiunto nell'anniversario della morte il figlio perduto in cielo. Una preghiera ed un pensiero di condivisione del dolore per l'amico Enzo, Vitalina, Gioconda, Nicolas e Michele.

Nota n°1316
con FabioPatrick il 01/10/2009 * 13:02
"Innaturale ed inaccettabile"...vero, questa è la realtà, questo è ciò cui si pensa, ma il pensiero ed il sentirli vicini sarà sempre nostro.Auguri Fede.Con affetto, Sergio.

Nota n°1315
con stefania il 29/09/2009 * 18:03
ciao marco..oggi e' il mio compleanno...ma senza te..non è più festa.. mi manchi...stefi

Nota n°1314
con   Roberta74 il 27/09/2009 * 15:00
Luca ,mi dispiace per tuo padre,immagino che sia stato straziante vederlo morire in quel modo,purtroppo la vita talvolta ci riserba delle sgradevoli sorprese e dei dolori che niente e nessuno potrà mai colmare.Ti sono vicina e sappi che puoi contare su ciascuno di noi,ho piena consapevolezza del tuo dolore ...dei tuoi pensieri...Il ricordo di tuo padre ti accompagnerà per sempre nel percorso di questa vita e ti aiuterà nei momenti di sconforto,i suoi insegnamenti saranno i tuoi...Auspico che venga fatta giustizia!!Un abbraccio e ricorda qui potrai sempre trovare persone che ti comprendono con cui potrai condividere il tuo infinito dolore.Roberta

Nota n°1313
con   cippi il 27/09/2009 * 13:12

Caro Luca sono immensamente dispiaciuta per te x il tuo Papà! Ti sono vicina qui tutti ti siamo vicini ti sentirai meno solo ti aiuteremo ad allieviare un pochino il tuo dolore qui tutti abbiamo il nostro dolore!

Un forte abbraccio!

Alessandra


Nota n°1312
con   Patrizia_Q il 27/09/2009 * 01:23
Hai ragione....è veramente triste pensare di non poterla festeggiare...sono sicura che tutti quelli che la amano avranno oggi questo rimpianto e penseranno a Lei.

Nota n°1311
con   Wanda il 27/09/2009 * 00:03
Tanti auguri Fede! Avrebbe compiuto 21 anni oggi, e ora vado a darle un bacio al cimitero invece di festeggiare con una bella festa con regali e tanta gente...è cosi innaturale ed inaccettabile...come ogni giorno un bacio enorme, auguri stella mia...

Nota n°1310
con   Biby il 22/09/2009 * 13:53
Ciao Luca...benvenuto tra di noi...Leggendo le tue parole capisco molto bene il tuo dolore...avremo modo di conoscerci e dividere insieme le giornate a venire..Vedrai e ne sono sicura che da lassù non ti lascerà mai solo...era speciale sulla terra.....figurati lassù!!!...noi ci siamo quando vuoi..per ora ti abbraccio Biby resp.sede A.I.F.V.S Bologna.

Nota n°1309
con   carmilla il 21/09/2009 * 10:31

Caro Luca, anche io non avrei mai voluto vederla qui tra noi, ma purtroppo.....è bello sapere che chi amiamo ha lasciato un bel ricordo in chi lo ha conosciuto, e mi sembra un bel gesto volerlo condividere con voi familiari. Adesso e tra noi, e sappia che qui troverà qualcuno pronto ad ascoltarla sempre. Del suo racconto le invidio una cosa....avrei voluto anche io vedere mio padre vivo un'ultima volta.

Grazie di aver condiviso la sua storia qui con noi.

  Federica


Nota n°1308
con FabioPatrick il 20/09/2009 * 21:59
Caro Luca, avrei preferito non saperla mai nuovo associato qui, così come molti altri, purtroppo invece.Comprendo bene cosa la abiti in questo frangente e mi creda se le dico che mi mancano le parole. Dinanzi a tanta compostezza nel dire, pur in mezzo a tanto dolore, non posso che stringerla in un virtuale ma forte abbraccio.Spero che Suo padre possa godere di una "giusta" giustizia, cosa che manca od è mancata a molti qui.Con sincero affetto, Sergio Toscano.

Nota n°1307
con   carla il 20/09/2009 * 19:40
Caro Luca, un grande abbraccio con infinita comprensione e solidarietà. Non ci sono mai le parole per esprimere quello che sentiamo, io proprio non riesco a trovarle, non vorremmo che ci fosse  più il bisogno di cercarle per tragedie come queste. Ti dico solo che l’orgoglio di avere avuto un padre così,  la grande stima, insieme all’affetto che si è stretto intorno a voi vi possa  aiutare. .” Lui era un grande uomo”sono tutti grandi per noi, Lui lo era per tutti.  Speriamo  la giustizia faccia il suo corso e  che dalla parte di chi giudicherà ci siano uomini come tuo padre. Un'altro abbraccio,ilia

Nota n°1306
con   LucaTGL il 20/09/2009 * 14:52
Sono un nuovo membro di questa associazione. Mio padre è stato investito la sera del 16/09 ed è deceduto nella notte tra il 16 e il 17. E' stato centrato e catapultato fuori in un cespuglio da un ragazzo che correva ad alta velocità. Non ha frenato e la sua macchina si è fermato ad oltre 250 metri. Sono passato di lì 20 minuti dopo, tornando da lavoro. Sono riuscito a vederlo ancora vivo, ancora per poco. Non so cosa mi porti a scrivere questo. Lui era un grande uomo di legge. Era raro trovare in giro chi riuscisse ad applicarla nello stesso equo modo.  Non posso che essere orgoglioso di aver aver avuto un padre come lui. Ieri, durante il funerale, un fiume umano si è stretto intorno a noi e funzionari di ogni settore hanno fatto a gara per poter raccontare un loro splendido ricordo. Devo essere, ahimè per forza, sicuro che la giustizia faccia il suo corso. Lui lo sarebbe stato. Spero che non si sbagli, nemmeno in questa occasione.

Nota n°1305
con FabioPatrick il 18/09/2009 * 13:08
Il mio augurio più sincero affinchè in quanto stai per spenderti, possa darti quelle soddisfazioni che possono significare molto per chi oramai poco ha per se in termini di serenità.Altresì colgo l'occasione per inviare auguri a tutti coloro che nello stesso modo, in tutte le Sedi sparse per l'Italia, fanno quanto è nelle loro possibilità, coadiuvati e non, perchè i drammi di ognuno di noi siano portati a conoscenza, rappresentati, col fine di sensibilizzare sempre più maggiormente le persone. Come dice la Biby, ed è pensiero immagino di tutti, i nostri giovani sono i futuri automobilisti...Grazie a Biby, n questo caso, ed a tutti coloro che allo stesso modo o meno si impegnano quotidianamente. A costoro va tutta la mia massima stima ed incoraggiamento.Grazie, Sergio & Fabio & Patrick.

Nota n°1304
con   Biby il 17/09/2009 * 12:59
Tra poco comincerà il mio progetto nelle scuole..Sono molto contenta di come si possa collaborare con la Polizia Municipale,Assessorati e quant'altro.La problematica inerente all Educazione Stradale è molto molto sentita..questo mi da tanta forza di lottare e percorrere il mio cammino verso i giovani..LORO sono il nostro futuro e a LORO spetta la realtà come automobilisti domani..Pensiamo a volte che i giovani siano un mondo a parte..ed è vero..ma vero è anche che hanno tante risorse...a loro dò quel poco di forza che mi è rimasta sperando di raccogliere i frutti nel futuro...con affetto per tutti BibyResp.sede A.I.F.V.S di Bologna

Nota n°1303
con   Nella il 07/09/2009 * 22:08

ciao Claudia, è Settembre il tuo mese, come dice tua madre. In questo mese sei venuta al mondo e in questo mese sei volata in cielo....... ora che sei un Angelo è ci aiuti ad essere più forti e vegli su tutti noi, vorrei chiederti un favore, oggi 7 settembre ha lasciato la sua famiglia e tutti noi Domenico, mio cugino, anche lui vittima di un incidente stradale, qualcuno lo ha travolto ad un incrocio. Claudia piccolo angelo puoi accoglierlo tu ,per non farlo sentire solo, lui tanto buono e affettuoso , ha lasciato nel dolore pui atroce Maria, sua moglie, Valentina e Saverio i suoi carissimi figli.Cara Claudia sei sempre nel mio cuore ,ogni mattina quando guardo la tua foto, mi accompagni per tutto il giorno. Ti voglio bene insieme alla tua meravigliosa famiglia: Maria, Gianni e Andrea.

Nella


Nota n°1302
con stefy il 07/09/2009 * 16:03

IMPORTANTE...PARE SIA STATO FATTO UN CODICE INTERNAZIONALE : "ICE" (IN CASO DI EMERGENZA)...DA INSERIRE NELLA RUBRICA DEL CELLULARE COSI' I SOCCORRITORI SANNO A CHI TELEFONARE IN CASO DI BISOGNO...SI PUO' USARE ICE MAMMA,ICE1 PAPA',ICE2... E COSI' VIA SE SI HANNO + NOMI DA POTER FARE CONTATTARE!!!

SE UNA VITTIMA E' INCOSCIENTE,IL 118 PUO' AVERE NOTIZIE SU ALLERGIE E COSA SOMMINISTRARE ALLA VITTIMA ,DAI PARENTI O AMICI INDICATI!!!


Nota n°1301
con Michela il 05/09/2009 * 20:59

un pensiero a tutti gli angeli che il cielo ha voluto strappare alla terra cosi egoisticamente ed a tutti i loro familiari


Nota n°1300
con stefy il 02/09/2009 * 08:42

02/09/2007

Un pensiero profondo per Giuseppe Ambrisi.

di tutto cuore.


Nota n°1299
con BARBARA il 01/09/2009 * 17:27

Ho visto il video degli opuscoli.........

...........molto toccante!

Grazie!

Ciao da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1298
con   angeloantonio il 30/08/2009 * 12:50
Un messaggino per tutte le sedi dell'AIFVS ho visto l'iniziativa della sede di OGLIASTRO CILENTO' responsabile Radano Renato che e' presente su facebook invito le altre sedi di comunicare se fanno parte anche loro su fb cosi possiamo accedere ha tutte le iniziative per vari eventi,ormai fb si e rivelato un mezzo molto importante per portare avanti la nostra voce,un saluto a tutti

Nota n°1296
con   rosalba il 19/08/2009 * 18:29

d Non dobbiamo permettere che si continui ad uccidere sulla strada , cara Barbara arrendersi all'arroganza e l'ndifferenza delle istituzioni , significherebbe darla vinta, noi dell'Associazione dobbiamo lottare perchè i nostri cari Angeli abbiano giustizia , nulla ci può fermare , abbiamo persi i nostri beni più preziosi , non ci potranno togliere la dignità

Rosalba Romano responsabile dell'A.I.F.V.S. sede d Potenza


Nota n°1295
con BARBARA il 18/08/2009 * 18:46

Ci fossero più persone come te Celtic!

Dovessi vedere l'arroganza del camionista che ha ucciso mia sorella Alice!

Un saluto da Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1294
con Giorgio il 13/08/2009 * 20:20

Ci sono mascalzoni che guidando in maniera criminale provocano incidenti stradali uccidendo persone incolpevoli e di fatto distruggendo famiglie intere la "nostra" vita siamo costretti a sopravviverla perchè non possiamo permetterci di seguire i nostri cari. Tanti di noi la quasi vigilia di ferragosto la vivono sperando che passi via in fretta, come del resto tutte le altre feste.

Noi dell' AIFVS come primo obiettivo non abbiamo la vendetta ma la giustizia che ci è stata negata, noi che siamo stati maltrattattati nei tribunali e trattati come imputati e non familiari o  vittime della strada.

Abbiamo il cuore gonfio di rabbia e di dolore, oggi però con  Celtec abbiamo letto che non tutti sono mascalzoni, in parte hanno sofferto un dolore diverso del nostro naturalmente, Celtic ha avuto il coraggio di scriverlo qui, e noi non possiamo ignorare il suo gesto

Giorgio Giunta AIFVS Pavia


Nota n°1293
con FabioPatrick il 13/08/2009 * 12:36
Alla fine, sinistri mortali si verificano, vuoi per ubriachezza, droghe, gogliardia, disattenzione o colpi di sonno.Resta sempre che è mncato il senso di responsabilità, di voler ammettere a se stessi che "non si è in grado" in quel momento di guidare.Per questo, altri, innocenti, incolpevoli, hanno lasciato ai margini d'una strada la loro vita...il loro futuro, loro e di chi li amava.Basterebbe solo aver coscienza.Buona meditazione.

Nota n°1292
con marilea il 12/08/2009 * 23:58

so che nessuno esce di casa con la volontà di uccidere una persona...siamo tutti esseri umani, tutti possiamo sbagliare... ma la colpa ve la dovete prender al 100 x 100 perchè anche se l'altro può avere una parte di colpa o distrazione l'ha pagata cara...l'ha pagata con la vita e voi in giro con il rimorso... non ci frega niente ...voi l'avete avuta un'altra possibilità.. a noi non ci resta che piangere e la profonda solitudine per aver perso una persona cara......che niente e nessuno potrà mai ridarci...nè processi nè sentenze e null'altro......scusatemi lo sfogo...


Nota n°1291
con   Wanda il 12/08/2009 * 19:28

Ciao Celtic, io sono contenta che tu stia male per quanto successo, nel senso che ti rendi conto, che hai cercato di dar soccorso, che ti metti nei panni della sua famiglia e che quel giorno mai te lo scorderai.Qui invece la maggior parte di noi non ha più il proprio caro per colpa di una persona che quando guidava era ubriaco, che non si è fermato, che non ha pagato, che dopo pochi mesi era in giro con la patente in mano, che i problemi che ti fai tu per lui non esistono. Per noi sentire che sia stato anche solo un colpo di sonno o distrazione è grave uguale perchè per quanto tu possa star male e non esser più quello di prima la possibilità di vivere, veder tua moglie,i tuoi figli ,ridere piangere e arrabbiarti ce l'hai ancora.La cosa importante della tua storia ,secondo me, è la consapevolezza di quanto successo e l'impegno di sensibilizzare anche gli altri a non commettere lo stesso errore. Personalmente ti ringrazio molto per averci reso partecipe della tua esperienza.

 

P.S. ne approfitto...grazie  Patrick per l'abbraccio per il 6 agosto, un bacio


Nota n°1290
con   Celtic il 12/08/2009 * 18:00
La tua crudezza è opportuna. Non credo sia possibile sollevarmi dal peso che mi porto dentro. L'unica cosa che posso fare è andare avanti e raccontare alle persone come ci si sente. Sappiamo tutti che non sono nella posizione di poter insegnare a voi cosa sia il dolore. Però, spero di poter insegnare a molti che certe cose ti possono capitare anche se non sei proprio il tipo di persona che se le cerca. Spero di svegliare qualche coscienza, di far si che qualcuno possa fare più attenzione quando guida. Tutti i giorni mi capita di guidare e di dover schivare auto veloci come proiettili, vedere gente che taglia degli incroci, che attraversa con il rosso, che azzarda un sorpasso o che percorre una strada a velocità sostenuta. Credo che la mia testimonianza non li possa nemmeno toccare. Può invece toccare le persone normali come me che tornano a casa dal lavoro o da una serata in pizzeria e magari renderle partecipi del fatto che certe cose ti accadono anche se non le vuoi e anche quanto ritieni di essere un guidatore prudente.

Nota n°1289
con FabioPatrick il 12/08/2009 * 16:29
Ciao Celtic,sicuramente esistono persone che hanno coscenza e per questo rimorso e sensi di colpa e tu mi par di capire sia una di queste.Posso comprendere il tuo "ripensare" e non "aver modo di riparare", condivisibile.Come dici tu, non appartieni alla schiera dei drogati od avvinazzati e cultori della velocità, sei però stato vittima di altra leggerezza...e cioè la stanchezza o disattenzione (non ricordi, dici), in ogni caso ciò che ne è scaturito è stata la perdita di una vita umana, e l'annullamento di una o più famiglie.Hai giustamente pagato, di certo vorresti tornare indietro per evitare l'accaduto e vivere serenamente per parte tua.Il fatto è che quanto occorso...resta. Una lapide in più, molte lacrime versate e svariate difficoltà immagino.Per quanto io possa comprendere, può accadere a tutti, non trovo però modo per sollevarti dal peso che ti porti dentro, nè tu nè altri.Comprenderai la mia crudezza seppure mi abbia fatto pacere tu abbia provato comunque a raccontarti.

Nota n°1288
con   Celtic il 12/08/2009 * 16:14

Ciao Wanda,

Come ho scritto la colpa è stata mia e ovviamente ho dovuto pagarne le conseguenze attraverso un processo per omicidio colposo nel quale sono stato condannato. 

Ma quel che ho voluto dire con il mio post è che non è proprio come dici tu e cioè che "...la persona che uccide si fa una vita, figli lavoro macchina soldi...e dall'altra parte non c'è più nulla", a significare che tu intanto sei vivo, te ne freghi, ti fai una vita... tanto è l'altro che è morto e alla sua famiglia resta il dolore. 

Pur essendo una persona molto tranquilla, per nulla esagitata, che beve moderatamente, che non si droga e pur non avendo il culto della velocità, mio malgrado ho avuto un brutto incidente in cui è deceduta una persona, sono stato processato e condannato secondo la legge.

E' vero la mia vita continua, ho un lavoro, una famiglia, pochi soldi a dire il vero, una station wagon usata vecchia di 5 anni, ma sento dentro un senso di colpa che non so spiegare se non con le parole che ho già usato. Tu dici "...dall'altra parte non c'è più nulla" e io ti dico che me ne rendo ben conto. Che anche per me da questa parte, c'è un grosso rimorso, un grande dolore e la consapevolezza di non poter riparare il mio errore qualunque cosa decida di fare o di dire.


Nota n°1287
con   Wanda il 12/08/2009 * 14:50
Ciao Celtic, scusa la domanda, non mi fraintendere però dal tuo racconto è una cosa che mi è venuta subito spontanea....non c'è stato nessun processo, nessun provvedimento giudiziario nei tuoi confronti o ritiro di patente o qualsiasi altra cosa? Io non intendo dire che dovevi andare in carcere, anche perchè non ci vanno le persone ubriache che scappano  figuriamoci una persona che si ferma e presta pure soccorso, però sembra che non ti abbiamo fatto o detto assolutamente nulla...ed è il solito problema, chiaramente tu ti sei comportato in maniera totalmente diversa, ma quasi mai è cosi ,mentre il risultato è lo stesso...la persona che uccide si fa una vita, figli lavoro macchina soldi...e dall'altra parte non c'è più nulla.

Nota n°1286
con Celtic il 12/08/2009 * 13:16

Mi rendo conto che questo post scatenerà reazioni di ogni sorta. Mi rendo conto che forse non è il luogo opportuno dove raccontare la mia storia, ma sento la necessità di raccontarla. Sono anche consapevole che il moderatore di questo sito potrà decidere di rimuoverla. Ma ho il cuore troppo pesante da troppo tempo ormai.

Una notte, mentre rientravo a casa dopo una serata con la mia fidanzata e i nostri amici, all'ingresso della città su un tratto buio e rettilineo, nel corso di un tamponamento ho ucciso un uomo che percorreva quella stessa strada con il proprio scooter.

Non so come sia potuto succedere, forse mi sono addormentato al volante, forse mi sono distratto guardando qualcosa. Non riesco a ricordare. Ricordo solo di aver sentito un forte rumore, di essere stato coperto dai pezzi di vetro del parabrezza, di aver visto una sagoma scura sul cofano dell'auto e di averla vista scivolare giù dopo qualche decina di metri.
Ho realizzato subito quel che era successo, ho fermato l'auto e ho cercato di soccorrere quell'uomo. Nemmeno per un momento mi è balenata l'idea di scappare. Non saprei dire per quanto tempo, ma l'ho chiamato, l'ho cercato al buio sul ciglio della strada e una volta trovato ho cercato di scuoterlo, di rianimarlo col massaggio cardiaco ma non ci sono riuscito. Non sapevo se fosse già privo di vita o privo di sensi. Dopo un po ho visto arrivare altre auto e rischiando di essere investito a mia volta le ho fermate per chiedere aiuto.
Ricordo l'arrivo dell'ambulanza, i rilievi dei carabinieri, le operazioni dei paramedici. Io che cercavo di dare una mano reggendo la sacca della flebo pregando che si salvasse. Ricordo che ho chiamato i miei genitori che nel cuore della notte mi han raggiunto subito. Ricordo quando lo hanno portato via con l'ambulanza, ricordo l'arrivo di un cronista del quotidiano regionale, ricordo quando, ore dopo, terminati i rilievi ho seguito i carabinieri in caserma e sopratutto ricordo il momento in cui il brigadiere ha fatto una telefonata all'ospedale e mi ha comunicato che quel signore era deceduto.

E' stata colpa mia, solo mia. Io l'ho tamponato. Io ero troppo veloce. Io gli sono andato addosso. Non so spiegare come sia riuscito a non vederlo e nemmeno ad accennare una frenata.
Vivo col rimorso. Con un senso di colpa che mi opprime tutti i giorni. Vivo con la consapevolezza di aver interrotto una vita, di averla portata via ai suoi cari. Ho la consapevolezza di far soffrire i suoi figli, la moglie, la madre, fratelli e sorelle. E so di non poter far niente per restituirglielo.

Quella mattina tornato a casa volevo andare dai suoi parenti a chiedere scusa a spiegare quel che era successo, ma ho dato ascolto ai miei che mi dicevano che quello non era il momento adatto.
Poi... non ne avuto più il coraggio.

Non bevo quasi mai, non sono un ubriacone, non sono un drogato e non sono nemmeno un tiratardi abituale. Non ho mai avuto auto di grossa cilindrata, non mi sento e non mi comporto come un pilota di formula 1 sulla strada. Quella notte avevo bevuto due coca cola e avevo visto con la mia fidanzata e gli amici uno spettacolo teatrale comico di un trio oggi molto famoso.

Sono passati sette anni da quella notte. Successivamente mi sono sposato. Ho avuto un bambino che ora ha quasi tre anni. E dopo tutto questo tempo ho ancora in mente ben stampate quelle scene. Per lavoro passo su quel tratto di strada 2 volte al giorno e talvoltà anche più. Non c'è giornata in cui non pensi a quel tragico momento.

Provo vergogna ad andare in giro per la mia città quando passeggio con la mia famiglia. Io non conosco i famigliari della mia vittima, ma loro conoscono me. La mia paura ricorrente è di trovarmi di fronte una figlia, la moglie o un fratello che mi vede ridere o giocare col mio bambino o abbracciare mia moglie. Ancora oggi cerco di misurare le mie risate, i miei modi di fare quando sono in giro.

E quando un giorno succederà? Quando me li troverò davanti?
Mi sono ripromesso di incassare i loro schiaffi, di guardarli nei loro occhi pieni di rabbia e dolore e chiedergli scusa. Di spiegargli che mi sento come se quella maledetta notte fossi morto pure io, si perchè nonostante la mia vita sia andata avanti, mi sia sposato e abbia messo su la mia famiglia non sono più la stessa persona spensierata e felice che ero prima. Mi son ripromesso di dirgli che non riesco più a vivere con la serenità che avevo un tempo e che ho la paura folle che un giorno anche a me venga strappato qualche caro in virtù di un principio di equilibrio che dice: hai fatto del male? ti verrà fatto del male. Mi son ripromesso di dirgli che mi dispiace, che vorrei non fosse mai successo, che anche se è un dolore troppo diverso sto male anch'io. E questa tristezza, questo senso di colpa non mi da tregua da sette anni.
Poi se dovesse succedere davvero non so proprio se riuscirei a fare quanto mi sono rip

Nota n°1285
con FabioPatrick il 06/08/2009 * 15:43
Caro Edison72, non è difficile comprendere il tuo/vostro stato d'animo. La sola lettura di quanto hai scritto ci fa vergognare si di essere popolo così "incivile", così poco consapevole della vita umana e di ciò che le nostre azioni possono comportare quando commettiamo errori.So che parole non possono essercene per aiutarvi, ognuno di noi qui compie un proprio percorso cercando di riuscire a "convivere" col dramma che si porta dentro, per sempre. Cerchiamo però di aiutarci noi qui, già solo con l'esserci vicini, sapendo di poter confessare ad altri ciò che anche loro hanno, purtroppo, dovuto comprendere, la conoscenza del dolore.Per quanto possa valere, vi lascio un abbraccio forte e l'esortazione a non lasciarvi andare ma a cercare di adoperarvi affinchè il vostro Tesoro sia fiero di voi. Con affetto, Sergio.

Nota n°1284
con FabioPatrick il 06/08/2009 * 07:16
Un caro pensiero per Federica ed un caro abbraccio per te Wanda, mi dispiace, come è sempre difficile leggere di tanta sofferenza di ognuno qui...alla continua ricerca di un senso senza i nostri Cari.Con affetto, Sergio.

Nota n°1283
con   Wanda il 06/08/2009 * 01:40
Oggi il tuo cuore ha smesso di battere e la parte più significativa della mia vita se ne è andata con te.Ti amo tanto Fede, come ogni giorno.

Nota n°1282
con   Wanda il 05/08/2009 * 15:22

Oggi 5 agosto alle 15.25 del 2006  la mia vita inizia a cambiare.Un uomo, che ora ha 34 anni , ubriaco, porta via per sempre dalla mia vita  la persona più importante del mondo,Federica.Per me lei non è un'amica ma una sorella(ci chiamavano le gemelle siamesi),biologicamente sono figlia unica ma realmente non lo sono mai stata.Lei è una di quelle persone che criticavo di più,siamo molto diverse....ma lei era sempre lì, quasi come per magia, direttamente o indirettamente non ci lasciavamo mai.Ho fatto solo un grande errore....non le ho mai detto realmente quanto l'amassi, quanto fosse importante per me e quanto alcuni suoi atteggiamenti mi facessero arrabbiare perchè me la facevano percepire distante, cosa che non è mai stata.Mi ha scritto una lettera per il mio 18simo compleanno, dove tra tante cose mi dice quanto mi volesse bene e questa è l'unica cosa che mi fa andare avanti. Non posso sopravvivere,adesso devo vivere per 2 , devo combattere per ottenere ciò che voglio, per far vedere a lei attraverso i mie occhi le cose più belle, e so che mai più sarò sola e solo adesso mi rendo conto di quanto fossi fortunata e ti quanto lo sia adesso ad avere un angelo custode come lei.La cosa che mi manca di più è la sua voce, il suo sorriso che cerco di ricordare il meno possibile perchè fa troppo troppo male ancora.

Un bacio forte sorella mia


Nota n°1281
con   carla il 05/08/2009 * 10:57

sono alcuni giorni e leggo quello che hai scritto EDISON 72.Non trovo le parole, forse non ci sono, sento che vorrei abbracciarti forte,con tanta solidarità e affetto.Ti aiuti pensare che la tua bimba è un angelo tenero e che ti sarà sempre accanto,ilia


Nota n°1280
con   edison72 il 03/08/2009 * 03:15
mia figlia e' stata travolta e uccisa a soli 5 anni proprio sulle strisce pedonali il 13 04 2008 ad oggi l'investitore nonche' ex carabiniere ed assessore comunale va in giro con la sua auto in tutta tranquillita' perche' non gli anno ritirato neanche la patente mi vergogno di essere italiano

Nota n°1279
con   carla il 01/08/2009 * 16:13
Ci sentiamo vicini con tutto il cuore ai familiari di “nonno Peppino” grande e sincero il dolore che sentiamo. Condividiamo tutto ciò che avete scritto qui e sappiamo bene  che la perdita del vostro Caro non può essere considerata  una fatalità. Anche nostro figlio è stato ucciso sulla strada in sella alla sua cara bici- si trovava al suo posto, aveva il casco allacciato, indossava un completo arancio,teneva la sua destra, ma non è contato nulla di  tutto questo se chi era  alla guida di un auto  gli ha tagliato la strada negandogli  la precedenza. Il ciclista  è “ nudo” in  strada. Spesso sentiamo dire: -certo andare in bici è pericoloso!. come a dire vanno a cercarsela… Ecco, basterebbe fermarsi a questa domanda, e chiedersi perché è pericoloso? Alcuni suoi amici dopo la tragedia, hanno appeso la bici al chiodo, è giusto? Le regole, è scontato che dovremmo rispettarle tutti, ciclisti e pedoni compresi, prima di tutto per sé, per la propria vita,sono come  in un campo di battaglia senza armi e armatura.   Ma è sufficiente che ognuno di noi esca di casa per rendersi conto che la strada non è di tutti.  Non è disegnata e fatta rispettare da chi gli compete  perché sia di tutti, non è  ritenuta da chi la percorre uno spazio da condividere con gli altri nel rispetto reciproco e in particolare per i più deboli. Domani  faremo il possibile per esserci. PRECEDENZA ALLA VITA ,SEMPRE Un abbraccio commosso ai familiari di Giuseppe Di Luca e un pensiero affettuoso a “ nonno Peppino”, ilia e carlo (Piombino)    

Nota n°1278
con   carla il 30/07/2009 * 06:41

Il mio pensiero va alla cara  Francesca Corrado e a tutti i nostri Cari che stasera a ROSSANO saranno ricordati con una " Notte per Francesca" "PRECEDENZA ALLA VITA" 

 Un  MONUMENTO per Loro:

" Per testimoniare agli “altri”, a quelli che ancora corrono liberi e felici nella vita, il valore di quello che hanno, che abbiamo, il dovere di non perderlo, il diritto di proteggerlo, la volontà di gridare tutti insieme mai più!"


Nota n°1277
con BARBARA il 28/07/2009 * 19:12

Ciao, sn appena tornata a casa dal Lido delle Nazioni (FE) e mentre percorrevo la strada principale un furgoncino rosso è uscito da uno stop tagliandomi la strada, fortunatamente mi sn accorta che stò scemo (scusate ma passatemi il termine) stava facendo questa cretinata e perciò ho frenato per tempo.

Io in macchina ferma in mezzo alla strada mi sn limitata sl a scuotere la testa, questo furbone nonostante avesse torto mi inveiva anche contro.

Quando sn poi sn ripartita ho pensato subito a mia sorella ed ho detto :" certo che cn sti matti che girano per strada è proprio una scommessa portare a casa la pelle".

Un saluto da Barbara sorella di Alice.  


Nota n°1276
con Antonio il 24/07/2009 * 21:10
Solidarietà alle vittime di incidenti stradali e alle rispettive famiglie. Oggi la strada è ancora più pericolosa data la diffusione di finti patentati e alcolisti clandestini!

Nota n°1275
con   Federico il 22/07/2009 * 13:48

Complimenti per la vostra associazione e grazie per ciò che fate, il vostro sito è molto interessante, io abito a Roma dove il numero di autovetture è enorme, e credo di essere uno dei pochi cittadini di questa città che non possiede un'autovettura e vive ugualmente felice; mi rendo conto che spesso un auto è indispensabile, ma vorrei lanciare un appello ad usarla il meno possibile in considerazione di 3 semplici elementi:1) Si inquina meno; 2) Si riduce lo stress; 3) Si risparmia denaro.

Un caro saluto da Federico Milani - www.milaniministries.it


Nota n°1274
con   Eleonora il 13/07/2009 * 11:31

Buongiorno a tutti, mi chiamo Eleonora ho 24 anni e vivo nella Prov. di Bergamo.

Da pochi giorni sono venuta a conoscenza di questa Associazione e dopo aver letto le numerose tragedie capitate a famigliari e amici, vorrei raccontarvi cosa ha rovinato la mia di vita...

25 Febbraio 2005 alle ore 06.00 lungo l'A4 all'altezza dell'autogrill Sebino Ovest...una parte di me se ne è andata per sempre.

Lina aveva 20 anni, non ancora compiuti, li avrebbe festeggiati il 29 Dicembre.

Era bella, capelli ricci, occhi chiari, una pelle candida e un intelligenza da fare paura...

Stava rientrando da una discoteca nel bresciano, lei sul sedile posteriore stava tranquillamente dormendo, inconsapevole che qualcuno la stava per ammazzare...proprio colui che l'avrebbe dovuta portare a casa, ma purtroppo non c'è mai arrivata.

Appresi la notizia alle 18.00, dopo una telefonata da una amica che mi riferiva del fatto accaduto, nemmeno a farlo apposta, il padre di questa mia amica è titolare di un agenzia funebre, dove Lina è stata portata.

Ho tanti ricordi passati e vissuti con Lei, da quando arrivò in Italia all'età di 3 anni e mezzo abbiamo fatto subito amicizia, quell'amicizia passata a dormire una a casa dell' altra, a condividere giochi, passioni....sogni, le volte che passavamo le serate sdraiate sul tetto di casa a guardare le stelle e a sognare il nostro futuro...di cui solo io ho potuto realizzare.

Lina è stata strappata alla vita brutalmente, è stata strappata alla sua mamma, dai suoi amici, dai suoi sogni....e dopo 4 anni giustizia non è ancora stata fatta.

Io so che i responsabili che quella sera l'hanno uccisa pagheranno un prezzo amiè più salato della morte...dovranno convivere nel rimorso di ciò che hanno fatto...dovranno sognarsi ogni notte ciò che è accaduto.

Sono diventata cattiva nei loro riguardi..perchè se ora loro sono liberi di sorridere, divertirsie provare di nuovo i piaceri della vita...Lina NON POTRA' FARLO MAI PIU'!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Non mi sono mai stancata e continuerò a gridare la giustizia per Lina, come ho fatto tramite il quotidiano della mia città e come ti ho ricordato nella mia tesi scolastica.

Lina sei e sarei per sempre presente nel mio cuore e nei miei ricordi...

Vorrei solamente riabbracciarti come quella notte in quel sogno dove mi hai detto:" Ele sto bene...non mi vedi...sono qui con te!"....

Voglio risentire la tua risata cosi coinvolgente ed unica...Lina rivoglio te!!!!!!!

Ti Voglio un bene infinito amica amica....e quando ci rincontreremo te lo griderò cosi forte da far spalancare le porte del paradiso....

Ciao Lina!!!!


Nota n°1273
con Sergio il 07/07/2009 * 15:29
I giorni scorrono ma dalla mente non va via la sentenza scandalosa riguardante i due giovani Alessio e Flaminia.Continuo a chiedermi come sia possibile una scelta simile, continuo a dirmi che se dinanzi a "caso" senza alcun dubbio circa la  colpevolezza ed intenzionalità  dell'investitore, tale Lucidi, vi sia stato atto di "buonismo" e di "tolleranza" da parte di un giudice, allora, c'è ancor meno speranza per tutti gli altri "incidenti".Non so cosa pensare, sentenze del genere fanno vacillare, dubitare, ma voglio credere, a dispetto delle delusioni del momento, che tanta rabbia  avrà avuto un senso un giorno.E' vero, vorremmo segnale forte ed immediato per fermare questa ecatombe stradale ma la strada è in salita...in salita si, non però su parete ghiacchiata quindi...si arriverà alla cima, con pazienza, quella pazienza che nasce dal dolore quotidiano, quella pazienza spinta dal pensiero che "tanto non abbiamo più nulla da perdere", e per questo siamo più forti seppure apparentemente deboli.Sono certo che diverremo sempre più numerosi e sempre più dovremo venire ascoltati.Certo, sarebbe ad hoc che i media continuassero a parlarne, soprattutto in Tv, nei Tg, per rammentare alle persone di certe "nefandezze" di parte della  nostra Giustizia.Ovvio è che il silenzio è forse "imposto", il non mettere in risalto.Lo vedo intorno a me, durante le giornate, le persone non parlano di queste "fatalità", il loro dire è quasi sempre: "purtroppo sono incidenti, possono occorrere a tutti, è da metterlo in conto".Spero che i genitori di Alessio e Flaminia riescano a rendere giustizia ai loro figli, con l'aiuto di tutti.Un caro abbraccio ed un pensiero per i nostri Cari "rapitici". 

Nota n°1272
con   carla il 07/07/2009 * 08:22
Marilena cara, il tuo “scusate….mi manca mio figlio” mi ha fatto commuovere. Cara, è tutto fortemente vero quello che dici.. -da quel giorno "qualunque" nulla è più come prima! - Il senso c’è tutto...e hai fatto bene a scrivere.Vorrei abbracciarti da qui, so cosa stai provando, con tanto affetto,ilia

Nota n°1271
con   rosalba il 06/07/2009 * 23:50

Cara Marilea abbiamo bisogno di urlare il nostro dolore , ecco perchè tu e noi scriviamo , e non solo scriviamo per sfogo , scriviamo le vergogne della giustizia e le inviamo ai mass media , proponiamo leggi che possano fungere da deterrente per coloro che non riflettono sulle proprie scorrettezze , ecc... Cara Marilea troverai in noi affetto e sostegno , anche legale .Ti abbraccio forte

Rosalba Romano , responsabile dell'A.I.F.V.S. , sede di Potenza


Nota n°1270
con   admin il 06/07/2009 * 23:36

Ciao Marilea dici cose sacrosante, non devi scusarti di niente, è il mondo intero che si deve scusare con te per averti dato questo terribile dolore.

Si, si pensa che certe cose succedano sempre agli altri ma poi scopri un maledetto giorno che è successo anche a te ed è agli altri invece che non è successo.

Se ti fa stare meglio qui sei benvenuta, ci sono altre mamme come te e altri che hanno perso un familiare con cui puoi parlare.

Giorgio  


Nota n°1269
con marilea il 06/07/2009 * 23:15
non so perchè sto scrivendo qui...... sono ormai cinque mesi che ogni tanto mi collego e leggo e rileggo tutto il dolore di persone che come me hanno perso un pezzo (per non dire tutta ) di vita. mi sento completamente vuota da quando è successo l'incidente che mi ha portato via Giuseppe ..... vedo che c'è tanta sofferenza ....tutti convinti che questi fatti accadono solo agli altri....ma poi ecco un giorno qualunque ....una telefonata.....e.....non è più un giorno qualunque... è un maledettissimo giorno che non scorderai più...... sto scrivendo cose forse senza senso....volevo solo dire che mi manca mio figlio ......scusate......

Nota n°1268
con   angeloantonio il 02/07/2009 * 23:10

caro diego sei il solito italiano insoddisfatto che si appella alle cose banali pensa un po in parlamento e nella camera dei nostri governi precedenti e attuali ci sono persone dei veri e propri pregiudicati e nessuno dice niente tu hai contestato una cosa alla nostra associazione che e proprio una s......... guarda alle cose piu' essenziali ciao ti abbraccio


Nota n°1267
con   admin il 02/07/2009 * 14:02

X Diego, prima di sparare faresti bene a leggere i comunicati precedenti e anche in prima pagina pubblicati dall'AIFVS. Debora Salvalaggio non è testimonial della nostra associazione ma bensì di un'altra associazione con un nome simile al nostro, quindi, Diego ti preghiamo caldamente di andare a postare il tuo messaggio di disappunto nel loro sito (ammesso che te lo consentano e pubblichino come qui liberamente puoi fare.)

Giorgio Giunta

Amministratore sito AIFVS


Nota n°1266
con   diego il 02/07/2009 * 12:49
HO letto che il giudice di pace ha restituito la patente a debora salvalaggio, vostro testimonial, andava a 110 con limite 50....ancora ve la tenete come testimonial?

Nota n°1265
con BARBARA il 19/06/2009 * 20:08

Ciao Sergio, ho letto la risposta nell opuscolo di Alice

 ti ringrazio per aver chiarito questo mio dubbio, e comunque mi fà molto piacere che la ricordi.

Ciao da Barbara sorella di Alice.  


Nota n°1264
con Sergio il 18/06/2009 * 16:43
Ciao Barbara, ti ho risposto direttamente nell'opuscolo di Alice. Un pensiero per lei e per voi.Un abbraccio.

Nota n°1263
con   BARBARA il 12/06/2009 * 20:28

Ciao a tutti

scusate se uso questa pagina per chiedere a Sergio se conosceva Alice dal momento che nell ultimo messaggio scritto nella pag di mia sorella mi è sembrato di capire questo.

Nel casosia un sì mi piacerebbe sapere ovviamente se possibile chi 6??????

Ciao da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1261
con   Francesca il 08/06/2009 * 13:27
Desidero ringraziare di cuore Giorgio Giunta e Patrizia Quaresima per avere inserito il video nell'opuscolo di Francesco. Siete stati splendidi come al solito. GRAZIE. Francesca Florio

Nota n°1260
con   BARBARA il 07/06/2009 * 11:15

Volevo ringraziare Naty,Sergio e Patrizia per aver ricordato Alice nel giorno del suo 25° compleanno.

Un abbraccio e un saluto da Barbara sorella di Alice e Famiglia. 


Nota n°1259
con   carla il 06/06/2009 * 15:06
Ciao Caterina, desidero esprimerti  con affetto tutta la mia ammirazione  per la forza e l’impegno che hai dimostrato nell’organizzare la fiaccolata. E' Il miglior modo per ricordarLI,dare voce a chi non ne ha più: sensibilizzare affinché qualcuno possa riflettere, gridare a chi non c’è passato il nostro immenso dolore.  Un abbraccio forte e sincero a te, alla tua mamma , un caro pensiero a tuo Padre e a Daniela,  ilia

Nota n°1258
con   rosalba il 06/06/2009 * 01:23
Ciao Caterina , è vero , bisogna far qualcosa per salvare tante vite , ma c'è un solo modo , dobbiamo ingrandire la nostra associazione , sensibilizzare tutti ad unirsi a noi . A noi che è già successo , non resta che un dolore infinito , ma possiamo salvare gli altri , solo così riusciremo a trovare almeno un pò di serenità !

Nota n°1257
con   rosalba il 06/06/2009 * 01:15
Ciao Carmen , tua sorella è una bellissima stella , ti è vicina , sicuramente è felice perchè la sua nipotina porta il suo nome . :ei è sempre al tuo fianco . non può parlarti . ma vuole che tu sia serena . Ti abbraccio forte Rosalba

Nota n°1256
con   liguresapuano il 05/06/2009 * 11:49
ciao Carmen ho letto ciò che hai scritto , continua così, siamo sulla solita zattera e ci capiamo , se questo ti fa star meglio esprimi pure le tue angosce sensazioni e dolore, avrai comprensione e affetto un abbraccio Vezio Angelo liguresapuano

Nota n°1254
con Sergio il 04/06/2009 * 20:46
Ben tornata Carmen, un caro pensiero per la tua sorellina Lina.

Nota n°1253
con   Carmen il 03/06/2009 * 22:33
Ciao a tutti.... ero già iscritta anni fa, poi il tempo e gli impegni hanno preso il sopravvento... Sono trascorsi 8 anni (22/07/2001) da quando mia sorella Lina si è incamminata verso l'altra sponda del fiume, ma il doloe non cessa, non si allevia, solo impari e ti abitui a conviverci!sono sposata,  ho due bimbi, una delle quali porta il suo nome, ma dentro mi sento sempre e solo una ragazza che ha perso la sorella minore con la quale condivideva tutto, litigate e scambi di vestiti!!!!non riesco ad essere realmente felice..una parte di me, forse la migliore, non c'è più, e mi manca!!!!!!!!!!!!!lui che guidava, il suo ex, si è sposato, ha un bimbo ed ai processi non ci ha MAI nemmeno chiesto scusa!!!!e questa è la vita..si viene e si và!penso spesso al momento in cui morirò e non ho paura, anzi...finalmente la rivedrò!!! la sogno spesso ed al risveglio mi sento così felice e forte, ma dura poco...lei mi manca e lo scrivere di lei con voi mi aiuta a sentirmi meno sola nel dolore e più vicina a lei!!!! e poi c'è la FEDE..senza quella saremmo morti tutti dal dolore..sicuro

Nota n°1251
con   rosalba il 31/05/2009 * 22:20

Carissimo Raffaele, dopo aver letto la tua lettera , ho acquistato maggior forrza e speranza ; ogni giorno che passa non allieva il nostro dolore , come sempre e spesso mi capita la mia mente va al passato , a quando eravamo ragazzi e mai immaginavamo un destino così crudele ; certo c'era la consapevolezza che la strada che dovevamo percorrere ci avrebbe a volte messo di fronte a tante difficoltà , che ci aspettava impegno e lotta , ma che alla fine avremmo raggiunto i nostri obittivi , avremmo realixxato i nostri progetti , ma di fronte alla mortenon si può nulla , o quasi nulla . Dopo la mia tragedia , ho cercato disperatamente un appiglio a cui a grapparmi , ma niente mi convinceva . Poi , ho conosciuto l'Associazione Italiana Familiari e Vittme della strada ; piano piano ho compreso quanto dolore c'era intorno a me , ma ero distratta , ero concetrata sul mio piccolo mondo , sulle persone più vicine , non riuscivo a vedere i pericoli , e come tante persone non  si rendono conto di ciò che può succedere da un momento allìaltro . Lo scopo mio e dell'Associazione è lottare per fermare la strage stradale , è salvare quanti ignorano , anch'essi sono distratti , come lo ero io prima della tragedia . Vorre che questa grande famiglia (l'Associazione ) cresca sempre di più , che quelli che si uniranno a noi siano sempre coloro che non sono stati toccati dalla tragedia . Ecco questo è la mia speranza .


Nota n°1250
con   Raffaele il 26/05/2009 * 18:49
Carissimi, Carissime, è rivolta alla Vostra cortese attenzione questa mio dire.   E’ un pensiero è una domanda e contemporaneamente una sincera risposta che dettata dalla voce del cuore mi è sorta spontanea alla mente. In questo mio sincero dire mostro, esterno, rivelo il mio cuore, la mia anima e la mia mente che insieme con quella ricerca interiore hanno dato un senso valido uno scopo a questa mia vita, e lo fanno seguendo il sentire, l'intuizione, la ragione, secondo il proprio grado raggiunto, con una connessione, sostenibile e sentita, tra di loro. Spesso in un  fatale cammino, in un’assai turbolento  mare d’incomprensione, in un’esalto di grande dolore, ad un piccolo passo dal baratro che conduce alla follia come per un salvifico divino volere, cadono come foglie autunnali quei sottili e trasparenti fatati illusori  veli argentati, mostrando e dispiegando agli occhi cristallini dell’anima e della silente mente le grandi verità assai celate  del creato e della vita. Sono un Padre come tanti ed è con il sincero amorevole cuore di un genitore che Vi parlo, con quel cuore che come il Vostro è stato destato, scosso maltrattato, oltraggiato, calpestato, frantumato, spezzato in mille pezzi dagli eventi e dal fato.  Non ci sono parole adatte che possono esprimere questo stato di indefinibile turbamento.  Credetemi quando il destino ci sottopone a questa terrificante prova è l’indefinibile Dolore, ma per una Legge Universale, per una Legge Divina ogni dolore è bilanciato, viene mille volte compensato  da un indefinibile ed inconsapevole nascosto immenso Amore. Credetemi, il perché di questo mio dire, di questo mio desiderio, il motivo, il vero scopo è SEMPLICE, SINCERO, SPONTANEO ALTRUISMO che con un forte SPIRITO d’INNATA LIBERTA’  nasce dal cuore di un Padre che nell’indescrivibile  dramma del suo immenso, inesprimibile  dolore ha riscoperto l’indefinibile AMORE assai celato dietro tante verità che si sono mostrate al mio infranto cuore lungo quel sentiero assai tortuoso della continua circolare radiale ricerca dei  perché senza fine. Riflessioni che senza nessuna egoistica intenzione vorrei trasmettere a tanti perché non sono nate per la mia gloria o per il mia giusta indescrivibile sete interiore, ma per essere trasmesse a tanti, affinché in qualche modo queste mie sgrammaticate ed inarticolate parole che nascono sincere dal cuore, possano arrivare a penetrare il cuore di tanti per  far ri-nascere anche un seppur piccolo sorriso, una piccola consapevolezza, una speranza una luce che i nostri meravigliosi angeli sono più vivi che mai in una dimensione, in un piano di consapevolezza, in una realtà molto ma molto più grande ed  inimmaginabile all’umano sentire.   Carissimi, Carissime  voglio parlare al vostro cuore con quello che il mio cuore ha capito e scrupolosamente comprovato. E’ un desiderio, un benevolo sincero consiglio per cercare in qualche modo di varcare quei tetri cancelli del vostro immenso dolore che è lo stesso mio indefinibile dolore. Voglio provarci per cercare in qualche modo di aprire quelle porte oscure e tenebrose del vostro cuore alla luce del vostro stesso sole. E’ con questo sincero sentimento che mi rivolgo al cuore di tanti genitori e al cuore di tanti cari fratelli che nel dolore vivono per l’indescrivibile perdita dell’assai Immenso Caro Amore Affettuosamente Raffaele raffaele55@ymail.com  per comunicare con il cuore.

Nota n°1249
con   caterina69 il 25/05/2009 * 02:23
Oggi pomeriggio mentre percorrevo la strada stratale casilina,  dopo Frosinone verso sud, ho visto delle aute ferme.....il mio cuore ha cominciato a battere forte e il tremore era talmente forte che non riuscivo a fermare le mani. Ho cercato di non guardare, ma la paura che potesse essere qualcuno della mia famiglia mi ha fatto rivolgere lo sguardo da quella parte. C'era un uomo sulla strada, e un auto nel fossato. Poco più lontano uno scooter. Sono tornata indietro di due anni quando mio padre e mia madre erano lì, per terra, sull'asfalto caldo. L'uomo con lo scooter l'hanno portato via. Più tardi ho saputo che è  deceduto durante il trasporto in ospedale. E' orribile, non ci posso pensare, oggi una famiglia che aveva cominciato una domenica come tante altre,in un attimo si è trasformata come la domenica nella quale la loro vita è stata segnata per sempre.  Bisogna veramente fare qualcosa. Possible mai che alle persone resta così difficile seguire determinate norme di sicurezza che possano, quasi sicuramente, salvare la loro vita e quella di altre persone!!!  ...Mi resta così difficile capire.....

Nota n°1247
con   cat il 22/05/2009 * 09:59

so cosa provi, ed e' naturale, starti vicino, almeno con il pensiero, e spero che ti aiuti.....un bacione ad alessia, bellissima come la mia cinzia, memorie 10,

noi sappiamo  cose' il dolore.....


Nota n°1246
con Sergio il 20/05/2009 * 15:37
Erina cara, sono io che ringrazio te per aver dimostrato di quanta forza e determinazione hai dentro te. Con te i tuoi concittadini. Fa piacere sapere che pochi, semplici, gesti di sostegno siano stati tanto importanti e sentiti. Io, noi qui, siamo e saremo sempre una famiglia diversa, forse più unita di quanto si possa immaginare.Grazie Erina.

Nota n°1245
con   erina il 20/05/2009 * 10:35

volevo ringraziare con tutto il cuore l'associazione e tutti i suoi membri per la vicinanza e la tanta solidarietà offertaci nei drammatici giorni del sisma che ha colpito la mia città e i miei concittadini......sapere che eravate presenti è stato per me e per la mia famiglia fonte di tanto coraggio.....grazie ancora.....siete una grande e bellissima famiglia.....e sono orgogliosa di farne parte.....che dio benedica tutti voi e le vostre famiglie...

un abbraccio.....erina panepucci   l'aquila


Nota n°1243
con   caterina69 il 19/05/2009 * 08:56

Cara Natasha, sono Caterina e come te anch'io ho perso il mio Papà. Erano andati ad una processione. Erano in tanti ma il destino ha voluto che quella macchina prendesse in pieno mio Padre morto dopo due ore, mia madre, che dopo due mesi di coma ha riportato lesioni fisiche e celebrali. Daniela un'mica che era con loro morta dopo SEI mesi di agonia. E' triste, posso capirti. Sono passati quasi due anni da quella maledetta sera, e il dolore per la perdita del mio Caro Papà è enorme. Penso che questa ferita che si è aperta quella sera la porterò con me fino alla morte. Una ferita che continua a sanguinare ogni volta che guardo negli occhi mia madre cercando di capire la sua sofferenza, e anche l'odio che da quella sera riversa su me, le mie sorelle e le persone che cercano di starle vicino. Hai fatto bene a scrivere,sai, allevia il dolore e nessuno come noi può veramente capirti. Puoi fare come ha detto Sergio. Per onorare e ricordare il tuo Caro Papà puoi mettere una Sua foto su "opuscoli e memorie". Io l'ho fatto. E' un modo per farlo continuare a vivere nei miei ricordi e in quelli che, uniti dallo stesso dolore, ti aiutano con pensieri e belle parole. Penso che il tuo Papà, come il mio, meriti tutto ciò. Ricordare per non dimenticare l'amore che hanno dato e quello che hanno ricevuto. In questo modo puoi ancora dimostrargli quanto gli volevi bene. Il mio Papà è all'opuscolo n° 10, Andreli Bruno, il signore con la divisa della Benemerita. Ti abbraccio forte e, adesso, il mio pensiero è rivolto anche al tuo Caro Papà.

Caterina. 


Nota n°1240
con BARBARA il 17/05/2009 * 13:15

Grazie a Cat per aver lasciato un messaggio ad Alice.

Un saluto a tt da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1239
con Sergio il 17/05/2009 * 08:32
Cara Natasha, anche tu giunta qui tra noi.Mi spiace per quanto ti ha toccato e vedrai che qui, per quanto possibile, troverai persone che comprenderanno le tue parole, le tue sofferenze.Non sono in grado di darti spiegazioni su quanto ha colpito te e noi tutti qui, ci interroghiamo ogni istante, ogni giorno noi...malgrado proseguiamo come possiamo questa vita presi da sensi di responsabilità verso chi ancora abbiamo. Delle volte sarà più lieve, sopportabile la mancanza, delle altre ci sarà lacerante...ma siamo qui e tra noi ci sosteniamo. Credo che ognuno di noi, dal primo all'ultimo, debba ringraziare chi tutto questo ha creato, dettato dalla propria terribile esperienza. Abbiamo luogo per essere liberi di abbandonarci ad esternazioni che altrimenti, altrove, ci dipingerebbe come "esagerati" e da allontanare.Troverai persone che come te vivono lo stesso dramma e troverai conforto. Non è poco, te lo assicuro.Puoi affidare i tuoi pensieri, il tuo stato d'animo, nella sezione "Testimonianze", puoi affidare il ricordo del tuo caro Papà agli "Opuscoli/Memorie" dopo aver contattato l'Admin.Un abbraccio grande grande, noi siamo qui...ogni volta che ne sentirai la necessità...Con affetto.

Nota n°1238
con   natascia il 17/05/2009 * 01:22
Ciao a tutti,
sono iscritta da qualche settimana ma è la prima volta che scrivo qui..non so nemmeno se sto scrivendo nella sezione giusta...
Come tutti voi ho perso una persona cara,ho perso una parte della mia vita..all'improvviso..il mio papa'...
Oggi è un mese e mezzo che mi è stato portato via...ed io..ancora non ci credo...
So che ognuno di voi qui ,puo' comprendere cio' che sento.Siamo uniti dalla stessa sofferenza.
Ho letto molte testimonianze,ho visto le foto dei vostri figli,genitori fratelli,amici ed è come se li conoscessi tutti...i loro occhi sono entrati nel mio cuore...ed il dolore delle vostre parole nella mia anima...

lunedi' è il mio compleanno,il peggiore della mia vita...ho perso l'uomo che mi ha messo al modo che mi ha cresciuto,amato,l'uomo con il quale ho mille volte litigato ma che era sempre li',l'uomo della mia vita...

vorrei tornare bambina  e stare tra le sue braccia...invece non lo vedro'mai piu'...

Nota n°1237
con   liguresapuano il 16/05/2009 * 13:24

Come il vento si elevava verso il cielo

il tuo spirito Puro-Dolce-Soave

Gioioso-Solare-Altruista-Generoso

Innamoratodell'amore e della vita

il tuo eterno Amore

che ti ha donatoil suo cuore.

                      &nb sp;              Ci


Nota n°1235
con Sergio il 23/04/2009 * 13:51

Ciao Caterina, mi spiace, è vero però...il tempo non lenisce il dolore, forse lo acuisce ancor più.

Mi unisco a te nel far gli auguri al tuo papà e nel ricordarlo sempre, condividendo la tua sofferenza.

Un abbraccio,

Sergio.


Nota n°1234
con   caterina69 il 23/04/2009 * 13:33

Oggi mio padre avrebbe compiuto 69 anni se un'incosciente non avesse deciso di non guardare la strada e di superare il limite di velocità. E' il secondo anno, pensavo che sarebbe andata meglio, ma non è così.

L'amore per mio padre non è stato raggiunto o avvicinato da nessun altro amore.

Lo tengo nel profondo del mio core, come un uomo diverso da tutti gli altri, come un essere diverso da tutti gli altri esseri.

 

BUON COMPLEANNO PAPA'. Ti voglio bene


Nota n°1232
con   BARBARA il 12/04/2009 * 14:13

Buona Pasqua a tutti ma in particolar modo alle persone che sanno cosa è il dolore.

Ciao da Barbara sorella di Alice. 


Nota n°1231
con   angeloantonio il 11/04/2009 * 23:12
BUONA PASQUA A TUTTI

Ascoltate il vento del vostro cuore
e sollevatevi dalla terra che trema
per innalzare lo spirito.

La vita e’ un dono di speranza
e prego in silenzio,
davanti ad un cero immobile,
dove la flebile fiammella
possa riscaldare anime lacerate,
ed il dolore possa trasformarsi,
in un lungo viaggio dove un giorno,
davanti ad un prato fiorito,
ci si possa tutti dare la mano
per gridare a tutto il mondo
che questo e’ il piu’ bel girotondo.

Buona pasqua.

Nota n°1230
con   domenico il 11/04/2009 * 01:26
ciao a tutti e buona pasqua da tomasoni domenico martedi 14/4/2009 sono 3 anni che ò perso mio figlio LUCA che doveva compire 21 anni il 23/5/2006 . Sono tre anni che stò aspettando che la giustizia mi dia una risposta. è solo da tre mesi che sono con l'Avv. Cesari ed ò molta fiducia spero che presto mi dia una risposta

Nota n°1229
con   Cataldo il 30/03/2009 * 12:22
Buon giorno, sono ,  oggi Angela Michela avrebbe compiuto 25 anni, nata il 30 aprile del 1984,  ci siamo lasciati il 16 ottobre 1998, domani è il compleanno di suo fratello il 31. non so come dirlo ma mi manca tantissimo, non trovo le parole. Auguri angela da tuo padre.

Nota n°1228
con paolo il 28/03/2009 * 20:36

Buona sera, è da 15 anni che mi occupo di educazione stradale nelle scuole -dall'infanzia alle scuole medie- e la sera organizzo delle serate con varie tematiche il cui denominatore è la parola : "EDUCARCI" .

Sono Responsabile della Polizia Locale del Comune di Cogliate (MI) e proprio nel mese di Maggio organizzerò una serata sulla sicurezza stradale il titolo sarà "Educarci alla sicurezza nel rispetto delle regole e della vita".

La serata sarà divisa in tre parti la prima espositiva da parte del sottoscritto sull'aspetto normativo con proiezioni di video , la seconda dei tecnici specializzati dimostreranno quali sono i sistemi di ritenuta (cintuire, seggiolini per bambini...) idonei e come utilizzarli . La terza ci saranno delle testimionianze di ragazzi che hanno subito delle lesioni permanenti a causa di incidenti stradali.

Credo fortemente nella PREVENZIONE-EDUCAZIONE solo così si possono salvare tante vite umane. Vi aspetto numerosi !!! Ciao  


Nota n°1227
con rosario il 26/03/2009 * 18:30
scusate se sono un po duro ma come si fa a lasciare un ragazzo x terra ..dopo averlo tamponato..mio figlio con lo scuter e un pazzo con la macchina lo tampona e lo scaraventa a terra scappando e nn prestare alcun soccorso..pensavo che in un paesino come il nostro che ci conosciamo quasi tutti ste situazioni nn accadevano....ma vedo che alcuni avendo un mezzo in mano pensano d'avere un arma e ammazzare tutti....mio figlio x fortuna e rimasto inleso ...chi e scappato pensa d stare a posto con la coscienza..aspettando la prossima vittima......

Nota n°1226
con   anto il 25/03/2009 * 17:00

Salve a tutti sono Antonella la mamma di MICHAEL.. è tanto che non scrivo  più, l'inverno è stato lungo e faticoso..il 25 settembre dello scorso anno, il ragazzo che mi ha portato via per sempre il mio MICHAEL, è stato giudicato colpevole di omicidio colposo, pena di 8 mesi con la condizionale........... gli è stata sospesa la patente (dopo un anno e mezzo, direi che non c'è male) e c'è stato il risarcimento danni...

ieri 24 marzo sono stati 2 anni da quando non ho più il mio MIKY vicino a me, 2 anni che non lo bacio più, che non lo posso più abbracciare, che non mi sento più chiamare "Mà" da lui..

...da ieri ho deciso di lasciare momentaneamente il mio lavoro, perchè non ce la faccio più, non ho più voglia di alzarmi la mattina per andare al lavoro, lo faccio da 26 anni e sono stanca..

Lavoro da tutta una vita, e ora ho solo voglia di fermarmi e pensare al mio MIKY, pensare a me e al mio dolce compagno.. non chiedo tanto..

un bacio a tutti


Nota n°1225
con   AnnaMaria il 18/03/2009 * 21:20

Domani 19 marzo festa di San Giuseppe e festa del papà.

Permettetemi di rivolgere un augurio di buon onomastico al mio Giuseppe ed a tutti i nostri angeli che si chiamano Giuseppe, Giuseppina e simili, che proprio il 19 avrebbero potuto festeggiare con noi, che invece siamo rimasti qui a piangere.

Permettetemi di mandare un affettuoso abbraccio a tutti i figli che avrebbero voluto stringere il loro padre e che non possono farlo. Tra queste persone che domani vorrebbero e non possono farlo, cito Arianna, alla quale mando un abbraccio forte.

Auguri di buon onomastico amore mio, ovunque ti trovi, ed a tutti coloro che domani dovevano essere qui e che, invece........

Vi vogliamo bene, guidateci e seguiteci sempre.


Nota n°1224
con   silvia il 12/03/2009 * 17:53
Cari genitori, amici e parenti...              Vi chiedo subito scusa se nell’inviarvi queste poche righe vi provoco ulteriore dolore per la perdita di persone a voi care.  Sono una ragazza di 25 anni, non ho come voi un passato triste alle spalle ma lavoro nel campo della sicurezza stradale da 4 anni e ora sono davvero stufa di leggere nomi di giovani sui muri, di vedere nuovi fiori ai lampioni e di sentire le lacrime fredde sulle guance dei genitori a cui vengono strappati i figli. Sono stufa di vedere ogni giorno per strada gente che, pur di fare ciò che vuole senza voler vedere le conseguenze, non rispetta le regole che ci sono state imposte per la nostra sicurezza. Mi sento vicina a tutti voi, voglio poter fare qualcosa e spero che nel prossimo futuro i miei progetti di sensibilizzazione alla sicurezza stradale portino dei risultati, mi accontenterei anche di poco.   Con questa e-mail volevo stringermi a voi tutti che avete sofferto per errori di altrui e volevo rendervi partecipi della mia lotta verso strade più sicure; c’è ancora tanta gente che ci crede e spero davvero che le cose possano migliorare per voi, per noi e per i prossimi automobilisti. La mia parola d’ordine nel lavoro è la VITA e non mi stancherò mai di portare queste quattro semplici lettere con me nel mio lavoro, soprattutto davanti a tutti quelli che dinanzi il nostro stand alle fiere ci dicono ‘tacci vostra’. Se sapeste quanta gente ignorante ho trovato in giro…se potessi davvero fare qualcosa io…ne sarei davvero felice. Vorrei poter riuscire a rendere onore a tutte le vittime di incidenti stradali.  Vi auguro tutto il meglio che la vita vi riserva ancora e spero che un giorno potrò scrivervi di nuovo per dirvi che ho raggiunto il mio obiettivo. Con affetto, Silvia Lindblad

Nota n°1223
con   angeloantonio il 08/03/2009 * 01:36
Siete come un diamanti: uniche e preziose. Il dono più bello che il signore abbia potuto farci.
Chi dice donne dice danno. Ed è vero perché danno  la vita, danno la speranza, danno il coraggio, danno conforto, danno sé stesse per amore. Auguri a tutte le donne dell'associazione.

Nota n°1222
con   AnnaMaria il 06/03/2009 * 22:52

10 MARZO 2009, tre mesi da quel maledetto giorno.

Tre mesi da quando quella mattina ti ho salutato e non ti ho più rivisto.

 Tre mesi da quando ti ho dato l'ultimo bacio.

 Tre mesi da quando la gioia si è definitivamente allontanata da noi.

 Tre mesi da quando il destino ti ha allontanato da me.

Tre mesi di dolore, di sofferenza, di infelicità.

Tre mesi senza te GRANDE, GRANDISSIMO AMORE MIO.

Cosa faccio io senza te? Dove sei Amore mio? Dove sei?

 

P


Nota n°1221
con ROSS il 02/03/2009 * 12:36

2 MARZO: Un altro compleanno mancato...oggi avresti fatto 26 anni carissmo Domenico.Purtroppo qualcuno ha interrotto la tua vita,troppo precocemente perchè gli piaceva sfidare le curve ad altissima velocità.Eravate in quattro quel giorno su quella maledetta macchina...tutti morti!Quattro famiglie distrutte...dolore,solitudine e il tuo affetto che non mi accompagana nei miei giorni buii.E si continua a soffrire per la tua assenza,in tre anni e mezzo non ti ho mai mai scordato per un attimo...mi manchi terribilmente bimbo.Non è piu' vita senza te...Buon compleanno.

Rossella...una sorella distrutta!


Nota n°1220
con Stefania_Pagliani il 24/02/2009 * 08:45

Commento alla trasmissione televisiva del 17 u.s.

Desidero esprimere il mio sincero apprezzamento per quanto l'Aifvs fa per tutti coloro che sono colpiti da un dolore tanto grande come quello della perdita di una persona cara a causa di incidente stradale.
Ho visto In TV la trasmissione del 17/02 "Ricomincio da qui" nella quale sono stati intervistati i genitori di Flaminia Giordani e Alessio Giuliani, i due fidanzati uccisi la sera del 22 maggio dello scorso anno da Stefano Lucidi, messosi alla guida ubriaco e drogato. La sentenza, dieci anni per duplice omicidio volontario con la formula del dolo eventuale,mi trova perfettamente concorde con il giudice che l'ha emessa e penso che sia stato determinante l'apporto difensivo dato nel processo dalla Aifvs con la costituzione di parte civile con l'avvocato Gianmarco Cesari che l' ha rappresentata . E' necessario, a mio avviso, che venga riconosciuta, e quindi punita, come diretta e volontaria la responsabilità di chi procura danno agli altri nella consapevolezza che mettersi al volante in condizioni psichiche alterate può avere conseguenze letali e causare,inoltre, ferite profonde in chi rimane menomato negli affetti più cari, sarà quindi importante che la Aifvs si costituisca nei processi a fianco delle vittime per dare aiuto e sostegno anche effettivo nel processo.
Sono un perito del Tribunale e una vostra iscritta e come consulente di parte ho analizzato le implicazioni psicologiche di chi patisce un lutto mai totalmente elaborabile.
Questa situazione umana è emersa nella trasmissione di cui sopra dai racconti dei genitori delle vittime la cui esistenza non potrà più essere quella di prima.
Purtroppo le recenti sentenze gemelle della Corte di Cassazione del 11 Novembre 2008 sottovalutano la portata psicologica del danno all'esistenza prodotto dall'evento lutto, non gli riconoscono una sua specificità e tendono a sminuire la sofferenza psichica riconducendola in un ambito medico e biologico.
Ho sempre molto apprezzato e seguito personalmente la costante e competente opera di approfondimento, sensibilizzazione e chiarimento scientifico che l'avvocato G.Cesari ha costantemente svolto in questi anni a proposito, attraverso convegni, studi e risultati processuali che hanno contribuito a richiamare l'attenzione degli "addetti ai lavori" sulla necessità di valutare e risarcire in modo adeguato le ripercussioni psicologiche dell'evento lutto sulla qualità della vita di chi le subisce.
Per questi motivi, tornando a riflettere sulla trasmissione televisiva del 17 u.s.,mi sono francamente stupita di non aver visto rappresentata (*) l'Aifvs dall'avvocato Cesari che, oltre ad essere Presidente dell'Osservatorio Vittime, è anche stato legale vostro rappresentante nel processo Lucidi e di aver visto in trasmissione al suo posto un altro avvocato che, oltre a non aver neppure fatto il nome dell'AifVs, è stato completamente estraneo a tutto l'iter processuale.
 Ritengo sia stata persa una occasione importante, l'avvocato che è intervenuto quale esperto della Aifvs infatti non ha assolutamente fatto menzione dello sforzo di ausilio fatto dalla associazione  per essere vicina quale parte civile ai genitori dei due fidanzati limitandosi a dire quel che i genitori dovevano fare del risarcimento ,invadendo così la sfera privata e chiedendo se erano "contenti" della sentenza; sarebbe stato più "televisivo" rivolgere ai genitori superstiti ospiti della D'Eusanio quale "regola" ,invece che andare a dire loro  cosa fare del risarcimento , un invito ad unirsi alla aifvs per portare avanti, oltre il processo, un impegno sociale ai fini collettivi assieme a chi li ha sostenuti nel processo rappresentando la solidarietà di tutti i soci della associazione. E' importante a mio avviso che chi viene scelto ed indicato dalla Aifvs per partecipare a trasmissioni televisive importanti abbia anche le capacità di rappresentare l'aifvs in modo appropriato ed efficace.
 
Stefania Pagliani

(*) nota AIFVS: l'avvocato che ha partecipato alla trasmissione non è stato indicato dall'AIFVS, ma è stato contattato direttamente da chi gestisce la trasmissione.


Nota n°1219
con   admin il 23/02/2009 * 23:07

Ciao Daniela benvenuta, sono certo che troverai con chi condividere i tuoi pensieri in questa grande famiglia.

Ti consiglio di registrarti clicca qui 

Ciao


Nota n°1218
con   Daniela il 23/02/2009 * 22:16

ciao a tutti sono Daniela ho bisogno di parlare e condividere il mio dolore e la mia disperazione con persone che come me hanno avuto la perdita della persona più importante della propria vita


Nota n°1217
con   admin il 22/02/2009 * 23:40

X Giuseppe.

Postare il messaggio nel forum  a questo indirizzo:  questo vale per l'assistenza psicologica del forum. Invece per l'assistenza legale qui 

Ricordiamo che per postare nel forum è necessario registrarsi qui

Grazie


Nota n°1216
con   giuseppe il 22/02/2009 * 22:35

Un evento incredibilmente crudele, atroce, ha spezzato la vita della mia adorata compagna di sempre di 47 anni. Di conseguenza anche la mia e quella delle persone a lei care. E' possibile avere su queste pagine un supporto psicologco?

Mi trovo nella disperazione più assoluta, come d'altra parte si trovano gli iscritti di questa associazione.

Io temo di non farcela, chiedo aiuto a qualcuno. Grazie Giuseppe


Nota n°1215
con   Patrizia_Q il 16/02/2009 * 11:34

Giovanni  deve spostare il messaggio sul forum a "consulenza legale" e riceverà la risposta .


Nota n°1214
con   Patrizia_Q il 16/02/2009 * 11:31
Andreww, ho avuto sentore dell'esistenza di questo sito, sinceramente non sono meravigliata più di tanto. Le persone lamentano scarsa sicurezza per il cittadino e quando si cercano rimedi per far diminuire gli incidenti stradali cercano scappatoie. La responsabilità personale scarseggia in molti e nessuno vuole rinunciare a bere, non si rendono conto che andare in giro sobri può salvaguardare la loro e altrui vita  ed evitare tragedie sulla strada.

Nota n°1213
con   Patrizia_Q il 16/02/2009 * 11:09

Rita,  il dolore per la perdita di una persona cara è veramente tanto e non ci sono parole di consolazione in questi casi. Non ho idea di chi ha avuto contatti con Lei, ma certamente non si è rivolta alla persona giusta. I familiari e tutti coloro che vogliono mettersi in contatto con l'associazione devono rivolgersi alla segreteria per telefono allo 06 41734624 o per mail segreteria@vittimestrada.org .


Nota n°1212
con   Patrizia_Q il 16/02/2009 * 10:58
Diego siamo tutti addolorati da quanto è accaduto a Latina, la velocità e l'alcool in questo caso ne sono state le cause. Un ragazzo ha perso la vita , il fratello in ospedale e una famiglia distrutta. Se vuoi prendere contatto con l'associazione puoi chiamare la segreteria allo 06 41734624.

Nota n°1211
con   RITA il 16/02/2009 * 04:09
salve sono rita vi scrivo solo x dire che sono rimasta molto delusa .a parte il dolore che mi porto dentro dal 20004 dato che mia madre e morta x colpa di un ubriacco al volante .aveva 74 anni ma era sana come un pesce si chiama MARIA  si prqpio come la madonna . e da allora io nn vivo piu nn risco piu ad uscire da casa nn lavoro sono sempre ricoverata in cliniche pschiatriche ora mi ritrovo invalida e piena di psicofarmaci . ho provato a contattarvi xche solo voi potevate capire il dolore che mi sta logorando  ho sentito un vostro avv e le ho detto che volevo che anche mia madre fosse ricordata nella vostra ass ma mi rispose molto freddamente le ho anche chiesto che volevo far parte della vostra ass e che mi avrebbe richiamata .nn l ho mai piu sentito questo nn vi fa onore molte persone pensano questo di voi \

Nota n°1210
con   diego il 15/02/2009 * 13:34

buongiorno, sono di latina....4 morti in 2 giorni tutti giovani...e dicono che è colpa delle strade..."tutti senza cintura"...alta velocità.....addirittura uno con tasso alcolemico alto, con accanto il fratello che riprendeva la corsa..per finire schiantati..VERGOGNA....LE ISTITUZIONI DEVONO INTERVENIRE SULLE AUTO CON SISTEMI DI SICUREZZAAAAA!!!!!!!E CORSI DI BLS GIA' ALLE SUPERIORI....BASTA BASTA BASTA.CONTATTATEMI VOGLIO FARE QUALCOSA..


Nota n°1209
con   andreww il 10/02/2009 * 16:43

Salve a Tutti,

La presente e` per informare che una non meglio identificata associazione di automobilisti sta raccogliendo firme contro la legge per il sequestro dell`autovettura da parte delle autorita` di polizia se il guidatore viene trovato positivo all`alcoolTest,poiche essa e``Ritenuta Anticostituzionale in quanto viola il diritto di Propieta` del mezzo.

Io mi chiedo come sia possibile contestare una delle poche leggi giuste proposte,come si puo pensare di applicare una legge ,senza avere una benche `minima certezza della pena???

Confido,mio malgrado, nel buon senso dei Giudici che debbono far rispettare un minimo di ordine e legalita`,specialmente per tutte le persone che come me non sono state vittime di incidenti causati da persone senza scrupoli.

Saluti


Nota n°1208
con   giovanni il 09/02/2009 * 22:30

la notte di natale ho avuto uno stupido incidente stradale, mentre faveco retromarcia all'altezza di un'incrocio un ragazzo mi veniva addosso.

il problema e' che il mio mezzo era spovvisto di assicurazione, questo perche' era iln procinto di essere rottamato.

ho dovuto prendere il mezzo necessariariamente quel giorno per accompagnare mamma dai partenti.

mi e' arrivata la lettera di un'avvocato in cui mi chiede il risarcimento dei danni del mezzo, inoltre il guidatore a voluto andare in ospedale a fare vedere il piede dicendo che l efaceva male, al pronto soccorso sono state praticate le lastre piu' una fiala di lixdol(antidolorifico)

ora premetto che non sono in grado di poter risarcire i danni, che devo fare?

saluti.


Nota n°1207
con BARBARA il 07/02/2009 * 16:52

Volevo esprimere un pensiero per la famiglia di Eluana che mai come in questi giorni sn sottoposti ad una vera e propria "gogna mediatica" vorrei poter dire a tutti quelli che criticano che sn fortunati ad avere delle idee così chiare sui "FATTI" deglli altri, in molti casi bisogna trovarcisi dentro alle situazioni,cosa si pensa che i genitori di Eluana vivano questo momento a cuor leggero,che siano felici per quello che stanno facendo?????

Solo loro sanno la sofferenza che hanno nel cuore e che li accompagna da 17 anni.

Il silenzio è rispetto ed in questo caso sarebbe l'ideale.

Barbara sorella di Alice


Nota n°1206
con BARBARA il 07/02/2009 * 16:35

Esprimiamo la nostra vicinanza alla Presidente Sig. ra Cassaniti Mastroieni

per il grave lutto che ha colpito la sua famiglia.

Barbara sorella di Alice e famiglia


Nota n°1205
con   salvatoreercolani il 29/01/2009 * 23:26

Salve scusate se ce qualche errore nella grammatica ma o fatto le scuole in Germania ma voi mi saprete correggere grazie mi fate sapere che ne pensate del sistema e semplice ma efficace quando la tecnologia serve x salvare vite umane e non x fare solo profitti grazie.

Salve lo stato Italiano la Chiesa è i Media nazionali fanno tanto casino x lasciar andare eluana englaro dopo 20 anni di coma  che non sta a me giudicare ma non si preucupano di evitarne altri di nuovi casi come  eluana englaro sta in coma x colpa di un incidente stradale io o la soluzione x evitare 90% 95% dei incidenti mortali su strada che vi descrivo qui sotto e lo mandato all corte Europea alla Vaticano al Quirinale ala Camera de Deputati e al Senato  e al Presidente del consiglio senza alcuna risposta quindi ce da pensarci e rifletere.

Il sistema per evitare il 90%-95%dei incidenti mortali su strada che succedono à causa del alta velocità e sotto gli effetti di alcool e droga e mettere un volante o pedaliera con sensori capaci di rivelare queste ultime come in America esiste il braccialetto che rileva se si e ubriachi o drogati collegato al accensione del veicolo e se risulta positivo al alcool o droghe la macchina non parte è a riguardo al alta velocità basta mettere un sistema GPS del tipo americano o europeo collegato con la centralina del limitatore di velocità cosi lauto non può più superare il limite di velocità consentiti dalla legge del codice stradale è cosi le compagnie automobilistiche farebbero pressione sulla S.p.A. Autostrade italiane e sul Governo italiano affinché non migliorerebbero le strade e autostrade cosi da poter aumentare il limite di velocità ma su strade sicure e senza buche è pozzanghere come in Germania le autostrade sono sicure anche in condizione avverse è ad alta velocità in alcuni tratti è sono tutte gratis?? e in più si evitano 7.000- morti 40.000-invalidi permanenti e 250.000-feriti vari l anno solo in Italia,in Europa moltiplicate x 27 paesi del Unione Europea sono tanta gente che si potrebbe salvare , in gran Bretagna e già attivo un sistema simile ma non x salvare vite Umane ma x far pagare la tassa di circolazione in base a dove si circola centro urbano e extra urbano e periferia e anche la scatola rosa proposto dl ministro Carfagna avrebbe la stessa funzione collegandolo alla centralina del limitatore di velocità del veicolo usiamo  la tecnologia x salvare vite umani e non solo x i profitti x info sa.ercolani@hotmail.it

A chi non conviene il sistema x evitare 90%-95% dei incidenti mortali stradali x primo ai comuni Italiani e Polizia Municipale che non potrebbero più multare gli automobilisti x aver superato il limite di velocità ,e se il sistema GPS sarebbe collegato con il sistema x regolare il traffico quindi semafori e altri dispositivi esistenti si potrebbe regolare il traffico ed evitare anche le multe ai semafori e risparmiare sulle forze del ordine che controllano il traffico li potrebbero impiegarli in altri campi e in più si eviterebbero i morti,feriti e gli assassini x sfortuna in galera e tutto a spese dei contribuenti.
I secondi sono le compagnie automobilistiche che non venderebbero più le auto di grossa cilindrata e pezzi di ricambi a causa dei incidenti stradali.
I terzi sono le multinazionali delle compagnie delle assicurazioni che dovrebbero abbassare le tariffe delle polizze R.C.Auto e infortuni vari del 90% .
I quarti sono le multinazionali pharmacopee e ortopediche che si toglierebbe ben il 80% dei loro guadagni x che non ci sarebbero più ogni anno 40.000-invalidi permanenti e 300.000-feriti vari non contando i 7.000-morti l anno,so che il bilancio della sanità in Italia e del 53% del pill annuale 30 miliardi di euro solo x incidenti d auto e in più i carcerati x sfortuna quindi un enorme risparmio in denaro pubblico e per primo le vite umane risparmiate,Quindi cosa e più importante i profitti del e multinazionali o le vite umani tra morti invalidi e feriti vari e gli assassini x sfortuna che stano in galera e tutto a spese dei contribuenti e famiglie distrutte da entrambi i lati dei investiti e investitori delle auto.é infine e brutto pensare che anche tutto ciò che gira in torno ai 7.000- morti = 7.000-funerali l anno tra pompe funebri è cimiteri è tutti riti funerali e fiori compresi che vergogna questa italia che preferiscie profitti e potere a posto della vita.
Grazie
Postato da salvatore ercolani

la corretta informazione su tutto ciò che riguarda l incolumità delle persone e un dovere per chi ha il compito d informare ed un diritto per il destinatario dell’ informazione. chi non lo fa assume precise responsabilità per le tragedie che pur essendo spesso evitabili continuano a sconvolgere la serenità di tante famiglie italiane. Chiunque si trovi nelle condizioni d intervenire per contrastare la vergognosa strage stradale che si consuma


Nota n°1204
con   salvatoreercolani il 29/01/2009 * 00:37
Giornalisti e TV informazione negato di importanza vitale :
la Rai come rai 3 e radio due tele due rai e Mediaset come striscia la notizia e le Jene tutti i Tg nazionali non lo vogliono pubblicare o fatto un esposto alla procura generale di Napoli essendo tv pubbliche dovrebbero pubblicare come salvare 7.000 mila vite umane e 30.000 invalidi permanenti 300.000 mila feriti vari anche loro sono contro il sistema anno da perdere anche loro non avrebbero più informazione di incidenti mortali e pirati della strada in galera.
l

Nota n°1202
con Daniela il 27/01/2009 * 21:14

Per VittorioRi: non ho trovato questo libro (i due gioielli) di Paulo Coelho, non risulta tra le sue opere. Forse è un racconto all'interno di un libro che si intitola in altro modo.


Nota n°1201
con   admin il 27/01/2009 * 09:36
Sta arrivando alle caselle di posta degli associati AIFVS e non solo una pericolosa  mail, i migliori antivirus bloccano l'allegato ma non sempre quindi chi riceve una mail  con mittente Microsoft Corp.<sicurezza@microsoft.it> deve immediatamente eliminarla o evitare  aprire l'allegato; update.exe che è un pericoloso virus.
 
Attenzione non è una semplice bufala
Giorgio Giunta

 Attenzione questa mail è falsa

Cari Microsoft Clienti ,

Si prega di notare che Microsoft ha recentemente rilasciato un aggiornamento della protezione per Microsoft Windows OS. L'aggiornamento si applica alle seguenti versioni di sistema operativo: Microsoft Windows 98, Microsoft Windows 2000, Microsoft Windows Millennium, Microsoft Windows XP, Microsoft Windows Vista.

Si prega di notare, che la presente aggiornamento si applica al aggiornamenti con prioritа alta categoria. Al fine di proteggere il computer dalle minacce alla sicurezza e problemi di prestazioni, si consiglia di installare questo aggiornamento.

Poiche la distribuzione pubblica di questo aggiornamento tramite il sito ufficiale
Microsoft Corporation sarebbe risultato efficace nella creazione di un software "maligni", abbiamo preso una decisione di emettere una versione sperimentale privato di un aggiornamento per tutti gli utenti di Microsoft Windows OS.

Come il computer e impostato per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi aggiornamenti, che avete ricevuto questo avviso.

Al fine di avviare l'aggiornamento, si prega di seguire passo-passo le istruzioni:
1. Esegui il file, che avete ricevuto insieme a questo messaggio.
2. Seguire attentamente tutte le istruzioni che appaiono sullo schermo.

Se non cambia nulla dopo aver eseguito il file, probabilmente nelle impostazioni del vostro sistema operativo si dispone di una indicazione di eseguire tutti gli aggiornamenti in un contesto di routine. In tal caso, a questo punto, l'aggiornamento del vostro sistema operativo sarа finito.

Ci scusiamo per gli eventuali disagi che questo ritorno potrebbe essere la causa per voi.


Grazie,

Steve Lipner
Direttore della Sicurezza affidabilitа
Microsoft Corp
.


Nota n°1200
con   caterina69 il 24/01/2009 * 02:46
Salve sono Caterina e voglio cominciare questa sera per riunire, spero, più persone possibili, unite, e non, da uno stesso tragico destino: una persona Cara persa su queste maledette strade. Per mio Padre, per mia Madre, per  Daniela e per tutti gli altri sorrisi spenti in un attimo INMEMORIADI......01/06/2009 CEPRANO FR.

Nota n°1199
con maria1956 il 23/01/2009 * 20:24

Caro Vittorio,

comprerò sicuramente il libro...sono rimasta affascinata nel leggere le parole che hai riportato, ho sempre pensato che mia figlia era una bene prezioso ed inestimabile ma che al tempo stesso era un essere libero che per il periodo che siamo state insieme mi ha donato tanta felicità ed amore...peccato che il tempo sia stato breve.Grazie un abbraccio. La mamma di Claudia Perri


Nota n°1198
con   VittorioRI il 11/01/2009 * 15:02

Ciao a tutti,

è da un pò che non passo sul sito, ma sinceramente durante il periodo di vacanze natalizie, che per noi familiari delle vittime della strada è più una tortura che altro, non avevo nulla di positivo da trasmettere e mi dispiaceva ammorbare altre persone anche con i miei fantasmi e le mie angoscie.

Vorrei però ora condividere con voi, che come me avete perso un familiare per colpa dell'incuria altrui, una bellissima storia narrata su un libro di Paulo Coelho che ho avuto modo di leggere qualche giorno fa; spero possa dare conforto a qualcuno di voi. S'intitola I due gioielli

Un rabbino molto devoto viveva felicemente con la propria famiglia - una moglie ammirevole e due figli amati. Accadde che, per motivi di lavoro, fu costretto ad assentarsi da casa per alcuni giorni. Proprio durante la sua lontananza, entrambi i giovani rimasero uccisi in un grave incidente. Da sola, la madre soffrì in silenzio. Era una donna energica e, confortata dalla fede e dalla fiducia in Dio, sopportò il tremendo colpo con dignità e coraggio. Ma come poteva comunicare al marito quella terribile notizia? D'accordo, si trattava di un uomo religioso ma, qualche tempo prima, era stato ricoverato in ospedale per problemi al cuore, e la moglie temeva che la notizia della tragedia lo avrebbe ucciso. Non le restava che pregare Dio, affinché la consigliasse sul modo migliore di agire. Il giorno precedente all'arrivo del marito, pregò molto - e ricevette la grazia di una risposta. L'indomani, il rabbino fece ritorno a casa, abbracciò forte la moglie e le domandò dei figli. La donna gli disse di non preoccuparsi, di fare un bagno e riposare. Qualche ora dopo, i coniugi si sedettero al tavolo per pranzare. La moglie chiese dettagli sul viaggio; l'uomo le raccontò ogni particolare di ciò che aveva vissuto e parlò della misericordia di Dio; poi tornò a domandarle dei ragazzi. Con un'espressione leggermente imbarazzata, la donna rispose: "Lascia perdere i figli, ce ne occuperemo più tardi. Prima, voglio che mi aiuti a risolvere un problema che reputo assai serio." Preoccupato, il marito chiese: "Cos'è successo? Ho notato che eri abbattuta! Confidami ciò che turba il tuo animo, e sono certo che, insieme e con l'aiuto di Dio, risolveremo qualsiasi problema." "Durante la tua assenza, è venuto a trovarmi un nostro amico; mi ha lasciato in custodia due gioielli di valore inestimabile. Sono molto preziosi! Non ho mai visto oggetti così belli! Tra poco, verrà a riprenderseli, ma io non intendo restituirglieli perché ormai mi ci sono affezionata. Che cosa mi suggerisci?" "Moglie mia, non capisco proprio il tuo comportamento! Non sei mai stata una persona futile e vanitosa!" "In verità, non avevo mai visto gioielli così splendidi! Non riesco ad accettare l'idea di perderli per sempre!" A questo punto, il rabbino rispose con voce risoluta: "Nessuno perde ciò che non possiede. Trattenerli equivarrebbe a un furto! Li restituiremo, e io ti aiuterò a superare la loro mancanza. Glieli riporteremo insieme, oggi stesso." "Ebbene, caro marito, sia fatta la tua volontà. Il tesoro verrà riconsegnato. In verità, la restituzione è già avvenuta. Quei gioielli erano i nostri figli. Dio ce li ha affidati in custodia e, durante il tuo viaggio, è venuto a riprenderseli. Sono andati via..." Il rabbino comprese all'istante. Abbracciò la moglie e, insieme, versarono molte lacrime - ma aveva compreso il messaggio e, da quel giorno, lottarono uniti per superare la perdita.   Ciao a tutti

Nota n°1197
con BARBARA il 11/01/2009 * 13:55

Ciao, volevo fare un saluto a tutti ed augurare un dignitoso anno pieno di salute! (almeno quella visto che non ci è rimasto molto da questa vita).

Ciao da Barbara sorella di Alice


Nota n°1196
con cici il 09/01/2009 * 21:29
care mamme purtroppo non ci conosciamo ma abbiamo una cosa in comune i nostri visi d angelo che ci danno la forza di pensarli talmente tanto che , sembra sempre di sentirli parlare , urlare ridere , fino pensare che non sia vero siano in un altro mondo !!!! io come voi non sono 2 giorni che penso e piango , so cosa vvul dire questo lungo calvario !!!!! mi ha fatto partecipe di inserire anche Maicol insieme a tutta questa grande famiglia , una grande mamma Paola ; il suo bambino è Edoardo  Friggeri sull opuscolo n 5 Sorbolo parma !!!! quanto siete state subito carine e affettuose darmi il benvenuto alla mia famiglia ma soprattutto a Maicol !!!! mi farebbe piacere mettermi in contatto con voi siamo una grande famiglia con nu unico pensiero : giustizia !!!!! un abbraccio di cuore

Nota n°1195
con   caterina69 il 07/01/2009 * 15:11

Salve a tutti vorrei fare un' osservazione: dagli incidenti che si sono verificati durante queste feste "se così possono essere chiamate" mi domando se non sarebbe opportuno iniziare a dare un certa ridimensionata a tutto ciò. Giornate che dovrebbero far riflettere diventano un modo per dare sfogo a libertà che in altri periodi rimangono nascoste e non provocano alcun danno. Allora che senso ha! Il mio pensiero è quello di cominciare ad abolire ciò che è l'origine dei tragici eventi che ogni anno puntualmente e sfortunatamente ci si presentano e che alla fine dell'anno ci costringe a dettare una lista come ci fosse stata una guerra.


Nota n°1194
con   albina il 24/12/2008 * 21:57

Tanti auguri a chi ha un sogno nel cuore...

Tanti auguri a te  che hai un dolore...

Tanti auguri alle persone ormai sole...

Tanti auguri a chi vuol sentir ancor parole... ...poche parole che entrano nel cuore...e che tengono vivo l'amore di chi abbiam perso in un tragico contesto...

Le parole dei nostri cari che ci vedono da lassu' e ci dicono:FAI ENTRARE NEL TUO CUORE GESU'.


Nota n°1193
con Giorgio_Giunta il 24/12/2008 * 10:59

Buon Natale 2008

E' sempre più triste e amaro ogni Natale, ogni vetrina festosa è come una pugnalata che ti trafigge il cuore, trattieni il respiro, sempre così anno dopo anno e non migliora, ci convivi solamente.

Quello che auguro a tutti e di avere la forza di superare i momenti difficili anche per coloro che ci sono vicino.

Natale passerà e sarà uno in meno.

Giorgio Giunta


Nota n°1192
con   Melissa il 22/12/2008 * 23:45

Volevo augurare a tutti i genitori e parenti che non hano piu' i loro cari un sereno natale, anche se non lo sara', come non lo sara' per i miei genitori...

...penso che sia giusto fare campagne contro l'alcool utilizzato in modo esagerato e contro la velocita', ma penso anche che una persona quando ha in mano una macchina  dovrebbe usare la TESTA e invece non accade..

 

..io non ho piu' mio fratello per colpa della velocita' e so che per quanto possa sperare, ho paura che non si potra' mai combattere perchè alla gente non gli e ne importa niente...

 

buone feste

 

una sorella


Nota n°1188
con   Paolino il 18/12/2008 * 16:03

Buongiorno a tutti,

mi sono regalato ieri per Natale "La strage continua" di Elena Valdini e ho sentito un paio di interviste in rete dell'autrice, che vorrei ringraziare di cuore in questo modo non trovando il suio E-Mail.

Da fratello gemello di un ragazzo scomparso investito nel 1986, dico che tutto parte dalla prevenzione e dall'informazione, più che dalle punizioni/galere (pure necessarie).

Andiamo tra la gente e nelle scuole a fare educazione stradale, non smettiamo mai di parlarne, stiamo vicini ai familiari delle vittime nel tempo e non solo nelle "immediate vicinanze" degli incidenti; non parliamo solo di "stragi del sabato sera" - purtroppo, avvengono a tutti i giorni e a tutte le ore, gli incidenti.

Investiamo nella "cultura del limite" e del rispetto e interroghiamoci su alcune misure schock (ad es. in Belgio si ragionava su campagne pubblicitarie che mostrassero il "risultato fisico" degli incidenti in termini di corpi straziati).

Per me c'è un po' troppo pressapochismo/troppa demagogia sul tema.

Imponiamo alle automobili vincoli di velocità "intrinseci", ad esempio a 130 km/h (questo il limite in autostrada, no?), e non pensiamo unicamente alle sollecitazioni nei confronti del legislatore. Alle famiglie e ai singoli, prima.

Un caro saluto e Buone Vacanze a tutti.

Paolo Baroli


Nota n°1182
con caterina il 17/12/2008 * 00:39
Ciao sono Caterina e ancora soffro per il grande dolore. In un colpo solo una macchina ha inestito e ucciso mio padre e resa invalida mia madre. La domanda VOGLIAMO FARE QUALCOSA?????

Nota n°1181
con   lorca56 il 16/12/2008 * 22:09
Da molto tempo andavo riflettendo sul proliferare dei monumenti funebri in onore dei deceduti per incidente stradale. Ne ho fatto un tema di ricerca fotografica. Trovate il set di immagini su flickr: La stupida morte
Non mi dilungo sulle motivazioni e sul mio approccio, chi volesse potrà leggerne nel testo di accompagnamento al set.

Nell'invitarvi a guardare e a commentare liberamente le immagini, mi fa piacere comunicarvi che tutte le foto sono rilasciate in licenza Creative Commons, cosa che permette alla associazione di usarle liberamente e gratuitamente.

Nel complimentarmi per la qualità della vostra azione invio i miei migliori saluti, Carlo Columba

Nota n°1179
con Bruno il 15/12/2008 * 21:27

+Autovelox = -Controlli
-Controlli = +Gente umbriaca alla guida e quindi più incidenti mortali.
Meditate.... Meditate...

Lo stato con l'istallazione degli Autovelox se ne lava la coscienza ma l'Autovelox non controlla chi è umbriaco alla guida. Per diminuire i morti si devono togliere gli Autovelox e mettere al loro posto più pattuglie questa è quello che si deve fare.
L'unico scopo dell'Autovelox è fare soldi. E' un'offesa alle vittime della strada.
Basta!!!

Bruno


Nota n°1178
con deedee il 07/12/2008 * 20:32

Oggi avrebbe compiuto 34 anni. 34 anni di amore, entusiasmo, impegno, generosità e onestà. Mio marito, il mio migliore amico, il mio compagno di vita, il papà del nostro bimbo. E da quel momento, su quella strada, si è spenta la serenità di chi lo ama oggi più di allora.


Nota n°1177
con Remo il 06/12/2008 * 21:47

E'  una delle prime volte che mi collego; l'argomento l'ho molto a cuore, essendo un assiduo motocislista...

Ho visto molte belle iniziative di educazione stradale, troppo snobbata nel nostro Paese; vorrei ce ne fossero altrettante, da parte delle Autorità, rivolte alla sicurezza delle "strade", anch'essa decisamente sottovalutata... 


Nota n°1175
con   Biby il 20/11/2008 * 14:14

Il giorno 16 novembre alla giornata mondiale del ricordo delle vittime della strada ero a ferrara insieme alla responsabile Anna Barbieri...ci tenevo sentitatamente a esprimere tutta la mia approvazione e stima ricordando quel giorno.Anna alla S.Messa ha rivolto a tutti parole "toccanti" invitando quanti la stessero ascotando un "messaggio" per far riflettere su questa grande "piaga" che è la STRADA.Insieme abbiamo unito le forze,sperando di sensibilizzare le persone,facendo conoscere la nostra associazione e i nostri propositi....ricevendo anche risposte dalla gente che passava...molto molto deludenti e insensibili...Ma a noi importa l'AVERCI PROVATO...Il Comune di Ferrara ci ha DELUSO molto...Anna andrà avanti nel suo cammino,ma a lei in particolare và un mio appoggio nel riuscire a venire fuori a testa alta da queste situazioni che a volte ti fanno perdere la forza e la grinta...ho conosciuto personalmente Raffaella,un a persona molto molto brava nel parlare ai ragazzi...LORO ci hanno dato la soddisfazione più grande...Ascoltano,riflettono,chiedono,commentano....Un grazie di cuore a tutte le persone che erano con noi domenica....e sempre un grazie a LORO che da lassù ci mandano un pò di forza SEMPRE...Un abbraccio a tutti...Biby


Nota n°1174
con   angeloantonio il 20/11/2008 * 12:23
Periodo di riferimento: Anno 2007
Diffuso il: 20 novembre 2008

Ogni giorno in Italia si verificano in media 633 incidenti stradali, che provocano la morte di 14 persone e il ferimento di altre 893.

Nel complesso, nell’anno 2007 sono stati rilevati 230.871 incidenti stradali, che hanno causato il decesso di 5.131 persone, mentre altre 325.850 hanno subito lesioni di diversa gravità.

Rispetto al 2006, si riscontra una diminuzione del numero degli incidenti (-3,0%) e dei feriti (-2,1%) e un calo più consistente del numero dei morti (-9,5%).

L’analisi dell’incidentalità nel lungo termine mostra una costante riduzione della gravità degli incidenti, evidenziata dall’indice di mortalità (numero di morti ogni 100 incidenti), che si attesta al 2,2% nel 2007 contro il 2,8% del 2000, e dall’indice di gravità, che passa da 1,9 a 1,6 decessi ogni 100 infortunati.

Nota n°1173
con BARBARA il 18/11/2008 * 12:00

Ciao sono Barbara sorella di Alice,

domenica 16 novembre ho partecipato alla giornata mondiale del ricordo per le vittime della strada a Ferrara dove in serata si è tenuta la rappresentazione teatrale "Quattro giorni di assoluto silenzio" di Eros Viel.

Lo spettacolo è stato molto bello però sono rimasta molto male perchè eravamo solo 11 spettatori e nessuna autorità!

Volevo solo dire che siamo tutti bravi a correre ai funerali dei ragazzi (specie sindaci,presidenti di provincie ecc...) ma poi quando cè da partecipare alla giornata della memoria non cè nessuno.

Sono molto delusa dall'indifferenza della gente,comunque non sarà questo a fermarmi.

Ciao da Barbara sorella di Alice.

Ps. grazie a Ciana per il pensiero lasciato sull opuscolo di mia sorella.      


Nota n°1172
con Raffaele il 17/11/2008 * 18:17
carissimi HO AVUTO MOLTI INCIDENTI STRADALI E HO RISCHIATO SPESSO LA VITA, IN OSPEDALE MI HANNO SEMPRE AIUTATO CON AMORE E CARITA',  FINORA  D I O  MI HA SEMPRE PROTETTO...QUANDO MI VORRA' NEL REGNO DEI CIELI CON SE MI TROVERA' PRONTO PERCHE' SONO STATO MOLTE VOLTE VICINO ALLA MORTE E SO COSA SIGNIFICA ABBANDONARSI IN  D I O...

Nota n°1171
con   angeloantonio il 16/11/2008 * 00:06
tante volte ho scritto qui...tante volte ho cercato consigli, risposte a domande, tante volte mi sono confidato e ho sempre ricevuto molte risposte!!! bè vorrei ringraziare i creatori di questo sito perchè senza di loro tutto questo non ci sarebbe stato!! un grazie speciale a voi che lavorate per noi ogni giorno baci!!! abbraggi  Antonio

Nota n°1170
con ter il 15/11/2008 * 09:24

 Alfredo aveva ventidue anni,ci ha lasciato il 22 ottobre 2006 ,la sua e la nostra

vita si è fermata quel giorno .


Nota n°1169
con   carla il 13/11/2008 * 19:20

Ho letto che  da oggi  13 novembre è in edicola il libro " LA STRAGE CONTINUA" grazie di cuore a Elena Valdini per averlo scritto, grazie alla sua sensibilità che finalmente qualcuno parla di questa guerra. 


Nota n°1168
con   GENOVA1956 il 11/11/2008 * 16:26
Il 4 agosto 2007 sulla SA-RC, mentre eravamo incolonnati per il traffico intenso, siamo stati tamponati violentemente da una AUDI A4 con carrello, macchina immatricolata in Germania e guidata da un cittadino tedesco. A seguito di questo incidente, il 12 agosto veniva a mancare mio figlio di 11 anni.
Il 12 gennaio presso il tribunale di Salerno ci sarà l'udienza preliminare a carico del nostro investitore, per il quale la procura di Salerno ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio colposo.
Vorrei sapere se può interessare all'associazione la costituzione di parte civile e cosa comporterebbe questo per noi. Purtroppo ho conosciuto l'associazione da pochi giorni.
Tengo a precisare che siamo già rappresentati da un avvocato di nostra fiducia sia per il civile che per il penale.
Biagio da Genova

Nota n°1167
con Annarita il 09/11/2008 * 11:27
Il 5 gennaio dell'anno scorso ho perso mio figlio, un ragazzo ventenne, dolce. Stava andando al lavoro con l'auto ed ha avuto un incidente stradale a 50 metri dal suo ufficio. Fortunatamente non sono state coinvolte altre persone, i giornali hanno scritto che era il secondo incidente mortale verificatosi in quel posto nel corso delle festività. La pioggia, l'asfalto consumato, le buche e la scarsa illuminazione sono stati alla base di una serie di incidenti in quel posto. Tutti gli esami fatti successivamente al suo decesso hanno confermato che il ragazzo stava bene e non aveva assunto sostanze o alcolici. Una vita spezzata nel pieno della sua giovinezza e una vita spezzata, la mia, sua madre. Io sono ancora ferma a quel maledetto 5 gennaio 2007.

Nota n°1166
con   PaoloPE il 07/11/2008 * 23:44
Il 5 novembre, al Convegno a L'Aquila, ho esordito con: "chiedo un forte applauso per tutte le mamme... soprattutto per le mamme che hanno perso il proprio figlio..."E' stato l'applauso più 'forte' di tutti perché fatto col cuore...

Nota n°1165
con   winny71 il 07/11/2008 * 12:16
il 5 novebre è stato il comleanno del mio fratellino, e anche di nostra madre, lui ha compiuto 27 anni di cui 2 da ANGELO, saluto tutti quelli che come me che hanno conosciuto il dolore della tragica perditadi un caro....

Nota n°1164
con   deedee il 30/10/2008 * 16:01

Il 14 maggio volava in cielo mio marito, il mio principe azzurro, il mio migliore amico...Andava a lavoro e un fuoristrada gli ha tagliato la strada.E' stato un attimo...mi dicono...un attimo per lasciare me, il nostro piccolino adorato e la nostra felicità. Vivevamo una favola fatta di cose semplicissime ma splendide: amore, rispetto, condivsione, dolcezza e ora che il lieto fine ci è stato così brutalmente strappato mi domando come potrò spiegare a nostro figlio perchè il suo papà non potrà essere con lui il primo giorno di asilo e poi di scuola, e perchè non lo accompagnerà alle partite o all'oratorio. Il dolore toglie il fiato, annebbia la mente...è una morsa che attanaglia quel poco di cuore che è rimasto e che rende impossibile anche respirare. E'un brivido che brucia e lacera e offusca ogni pensiero. Quel giorno ho sentito il rumore di qualcosa che si spezzava dentro di me...e ora vorrei solo un po' di giustizia. Chi ha distrutto la nostra famiglia, il nostro nido d'amore, non ha neanche cercato di mettersi in contatto con noi, nenche un banale e misero"mi dispiace", e mentre aspettiamo che la procura ci consegni finalmente gli atti, la vita è come se si fosse fermata nella nostra casa...Si va avanti per il nostro dolce cucciolo di bimbo che da quel giorno ha un nuovo angelo custode.Cercherò di farlo crescere come il suo papà: buono, generoso, leale e sempe sorriente, con la speranza che i vigliacchi della strada non infrangano più i sogni di chi crede che la vita sia un dono da rispettare.


Nota n°1163
con AAAAA il 29/10/2008 * 22:14

la sera del 19 aprile 2008,l'anima della mia adorata Milly ha abbandonato il suo corpo sull'asfalto,trucidato da un'automobile guidata da un ragazzo che ancora oggi non e' imputato di nulla,pur eesendo stata depositata in tribunale una perizia dichiarante l'eccesso di velocita'.Il suo povero papa',consumato dal dolore ,qualche giorno fa ,l' ha raggiunta nel regno dei cieli.La sua mamma e' rimasta senza marito e senza 3 dei suoi 5 figli,ma in compenso con tanti problemi fisici,psichici ed economici.MA ESISTE GIUSTIZIA SU QUESTA TERRA?!!!

                 albachiara


Nota n°1162
con   Francesca il 27/10/2008 * 20:34
Desidero esprimere il mio rigraziamento pubblico a Biagio Lisa per l'importante manifestazione organizzata a Comiso ed alla quale ho avuto l'onore di partecipare. L'impegno profuso da Biagio Lisa per portare avanti la nostra causa comune è veramente lodevole. Invito tutti quelli che si trovano in Sicilia a collaborare e ad unire le forze per portare avanti il nostro impegno nel campo della prevenzione.

Nota n°1161
con ODETTE il 26/10/2008 * 13:30

Salve sono Odette Mussolin Presidente dell'Associazione Culturale Creativeart di Vicenza Vi scriviamo per condividere il Vostro messaggio che noi come associazione portiamo avanti da circa un anno in varie parti d'Italia anche all'interno di Progetti Scolastici e non  dei convegni sull'argomento delle stragi del sabato sera e vittime della strada con una Canzone e un video realizzato da VideoPartnes "Notte senza Te" presente su you tube digitando Nicolò Galleria  e uno spot in collaborazione con varie Istituzioni del Veneto.

Il NOSTRO MESSAGGIO E' CHIARO: "NON VIVERE DI RICORDI PASSA IL VOLANTE"  

Se vi può interessare contattatemi alla mia email.


Nota n°1160
con   Stratos67 il 17/10/2008 * 12:42

Viadotto Gordana, Autostrada Parma-La Spezia...Tre anni fa, il 17 Ottobre 2005, moriva il mio migliore amico, un fratello.

A lui, alla seconda vittima di quell'apocalisse, a tutti i sopravissuti, va il mio pensiero più forte.

A te Francesco, amico mio, va il pensiero ficco e costante di chi ti ha voluto bene e continua a volertene. E' dura vivere nella tua assenza, ma sei sempre nel nostro cuore e per sempre resterai

Tua moglie e i tuoi cari non saranno mai soli finchè avrò vita, te l'ho promesso sul letto di morte e ti rinnovo ora la promessa

Ci manchi Francesco, manchi a tutti noi

Con infinito affetto

Luca


Nota n°1159
con   lisa il 16/10/2008 * 23:23

oggi e' un giorno bruttissimo sono esattamente 3 anni che Nello non c'e' piu. 

Nello ti voglio bene

Tua Elisa


Nota n°1158
con   Enrico il 10/10/2008 * 10:55

Buongiorno a tutti voi. Anche io, recentemente, ho perso un caro amico e collega (uno dei due Poliziotti morti vicina a Caserta, mentre inseguivano una macchina). Questo è un caso diverso, ma secondo me non si farà mai abbastanza per ridurre il numero di morti sulle strade. Non vengono nenache presi in considerazione dei provvedimenti per ridurre o impedire l'uso della macchina da parte delle persone "negate" a guidare.: noi, ogni cinque anni, per rinnovare la patente, facciamo anche delle prove per i riflessi. Per le patenti comuni, queste prove non vengono fatte. Dobbiamo ammettere che la patente di guida porta soldi allo Stato e alle aziende che lavorano nel settore auto. Se dimezzassero il numero di guidatori, perchè hanno i riflessi da bradipo, secondo voi, quante macchine in meno si venderebbero? Quanta benzina in meno si venderebbe? Io, che sono un membro di un motoclub delle Forze dell'Ordine (www.blueknights.it) con i colleghi, organizzo dei corsi di guida sicura per i ragazzi delle terze medie, prima che comprino il motorino, e devo dire che molti ragazzi hanno una educazione stradale sbagliata, soprattutto per colpa dei genitori, che sono tutto meno che un esempio per i loro figli! Speriamo che la coscienza civile di tutti noi riesca a cambiare questa situazione. Buon lavoro anche a tutti voi. Enrico GAI.


Nota n°1157
con   angeloantonio il 08/10/2008 * 20:20

Quanto vale una vita
dentro un sabato notte
tra un motore che urla
e una bottiglia di gin

tra la luna e l’asfalto
il tachimetro freme
come il cuore che batte
e ti senti un eroe

pigi ancora più forte
tra i sorrisi e le burla
quanto è grande la notte
sotto un cielo stellato

tiri ancora la marcia
gli occhi rossi annebbiati
e alla prossima curva
quanto vale una vita

l’auto sembra impazzita
come sopra un biliardo
schizza s’alza si volta
poi ricade di lato

tutto adesso è silenzio
una ruota che gira
mentre dallo sportello
scende sangue e liquore

quanto vale una vita
per quei quattro ragazzi
dentro un sabato notte
e una bottiglia di gin


Nota n°1156
con   winny71 il 08/10/2008 * 09:29
Ciao  bè penso che il 40% sia eccessivo quando il massimo è il 15% di legge, ed è il liquidatore dell’ assicurazione che decide, comunque puoi chiedere all’ordine degli avvocati della tua città, se è stato fatto tutto nella norma, ti saluto e spero di averti aiutato…

Nota n°1155
con   Giulia il 04/10/2008 * 14:47

Salve!!! Circa un anno fa io ed i miei genitori abbiamo subito un incidente stradale. Ci siamo rivolti ad un avvocato per farci assistere. La questione con l'assicurazione si è risolta pochi giorni fa. L'avvocato in questione ci ha chiesto una parcella di € 3.900,00 a fronte di una liquidazione complessiva del danno subito di € 10.500,00, praticamente il 40% dell'importo liquidato. Non solo, la controversia si è coclusa senza andare davanti al giudice, "grazie" all'invio di alcune lettere con allegata  la relativa documentazione ed un incontro tra il mio avvocato e l'assicurazione.

Vorrei sapere se l'importo della parcella chiesto dal mio avvocato è eccessivo,  che tutela posso avere a fronte di un tale comportamento, e quale sia il compenso giusto per una tale prestazione!!! d 

In attesa di una vostra risposta, invio cordiali saluti!!!k


Nota n°1153
con anonima88 il 30/09/2008 * 13:58

ciao Roberta,

ho visto il sito che hai creato..Come è successo per tuo fratello?


Nota n°1152
con stefania il 29/09/2008 * 14:17

29 settembre...e' il mio compleanno ma senza te, fratello mio dolce...caro marco..non vale piu'....non c'e' piu' il tuo sorriso..il tuo prendermi in giro perche' ero gia' cosi' vecchia...avevi un anno e mezzo meno di me.. ma eri il mio fratellino....senza te non c'e' piu' gusto a preparare le lasagne che ti piacevano tanto....tutto mi fa tristezza e una nostalgia di quando c'eri tu che diventa male fisico....


Nota n°1151
con   Roberta il 29/09/2008 * 10:52
Un ricordo per Davide : www.davidepersempre.it

Nota n°1150
con   DANNATOgolf75 il 28/09/2008 * 18:01
sono vicino ai familiari dei due agenti di poliza deceduti durante l'inseguimento.

Nota n°1149
con anonima88 il 26/09/2008 * 16:53
ciao winny anche il mio fratellino non ce l'ho piu'.Si è spento 7 anni fa in un brutto incidente..Ti sono vicina e solo noi possiamo capire cosa vuol dire.Se hai voglia di fare due chiacchere io sono felicedi parlarne e per chi come noi passa ogni giorno senza la persona che non ha piu' mando un bacio e un abbraccio.

Nota n°1148
con   winny71 il 26/09/2008 * 11:39
con oggi sono 1 anno e 8 mesi che il mio fratellino è diventato un angelo, e il dolore è come il primo giorno, mi manchi fratellino mio.....

Nota n°1147
con   ciuchina4 il 24/09/2008 * 08:13
possibile che dopo che me l'hanno ammazzato in mezzo alla strada, quel bastardo che guidava il tir deve forse farsi solo 1 anno e mezzo con la condizionale???????ma io lo ammazzo a quello là!!!! complimenti alla giustizia italiana!!!!!!!e

Nota n°1145
con   cucciola il 21/09/2008 * 17:39
ANDREA.....tu davi colore alla mia vita... come farò ora a vederla in bianco e nero.. ma soprattutto come farò a vivere senza di te...........senza i tuoi occhi, la tua voce, i tuoi caldi abbracci, i tuoi baci................ ti amo e ti amerò per sempre tua Ombretta.......................

Nota n°1144
con   Rosalba il 20/09/2008 * 13:00
Ciao a tutti e al mio tesoro che è in cielo.....

Nota n°1143
con raffaella il 18/09/2008 * 18:14
.....E penso che anche qui, cioè l'associazione abbia dei tempi precisi da rispettare per il risarcimento, non so di preciso quanto, forse qualche mese ma non anni!! Come è giusto che sia!!! ciao, Raffaella

Nota n°1142
con raffaella il 18/09/2008 * 18:05
Ma caro Angelo...io non me ne intendo di norme e regole assicurative...ma sono passati forse troppi anni dall'accaduto!!! Prova con l'assicurazione, vai a chiedere,  ma secondo me è tempo perso... ciao, Raffaella

Nota n°1141
con   angelo il 17/09/2008 * 17:43
Nel dicembre del 1995 sono stato vittima di un pirata della strada . Posso essere ancora risatrcito?

Nota n°1140
con   Biby il 17/09/2008 * 15:36
Carissima Sig.ra Rosa,sono Biby e abito a Bologna.Ho letto la sua storia,e come mamma anche io privata del bene più grande,vorrei darle la mia disponibilità...anche solamente per una chiacchierata e perchè no conoscerci...se le può far piacere mi dia risposta quì nel sito...la contatterò al più presto..un abbraccio Biby...

Nota n°1139
con   ciuchina4 il 17/09/2008 * 12:03
doggi abbiamo l'incontro dall'avvocato per via dell'incidente....Francesco mi manca troppo..niente e nessuno me lo potrà ridare e la mia vita è semplicemente finita!! tanti  PERCHE' mi girano nella testa, tanti momenti di quel giorno maledetto non abbandonano mai i miei pensieri!!!  un dolore così grande è indescrivibile....ed è impossibile da sostenere...io non credo di farcela...senza il mio Amore è tutto finito!!!un abbraccio a tutti...

Nota n°1138
con   winny71 il 16/09/2008 * 12:10
ciao a tutti sono il fratello di un angelo di nome CHRISTIAN che il 26 gennaio del 2007 è volato in cielo dopo 40 gg di rianimazione, qualcuno ci  dirà che la vita va avanti, si è vero per gli altri , ma per noi NO, la nostra vita si ferma nello stesso giorno che il nostro caro viene a mancare, e ne iniziamo un' altra piena di sofferenza  di ricordi, e di tanti "PERCHE". Do un saluto a tutti quei genitori che come i miei hanno conosciuto il dolore più grande che c'è, vedere morire il proprio figlio . Ciao a presto.

Nota n°1137
con barba il 16/09/2008 * 04:18

BUONGIORNO, SONO LA MAMMA DI CINZIA ANASTASIO, DI 15 ANNI MORTA SOTTO IL TRENO IL 27/11/02 A BOLOGNA  CON UN'AMICA SUL MIO MOTORINO,  E L'ALTRA  FAMIGLIA  MI HA CHIESTO UN RISARCIMENTO DANNI DI UN MILIARDO E MEZZO!!!  MA  MIA  FIGLIA  DOV'E'??? NON ERA  STRADA  DI CASA MIA  QUELLA??!!
LORO  SAPEVANO  E  ADESSO  SI PENSA  SOLO  AI  SOLDI??
IN 6 ANNI DI TRIBUNALE... HO  SPESO  TUTTI I MIEI  RISPARMI, IL PICCOLO PRESTITO, IL QUINTO DELLO STIPENDIO...(PER 2 UDIENZE 8.600 €)  E  NE  VOLEVA  ANCORA 1.000€  ANCORA SIGNORA , NE PORTI  ANCORA... "MA  AVVOCATO  SONO FINITI"....  COSI'  ADESSO SONO  DA SOLA  E IL 3/11  C'E' UN'ALTRA UDIENZA... MA QUANDO  FINIRA'?? MA  QUANTO  MI COSTERA'  PAGARE  TUTTI GLI ALTRI  AVVOCATI  E IL TRIBUNALE??  HO FINITO I SOLDI E NON MI HANNO NEANCHE DIFESO, NON C'E' UN TESTIMONE...  EPPURE  CE  N'ERANO DI   COSE  STRANE.....
MA SOLO  LORO  HANNO SUBITO UN DANNO.. NOI  INVECE... MIA  FIGLIA HA PERSO  LA VITA, ED  ERA UNA  PRINCIPESSA DI FIGLIA,  DOLCISSIMA CON LE  SUE  3 SORELLE, CON LA PIU' PICCOLA  SORDA  CHE  LEI  CHIAMAVA "PUPA"
CI HANNO ROVINATO LA VITA  E  ADESSO  HO POCHE SCELTE DA  FARE...... AIUTATEMI, CONSIGLIATEMI... HO BISOGNO DI TUTTO L'AIUTO CHE  TROVO...  MIA  FIGLIA NON MERITAVA TUTTO QUESTO!!  GRAZIE.  ROSA BARBA   CELL. 3331918615         


Nota n°1136
con   ciuchina4 il 14/09/2008 * 13:04
domani saranno 7 mesi che il mio Amore non c'è più...ho una rabbia dentro che mi porta via, vorrei tanto scaricarla su quel maledetto che guidava quel tir perchè già so che la giustizia giusta non sarà mai fatta...lui è libero, guida e lavora...mentre io sono dilaniata perchè mi ha portato via il mio compagno, il mio amico, il mio amante....la mia vita!!!! Franccesco ti amo...e ti giuro che per te giustizia sarà fatta...darò la vita pur di avere giustizia...perchè ti ha ammazzato a soli 25 anni....mentre lavoravi....e io ora non riesco a farmene una ragione...MI MANCHI DA IMPAZZIRE!!!! TUA PER SEMPRE ROBERTA.....

Nota n°1135
con   Lulumalulu il 14/09/2008 * 10:31

Ieri ho incontrato quella maledetta persona che vi ha tolto la vita quella terribile notte....Lui è ancora qui,e voi no.non immaginate che rabbia che ho provato,il cuore si è fermato;ho immaginato che quel camion ha spezzato tutti i vostri sogni e i miei.avrei voluto fermarmi,sputarlo in faccia,xke e questo ciò che si merita.era ubriaco di sicuro quello notte,ecco perchè è scappato via.....Io avevo solo 17anni e quella notte ho perso un pezzo del mio cuore che niente e nessuno potrà più ridarmi......niente sarà come prima..mi mancate tanto


Nota n°1134
con   victor il 14/09/2008 * 00:00

INIZIATIVA AIVS CASAMASIMA -BARI 10 SETTEMBRE 2008

COLGO L'OCCASIONE PER RINGRAZIARE IL RAPPRESENTANTE DEL'ASSOCIAZIONE PUGLIESE SIG.BIZZOCO E LA PRESIDENTE CASSANITI PER LA POSSIBILITA' CHE CI HANNO CONCESSO DI ESPRIMERE LE NOSTRE IDEE SULLE STRAGI DEL SABATO SERA ,PRESENTANDO LA NOSTRA INIZIATIVA CON INTERVISTA ALLA TV SATELLITARE IN PRESENZA DEL MINISTERO DEI TRASPORTI.SPERANDO NELLA FUTURA COLLABORAZIONE PER LA REALIZZZIONE DEL PROGETTO VI INVITIAMO A SEGUIRCI SUL SITO

www.myspace.com/danceroadparade

SE AMI LA MUSICA

SE AMI LA VITA

UNISCITI A NOI


Nota n°1133
con   ciuchina4 il 12/09/2008 * 08:17
Ciao Ciuchino Mio...il 15 settembre saranno 7 mesi che ti hanno portato via da me...quel tir maledetto in mezzo alla strada ci ha impedito di continuare a vivere la nostra felicità e di portare a termine i nostri progetti....ti ha portato via la vita  a soli 25 anni ancora nemmeno compiuti!!! la nostra storia durava da 5 anni ..eravamo speciali l'uno per l'altra, il nostro amore era indelebile...ti amo amore mio, la tua mancanza mi sta uccidendo piano piano  non so come farò ad andare avanti senza di te....Francesco mi manchi!!!!!

Nota n°1132
con BARBARA il 11/09/2008 * 17:38

Ciao,venerdì scorso ero con mia Mamma alla manifestezione sulla S.S 309 Romea.

Speriamo solo che chi di dovere faccia il proprio lavoro!

Un saluto da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1131
con giovanna il 11/09/2008 * 17:03
il 26 agosto 2007 è stato il giorno in cui tutto ciò in cui credevo è morto. giovanni barbuto uno dei ragazzi più fantastici a queso mondo è volato in cielo. eravamo cresciuti insieme due cugini con lo stesso nome e ancora oggi a più di un anno dalla tua morte non credo anzi non voglio credere che tu non ci sia più!sei il mio angelo il più bello che c'è

Nota n°1130
con   cucciola il 09/09/2008 * 18:32

Ciao amore, oggi sono 7 mesi che ti hanno strappato a me.......... mi manchi da impazzire... ancora adesso non mi rendo conto di quello che è successo.. forse perchè non lo voglio accettare.. non posso credere che la vita sia così orribile... e la cosa più brutta che non ci sarà mai giustizia per quello che ci hanno fatto... ANDREA TI AMO E TI AMERò PER SEMPRE... TUA OMBRETTA


Nota n°1129
con Onin il 09/09/2008 * 13:54
Spettale AIVDS Venaria 08/09/08                             associazione italiana vittime della strada Sono Antonio una futura e probabile vittima della strada , fintanto che rimane questa ostinazione di non accettare  che la colpa dei morti sulla strada  possa  dipendere  della forte velocità,   ma  se  ciò  avviene,  la  colpa e sempre,  per   imprudenza, alcool, nebbia ,   pioggia , irresponsabilità nella guida ,colpa  degli  altri, di conseguenza sanzioni a non finire. Certo e vero che tutte queste circostanze sono le responsabili , cause di incidenti,
Ma la vera responsabile e la Velocità si proprio la Velocità....... . In Italia ed in tutta Europa , abbiamo delle regole ed un codice stradale da rispettare, ci sono dei limiti di 130 km orari . sulle autostrade come mai fanno le sanzioni solo all'automobilista,?
E Perchè non incriminiamo anche i veri colpevoli ? Governi e costruttori di Automobili ? Che in  combutta   tra loro si continua a permettere di costruire ed omologando le automobili   fuori  legge capace di raggiungere i 250 -- ed anche 300 km orari Che se   messe  nelle  mani  di  persone in  stato di  ebbrezza o drogati diventano dei veri strumenti di morte. vi sembrano pochi 6000 morti e 20.000 di feriti ? PER OGNI ANNO ? a quanto si deve arrivare prima di prendere dei provvedimenti ? Cosa  aspettiamo 

Nota n°1128
con   anonina88 il 08/09/2008 * 15:39

L'UNICA COSA CHE SPERO CHE IN QUESTO PAESE PRIMA O POI VENGA FATTA GIUSTIZIA PER OGNI PERSONA CHE NON C'E' PIU'....PER COLPA DELL'EBREZZA,VELOCITA'...

BISOGNA FINIRLA.A CHE SERVE ANDARE FORTE O BERE?

QUANDO NEL 2001 ACCADDE L'INCIDENTE A MIO PADRE E MIO NONNO E MIO FRATELLO MI CROLLO' IL MONDO ADDOSSO.PURTROPPO MIO FRATELLO AVEVA SOLO 8 ANNI!!

ALLORA, IO NE AVEVO 13 ANNI: LA MIA VITA SI è FERMATA IL 21 APRILE 2001.

.CONTINUI A VIVERE OGNI GIORNO MA PENSI SEMPRE CHE C'è UNA PERSONA CHE VIVE COME TE CHE MERITEREBBE UNA GIUSTA PUNIZIONE.,  PERCHè NON SI PUO' ANDARE AI 180KM. E INVECE IN ITALIA L'OMICIDIO COLPOSO NON è PUNITO.

SONO PER STRADA TUTTO IL GIORNO ANHE IO E SPERO DI NON FARE MAI DEL MALE A NESSUNO, MA ANDANDO AI 180KM UNA GIUSTA PUNIZIONE SAREBBE IL MINIMO.

SPERO CHE UN GIORNO ARRIVI UNA GIUSTIZIA,

ALMENO PER I MIEI GENITORI E PER TUTTI I GENITORI CHE SOFFRONO


Nota n°1127
con   anonima88 il 08/09/2008 * 15:31

carissimi genitori,

vi parlo come se stessi parlando con i miei genitori,perchè alla fine state provando quello che provano ogni giorno i miei genitori.Non ci sono parole per queste cose,ma l'uni punto di forza è sapere che avete tante persone intorno che vi vogliono bene,penso, e che la vostra bimba è un cielo pieno di stelle con il mio fratellino che ho perso 7 anni fa in un brutto incidente.Potranno passare mesi, anni ma una persona speciale non si dimentica mai.

 

un abbraccio 


Nota n°1126
con   anonima il 08/09/2008 * 15:28
ciao a tutti..oggi è una giornata un po' cosi'..sono al lavoro ma stamattina non so come ho guardato dei video di ragazzi/e che non ci sono piu' e mi ha fatto star male questa cosa.Purtroppo quando sai di esserci in mezzo l'unica cosa è pensare che c'è tanta gente come te..che soffre...Io darei qualsiasi cosa per poter rivedere anche per 5 minuti mio fratello che ho perso 7 anni fa in un incidente e di conseguenza i miei genitori felici che non sono piu' gli stessi dal 21 aprile 2001.Tutta la mia vita si è fermata quel giorno e anche se il tempo passa e tu continui ad andare avanti non vuol dire ke è tornato tutto alla normalita' come dice certa gene"beh ma ora esci ti vedo bene".cosa centra.Il dolore,la tristezza,e la mancanza la puo' capire solo,chi come me avra' sempre un vuoto accanto....

Nota n°1125
con   winny71 il 08/09/2008 * 13:31
c'e una  stella  di nome DEBY sul cielo che brillerà eternamente....

Nota n°1123
con   CIANA il 04/09/2008 * 23:45
carissimi Renato e Teresa, COME STATE,domanda stupida so come state!!!!!!!! ma delle volte non sai cosa dire le parole possono aiutare oppure no ,il vuoto che si sente è terribile ,ma io sono convinta che la vostra STELLA brillera cosi forte e illuminerà il vostro lungo cammino ,siate forti ,prego per la vostra STELLA E PER VOI ,spero di sentirvi presto un mondo di serenita a tutti e due un abbraccio da  ciana

Nota n°1122
con   dadda il 30/08/2008 * 18:24
cari genitori di debora, il vostro è un dolore immenso, che vi accompagnerà per il resto della vostra vita. un dolore così forte posso immaginarlo vedendo ogni giorno come se lo vivono i miei avendo perso mia sorella. avevate solo lei ed adesso sembra che non vi sia più alcuna ragione per andare avanti. presto però lei vi farà sentire e capire che lei è ancora accanto a voi, più di prima, ma in modo diverso. in questa grande famiglia troverete tanto: affetto, sostegno, conforto, comprensione. tutto ciò vi servirà per andare avanti. posso lasciarvi un ultimo pensiero.. in questa associazione ho avuto modo di conoscere genitori che hanno perso l'unico figlio che avevano, sono stata nella loro casa, una casa che parla ancora di loro ( perchè loro non si dimenticano mai ), ma dove c'è, nonostante il silenzio e solo la mancanza fisica di chi adesso è un angelo, tanta serenità, la stessa serenità che vi darà debora.
vi sono vicina.
daniela

Nota n°1121
con stefi114 il 30/08/2008 * 15:31
ai genitori di debi.....un forte abbraccio....

Nota n°1120
con   Biby il 30/08/2008 * 14:10
Cari genitori di Deby..sono una mamma anche io privata dell'amore più grande al mondo...anzi dei due amori più grandi al mondo..la mia bambina e il suo papà...Non posso fare altro che mandarvi un grosso abbraccio veramente sentito e starvi vicino il più possibile nel lungo percorso della vita di tutti i giorni...se vita vogliamo chiamarla...Deby vi è sempre vicino...e vi darà quel pò di forza in più per affrontare momenti pesanti e dolorosi....fate anche voi parte di questa famiglia di persone che vi capiranno sempre....un abbraccio...Biby

Nota n°1119
con   DANNATOgolf75 il 30/08/2008 * 12:36

mi dispiace veramente renato.a leggere che giorno e' successo sono stato malissimo.lo stesso giorno nel 94 ho avuto anche io la mia tragedia.


Nota n°1118
con   renato il 28/08/2008 * 23:44
Grazie Ele e grazie anche a te Rosy vi ringrazio dal profondo del cuore.
In questo sito troveremo sicuramente un po' di comprensione e spero anche un po' di serenita'.
Un bacio affettuoso a tutti........Renato.

Nota n°1117
con   Ele il 28/08/2008 * 18:24
Un abbraccio alla famiglia di Debora..Signor Renato io ho perso il mio ragazzo in un incidente il 24 Maggio scorso e da allora la mia vita non è più la stessa..era il mio ragazzo da sempre..Non è stata colpa sua..uno che era suo amico completamente ubriaco e correva troppo ha urtato la sua macchina in un sorpasso azzardato e Lui è uscito fuori strada,non c'è stato niente da fare..

Nota n°1116
con   Rosy il 28/08/2008 * 17:33

Un abbraccio per te Renato e per Teresa vi sono vicina ...in questo mondo pieno di dolore....non ho parole per esprimere quanto mi dispiace....quando si perde un figlio speri sempre che non succeda ad altri genitori ....ma questo vortice continua lasciando un vuoto intorno a noi.E' molto bella sarà una bellissima stella tra tutte le altre stelledel cielo.


Nota n°1115
con   renato il 28/08/2008 * 12:52
volevo dire un altra cosa ..la piu' importante....( l amico di mia figlia ) se cosi' si puo' chiamare..guidava come un matto...ed erano state altre le amike quel giorno che erano andate a fare il giro con lui....l ultima è stata deby....lei non è piu' tornata ..era uscita prima da scuola perchè stava sostenendo l esame del terzo anno....il tutto è finito in tragedia....la nostra vita è finita insieme a lei....c è il vuoto totale intorno a noi....non c è piu' un senso...la nostra unica ragione di vita non c è piu'


qui ci sono alcuni suoi ricordi
tranci di vita che rimarranno indelebili in ognuno di noi
ti amiamo nostra stella..mamma di deby

Nota n°1114
con renato il 28/08/2008 * 08:49
Ciao a tutti ,il 4 giugno di quest'anno la nostra stella Debora ha avuto un incidente .
Era dietro una moto di piccola cilindrata guidata da un suo amico e poi dopo 13 giorni di autentico calvario lei è andata via per sempre.
Prima di scrivere qualcosa ho letto le testimonianze di tante persone che stanno vivendo e purtroppo vivranno per sempre l'angoscia e il dolore che io e mia moglie abbiamo quotidianamente.
La nostra vita si è fermata il 17 giugno stiamo cercando di ripartire ma è quasi impossibile farlo.
Tante persone ci sono state vicino,amici e amiche di mia figlia,parenti,genitori,zii,cugini,ma il dolore è sempre la' ed ogni mattina al nostro risveglio ci presenta il conto.
Debora era l'unica nostra figlia stupenda e piena di vita con i suoi 16 anni mai ripeto mai potevamo immaginare che la sua vita potesse finire cosi'.
La vita è fatta anche di questo ma per noi è ingiusto non si puo' morire a 16 anni.
Teresa e Renato.

Nota n°1113
con Luciana il 26/08/2008 * 22:10
Ciao stefy, hai tutto il mio appoggio in quello che hai scritto, "omicidio colposo" è una presa in giro, grande presa in giro per noi familiari e per loro che nn ci sono più.....noi abbiamo la tristezza intorno, chi ce l'ha causata vive bene tranquillo e beato e nel mio caso con la patente di nuovo in tasca, e con una condanna di un anno da nn scontare nonostante lo stato in cui era...................che schifo..................speriamo che cambino qualcosa....................ti mando un bacio anche se nn ti conosco, come abbraccio tutti coloro che purtroppo stanno nelle stesse condizioni...........guardiamo avanti  e facciamolo per loro.............altrimenti li uccidiamo due volte...........Luciana confused

Nota n°1112
con   winny71 il 22/08/2008 * 14:33
un forte abbraccio a tutte le persone che hanno conosciuto il dolore per la tragica perdita di un caro, figlio,fratello ragazzo/a.....

Nota n°1111
con stefi114 il 21/08/2008 * 15:36

ho letto ora dell'ennesimo"omicidio colposo"..una ragazza incinta di 5 mesi uccisa da uno che stava guidando fatto di cocaina...sto male solo al pensiero di tutto il dolore della famiglia...sto male per l'impotenza...per la giusticìzia che non ci sara'..perche' continuano a non esserci le leggi..perche' solo chi ha vissuto un'esperienza come questa sa che nulla sara' piu' come prima...mai piu'................io avevo la mia famiglia...ora  ho piu' non ho piu' nulla,......amavo la vita..ora invidio negli altri il sorriso che non ho piu'....ora sto male tutte le volte che so che qualcuno sta cominciando a "vivere" come sto vivendo io...................ma continuano a chiamarlo omicidio colposo...continuano a non vedere che oltre alle vittime della strada ci sono anche i familiari....che avrebbero diritto, almeno loro..ad avere un po' giustizia, per far si che chi ha portato via ad una persona il ben piu' prezioso paghi per quello che secondo me e' il reato piu' grave che una persona possa commettere...e invece chi ha ucciso magari l'anno dopo e' ancora alla guida..magari ubriaco...come se niente fosse.. mentre tu stai sempre peggio...e pensi a come sarebbe tuo fratello oggi..pensi che tra un po' e' il tuo compleanno e che quando c'era lui era una gioia..mentre ora non ne vuoi piu' sentire parlare...pensi che ti hanno portato via l'unica persona con cui avresti potuto confidarti...perche' era tuo fratello ed era tanto avere un fratello.............................................ma continuano a chiamarlo omicidio colposo.....


Nota n°1109
con   Ele il 11/08/2008 * 22:15
Mi manchi da morire amore mio

Nota n°1108
con   Ele il 11/08/2008 * 21:57
Il 24 Maggio di questo anno il mio ragazzo è morto in un incidente stradale  causato da uno che era suo amico e che era completamente ubriaco.Voleva solo andare a divertirsi per festeggiare l'addio al celibato di un amico ma non ci è mai arrivato..non ha neanche avuto giustizia..era la mia vita con lui sono cresciuta..in un secondo tutto è svanito...

Nota n°1107
con   DANNATOgolf75 il 11/08/2008 * 13:16

io sono un po' amareggiato.il filmato che fanno vedere al tg e' agghiacciante..un tir che passa il newjersey come se fosse di cartone.

una domanda: ma qando hanno bonificato le autostrade e hanno presentato il progetto di questi newjersey,dallo spaccato si vedeva che avevano delle barre contenitive nel cemento! dove sono finite??


Nota n°1106
con   Patrizia_Q il 10/08/2008 * 23:46
Un pensiero per Ornella, anche se non ci conosciamo, capisco però  il dolore  che hai provato durante questo anno a causa della perdita di tuo fratello. Oggi , giorno di ricorrenza rivivrai tutto l’accaduto con il pensiero. Purtroppo sono dolori che non passano con il tempo! Credo che Lui , se potesse, vorrebbe dirti di ritrovare un minimo di serenità per la tua vita futura.

Nota n°1105
con   carla il 10/08/2008 * 10:40

Ross, ti sono vicina con tutto il cuore.Un  forte abbraccio a te e un pensiero tenero  per il  tuo carissimo  Domenico; con tanto affetto, Ilia


Nota n°1104
con ROSS il 10/08/2008 * 09:47

   10 agosto 2005: il tempo si è fermato a quel maledetto giorno in cui Domenico è andato via.Da allora solo dolore e il cuore devastato dalla sua morte ingiusta e per me inaccettabile!Nella notte delle stelle cadenti,tutti con gli occhi al cielo,mentre cinque giovani vite terminavano la loro corsa contro un tir.Sì,erano in cinque quel giorno e Domenico è stato l'ultimo ad essere identificato ,perchè non doveva essere sull'auto di quel diciottenne ricco e viziato che non era nemmeno suo amico.Aveva la mania di correre Giuseppe,prima con le moto e poi con le auto e si è portato via altri quattro giovani che avevano la sola colpa di aver affidato le loro tenere vite a lui. Adesso restano i trafiletti dei quotidiani che vado a rileggere,le loro foto,le loro lapidi...e poi i ricordi e una tristezza immensa.Domenico aveva avuto un infanzia difficile,proprio nel momento in cui iniziava a vivere,a uscire con gli amici,a viaggiare.Lavorava e si era iscritto alle scuole serali per prendere il diploma,a suo tempo lasciò gli studi pur essendo promettente e in gamba nell'informatica ,tecnologie e matematica. Aveva tanti sogni,tutti frantumati nello schianto !Mi ha lasciata anche lui!Gli volevo un bene infinito e gliene vorrò sempre...mi maca immensamente!

Ciao Domenico!


Nota n°1103
con   Patrizia_Q il 10/08/2008 * 00:44
Un pensiero a Ross che nel  terzo anniversario di Domenico rivivrà quel giorno con rinnovato dolore. Sicuramente  tuo fratello ti è accanto e ti aiuterà a superare anche questa giornata .

Nota n°1102
con   ornella il 09/08/2008 * 16:07

11 agosto 2007   11 agosto 2008

Un anno che sembra un giorno,un giorno che pare un secolo...ma oggi il tempo che passa serve soltanto ad accorciare la distanza che occorre per ritrovarti domani ...tua sorella Orny 


Nota n°1101
con sabrina il 07/08/2008 * 12:36

Venerdì 11 luglio una ragazza di 33 anni ha perso la vita andando fuori strada con la sua macchina una nissan micra verde e bianca alle ore 15.45 ca. Purtroppo non si sa cosa sia successo, quale ostacolo l'ha costretta a frenare ed andare fuori strada. Nessuno ha visto nè sentito nulla. La zona è nelle vicinanze di Cavallo Morto zona Anzio (vicino Roma). La famiglia cerca testimoni, qualcuno che abbia visto


Nota n°1100
con   Wanda il 06/08/2008 * 19:31

Oggi  6 agosto di 2 anni fa, il cuore della mia cara amica si è fermato per sempre...e con il suo parte del mio...l'altro piange e va avanti per inerzia. Ricordo tutto di lei..soprattuto il sorriso..le risate insieme,la  sua voce...quanto mi manca la sua voce...mi sembra impossibile pensare che nn la sentirò mai più....ho tante cose sue scritte per me che custodisco gelosamente.Mi sembra di esserle cosi lontano, di non sentirla vicino a me e questo mi fa ancora più male. Non avrei mai pensato di doverle parlare attraverso una foto, di portarle dei fiori in un cimitero...tutto questo è cosi assurdo e fa cosi tanto male ,quanto e cosa darei per riaverla qui .Spero che mi senta quando la chiamo, quando le mando i miei baci, quando sento e canto le canzoni che ascoltavamo insieme .Ti voglio un mondo e un altro po' di bene Fede

 

un forte bacio a tutti


Nota n°1099
con   admin il 04/08/2008 * 20:12

Cari amici per un pò stacco la spina, in ogni caso il sito non sarà minimamente trascurato quindi pienamente funzionante (speriamo) tutto agosto

Ricordo a tutti gli interessati per le pubblicazioni o assistenza di contattare la segreteria sig.ra Patrizia Quaresima email: segreteria@vittimestrada.org e al cell. 340/9168405

saluti

Giorgio Giunta


Nota n°1098
con ROSS il 30/07/2008 * 22:30

  Si avvicina il 10 agosto...il terzo anniversario di quel maledetto pomeriggio!Caro Domenico,inutile dire quanto mi manchi!Se sapessi quante cose son accadute da quando non ci sei più!Quanti ricordi ho di quand'eri piccolino...Siamo stati tre bambini sfortunati e ora siamo tre adulti infelici.Ma a te è andata peggio,noi almeno siamo vivi anche se soffriamo.Tu sei sempre nel mio cuore e nei pensieri di chi ti ha voluto bene.Ciao lemon!TVTTTTB*


Nota n°1097
con   cucciola il 26/07/2008 * 01:13
Questa sera, mi sento tanto triste,sola e soprattutto piena di rabbia per quello che mi hanno fatto. Il 09/02/08 alle ore 06:30  il mio amore stava uscendo per andare a lavoro, era il suo giorno di riposo, ma dal 1 febbraio era diventato responsabile, conciò quel sabato maledetto è stato costretto ad andare..... Le sue ultime parole sono state:' amore... appena arrivo ti mando un sms....' come faceva di solito....Quando vidi che erano passate le 7:00 e di lui nessuna notizia, ho avuto un grande dolore dentro di me, ho iniziato a chiamare mia madre, mio fratello, ma quando arrivò la telefonata del suo datore di lavoro, dicendomi che fine aveva fatto Andrea.. mi è crollato il mondo addosso.Presi la macchina e percorsi la strada che faceva lui di solito...era chiusa per un incidente mortale.... tornai indietro, e a casa mi stava aspettando la polizia... da lì è iniziato il mio incubo, le notti insonnie, la mia disperazione più totale... Io ed Andrea ci dovevamo sposare a giugno di quest'anno, convivevamo da 1 anno ed eravamo felici...ma purtroppo un ragazzo di 20 anni passando con il semaforo rosso, sulla Cristoforo Colombo (Roma), ha deciso che era arrivato il suo momento.....Tutti i giorni mi chiedo perchè???? non riesco ad accettare quello che è successo. non trovo giusto che la vita deve essere così crudele... Andrea aveva 36 anni,era un ragazzo meraviglioso, aveva tanta voglia di vivere,in questo momento  la cosa che desiderava di più era un figlio.. invece tutti i suoi sogni sono andati in fumo insieme alla mia vita che ormai non ha più senso senza di lui...TESORO MI MANCHI.........MI MANCHI OGNI GIORNO DI PIù.. TU DAVI COLORE ALLA MIA VITA ADESSO COME FARò A VEDERLA IN BIANCO E NERO??? TI HO AMATO, TI AMO E TI AMERò PER SEMPRE..... TUA OMBRETTA....scusatemi dello sfogo, ma questa sera ne avevo proprio bisogno...........

Nota n°1096
con   alex76 il 23/07/2008 * 09:45
Io.....rimango basìto, ho letto le storie di alcune persone nella sezione degli opuscoli e, davvero, leggevo e rimanevo senza parole. E' incredibile come delle vite siano strappate via così presto all'affetto dei propri cari. Io ho perso due amici, uno per incidente stradale ed un altro sul lavoro, e credo comunque siano tragedie diverse si, ma il dolore per le famiglie sia ugualmente straziante. Non so, non credo che, come molti affermano, rendendo le sedi stradali più moderne e confortevoli si riduca il rischio di certe disgrazie. E' un fatto di cultura, principalmente di chi si mette ad un volante in condizioni pietose. Io ne conosco tanti di amici che si comportano così, e regolarmente, il sabato sera, faccio sempre un giro di telefonate, per sentire come se la passano, ma in realtà, la mia, è solo preoccupazione. Tempo fa, mentre viaggiavo sulla superstrada che collega la mia città a Firenze, dopo una curva, mi son ritrovato un'auto che faceva inversione attraverso uno dei varchi intermittenti che vi sono nel new jersey, non so, non capisco, come abbia potuto evitare quell'auto, so solo che mi son reso conto di essere andato vicino........
Mi sono iscritto perchè mi sento molto vicino alle famiglie che hanno subito una disgrazia del genere, mi spiace di non poter fare di più.

Nota n°1095
con   Uricchio il 20/07/2008 * 21:06
In Italia: Criminalità Organizzata e "Pubblica Amministrazione" - Una lezione lampante  da POMARICO (Provincia di Matera) Basilicata
Rubano ormai senza alcun scrupolo. Anche gli stessi Vigili Urbani a Pomarico affermano: "..Si, in Italia funziona così. Dalla Sicilia in su. Questo fa parte del "Sistema Italia"
Pensate non rubano solo i soldi pubblici italiani e quelli della UE. No, quelli non bastano più! Derubano anche gli emigrati, come noi. Gli abbiamo portato a Pomarico tutti i nostri soldi guadagnati in Germania e a furia di dispetti e furti ci hanno rubato tutto e distrutto ogni tipo di iniziativa.
Cosa stiamo lamentando e segnalando ?
Siamo la famiglia Uricchio, abbiamo acquistato a Pomarico - con i soldi guadagnati lavorando da emigrati in Germania - una proprietà di ca. 10.000 mq. I "potenti locali" hanno saccheggiato e distrutto tutto! Distrutto la famiglia e la proprietà acquistata a Pomarico. Per isolarci e metterci in gravissimo pericolo ci stanno, ormai da tanti  anni, anche "ammodernando"  in casa una Strada Provinciale. http://www.uricchio.de/protocollo_commento_it.htm  Così ci hanno tagliato anche fuori da ogni forma di sviluppo. E sapete cosa succede, se il cittadino osa addirittura protestare. Il 12.01.2008, approfittandone della nebbia, del fatto che la proprietà è priva di alcuna protezione e qundi soggetta ad invasioni illegittime e a vandalici, approfittandone addirittura anche del fatto che la proprietà è abbandonata, ignoti hanno strappato gli striscioni di protesta.
Pensate che il capofamiglia, Sig. Uricchio Antonio, ha perso la vita sulla "strada ammodernata". E pensate che l'ammodernamento lo hanno realizzato con i soldi pubblici italiani e anche con i sovvenzionamente della UE. Cose da matti. Però mi dicono che in Italia funziona così.
I metodi mafiosi sono palpabili e il sistema lo hanno talmente perfezionato da definirlo addirittura "Sistema Italia", però questo non interessa nessuno. E non interessa naturalmente anche nessuno, che la "strada ammodernata" ufficialmente non esiste.
Abbiamo chiesto aiuto per divulgare la notizia. Con sommo rammarico devo aggiungere, che stiamo avendo più successo al Nord, in Germania e nei Paesi Anglosassoni, che nella stessa zona.
Quindi la nostra protesta (Interventi giuridi degli Avvocati, striscioni, lenzuola ecc.) viene ignorata: Dai vigili, dai politici, dalla stampa ecc.ecc.
A questo punto il Sig. Uriccho Paolo si è visto costretto a dover arricchire il suo sito anche con questa dicitura:
La SINDROME DI MAGELLANO a Pomarico
Magellano, durante la sua sistematica esplorazione di zone costiere africane sempre più remote, approdò in un piccolo villaggio (Pomarico ?) di pescatori. Nel suo diario di bordo, annotò il curiosissimo fatto che gli indigeni del luogo erono incapaci di vedere le vele di cui le navi della flotta erano dotate, anche quando queste erano state loro indicate: Gli indigeni non avevano il concetto di vela, per cui la loro mente era incapace di vedere l’oggetto fisico. (Striscioni e lenzuola !) Questo comportamento della mente ha acquisito grande importanza scientifica (in psicologia e neurologia) – guarda caso le materie del dottorato del Sig. Mancini - negli ultimi anni ed è riconosciuto come SINDROME DI MAGELLANO. A Pomarico questa sindrome ha assunto carattere epidemiologico.
Prego quindi con la presente, nel nome mio e di tutta la mia famiglia, di aiutarci. Perchè apparentemente siamo davvero in Italia, dove tutto è corrotto e non c'è limite al peggio. Dove studiano sistemi raffinati e meschini per derubare anche gli emigrati, dopo aver derutato già tantissima gente di Pomarico.
In Basilicata, a Pomarico, in Provincia di Matera, dopo averci derubati della proprietà acquistata, ci stanno "ammodernando" da anni una "Strada Provinciale" in casa nostra per metterci in gravissimo pericolo. L'ultima volta? Adesso, il 2007! A detta del Sindaco mafioso di Pomarico i lavori sono "terminati". Volete farvi qualche risata ? Visitate per favore la seguente pagina del sito: In Inghilterra e in Germania stanno gia ridendo in tanti!
In Basilicata non si chiama Mafia, N'drangheta, Sacra Corona Unita ecc.
No! Si chiama solo: "Pubblica Amministrazione"
Noi abbiamo investito a Pomarico (Provincia di Matera) tutti i nostri soldi guadagnati in Germania. Leggete sul nostro sito cosa ci è successo e cosa di conseguenza può facilmente capitare a chi sfortunatamente decide di investire in quelle zone.
Un sito lucano pubblica, tra l'altro, quanto segue: "…In Provincia di Matera, così come in tutta la Regione Basilicata si registra il più basso tasso di criminalità d'Italia al pari con Valle D'Aosta e Molise"
Criminalità Organizzata e "Pubblica Amministrazione" - Una lezione lampante da Pomarico (Provincia di Matera). Leggete sul nostro sito cosa accade d'avvero in quella zona. Se vi dovesse interessare tutta la storia, siete pregati di visitare il nostro sito: www.uricchio.de Grazie e saluti a tutti da Monaco di Baviera, Paolo Uricchio

Nota n°1094
con anonima88 il 16/07/2008 * 12:46

salve a tutti ogni volta che entro in questo sito mi sembra di essere in una grande famiglia,perchè solamente chi prova lo stesso tuo dolore puo' capirti fino in fondo.Ho perso mio fratello a soli 8 anni nel 2001 per colpa di una persona che non chiamerei persona una animale.Era una giornata di festa per Maicol che era andato a prendere del vino con mio papa' e mio nonno.Purtroppo non è mai piu' tornato a casa.Il camion su cui viaggiavano è stato tamponato da una macchina ai 180/190 km sull'autostrada e per colpa di quella velocita' la mia famiglia è rovinata.Entro l'estate dovremmo fare il processo e dopodichè i miei genitori si saranno tolti il peso del processo.Purtroppo la giustizia italiana non aiuta, anzi ti rovina di piu' la vita.E' normale che una persona che andava a quella velocita' abbia di nuovo una patente e non sia in galera?chi sbaglia deve pagare e l'unica cosa che mi fa arrabbiare è il fatto che in 7 anni nessuno di quella famiglia abbia scritto un telegramma,una lettera alla mia mamma e questo ti fa' ancora piu' male perchè una madre ha diritto a chiedersi un perchè.Solo chi ha passato queste cose capisce che la vita bisogna viverla giorno per giorno senza arrabbiarsi o avercela con qualcuno perchè se da un giorno al'altro quella persona ti viene a mancare, non riesci piu' a vivere.

un saluto una sorella


Nota n°1093
con ROSS il 10/07/2008 * 19:10

Manca un mese esatto al 10 agosto,il terzo senza di te!Tre anni che non ci sei più Domenico e la tua assenza è ancora inaccettabile.Mi manchi troppo troppo!Eri mio fratello ma anche una amico,lo zio giocherellone dei miei bambini che  ricordano qualcosa di te.Sono cambiate tante cosa da quel giorno maledetto!Penso sempre che se ti avessi telefonato forse tu non saresti andato con i tuoi amici ,adesso saresti a godere i tuoi anni più belli...Io non ti dimentico mai Domenico.Tu e mamma siete i miei più grandi affetti e avervi persi prematuramente è una sofferenza immensa per una donna sola come me.Ho i miei figli,lo sò e vado avanti per loro,ma questo non può sostituire il vosto amore.Eri solo un bimbo quando mamma è andata via,ti sei molto affezionato a me e io a te. Quando sei nato,giocando facevo la tua mammina. Piccolo fiore ti voglio tantissimo bene.Se puoi aiutami a vivere.

Rossella


Nota n°1092
con   SABINOPREZIOSI il 09/07/2008 * 00:59
tutte le volte che ti leggo non posso che rimanere colpito dalla lievità dei pensieri,la leggenda del colibrì potrebbe diventare il logo di questa associazione,proprio per ribadire che non ci promettiamo nè speriamo di ribakìltare uno status quo che ci è fortemente ostile quando non addirittura omertoso,con giudici che si accordano con avvocati e questi ultimi che consigliano di accettare pagamenti più o meno congrui per essere sicure delle loro ben pagate parcelle....io sono un professionista come loro,con 25aa di lavori anche difficoltosi affrontati,ma ho sempre pagato anche al solo sospetto di errore e soprattutto nonmi sono arricchito....ecco perchè tutta la mia simpatia va al colibrì che trasporta una sola goccia d'acqua che può essere più ristoratrice di tanti discorsi fumosi e falsi.Troviamo modi sempre differenti per far volare il nostro colibrì perchè di noi tutti ai politici di oggi e di un tempo non interessa proprio nulla,e anche riuscissimo un giorno ad leggere uno,che ci rappresenti veramente,temo si dimenticherebbe della leggenda africana del colibrì....facciamo in modo che continui a volare...apparentemente penseranno che si tratta di un animaletto carino ma insignificante ma grazie a noi dovròìà trasformarsi in un testardissimo picchio.Ciao BiBy,forse scrivo in maniera sconclusionata,ma sul più bello,arriva la chiamata rossa e devo andare in volo lasciando ogni cosa sospesa.Un abbraccio sabino,n

Nota n°1091
con   antonella il 08/07/2008 * 21:59
Io invece MICHAEL l'ho perso a due chilometri da casa il 24 marzo del 2007... aveva solo 17 anni e il destino era dietro l'angolo... o meglio... in curva...ODIAVO quella strada e chi è di Bologna sa che la s.s. ferrarese è una delle strade più brutte della nostra zona e non mi potrà dare torto...quando un anno e mezzo prima ci siamo trasferiti in quel paese, ho pregato MIKY di non fare quella strada in motorino, ma lui mi diceva sempre di stare tranquilla, che lui andava piano... era vero... ma il ragazzo che me lo ha ucciso no...al buio poco dopo la mezzanotte, ha deciso improvvisamente che rispettare una doppia curva a esse non aveva senso, che era molto meglio tagliare di netto la seconda.... tanto a quell'ora... su quella strada... NON C'E' NESSUNO....... MIKY non ha avuto un millesimo di secondo per scansarlo....è stato sbalzato tra il fossato e la strada.... lui non l'ha visto.... semplicemente..... anche io tutte le mattine vado dal mio bimbo.... e quel ragazzo abita a 50 metri da me... e nella stessa strada di dove riposa il mio TOPO... IL DESTINO........

Nota n°1090
con   MARY80ANGEL il 08/07/2008 * 16:39

OGNI MATTINA, DAL 20 APRILE 2006, MI SVEGLIO CON LA SENSAZIONE CHE UNA PARTE DI ME NON CI SIA.......è morta quella sera, insieme a mio fratello Maurizio....

MAURIZIO..... un bellissiomo 15enne molto più maturo della sua età che stava tornando a casa per tenere compagnia alla mamma ed è stato travolto da uno che come scusante ha detto " NON L'HO VISTO".............uno che abita a soli 200m da casa mia, uno che sta cercando di infamare il suo nome, ma non ce la fara'''''

ogni mattina vado a dargli il buon giorno, li al cimitero......ed ogni mattina sono costretta a passa re nel luogo dove lui è morto, perchè è li vicino....

io ho 28 anni, ma me ne sento tanti... a volte penso che vorrei essere morta ...tanto è come se lo fossi.....

a me manca e niente e nessuno colmerà mai questo vuoto ENORME che mi porto nel cuore e nell'anima......

si può morire solo perchè ci si trova al posto sbagliato nel momento in cui passa uno che non ha rispetto per la tua vita.?????????

mauro, mi manchi....

grazie per lo sfogod


Nota n°1089
con   atodaro il 08/07/2008 * 00:16
Non voglio scoraggiarti ma penso che il difficile non passerà mai..cerca di trovare una pace interiore, fartene una ragione, è difficile, non sempre si ci riesce quando lo sconforto è troppo..ognuno di noi ha un destino...la speranza che stanno meglio di noi ti deve fare andare avanti...notte

Nota n°1088
con   Biby il 07/07/2008 * 18:20
"Un giorno in un villaggio africano scoppiò un forte improvviso e violento incedio.Tutta la gente,tutti gli uomini scappavano,abbandonando il villaggio.Solo un piccolo Colibrì andava verso il villaggio con una goccia d'acqua in bocca.Gli uomini chiedendogli dove andasse e cosa volesse fare,lui rispose:"Lo sò..è solo una goccia,ma io faccio la mia parte!!"............(dedicata a tutte le mersone meravigliose di quest'Associazione!!) con affetto e stima Biby

Nota n°1087
con   antonella il 06/07/2008 * 15:41
ciao giovanni....sono Antonella... non so come poter lenire il tuo dolore con le mie parole...ma sono le parole di una MAMMA che è sì anche figlia, ma soprattutto MAMMA.... MAMMA di un RAGAZZO MERAVIGLIOSO che mi ha dovuto lasciare un anno e tre mesi fa....cerca di prendere tutto il coraggio che puoi dalle tue bambine... loro sono la vita che si affaccia...sono la speranza... con tutto il mio cuore mi auguro che voi possiate ritrovare la serenità... un caro saluto e un bacio alle piccoline...Antonella

Nota n°1086
con   SABINOPREZIOSI il 05/07/2008 * 00:58
Caro Giovanni leggo in ritardo il tuo sfogo,mi rimane in mente la parola "sono stanco" sai perchè?Forse perchè nonostante tutte le lotte e le iniziative in cui mi sono gettato e pur passando i mesi e gli anni,ritorna ancora nella mia testa,ho pensato addirittura di essere particolarmente bersaglaito dalla sventura,perchè la morte di mio fratello è stata la goccia finale di un cammino assai travagliato,poi ho iniziato a guardarmi attorno,ho scoperto che anche altre persone pativano come me,senza voler fare scale di peso o di importanza,ognuno porta o cerca di portare la sua croce come meglio ci riesce e non è detto che proprio perchè uomini,non di debba o possa di tanto in tanto essere stanchi,mettere un ginocchio o entrambi aterra,sentirsi talmente stanchi da voler fermersi,tanto per chi e che cosa continuare a patire?Forse proprio per le persone che ti stanno attorno,per far in modo che anch'esse non debbano sobbarcarsi un altro dolore...comunque sarà sempre una grande lotta interiore fino a quando non raggiungeremo la spiaggia di una nuova e ancora possibilie serenitò,credemi da qualche parte,esiste,anche se ora ci pare una vera utopia.Un abbraccio è bello comunque sapere che si è per lo meno stanchi in due,io ho sempre sospettato di quei marziani che divorano la vita asserendo che tutto va bene,una vera vita da bere...a noi comunque non piacerebbe.Sabino non sono psicologo scusamik

Nota n°1085
con ROSS il 02/07/2008 * 23:18

Messaggio per gli amici avifs

é quasi un anno che frequento questo sito e ringrazio di averlo trovato in un momento di disperazione profonda per la tragica scomparsa di mio fratello Domenico avvenuta il 10 08 2005.Non mi sono ancora rasseganata al fatto che lui non c'è più,non  ho mai accettato la sua assenza...aveva solo 22 anni!La vita iniziava a sorridergli dopo tante sofferenze causate dalla prematura scomparsa di nostra madre.Un maledetto pomeriggio ha accettato un passaggio da un 18enne ricco e viziato insieme a 3 suoi colleghi di lavoro e le loro 5 vite sono andate a finire sotto un tir dopo una curva a 170 km /h. rovinando l esistenza ad altrettante famiglie.Quanto soffro ancora per lui,mi manca tantissimo!Il tempo che passa non lenisce la sofferenza che ho dentro.Qui ho trovato persone meravigliose con cui è stato naturale condividere questo tipo di dolore comune a troppe persone!Mi fa tanto male vedere tutto questo ed è un piangere continuo a ogni incidente stradale che ci porta via una parte di noi.Le cose devono cambiare!é ingiusto violare le norme di sicurezza e distrugere le vite di altre persone come fosse niente! Grazie a tutti per avermi dato il conforto che cercavo in quei momenti di solitudine e dolore.Mi dispiace tanto non poter  più leggere le storie e le preziose informazioni che l avifs mette a disposizione.Saluto tutti gli amici e tutti gli angeli perduti sulla strada.Con affetto Rossella


Nota n°1084
con   SABINOPREZIOSI il 02/07/2008 * 07:48
Cara Antonella,anch'io non mi ero mai provato ad intrattenere dei dialoghi attraverso questo sistema tecnologico ma un pò freddo,almeno per le mie abitudini,però qui ho trovato in parte almeno,un modo per metabolizzare assai lentamente il mio dolore.Come te e tanti altri si tratta di una difficile navigazione fatta di alti e bassi...ma qui non mi pongo il problema di come appaio.Inoltre proprio la comunanza di certi sentimenti,lo stesso dolore in realtà ci fa sentire piu'  vicini cosa che è assai piu' difficoltoda con gli altri anche se parenti o amici non è detto siano il feeling con il nostro sentimento.Fai come me,se credi,accettati per come sei,comunque a Lui andrai bene,gioirà dei tuoi momenti di serenità e forse non sarà molto contento quando ti vede in fondo al buco.Se vuoi possiamo comunque continuare questo dialogo,sicuramente farà bene a noi e a tutti coloro che si inseriranno.Bada bene non sono uno psicologo tutt'altro,sono solo uno sulla tua lunghzza d'onda...forse ciao sabinod

Nota n°1083
con ileniad il 01/07/2008 * 15:03
ciao a tutti, sono una nuova iscritta con tanto dolore dentro, ho letto le vostre storie, tutte difficili e tristi...capisco molto bene il vostro dolore, purtroppo la mia mamma è stata sciacciata da un tir...è la prima volta che scrivo quella parola, sono passati quasi due anni ma il difficile non sò se e quando finirà!

Nota n°1080
con Lorella il 30/06/2008 * 21:44
coraggio anto,metticela tutta e fatti aiutare anche dai medici, ce la devi fare!!!

Nota n°1079
con   antonella il 29/06/2008 * 21:56

Cara Lorella.... a me non lo possono dire... a costo di perdere il lavoro... ho vissuto la mia vita lavorando dalle 10 alle 16 ore al giorno, a volte anche di più. Da 5 lunghi anni gestisco per conto di una grande azienda un negozio nel pieno centro della mia città e i sacrifici sono stati enormi... non mi sono mai risparmiata...ma adesso.... adesso non ce la faccio proprio...MIKY è morto il 24 marzo 2007 e la prima volta sono tornata a lavorare da luglio fino a fine ottobre... poi di nuovo a casa  con tre ricoveri in ospedale... e sono tornata a febbraio di quest'anno.... ma se prima ero un mulo sul lavoro, ora a volte non capisco neanche quello che sto facendo.... non ci sono...semplicemente...


Nota n°1078
con   angeloantonio il 29/06/2008 * 18:14
Giovanni? ciao mi chiamo Antonio non sono un pisicoloco ma uno degli iscritti all'associaziozione per adesso il cuore di tua mamma batte ancora la tua bambina e' ancora in cura lo so la tua situazione per adesso risulta difficile ma ai ancora delle speranze, pultroppo la vita alle volte e' molto anomala,ti posso solo consigliare di lottare con calma seno' comblicherai le cose, pensa solo un solo momento tutte le nostre storie di noi iscritti dell'associazione, percio'cerca di restare nel tuo involucro e fatti coraggio che tutto si risolvera' ciao

Nota n°1077
con   Lorella il 28/06/2008 * 18:38
cara antonella, come ti capisco.Io lavoro in un bar pasticceria e non sò come faccio ad andarci ancora.Io sono rimasta a casa 2 mesi e mezzo e già mi è oparso di capire che qualcuno li ritenesse troppi,poi dopo due anni mi son sentita riferire che  "ormai potevo svolgere orari come le altre, anche di sera, tanto era passato tanto tempo..."Li avrei strangolati se avessi potuto.Certa gente non capisce,o non vuol capire come si possa stare dopo certe perdite.Cosa posso dirti, è difficile, difficilisssimo e purtroppo per qualche ora che ti sembra leggermente meno pesante ci si trovano poi giorni interi dove sembra di sprofondare.Posso dirti solo una cosa, non LASCIARTI ANDARE,fallo per lui che non ti vorrebbe vedere così:E' l'unico appiglio che ho per continuare,ma sai quante volte anch'io non vorrei vedere nessuna delle persone che ci sono dove lavoro e che come unico problema sembrano avere o quello fi far soldi o quello di come spenderli!!Un abbraccio

Nota n°1076
con Giovanni il 28/06/2008 * 00:29
Io non ce la faccio più, la mia vita è  stata interrotta e mi chiedo per quale motivo dovrei trattenermi con  il mio involucro ulteriormente in questo mondo… quello che doveva essere l’evento più felice che possa capitare a due coniugi si e rilevato un calvario… l’arrivo dei tanto attesi gemelli. A. ormai fuori pericolo è stato dimesso V. piccola scricciola lotta ancora contro un destino crudele che nessun medico sa pianificare ne tanto meno ipotizzarne la fine (neanche negativa…). Ma come se non bastasse nel giorno che avrebbe dovuto dare un po’ di sollievo e speranza ai nostri cuori, cioè il giorno in cui A. viene dimesso, mia madre dopo averci fatto visita per l’occasione viene violentemente travolta da un automobile mentre torna a casa…………. Mia moglie assiste a tutta la scena ed io sono corso a soccorrerla fino all’arrivo del 118! Attualmente versa in grave condizioni al reparto di rianimazione dell’ospedale di Lecco. Io non voglio essere così arrogante da asserire che questa è la cosa peggiore che possa accadere ad una persona, tuttavia lo è per me! Io non ce la faccio più continuo a pensare alla mia bambina li da sola in ospedale senza più la compagnia del fratellino e soprattutto a mia madre, penso al suo stato all’ingiustizia del suo stato temo di perderla e di averla già persa anche se il suo cuore batte… io mi sono smarrito e non ho nessuno che mi indichi la via ho a fianco altre persone che soffrono in misura differente del mio stesso male (i miei familiari) che non sono in grado di consolare ne di consolarmi… sogno ad occhi aperti di svegliarmi e sospirare come dopo un brutto incubo ma sono ormai rassegnato che l’incubo lo sto vivendo…paradossalmente sto bene proprio quando dormo tutto si spegne, vorrei dormire sempre… i primi giorni l’ho fatto senza mangiare e a volte bevendo… poi c’è A. il primo genito… il lavoro… sono stanco, sono stanco, sono stanco, potrei ripeterlo all’infinito ma non renderebbe abbastanza l’idea di quanto sono stanco.

Nota n°1075
con fedemiko il 27/06/2008 * 18:15
CIAO TOMAS... CIAO...   …non tutti i ragazzi morti a 20 anni hanno avuto un cantore come Francesco Guccini che nel 1967 diede voce al tabù più grande della storia… la morte, lo schianto improvviso… Avevi solamente 19 anni e un’intera vita da vivere davanti a te.. La curva, lo schianto, la morte sul colpo, il sangue ed…il dolore… quel dolore che mantengo vivo in me giorno dopo giorno con cui lotto per immaginare che un giorno tornerai…ogni giorno però mi rendo conto di quanto è grande la voragine dentro me… MI E’ STATO PORTATO VIA QUALCOSA CHE NON RIAVRO’ PIU’, QUALCOSA DI UNICO E RARO, MI E’ STATA PORTATA VIA L’ANIMA, UN’ANIMA MERAVIGLIOSA CHIAMATA TOMAS… …ad ogni festa, ad ogni uscita sulla neve,ad ogni cena l'unico pensiero fisso è che tu non ci sei, che non ci sarai…ogni tanto mi giro quasi  per dirti  qualcosa.. …dall’altra parte sono più che convinta che lassu’ fra gli immensi spazi del cielo curve non ce ne sono… ostacoli neppure… ...eri parte di me...sei parte di me...sarai parte di me.. …hai lasciato un vuoto incolmabile, un vuoto che niente e nessuno potrà mai riempire…
…perchè quel posto era tuo…
…E quel posto rimarrà sempre lì,vuoto...
…Su quella sedia non si poserà mai nessuno…
…Su quella pagina non scriverà più nessuno…
…Sarai sempre nei miei battiti, nei miei respiri,nei miei pensieri,nelle mie lacrime,nei miei sorrisi,nei miei sfoghi…
…continuerai a vivere in me, in noi...
perchè un pezzo della mia vita, del mio cuore continuerà sempre ad appartenerti, ovunque andrò, qualsiasi cosa farò, qualsiasi tramonto vedro’...
  …sai perché la nostra amicizia ha vinto anche la morte...   …non è facile raccontare in poche righe di te… sei stato un’ottima persona, una gran persona… Ti voglio salutare cosi’, con semplicità, come si saluta un amico vero al quale non servono tante parole… Ciao tommi… sono quattro anni che vivo senza te, mi manca tutto di te, mi manca il tuo sorriso, i tuoi occhi, il tuo modo di fare… Tommi aiutami a mantenere vive in me quelle passioni che fin da piccola mi hanno emozionato ma che ora con il passare del tempo sto perdendo…  

Nota n°1074
con   Biby il 27/06/2008 * 16:42
Ciao Antonella...credo che mai più le persone che hanno provato purtroppo il tuo stesso dolore ti possano capire...non è facile essere sereni,col sorriso e la voglia di fare tutti i giorni..E' vero quello che dici sai,a volte capita di stare benino e sentirsi in colpa di questo.Abbiamo continuamente dei sentimenti contrastanti..la voglia di essere sereni per loro,e la rabbia in corpo forse che noi abbiamo la vita e loro no...sono figli nostri,ai quali abbiamo dato la vita e l'amore incondizionato..sono parte di noi ed è INEVITABILE che quel cordone ombelicale che ci unisce non si accetta MAI che qualcuno l'abbia tagliato per sempre...Ma un filo invisibile sarà SEMPRE con loro Antonella..i ricordi,l'amore forte che ci ha unito,i sentimenti...quelli non avranno mai fine...prendi le giornate come ti capitano,fai ciò che ti senti...ma pensa sempre che il tuo angelo che sempre ti protegge vuole vedere quella mamma che ha sempre avuto vicino,col suo sorriso,la voglia di fare,e la dolcezza che avevi con lui..tu rimani tu per lui...come sempre dico.. sono molto brava a dare consigli a volte,ma una delusione a metterle in pratica..anche se dovrei...Sappi che ti sono vicina e che ti capisco fin troppo bene...però forza!!!Ti abbraccio forte forte...Biby

Nota n°1073
con   angeloantonio il 27/06/2008 * 14:05
Cara Natalia mi chiamo Antonio, sai anche io ho perso mio figlio Angelo veniva anche lui dal suo lavoro di elettricista,Ma pultroppo anche lui ha trovato sulla sua strada un vero e' proprio assassino bisticciava con la moglie perso il controllo della sua auto e ha invaso la corsia di Angelo ed e' finita la vita del mio caro  Angelo e' pure la nostra.Dopo 6 anni di udienze e' rinvii siamo arrivati in appello il mese di dicembre con la pena di 1 anno e 2 mesi di pena sospesa piu' 8 mesi di ritiro della patente adesso stiamo aspettando le comodita' del tribunale per far notificare la sentenza che deve essere ingiudicata seno' non possiamo passare al civile.
Non ti dico ogni udienza se ne vanno 20 anni di salute, non ti dico la rabbia che ho in corpo i veri assassini sono loro la giustizia e' le assicurazioni lo stato che non fa rispettare il codice della strada le leggi ci sono  non vengono applicate e' questa la vera vergogna ciao

Nota n°1072
con natalina il 27/06/2008 * 12:02

Ho una carissima Amica a cui hanno ucciso suo figlio di 18 anni nell' ottobre del

2007 l'uomo al volante non era sotto l'effetto dell'alcool o di stupefacenti, era solo in ritardo per andare in palestra e per questo motivo correva a 170 Km orari sorpassando tre autovetture, non accorgendosi che nell'altra corsia ritornava a casa dopo il lavoro MICHAEL sul suo Zip ad una andatura normale! Ha stroncato la sua giovane vita in pochi minuti lasciando i suoi familiari e i tanti amici nel dolore e nello sconforto.

A questo individuo non è stata tolta la patente lui viaggia ancora con la sua auto, perchè aspettiamo che uccida ancora, perchè non viene punito, perchè è accusato di omicidio colposo per me è stato un omicidio VOLONTARIO come lo è per i genitori e il fratello di Michael!! Quello che ci lascia allibiti è come per tutti gli altri che si macchiano di questi reati la nostra giustizia in effetti non li punirà per come dovrebbero, ai familiari non basta che vengano risarciti...per cosa quanto vale una VITA umana? Non c'è risarcimento per la vita di un figlio di un fratello di un amico!

Le familie gli amici vorrebbero vedere queste persone (se così si possono chiamare) punite con vera giustizia con sentenze più severe se necessario anche con la reclusione questa per le vittime sarebbe GIUSTIZIA!!!!

Le mamme i padri i fratelli chiedono leggi più severe chiedono che questi Assassini vengano chiusi in carcere e paghino per gli omicidi che commettono!!!

Natalina

 


Nota n°1071
con   antonella il 26/06/2008 * 21:42

ciao Byby, Lorella e Sabino.... sapevo bene appena ho scritto il primo messaggio, che in questo sito avrei trovato tante persone che come me soffrono giorno dopo giorno, sapevo che avrei trovato comprensione al mio dolore... anche se a volte vorrei trovarla nelle persone che per lavoro incontro quotidianamente....invece...

gestisco un negozio per conto di una grande azienda, e dopo aver perso MICHAEL, sono stata a casa per otto lunghi mesi.... ho ripreso a fatica, non sono più la stessa persona di un anno e mezzo fa, ogni tre per due vorrei stare a casa, vorrei Solo pensare a LUI, IL MIO PIU' GRANDE AMORE, non più voglia di accontentare la gente, risolvergli la serata con la calza giusta, la maglia giusta.... o l'intimo adatto all'occasione.... non ne ho più per nessuno..... Loro sicuramente non hanno nessuna colpa, ma io sto veramente toccando il fondo.... vorrei non essere così, anche perchè con MICHAEL sono sempre stata forte, sono certa che LUI vorrebbe che io reagissi diversamente, ma ogni volta che ci provo.... mi sembra di TRADIRLO,  mi sembra di non essere umana... bacio a tutti... anto


Nota n°1070
con   Lorella il 23/06/2008 * 16:18
E' veramente bello quello che hai scritto.Speriamo sia così per tutti

Nota n°1069
con   Biby il 23/06/2008 * 13:08

DEDICATO A TUTTE LE PERSONE CHE SOFFRONO...

C'era una volta un giovane in mezzo a una piazza gremita di gente:diceva di avere il cuore più bello del mondo..Tutti quanti erano sbalorditi per questo,e glielo ammiravano:era davvero perfetto,senza alcun minimo difetto.Erano tutti concordi nell'ammettere che quello era proprio il cuore più bello che avessero mai visto,e più lo dicevano più il giovane s'insuperviva e si vantava.All'improvviso spuntò fuori dal nulla un vecchio che,emergendo nella folla disse:"Beh a onor del vero,il tuo cuore è molto più bello del mio!"Quando lo mostrò,aveva puntati addosso gli occhi di tutti e del ragazzo.Certo,quel cuore batteva forte,ma era coperto di cicatrici.C'erano zone dalle quali erano stati asportati dei pezzi e rimpiazzati con altri,ma non combaciavano bene.Così il cuore risultava tutto rattoppato.Per giunta era pieno di grossi buchi,dove mancavano pezzi interi.Così tutti guardando il cuore del vecchi si chiedevano come facesse a dire che il suo cuore fosse bello,anzi il più bello!Il giovane lo guardo e si mise a ridere:"Starai scherzando,disse...confronta il tuo cuore col mio:il mio è perfetto,mentre il tuo è rattoppato di ferite!" "Vero"ammise il vecchio."Il tuo ha un aspetto assolutamente perfetto,ma non farei mai il cambio col mio.Vedi,ogni ferita che tu vedi,rappresenta una persona alla quale ho donato il mio amore:ho staccato un pezzo dal mio cuore e gliel'ho dato.Spesso ho ricevuto in cambio un pezzo del loro cuore,a colmare il vuoto lasciato nel mio.Ma certo,ciò che dai,non è mai uguale a quel che ricevi,così ho qualche difetto,a cui sono molto affezzionato.però:ciascuno mi ricorda per l'amore che ho condiviso.Altre volte,invece,ho dato via pezzi del mio cuore a persone che non mi hanno corrisposto:questo spiega le voraggini.Forse un giorno queste persone ritorneranno e magari colmeranno lo spazio che hanno lasciato..chissà!Comprendi adesso che cosa sia la vera bellezza?Il giovane era rimasto senza parole e aveva il viso segnato di lacrime..Prese un pezzo del suo cuore e lo diede al vecchio.Il vecchio lo accettò,lo mise nel suo cuore,poi prese un pezzo del suo vecchio cuore rattoppato e con esso colmò una ferita rimasta aperta nel cuore del giovane.Ci entrava,ma non combaciava.Il giovane guardò il suo cuore,che non era più il cuore più bello del mondo,eppure lo trovava meravoglioso come mai:perchè l'amore di quel vecchio ora scorreva dentro di lui!!          A volte la sofferenza rende persone migliori.Con affetto Biby


Nota n°1068
con   SABINOPREZIOSI il 12/06/2008 * 10:22
Carissima sicuramente si tratta di una perdita devastante cui ognuno reagisce secondo le proprie possibilità,penso non esistano tempi fissi per la sua elaborazione,come si suole dire oggi,posso solo accennare a quanto mi è successo,inizialmente odiavo il mondo e mi sono totalmente chiuso al mondo esterno,poi anche grazie a mia moglie mi sono reso conto piano piano che tutto ciò non solo non serviva a nulla,ma angariava anche la loro vita...ho pensato allora di convogliare tutta la forza del mio odio verso qualcosa di positivo che mi permettesse anche di mantenere vivo il ricordo di questa persona a me carissima,mio fratello.Perdendo un figlio l'impatto è ancora più pesante ma nel momento in cui ti sentirai di poter sollevare la testa anche con l'aiuto di qualche cara persona anche la vita,purn segnata per sempre ,riprenderà a scorrere,con un sapore diverso,ma con un sapore.ciao sabino (scusa ma non sono uno psicologo ed è una risposta che viene dall'anima)n

Nota n°1067
con Lorella il 10/06/2008 * 20:32
Cara Antonella, come ti capisco...Anch'io ho perso circa due anni e mezzo fa il mio unico figlio ventenne e come te mi chiedo se questo sia ancora vivere o solo sopravvivere.In certi momenti non mi importa più di niente e di nessuno, in certi altri riesco anche a fare qualcosa e ad essere leggermente tranquilla, ma dura poco.Però dobbiamo reagire, se fosse per unico motivo, quello che tuo figlio non ti vorrebbe vedere così.Fallo per lui, per onorare il suo ricordo.Sò che sono parole che avrai già sentito, ma dobbiamo aggrapparci a tutto, a quel poco che può farci andare avanti.In questo sito troverai tante persone che avranno sempre una parola di conforto,anche se ben sappiamo come è dura andare avanti, può servire anche quello.Un abbraccio forte forte

Nota n°1066
con   antonella il 10/06/2008 * 15:44
ciao biby.... grazie per la tua risposta... è proprio vero che con le parole siamo tutti capaci.... ma sopravvivere ai figli è tutta un'altra storia.... non c'è affetto, per quanto profondo e sincero che possa colmare la mancanza di tuo figlio.... io poi... avevo solo lui... un bacio

Nota n°1065
con patty3thd il 10/06/2008 * 00:50
Ai genitori di Dino: mi chiamo patty, l'hanno scorso ero in vacanza in messico in un villaggio (Viva Azteca) perchè mio fratellino lavora li come animatore, ho conosciuto Dino. Abbiamo trascorso delle belle serate insieme. Ho saputo solo ieri altrimenti avrei cercato di mandarvi un messaggio prima anche se c'è davvero poco da dire. Siamo davvero rimasti a bocca aperta. Un abbraccio grande per quanto può servire

Nota n°1064
con   Biby il 09/06/2008 * 17:00
ciao Antonella..sono una mamma come te..e ti posso capire come tutte noi mamme che ci troviamo quì...Purtroppo non si vive..si "sopravvive"..una parte di noi è con loro e lo sarà sempre..ma non perdere mai di vista che l'AMORE quello che ci lega a loro non MORIRA' MAI!!Questo amore deve essere alimentato sempre...ogni giorno...per LORO..un sorriso li riempie di gioia,vederti che reagisci un pò a vita li fà star bene..come noi eravamo con loro..quando li vedamo ridere ci riempiva il cuore di felicità..nonstavamo bene se capivamo che qualcosa li turbava...adesso dobbiamo farlo noi per loro..almeno provarci!!Ma sono brava a consigliare ma uno sfacelo a mettere in pratica!!!Per cui ti abbraccio forte forte..e forza...!!!a presto Biby

Nota n°1063
con antonella il 09/06/2008 * 14:05

è più di un anno ormai che ho perso Miky, mio figlio... la mia luce, la mia vita... non so come andare avanti... sopravvivo...semplicemente.... c'è ormai poco che desti interesse nella mia vita... come si può "ricominciare" a vivere, tornare ad amare la vita, sperare in un futuro???


Nota n°1062
con   Biby il 08/06/2008 * 19:27
GRAZIE a tutti per avermi scritto messaggi,avermi telefonato,mandato e mail...dopo aver saputo della mia assenza per un pò dal sito...Mi avete fatto sentire parte di questa meravigliosa famiglia e soprattutto  mi avete apprezzato come persona e come MAMMA!!!Questo per mè è stato stupendo!!Farò il possibile per rimanere ancora e spesso in vostra compagnia..perchè siete stati veramente UNICI e vi voglio troppo bene per allontanarmi...un abbraccio di cuore..Biby

Nota n°1060
con   admin il 06/06/2008 * 23:25
Un caro saluto a Biby, speriamo tutti che tu torni presto fra noi.
Ciao.
Giorgio Giunta

Nota n°1059
con   SABINOPREZIOSI il 06/06/2008 * 23:19
Penso che il mancato contatto sia una esperienza comune,questo amplifica ulteriormente il dolore ma mi permetto di dubitare assai che in questo caso si tratti di un atto spontaneo,questo signore è ben supportato,lo dimostra il fatto che è riuscito ad avere una pronta derubricazione della accusa grazie all'intervento "provvidenziale" del G.I.P. di turno in vena di fare il bastian contrario,la condotta del mezzo,l'omissione di soccorso e la fuga rientrano nel profilo del pirata "tipo" ormai ben delineato da fior di specialisti in materia,in questo caso la lettera di "mea culpa" è una stonatura,che penso non sarà di alcun conforto per i familiari dei ragazzi,voglio essere una volta tanto cattivo,a me sembra una  "presa per  i fondelli" ben ispirata da legali ben avvezzi a solcare i mari tempestosi dei nostri palazzi di giustizia in cui affogano solo i galantuomini e coloro,come i nostri cari,che in quanto morti non hanno nessun diritto alla difesa.Ribadisco che abbandonare sulla strada una persona in stato di necessità è un atto abietto e privo di alcuna giustificazione....indipendentemente da cosa possa pensare questo G.I.P di turno....ma una laurea non è garanzia nè di buon senso,nè di umanità. sabino AIFVS Ravennan

Nota n°1058
con   Biby il 06/06/2008 * 21:37
grazie sabino...mi fà un'immenso piacere leggere queste parole..specialmente da una persona piena di valori e affetto come hai tu...vedrò come gestire la cosa...un abbraccio e sempre grazie per quello che fai ogni giorno...con tanta stima e affetto Biby

Nota n°1057
con   SABINOPREZIOSI il 06/06/2008 * 21:18
Mi dispiace per questa tua prossima forzata assenza,pur non conoscendoti ho apprezzato la tua partecipazione e la tua grande carica di umanità,ti auguro dal profondo del cuore un grande in bocca al lupo e spero quanto prima di rileggerti su questo nostro spazio.sabinon

Nota n°1056
con   Biby il 06/06/2008 * 17:28

yCari amici,volevo solamente comunicarvi che per un periodo, direi prolungato, non verrò nel sito.Mi dispiace immensamente non riuscire più a parlare con voi che siete persone UNICHE..ma devo farlo.Sono vicino a tutti coloro che avranno giornate di ricordi particolari,compleanni,giornate che hanno segnato tutta la vita...Il mio angelo sarà con mè comunque e sempre...come voi...per ora vi abbraccio tutti tutti e sarete nei miei pensieri...SEMPRE...con affetto Biby


Nota n°1055
con maria1956 il 06/06/2008 * 13:10

Se anche questa lettera inviata ai genitori di Alessio e Flaminia non fosse tutta "farina del suo sacco" ma consigliata dai suoi legali o familiari,  è apprezzabile il gesto anche se mi lascia perplessa il fatto che lui non li abbia soccorsi il giorno dell'incidente.  

Noi non abbiamo avuto questo piacere... nessuno ci ha chiesto scusa ne' verbalmente ne' per lettera...e questo ancora adesso ci fa male. Non riusciremo mai a perdonare chi ci ha tolto un bene così prezioso come nostra figlia.

A Claudia Perri


Nota n°1054
con   angeloantonio il 05/06/2008 * 17:28
Roma, 5 giu. (Adnkronos) - "Il giorno in cui tornerò' a vivere lo faro' in modo piu' consapevole portando come, per tutta la vita, il rimorso e il dolore immenso per la scomparsa di Alessio e di Flaminia. Prego per loro tutte le mattine e tutte le sere. Dentro, sono morto anche io". E' una frase contenuta nella lettera che Stefano Lucidi, responsabile della morte dei due fidanzati uccisi la sera del 22 maggio scorso in via Nomentana a Roma dopo essere stati investiti, ha scritto ai genitori delle due vittime.

Nota n°1053
con   Biby il 04/06/2008 * 16:01
Mi unisco molto volentieri ad angeloantonio nel ricordare Stefano...tutti hanno diritto ad un pensiero e un abbraccio forte alle proprie famiglie..Ciao Stefano..rimani sempre vicino a che ti ama... Biby

Nota n°1052
con   angeloantonio il 03/06/2008 * 22:51
Opuscolo 1 Stefano Malavasi sono passati 15 anni dalla sua morte,ricordiamo il suo trentesimo compleanno oggi 3 giugno e' l'anniversario della sua morte del 5 giugno con un nostro pensiero,  tutti noi dell'associazione non dimentichiamo questi ragazzi ciao Stefano

Nota n°1051
con   angeloantonio il 02/06/2008 * 23:04
Francia, treno contro scuolabus
Morti sette bambini, 25 feriti
L'incidente al passaggio a livello di Mésinges, in Alta Savoia. Sul bus c'erano 50 scolari
Inchiesta della magistratura e delle Ferrovie. Sarkozy ha espresso il proprio cordoglio
Francia, treno contro scuolabus
Morti sette bambini, 25 feriti
Un testimone: "Il minibus ha accellerato mentre il passaggio
a livello stava per chiudersi ed è rimasto incastrato col mezzo"

Lo scuolabus investito a MésingesPARIGI - Un treno ha travolto uno scuolabus a Mésinges, in Alta Savoia. Morti sette bambini di una classe elementare; feriti altri venticinque coetanei dei quali tre in maniera grave. Una portavoce della società ferroviaria francese SNCF ha reso noto che nello scontro sono rimasti contusi anche alcuni passeggeri del treno e i sei adulti che accompagnavano i bambini in gita.

L'incidente è successo intorno alle 14. Il treno regionale che collega Annemasse a Thonon-les-Bains è piombato sullo scuolabus che trasportava una cinquantina di bimbi in viaggio per una visita nella città medioevale di Yvoire. L'incidente è avvenuto in prossimità del passaggio a livello di Allinges, in Alta Savoia. Illeso il conducente del minibus, trasportato in ospedale in stato di shock.

Un'unità di crisi è stata allestita sul posto dai soccorritori. Il ministro dell'Interno Michèle Alliot-Marie e il ministro dei trasporti Dominique Bussereau sono in stretto contatto con la Protezione civile che coordina i soccorsi.

Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente. Secondo i primi dati raccolti dalla SCNF il passaggio a livello era perfettamente funzionante. La magistratura ha aperto un'inchiesta e lo stesso ha fatto la società ferroviaria. L'edizione online del quotidiano Le Figaro cita una testimone le cui finestre danno sul luogo dell'incidente, secondo cui lo scuolabus avrebbe attraversato incautamente il passaggio a livello.
"L'autista ha accelerato nel momento in cui le sbarre cominciavano a chiudersi, ed è rimasto così incastrato", ha detto la donna citata dal giornale online.
La sciagura è avvenuta all'altezza di un passaggio a livello nella località di Allinges, in Alta Savoia.

Il presidente Nicolas Sarkozy, a margine di un discorso sull'educazione all'Eliseo, ha espresso cordoglio per le piccole vittime: "E' troppo presto per fare un bilancio, ma ciascuno di noi pensi alle vittime dell'incidente di Mésinges. Speriamo che il bilancio non si aggravi".

Nota n°1050
con   angeloantonio il 02/06/2008 * 15:30
Opuscolo 3 un ricordo per l'anniversario della morte di YGOR TONELLO, e un grande abbraccio alla sua famiglia.

Nota n°1049
con   angeloantonio il 01/06/2008 * 21:56
Un grande  ricordo per Artemio Ros per il suo compleanno, un pensiero per la moglie Virginia alla figlia daniela e' alla nipotina Tiffany.un saluto per i figli Monica Michela e' Gianluca ciao

Nota n°1048
con BARBARA il 01/06/2008 * 21:27

Grazie AngeloAntonio per aver fatto gli auguri di compleanno ad Alice.

Ne ha compiuti 24.......!

Un Abbraccio da Barbara sorella di Alice.


Nota n°1047
con   angeloantonio il 31/05/2008 * 10:39
Un ricordo per Sandro Cortese oggi e' il suo ventottesimo compleanno,vedi opuscolo 2 per ricordare la sua memoria, auguri Sandro

Nota n°1046
con   Biby il 29/05/2008 * 19:50
sono appena tornata dalla recita dell'asilo di mattias e il tema era l'amicizia..i bambini raccontando con una favola creata da loro volevano mandare il messaggio a noi adulti che da ogni storia personale può nascere una amicizia bellissima...i nostri racconti in questo sito hanno tutti un finale molto doloroso e triste...ma riescono a nascere conoscenze e amicizie bellissime...E' proprio vero che i bambini a volte sanno insegnare a noi adulti...sono fantastici!!!E proprio per loro che dobbiamo lottare per assicurargli un futuro senza dolori!!! Biby

Nota n°1045
con   Biby il 26/05/2008 * 20:28
cara alessia fatti forza..avrai un bambino meraviglioso che ti aiuterà a reagire..è il vostro amore immenso che nasce!!!!Ti capisco molto bene...e come tè non riesco a concepire il fatto che continuino queste stragi e queste famiglie distrutte...Una carezza al pancione..e una a te..con affetto Biby

Nota n°1042
con Alessia il 25/05/2008 * 22:57
Il 9 marzo di questo anno ho perso il mio amato marito di 37 anni. Io di anni ne ho 35 e a Luglio diventerò madre di nostro figlio. Non serve spiegare come mi sento a chi, purtroppo, ha avuto la stessa tristissima esperienza. Un altra vittima della strada, quante altre ancora ce ne dovranno essere, quante? Cosa dobbiamo fare?

Nota n°1041
con   Sara il 25/05/2008 * 14:51

s25.5.2008

Ciao Gabry....il numero di oggi è 25....come gli anni che avrai per sempre!

Sono passati 24 giorni da quel 1 maggio...ma ogni giorno è quel giorno...La telefonata di Francesca, le sue lacrime, le sirene che sentivo al telefono, la corsa in ospedale, l'attesa fuori dalla saletta, l'ansia, la speranza, la paura, i dottori, le infermieri, la mamma che immobile continuava a ripetere "non portarmi via anche lui".... e poi..e poi...il verdetto.....E' bastato un attimo, così un ragazzino di 21 anni, ti ha portato via, non si è nemmeno preoccupato di venire a vedere cosa stavi passando....ore 21.15, un' attimo, ti taglia la strada con la sua macchina, tu in moto cerchi di evitarlo, ma l'impatto è fatale, ore 23.50 tu te ne vai...  

Dove sei fratellino mio??? Dov'è il tuo sorriso?..Non sento più la tua voce, non sento più le tue risate, non godo più dei tuoi abbracci e della tua compagnia...Non ci sei più...ma io continuo ad aspettarti....Non riesco a pensare di poter vivere senza di te...Le lacrime non smettono mai di scendere, il tuo ricordo è sempre presente ogni momento, ogni secondo....Gabry, mi manchi, mi fa tanto male il cuore...piango, ti penso, piango...mi manchi .....

Ciao Ga...

Lory


Nota n°1040
con Laura1976 il 24/05/2008 * 23:52
ho 32 anni, ora, in questa data mio marito è morto, sulla strada, vittima di una persona distratta che non gli ha accordato la giusta precedenza...come nei film nessuno mi ha avvertito, lo aspettavo per pranzo, ritardava, telefonavo...ha risposto una voce estranea..." vieni subito, ma non da sola ". Arrivo, trovo una folla, l'autombulanza che chiude le porte...e lui ancora sulla strada...ho capito subito!una scena tremenda...neanche coperto e il traffico che continuava..... da allora è successo di tutto, la mia vita è stata distrutta ma io ho reagito e mi sono rimessa in piedi, combatto tutti i giorni, ma sono stanca di guardare il tg e ascoltare sempre le stesse notizie....voglio fare qualcosa di utile

Nota n°1039
con   avvocatocesari il 15/05/2008 * 18:32

Ringrazio tutti coloro che mi hanno mandato messaggi di amicizia ed affetto per l'anniversario della morte di mio padre. E' trascorso un anno, mi sembra ieri, ho sempre un vuoto dentro, un precipizio nell'anima  per aver perso il miglior padre che potevo avere, un esempio di virtù, di bontà, di amore per la propria famiglia e per la patria che ha servito per tutta la sua vita.  Mi è sempre vicino e mi aiuta sempre, grazie per le preghiere ed i cari pensieri che avete avuto pe rme in questo giorno per me così lungo.

Gianmarco Cesari


Nota n°1035
con stefania il 29/04/2008 * 12:03

non mi sembra giusto parlare di giudici corrotti..ma di leggi poco chiare e interpretabili in piu' modi...

quello che manca e' la certezza della pena...che funzionerebbe da deterrente..quello che manca e' la mancanza, da parte dei nostri"politici" di un interesse verso questo "omicidio colposo" che non e' giusto chiamare cosi...

chiunque ti puo' rubare la vita..e e continuare la propria come se niente fosse .credo che questo sia il problema....


Nota n°1034
con stefania il 29/04/2008 * 11:57

io credo che non sia giusto parlare di giudici corrotti, bensi' di leggi iniesistenti, poco chiare, e interpretabili in piu' modi...credo che questo sia il punto...resta il fatto che chi come me si trova a vivere una vita non piu' degna di tale nome..per tanti ovvi motivi...la rabbia e'tanta...vorrei la certezza della pena per chi guida ubriaco e drogato...vorrei non fosse possibile nessun patteggiamento o sconto...perche' almeno cosi' ci sarebbe un deterrente e poi vorrei che si smettesse di chiamarlo omicidio colposo...

e' questo il punto..mancano leggi chiare....e i nostri politici probabilmente non lo considerano un problema da risolvere....fa piu' colpo parlare di sconti sulle tasse...ma la vita rubata a mio fratello, a mia madre, a me..e a tutti quelli che come noi hanno dovuto subire tutto questo...be' quella fa meno rumore...la vita te la puo' rubare chiunque...e continuare la sua come se niente fosse..


Nota n°1033
con   angeloantonio il 27/04/2008 * 21:17
cara Stefania hai capito bene questi nostri giudici sono solo persone corrotte vedi in Italia i giudici preparati li tolgono subito da mezzo noi familiari vittime della strada siamo calpestati da questa giustiziabacheassicurazioni questo e l'intreggio hai capito bene,ciao auguri per la tua mamma

Nota n°1031
con stefania il 27/04/2008 * 10:59

mio fratello e' stato ucciso in un incidente assieme a due sue amici da un folle che guidava contromano, a tutta velocita', drogato e ubriaco, E' uscita la sentenza...il giudice non ha considerato le tabelle del tribunale di lucca..che sono tra le piu' alte d'italia ma ha fatto una media tra tutte...non ha liquidato il danno esistenziale a mia madre che dal quel giorno non e' piu' stata una persona normale..fino ad arrivare ad un tentativo di suicidio nello scorso gennaio...io non ho piu' un fratello..avevo solo lui..e non ho piu' una madre....e credo che il giudice abbia fatto piu' gli interessi dell'assicurazione che quelli delle vittime...vorrei sapere se e' il caso di ricorrere in appello..grazie


Nota n°1027
con   SABINOPREZIOSI il 15/04/2008 * 08:13
Il 17.4. ricorre il secondo anniversario della morte di mio fratello rosario per mano di un pirata della strada.Per lei la vita è continuata regolarmente,ha continuato ad insegnare e a svolgere il suo lavoro di  medico,per lui tutto è finito li,la sua attività di ricerca in ambito veterinario,il suo insegnamento apprezzato da tanti giovani perchè era giovane fra i giovani che per questo tutt'ora con un filo di malinconia lo chiamano il professore dalla ducati gialla.Ha cessato di crescere giovani atleti nelle sale di scherma dove era entrato giovanissimo,ma soprattutto è mancato a noi, a suo nipote alessio di 6aa che stava facendo i primi passi nella stessa disciplina e che gli assomiglia ogni giorno di più.Il tempo non lenisce queste ferite,anzi la burocrazia,l'assenza delle istituzioni,la acuiscono ogni giorno di più.ciao fratellone.sabino

Nota n°1025
con   bambi il 13/04/2008 * 17:30
C'E chi entra nella tua vita nel bel cuore della notte e ti toglie la felicita' costruita da una vita!!!

Nota n°1022
con xgiuseppe il 12/04/2008 * 18:28

Giuseppe Donatelli..mi manche troppo..sei sempre nei nostri pensieri..è difficile senza te! ogni volta penso a te..ti voglio dedicare qst..perchè so che ascolterai qst parole..mi fanno sempre pensare a te giu..TVB MI MANKI

é per te
questo bacio nel vento,
te lo manderò lì con almeno altri cento.
E per te,
forse non sarà molto,
la tua storia, lo so,
meritava più ascolto
e magari, chissà,
se io avessi saputo,
t avrei dato un aiuto.
Ma che importa oramai,
ora che
Puoi prendere per la coda una cometa
e girando per l universo te ne vai,
puoi raggiungere, forse adesso, la tua meta,
quel mondo diverso che non trovavi mai.
Solo che
non doveva andar così,

solo che
tutti ora siamo un po più soli qui.
E per te
questo fiore che ho scelto,
te lo lascerò lì
sotto un cielo coperto.
Mentre guardo lassù,
sta passando novembre
e tu hai vent anni per sempre.
Ora che
puoi prendere per la coda una cometa
e girando per l universo te ne vai,
puoi raggiungere, forse adesso, la tua meta,
quel mondo diverso che non trovavi mai
non trovavi mai
puoi raggiungere, forse adesso, la tua meta,
quel mondo diverso che non trovavi mai.
Solo che non doveva andar così,
solo che tutti ora siamo un po più soli
tutti ora siamo un po più soli qui è per te
.


Nota n°1021
con Frabrizio il 12/04/2008 * 11:24
Ciao fratellone mio, il 30/03/2008 avresti dovuto compiere 37 anni insieme a tutti noi del resto come abbiamo sempre fatto.Purtroppo quest'anno non è così e non lo sarà più per sempre, ci hai lasciati tutti all'improvviso quella maledettissima sera del 02/07/2007 per colpa di un deficiente dieciannovenne appena patentato che per andar di corsa con la sua auto ti ha travolto sul tuo motorino mentre procedevi alla velocità di appena 47 km/h.Il dolore purtroppo è inimmaginabile e continuo, non c'è un secondo della mia giornata che non ti penso , che non penso a tutto il tempo passato insieme, tutte le cose fatte insieme,in questi magnifici 30 anni trascorsi con te.Ci manchi tantissimo tu e la tua bontà, la tua passione che mettevi in tutto quello che facevi e la tua grande disponibilità sempre pronto ad aiutare tutti . Ti voglio bene e ti ringrazio per essere stato mio fratello e per tutto quello che mi hai trasmesso in questo breve periodo di vita .

Nota n°1020
con   avvocatocesari il 12/04/2008 * 10:52

Ieri sono stato in Abruzzo per un processo ad Atessa ed ho incontrato Massimiliano MENNA che sta affrontando con l'assistenza del medico legale convenzionato con l'AIFVS Dott. Patrizio Rossi le visite medico legali richieste dalla Carige Assicurazioni ed affidate al fiduciario Dott. Domenico Condello, la sua situazione dopo l'evento che ha provocato l'inutilizzabilità dell'arto destro in giovanissima età sono peggiorate.. ma quel che è peggio è che ad oggi massimiliano nella sua condizione di grave disabilità non riesce a trovare un lavoro per cui rinnovo l'appello che lanciammo tempo fa nel sito e nel notiziario aifvs a trovare un lavoro per Max, chi può e si può interessare basta che mi contatti...

Sono stato poi a trovare MARITE e suo marito a Mosciano S. Angelo ( TE) che dopo un anno e mezzo dal tragico incidente stradale ha dovuto applicare uper rimediare e guarire dalla grave condizione in cui versava una specie di cilicio fisso (il Lizarov) che le trafigge la gamba dal ginocchio in giù tenedola in una gabbia cilindrica e che dovrà portare in condizioni di estrema sofferenza per un anno, un anno in cui non potrà uscire di casa... come agli arresti domiciliari... faccio appello a voi tutti a esserle vicini con solidarietà  in questa condizione di estremo disagio esistenziale, MARITE è socia della aifvs, la si può contattare tramite il sito, scriverle, telefonarle e la si può andare a trovare ogni qualvolta si percorra l'autostrada Ancona - Pescara   nei pressi di TERAMO dato ceh abita a pochi minuti dallo svincolo autostradale..

un saluto a tutti. Gianmarco Cesari  


Nota n°1017
con   avvocatomusicco il 11/04/2008 * 18:26

Le rispondo di si.

Anche il nipote ha diritto ad un risarcimento.

A disposizione per qualsiasi chiarimento, la saluto cordialmente.

avv.Domenico Musicco


Nota n°1016
con   serena il 10/04/2008 * 15:20
è morto mio padre qualche mese fa in incidente stradale con il100% della ragione , sono stata risarcita economicamente e mi piacerebbe sapere , se qualcuno lo sa , se mio figlio di 15 anni ha diritto ad un risarcimento per la perdita  del nonno .

Nota n°1015
con   Biby il 09/04/2008 * 14:28

Esistono persone capaci di entrare nella tua vita in un attimo..e ci sono persone che in un attimo ti sfuggono...Le persone che riescono ad accompagnarti nel percorso sinuoso nella vita sempre e comunque,si chiamano persone SPECIALI..persone che hanno dentro un grande dono..quello di DIVIDERE ogni cosa con chi ne ha bisogno..senza pretese..solo con il cuore!!Il sentimento dell'amore e del rispetto reciproco fanno parte di un'anima innata..quello che si ha dentro...e che mai cesserà!!! la delusione è che non tutti l'HANNO!! vi voglio bene.. Bibye 


Nota n°1014
con   MONICA65 il 07/04/2008 * 22:17
Ciao Dario,mi piace salutarti tramite questo spazio perche' lo considero uno spazio speciale, dove io posso dirti quello che penso e quello che provo.Domani sara' una giornata difficile,sono 7 anni che non sento piu' la tua inconfondibile risata,e per la mamma e il papa'sara' ancora piu' dura!Ritornare con la memoria a quel giorno non e' cosi' difficile perche' il dolore ha tolto il significato a termini come ieri,oggi,domani.La vita di una famiglia e' veramente devastata con l'assenza di un suo componente,si cerca certo di ritrovare un equilibrio,ma e' tanto difficile e tu lo sai bene.A volte rivedo le videocassette che grazie ad alcuni tuoi amici ho avuto, dove risento la tua voce e mi consola perche' ritrovo la tua simpatia la tua generosita',la tua allegria che riesce a strappare qualche risata me e ai tuoi nipoti.E' bello quando mi chiedono di rivedere una tua videocassetta perche'a loro piace vedere lo zio allegro e sorridente e insieme ci sediamo sul divano a ridere per le tue battute per gli scherzi che facevi agli amici ,per l'energia che sprigionavi e questo mi fa capire quanto tu sia importante nei loro ricordi.Ti voglio bene fratellone!e

Nota n°1013
con Ospite il 07/04/2008 * 16:51
Ciao,
sono S. un ragazzo di 23 anni.
Vi scrivo perchè abbiamo un "nemico" in comune : La cultura dello sballo.
Non riesco a sopportare il fatto che per divertirsi si debba bere, non sono un proibizionista ma mi dà proprio fastidio quando viene esaltata questa cultura.
Torno ora da un Pub, ieri sera ho chiesto una Coca Cola e mi è stato risposto in malo modo perchè non prendevo alcolici. Mi hanno detto che se dovevo uscire il venerdì sera per prendere una Coca Cola era meglio se stavo a casa. Questo da un gestore del pub. Io ho provato a spiegargli che non dovrebbe incentivare questa cultura e che secondo me ci sono altri modi per divertirsi.
Mi ha controbattuto che per chiacchierare c'è il pomeriggio la sera uno beve.
Stasera sono voluto tornare dicendogli anche che guidavo e che quindi mi sembrava giusto non bere alcolici.
Non mi è stata data la Coca Cola che avevo richiesto e sono dovuto andare a un altro bar per prenderla.
Ecco vi sembra normale e possibile questo ?
Il problema è che se ne vado a parlare con la gente per far capire che secondo me è pazzia mi dicono che è normale.
La gente si è abituata a questa mentalità.
E' per questo che secondo me gestori di pub così sono veramente pericolosissimi , perchè incentivano questa cultura.
E io mi sento impotente davanti a tutto questo.

Scusate per lo sfogo.

Ciao

Nota n°1010
con CARLOTTA il 01/04/2008 * 23:58

Buonasera a tutti, mi chiamo Carlotta e sono la cugina di Guido Carlo Puoti, scomparso il 25 Dicembre 2007a soli 16 anni, a seguito di un incidente stradale, del quale ad oggi ancora non se ne conosce la dinamica! Spiegare il significato della morte è difficile, specialmente  se ti tocca nel profondo!  Sembra di essere paret integrante di un film che continua ad essere proiettato da ormai 4 mesi senza trovare interruzione, senza arrivare mai alla fine del primo tempo o all'atteso "the end"! Appunto la fine che ancora non è arrivata, ma che aspettiamo con grande ansia, ma nel momento in cui ti assale la consapevolezza, scrolli la testa, un battito di palpebre ed ecco la dura realtà che ti travolge, ti da una scossa e nella mente risuona incesante una voce che ti dice: "SVEGLIA!! Non è in film, ma è il passare della tua esistenza !!!!" e in quel momento .......... gli ochi si riempiono di lacrime e le labbra rimangono serrate.  Non escono parole, ma sono tante quelle che si muovono nella testa, che si sentono nel cuore. Cuore che ormai è diventato solo un organo che ci permette di sopravvivere e non più di "vivere", perchè tutto si è fermato il 25 Dicembre, quando Guido, il nostro Guido, ha intrapreso il suo lungo viaggio verso il Paradiso.      Sicuramente l'amore di cui era pieno lo distribuirà dal ciel a coloro che l'amano e l'hannoa amato e sarà un amore che forse scalderà il cuore facendolo sentire più vicino!!

Il nostro pensiero è sempre legato al tuo....Pensa tu cugì ad aiutare i tuoi genitori a sostenere questa prova, noi ce la stiamo mettendo tutta per esser loro do sostegno, ma è difficile trovare la forza per sorregger altri, quando hai il cuore in piccoli pezzi.    GUIDO TI VOGLIO, TI VOGLIAMO BENE TUTTI. 

Grazie per aver dato al possibilità di condividere il dolore con qualcuno che può comprenderlo a fondo.   

Carlotta da Scauri (LT)


Nota n°1008
con Elena il 25/03/2008 * 20:45

Pochi mesi fa un'auto guidata da una donna ubriaca(tasso alcolico pari a tre volte quello consentito dalla legge) è piombata addosso alla vettura del mio ragazzo. Miracolosamente siamo ancora qui e possiamo raccontare la nostra vicenda. Ci riteniamo molto fortunati ed ogni volta che vediamo al tg le immagini di qualche incidente mortale causato da ubriachi(come quello nel quale è morta una donna pochi giorni fa)ci prende una sensazione di malessere, un groppo ci stringe la gola..riviviamo quei terribilimomenti dopo l'urto...la paura di chiamare l'altro senza ricevere risposta...lo stordimento. Il mio rgazzo sta anche peggio, perchè anni fa ha perso il fratello, investito da un'auto che correva troppo. Non è possibile che si debba aver paura di uscire di casa, perchè a tutte le ore un pazzo ubriaco può venirti addosso. Non si può avere paura di vivere. Spero che chi può farlo, emani leggi adeguate. Ma penso che anche noi, nel nostro piccolo, possiamo e dobbiamo impegnarci per educare gli altri al rispetto della vita, propria ed altrui.


Nota n°1007
con   Simona_S il 25/03/2008 * 18:29

Ricerco testimoni per incidente avvenuto il 02/11/2006 in via Cesate Roma alle otto di mattina causato da una immensa macchia di olio sulla strada. A causa dell'olio sono finita con la mia macchina nella carreggiata opposta contro un autobus dell'atac. Sono intervenuti i vigili urbani l'ambulanza che mi ha portato in ospedale dove sono stata ricoverata e l'ama per rimuovere l'olio. 

E' importante. Grazie in anticipo. Scrivete a: simona.solimei@tiscali.it


Nota n°1006
con silva il 24/03/2008 * 11:55
Nella recente campagna elettorale non si è parlato per niente della prevenzione degli incidenti stradali, che superano per numero anche gli incidenti sul lavoro (altrettanto gravi e drammatici). Nel giorno di Pasqua ci sono state 7 vittime, ma sono solo numeri, non sappiamo chi sono e sembra non interessare a nessuno. Questo è inconcepibile per un paese civile. La gente ha paura dei furti in casa e su questo i politici insistono molto, ma la perdita di soldi o di oggetti non è minimamente comparabile alla perdita di una persona. Occorre un impegno di tutti, non solo di coloro che sono stati direttamente coinvolti. Purtroppo non possiamo dare preferenze, ma voterei volentieri un politico che aumentasse i controlli sulle strade  e facesse della prevenzione degli incidenti un  punto fondamentale del programma.

Nota n°1004
con   Patrizia_Q il 23/03/2008 * 00:16

Auguro di cuore a tutti voi di ritrovare in questa giornata pasquale un poco di serenità e pace.


Nota n°1003
con   Giorgio_Giunta il 22/03/2008 * 20:36

Voglio augurare una serena pasqua  a tutti.
A tutti quelli che soffrono all'arrivo di queste festività che ci ricordano giorni felici passati, quando tutto era diverso, quando eravamo tutti quanti insieme e non sapevamo che quella era la vera felicità.

Qualcuno  ha rotto questo in piccoli frammenti quello che con fatica si era messo insieme, non si possono rimettere insieme i cocci.

Auguro una serena pasqua a quelli che come me patiscono questi giorni.

Giorgio Giunta


Nota n°1002
con   Roberta il 21/03/2008 * 01:21

IVAN FAMMI VENIRE DA TE, A 16 ANNI NON PUOI AVERMI LASCATO COSI!!!!!!!

 

SARAI   SAMPRE VIVO NEL MIO CUORE

MAMMA

 

AIUTATEMI


Nota n°1000
con   bambi il 20/03/2008 * 15:51
vorrei svegliarmi una mattina e dimenticare tutto....

Nota n°991
con stefania il 03/03/2008 * 21:05

Ciao Giuseppe, oggi è il tuo compleanno, avresti compiuto 29 anni.

 

Combinazione è anche la data in cui tutti hanno pianto la tua perdita : il  2/9/2007.

 

Sei una delle persone più simpatiche che ho conosciuto,

vorrei solo avere avuto la possibilità di dirtelo.

 

Vivrai sempre nel mio cuore !

 

Con immenso affetto e stima ,  in omaggio a Giuseppe Ambrisi.


Nota n°990
con   Biby il 03/03/2008 * 12:20
Io mi chiedo:"Perchè in Italia non esistono Pubblicità e spot televisivi come in Francia,per sensibilizzare