Blog - Sicurezza stradale

Numero di utenti 1788 utenti
Connessi : ( nessuno )
Snif !!!
   


Rubriche

Dispiega Chiudi Strage Motociclisti

Dispiega Chiudi Sicurezza stradale

Dispiega Chiudi Riforma codice della strada

Dispiega Chiudi Pubblicità pericolose

Dispiega Chiudi Giustizia negata

Dispiega Chiudi Giornata del ricordo

Dispiega Chiudi Bambini vittime della strada

Dispiega Chiudi Alcol e guida

Ultimi post
Ultimi commenti
Sicurezza stradale

L'ITALIA SI RIPOPOLI DI GIOVANI!!!  -  con angeloantonio

Finiamo sui quotidiani stranieri per la fama negativa che possediamo!Quindici morti al giorno sulle strade italiane. E oltre 800 feriti.Le nostre autostrade le chiamano "autostrade selvagge","autostrade killer""cimiteri d'asfalto"dove non c'é controllo, dove non ci sono regole.
La chiamano "guerra invisibile" più morti in Italia con le automobili che in Iraq!!!
L'alcool la fà da padrone e i controlli sono rispetto all'Europa inesistenti, vi assicuro che in Francia e Inghilterra sono frequentissimi e severi fino alla ferocia!
Si tratta soprattutto di giovani che perdono la vita durante il week-end: i giorni più neri sulle strade sono infatti venerdì, sabato e domenica. . Il bilancio sugli incidenti stradali in Italia nel 2005, parla di 5.426 vittime in un anno.
E tra le principali cause di incidenti (oltre il 50%), ci sono il mancato rispetto delle regole di precedenza, la guida distratta e la velocità troppo elevata.
MUOIONO SOPRATTUTTO I GIOVANI, A RISCHIO IL WEEK-END: il venerdì è il giorno con il maggior numero di incidenti, il sabato quello con più feriti e la domenica quello con più vittime. L'orario più a rischio è tra le 17 e le 19, anche se la notte (dalle 22 alle 6 del mattino) é il periodo con il più alto tasso di mortalità (doppio rispetto al giorno). I giovani continuano ad essere i più colpiti: tra i 25 e i 29 anni si registrano 637 morti e 41.230 feriti, se consideriamo, poi, la classe d'età 16-29, allora, si contano 1.636 morti (il 30% del totale) e 109.361 feriti (pari al 35% del totale).
Allora possiamo dire che l'Iraq e l'Afghanistan sono anche qui da noi, visto il numero di vittime ogni anno, se ce l'avete fatta ad arrivare a leggere fino a qui, potete facilmente capire perché l'Italia é il paese con più anziani al mondo e con meno giovani al mondo.
Questo é uno dei motivi!
I ragazzi continuano a morire durante i fine settimana anche perché non c'é polizia che funge da deterrente.
Ma dipende anche da voi ragazzi!!!
Quando salite su una automobile in 5 o 6 delle volte, qualche ragazza anche sulle gambe di un ragazzo dietro in piena notte, stanchi morti(?)per aver ballato, bevuto e fumato diverse canne o altro di solito non pensate che chi guida sta come voi o anche peggio?Metti il fatto che a quell'ora di notte o del primo mattino per strada non c'é quasi nessuno per cui si corre fisiologicamente di più non si fanno le tamponatine come al solito ma le frittate!!!
Per alcuni anni a Napoli lavoravo in piena notte, per  lavori ma quello che vedevo le notti del venerdì e del sabato notte, domenica mattina era allucinante, macchine accartocciate una all'altra fumanti con ragazzi morti dentro e l'assurdo che rimanevano così senza soccorsi per ore perché a quell'ora dormono tutti o quasi tranne i disgraziati che come me giravano per guadagnare qualche soldo!!!
Vi dovete divertire, siete giovani, chi non si é fatto qualche boccale di birra, qualche spinello(tanti volete dire)cocktail ecc...però quando salite su un automobile il discorso cambia del tutto.
Prendetemi per un rompipalle ma alle case automobilistiche se sfasciate una automobile fate un favore, ne vendono un altra, se potessero porterebbero la patente a 16 anni, per vendere di più!!!
Se continua così gli italiani spariscono, i giovani già pochi rispetto alle natalità in Europa, si estinguono!
Non fate il gioco sporco di questa società ipocrita, pubblica dati sconvolgenti ma se ne frega se vi ammazzate il fine settimana, dovete farcela a sopravvivere e avere figli anche voi un domani, non morite ca…, non morite così stupidamente per colpa in definitiva di uno Stato assente da decenni!!!
Siamo PRIMI NEL MONDO per incidenti stradali!!!
PRIMI NEL MONDO PER MORTI GIOVANILI SULLE STRADE!!!
Poi metteteci che abbiamo natalità ZERO, ultimi al mondo per nascite, i più longevi al mondo grazie alla dieta mediterranea, quindi io per non saper nè leggere nè scrivere deduco che se vi guardate intorno questo é il PAESE PIU'VECCHIO AL MONDO!!!
Perché le metropolitane chiudono alle 22, 00 e in Europa ALL'UNA DI notte!!!
Occorre divulgare queste cose, che finalmente le TV e i QUOTIDIANI parlino di questi FENOMENI SOCIALI che ogni WEEK-END ci raccontano di stragi, no di stronzate futili come fumo negli occhi.
Lo sappiamo tutti che non esistono controlli in Italia, ti fermano solo perché gli stop non funzionano per multarti.
Giugno scorso da Napoli a Rimini (più di 600 KM)non ho incontrato una pattuglia di forze dell'ordine e un camion che doveva andare a 60 km all'ora in autostrada mi suonava il clacson per farmi spostare, solo che io andavo a 110 km all'ora e lui di più!!!
SIAMO TROPPO RASSEGNATI, UN POPOLO CHE NON PROTESTA MAI SU NESSUNA COSA, COMPRESA QUESTA ECATOMBE DI FINE SETTIMANA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI!
PARLATENE, NELLE SCUOLE, NELLE UNIVERSITA',SCRIVETE AI GIORNALI, ALLE ISTITUZIONI, QUESTE STRAGI DEVONO FINIRE!!!
Non lasciatemi solo a lottare per questo, perché questo io continuerò a fare, PERCHE’ L'ITALIA SI RIPOPOLI DI GIOVANI!!!
Perdonatemi lo sfogo.
Antonio

Finiamo sui quotidiani stranieri per la fama negativa che possediamo!Quindici morti al giorno sulle strade italiane. E oltre 800 feriti.Le nostre autostrade le chiamano "autostrade selvagge","autostrade killer""cimiteri d'asfalto"dove non c'é controllo, dove non ci sono regole.
La chiamano "guerra invisibile" più morti in Italia con le automobili che in Iraq!!!
L'alcool la fà da padrone e i controlli sono rispetto all'Europa inesistenti, vi assicuro che in Francia e Inghilterra sono frequentissimi e severi fino alla ferocia!
Si tratta soprattutto di giovani che perdono la vita durante il week-end: i giorni più neri sulle strade sono infatti venerdì, sabato e domenica. . Il bilancio sugli incidenti stradali in Italia nel 2005, parla di 5.426 vittime in un anno.
E tra le principali cause di incidenti (oltre il 50%), ci sono il mancato rispetto delle regole di precedenza, la guida distratta e la velocità troppo elevata.
MUOIONO SOPRATTUTTO I GIOVANI, A RISCHIO IL WEEK-END: il venerdì è il giorno con il maggior numero di incidenti, il sabato quello con più feriti e la domenica quello con più vittime. L'orario più a rischio è tra le 17 e le 19, anche se la notte (dalle 22 alle 6 del mattino) é il periodo con il più alto tasso di mortalità (doppio rispetto al giorno). I giovani continuano ad essere i più colpiti: tra i 25 e i 29 anni si registrano 637 morti e 41.230 feriti, se consideriamo, poi, la classe d'età 16-29, allora, si contano 1.636 morti (il 30% del totale) e 109.361 feriti (pari al 35% del totale).
Allora possiamo dire che l'Iraq e l'Afghanistan sono anche qui da noi, visto il numero di vittime ogni anno, se ce l'avete fatta ad arrivare a leggere fino a qui, potete facilmente capire perché l'Italia é il paese con più anziani al mondo e con meno giovani al mondo.
Questo é uno dei motivi!
I ragazzi continuano a morire durante i fine settimana anche perché non c'é polizia che funge da deterrente.
Ma dipende anche da voi ragazzi!!!
Quando salite su una automobile in 5 o 6 delle volte, qualche ragazza anche sulle gambe di un ragazzo dietro in piena notte, stanchi morti(?)per aver ballato, bevuto e fumato diverse canne o altro di solito non pensate che chi guida sta come voi o anche peggio?Metti il fatto che a quell'ora di notte o del primo mattino per strada non c'é quasi nessuno per cui si corre fisiologicamente di più non si fanno le tamponatine come al solito ma le frittate!!!
Per alcuni anni a Napoli lavoravo in piena notte, per  lavori ma quello che vedevo le notti del venerdì e del sabato notte, domenica mattina era allucinante, macchine accartocciate una all'altra fumanti con ragazzi morti dentro e l'assurdo che rimanevano così senza soccorsi per ore perché a quell'ora dormono tutti o quasi tranne i disgraziati che come me giravano per guadagnare qualche soldo!!!
Vi dovete divertire, siete giovani, chi non si é fatto qualche boccale di birra, qualche spinello(tanti volete dire)cocktail ecc...però quando salite su un automobile il discorso cambia del tutto.
Prendetemi per un rompipalle ma alle case automobilistiche se sfasciate una automobile fate un favore, ne vendono un altra, se potessero porterebbero la patente a 16 anni, per vendere di più!!!
Se continua così gli italiani spariscono, i giovani già pochi rispetto alle natalità in Europa, si estinguono!
Non fate il gioco sporco di questa società ipocrita, pubblica dati sconvolgenti ma se ne frega se vi ammazzate il fine settimana, dovete farcela a sopravvivere e avere figli anche voi un domani, non morite ca…, non morite così stupidamente per colpa in definitiva di uno Stato assente da decenni!!!
Siamo PRIMI NEL MONDO per incidenti stradali!!!
PRIMI NEL MONDO PER MORTI GIOVANILI SULLE STRADE!!!
Poi metteteci che abbiamo natalità ZERO, ultimi al mondo per nascite, i più longevi al mondo grazie alla dieta mediterranea, quindi io per non saper nè leggere nè scrivere deduco che se vi guardate intorno questo é il PAESE PIU'VECCHIO AL MONDO!!!
Perché le metropolitane chiudono alle 22, 00 e in Europa ALL'UNA DI notte!!!
Occorre divulgare queste cose, che finalmente le TV e i QUOTIDIANI parlino di questi FENOMENI SOCIALI che ogni WEEK-END ci raccontano di stragi, no di stronzate futili come fumo negli occhi.
Lo sappiamo tutti che non esistono controlli in Italia, ti fermano solo perché gli stop non funzionano per multarti.
Giugno scorso da Napoli a Rimini (più di 600 KM)non ho incontrato una pattuglia di forze dell'ordine e un camion che doveva andare a 60 km all'ora in autostrada mi suonava il clacson per farmi spostare, solo che io andavo a 110 km all'ora e lui di più!!!
SIAMO TROPPO RASSEGNATI, UN POPOLO CHE NON PROTESTA MAI SU NESSUNA COSA, COMPRESA QUESTA ECATOMBE DI FINE SETTIMANA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI!
PARLATENE, NELLE SCUOLE, NELLE UNIVERSITA',SCRIVETE AI GIORNALI, ALLE ISTITUZIONI, QUESTE STRAGI DEVONO FINIRE!!!
Non lasciatemi solo a lottare per questo, perché questo io continuerò a fare, PERCHE’ L'ITALIA SI RIPOPOLI DI GIOVANI!!!
Perdonatemi lo sfogo.
Antonio

Chiudi Chiudi

Pubblicato il 07/11/2008 * 11:48   | Tutte i post | Anteprima ...   Stampa...   | Alto


Commenti

Risposta n°1 

 con carla il 12/11/2008 * 06:59
  Non  hai da  farti perdonare lo sfogo Antonio, è quello che pensiamo, diciamo, e a volte scriviamo tutti noi. Il guaio più grosso che spesso siamo solo noi che ne parliamo, noi che ci siamo passati, noi che conosciamo il dolore,noi che abbiamo subito la perdita di un nostro caro e sappiamo che non è stata una fatalità e le più volte non è stato nemmeno un incidente.  L’INDIFFERENZA  fa da padrona., tutto quello che succede sulle strade sembra un prezzo da pagare per la fretta dei nostri tempi, per questa grande rincorsa, per  essere tutti programmati senza domandarci: per cosa? Per dove? Non mi sento  né una moralista , né  una probizionista. Cerco solo di capire nella disperazione di mamma. Forse la cosa più difficile è cambiare  proprio quello che è stato fatto passare sopra le nostre teste e poi in quella di questi ragazzi. Una società  dove quello che può conta è apparire e non essere. Non trovo mai una frase migliore di quella che viene proposta nel nostro sito - in sintesi  dice molto bene tutto questo:- non è vero che a ucciderli sia bastato “un attimo di distrazione” no, ci sono voluti anni di colpevole indifferenza .- E  poi anch’io come te vorrei dire a questi ragazzi . divertitevi, la vita è bella, è una sola, rispettatela, non potete morire o far perdere la vita agli altri così stupidamente, voi meritate di vivere, spalanchiamo gli occhi, aiutateci, non lasciateci soli a lottare e a piangere, ilia      Da un opuscolo che abbiamo distribuito ai ragazzi nelle scuole a PIOMBINO      “Accetterai di fermarti un istante per ascoltarmi? So, che non sono i miei consigli che vuoi sentire ma quelli dei tuoi coetanei, d’altronde è insieme che dovete costruire il vostro futuro. Senza dubbio calarsi una pasticca, fumare un spinello o tirare una striscia può aiutare ad essere più brillante, più disinibito, più resistente alla fatica e pronto a raccogliere le sfide che fra giovani vi lanciate per dimostrare il vostro valore. Accetteresti un piatto di minestra senza sapere chi, come e con quali ingredienti è stata fatta? Eppure sei pronto a calarti una pasticca di cui non sai di che cosa è composta. Pensi che valga la pena lanciarsi in bravate o comportamenti che non padroneggi, proprio mentre le tue capacità fisiche e psichiche sono alterate, semplicemente per dare un’immagine “migliore” di te stesso. Se credi che così facendo ti può aiutare ad essere accettato ed ammirato, ti illudi. Che valore può avere l’ammirazione concessa non a te ma ad una tua immagine, falsata appunto dall’aiuto delle droghe? Pensi davvero che sotto gli effetti delle droghe tu possa essere più felice di quando condividi relazioni autentiche con i tuoi amici o le tue amiche?  Non farti ingannare dai falsi modelli di felicità, di simpatia, di bravura con i quali i media vi bombardano quotidianamente. Sono studiati ad hoc, per spingervi ad andare in una direzione che commercialmente conviene a loro. Non temere di essere te stesso, vedrai quanto i tuoi amici apprezzeranno la tua autenticità, la tua sincerità, perché potranno ricambiarla. Solo così potrete raggiungere la felicità e le gioie di una relazione vera. Ricordati ciò che canta Zucchero, sono le “overdosi d’amore”, il migliore antidoto alle overdosi di droghe.”   Dottor Henri Margaron Psichiatra e psicoterapeuta, direttore dipartimento dipendenze ASL 6 di Livorno    

Risposta n°2 

 con arturo il 12/11/2008 * 16:52
Ca*o sono un cog***ne...ieri sera ho fatto un incidente!! Curva veloce, tocco il freno... e addio! Per fortuna nessuno si è fatto male...pero' mi sento una merda! Ho perso la fiducia di mio padre ed è questa la cosa che mi fa più male! la macchina probabilmente è distrutta e questo di certo non migliora le cose...giuro che in questo momento mi sotterrerei! Mi sento uno schifo, non sono mai stato uno che gioca con le vite degli altri e invece questa volta ci sono andato vicino e mi sento una merda solo al pensiero di averlo fatto! Stamattina mi sono guardato allo specchio e la mia faccia era del tipo "Buongiorno Cog***ne" e mi sa che resterà così per un bel pò!
Non voglio fare la vittima, sono stato io a sbagliare...chiedo scusa a tutti i ragazzi che erano con me ieri e chiudo il discorso...così non vi stresso più! Avevo solo bisogno di gridarlo...da N3SS1

Risposta n°3 

 con Lorella il 19/11/2008 * 17:13
Condivido ogni tua singola parola,e non ti scusare per lo sfogo.Sembra quasi che a qualcuno faccia comodo quello che succede...

Risposta n°4 

 con margharet il 24/11/2008 * 14:43

sono una ragazza di 24 anni e vorrei dire al signor Antonio che non tutti i ragazzi escono il sabato sera per bere o fumare come sappiamo qualche canna!

Sabato 20 settembre 2008 dopo una cena con ex colleghi di lavoro(dove nessuno di noi ha toccato alcolici),mi dirigevo verso il parcheggio per recuperare la macchina insieme al mio compagno.

Una maledetta macchina è uscita dalla curva troppo veloce .....le luci bianche ....le voci....mi sono risvegliata in pronto soccorso dove immobilizzata dalla spinale...nessuno mi diceva niente...mi dicevano sei stata fortunata....parole troppo semplici!

Qualcuno lassù ha deciso che non era il mio momento ma la persona (se si può definire così)che mi ha investito....ha 33 anni,non rientra nella fasce dei giovani.

E' scappato dopo averci investito,la serata di due ragazzi si è fermata sulla strada per colpa di non uno ma troppi bicchieri!

Parlate male dei giovani...ma guardatevi intorno....l'esempio dei più grandi!

Vogliamo parlar4e delle leggi?Introduciamo leggi DECENTI per chi guida in dopo aver bevuto.A questo soggetto hanno ritirato la patente per un anno e non entra in carcere perché incensurato(non sarebbe entrato neanche se fossi morta!)Vi sembra giusto?

io dopo i ricoveri ,le visite,i soldi,il lavoro e mille disagi....mi trovo ad aspettare l'ennesima data dell'intervento chirurgico.....!

Bhè parlate di maturità?questo soggetto...non ha avuto neanche il coraggio di fare una telefonata.Proprio belli questi modello di adulto!

Risposta n°5 

 con angeloantonio il 24/11/2008 * 15:56
Cara  margharet  il mio e stato solo un semplice sfogo piu' verso le istituzioni  e non verso i giovani, io o fatto piu' un appello verso i giovani per farli aprire gli occhi  su questa grande tragedia.
Io sono un genitore che sfortunatamente a perso anche lui un figlio di 22 anni un ragazzo pieno di vita e pieno di moralita' figurati non  fumava non beveva e non frequentava nemmeno discoteche ,la persona che  l'ammazzato nel 2002 aveva 48 anni adesso ne a quasi 55,penso che sia una persona matura,sai abbiamo fatto un sacco di udienze e' non si e' mai presentato io che dovrei dire ? pensa un po' che non conosco nemmeno l'assasino di mio figlio Angelo,il mio post era rivolto solo a voi giovani perche quando  sento che un giovane perde la vita rimango molto male ,questo era soltanto uno sfogo io non sono contro i giovani io vi amo tutti in voi vedo  mio figlio Angelo ciao Antonio

Risposta n°6 

 con bimba il 24/11/2008 * 16:25
Antonio non hai niente da farti perdonare!!hai pienamente ragione e te lo dico per esperienza personale...il mio ragazzo è morto a 18 anni...motivo???alta velocità...non era ne ubriaco, ne aveva fumato perché queste cose non le faceva...era nervoso e ogni volta l'acceleratore scendeva sempre di più e così non ha saputo fermare la macchina, non ha potuto...un albero frontale l'ha fermato e li si è addormentato per sempre!!anch'io come te vorrei che le cose cambiassero, che tutti noi giovani prima di salire in macchina ci assicurassimo che siamo in grado di farlo...l'Italia è nostra, dei giovani...e noi per l'Italia che facciamo?!siamo gli ultimi o quasi in tutto...anche riguardo la cultura!!baci baci..

Risposta n°7 

 con carla il 24/11/2008 * 17:24
Lasciare un commento Cara  Marharet, , mi dispiace tanto  per quello che ti è successo  avrei voluto che tu fossi passata da questo sito per dire la tua senza aver subito un graffio, e  per quello che mi riguarda non ci siamo capiti. Va da sé  che ragazzi  o  adulti non si comportano tutti  allo stesso modo!  Gli esempi che i ragazzi hanno davanti  spesso non sono  edificanti, hai ragione, e lì il problema…Come del resto il problema è che la società  intesa come sistema,  non  risponde a dei modelli positivi e i  messaggi  che troppo spesso passano vanno in  altra direzione!! vorremmo  poter fare qualcosa in mezzo  a tutto questo, senza fare i grilli parlanti, affinché ai giovani che noi amiamo, non gli accada quello che è accaduto a te  e  quello che  è accaduto ai  nostri figli che abbiamo ingiustamente perso. Ti auguro con tutto il cuore che tu possa  ristabilirti al più presto, un abbraccio,ilia

Risposta n°8 

 con PASQUALE il 25/11/2008 * 14:46
SIG. AngeloAntonio lei è un grande genitore, io ho l'eta di vostro figlio 28 anni, e lei è il tipo di genitore che adoro, come i miei di genitori, ha ragione molte volte sbagliano i giovani, altre volte gli anziani, altre volte i vecchi, sbagliamo tutti, quello che manca in tutti è quello del quale si fa portavoce lei : il rispetto della vita e il senso civico.Finchè mancherà quello ci saranno genitori come lei che perderanno i loro figli, sorelle che perderrano fratelli, e chi come me perderà amici come Vincenzo Bove -opuscoli 7-.Quì in Italia si ragiona con la filosofia del "tanto non succede mai a me", ed è triste sapere che non interessa a nessuno di questa guerra, menomale ci sono persone come voi che si fanno portavoce, perche è da voi che  prendo esempio io, quindi continui a farsi portavoce di vita come sta facendo che ci son tanti ragazzi che hanno bisogno di Padri come voi! Un saluto e un abbraccio, Pasquale.

Archivi
07-2017 Agosto 2017
L M M G V S D
  01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X