Blog - Sicurezza stradale

Numero di utenti 1782 utenti
   


Rubriche

Dispiega Chiudi Strage Motociclisti

Dispiega Chiudi Sicurezza stradale

Dispiega Chiudi Riforma codice della strada

Dispiega Chiudi Pubblicità pericolose

Dispiega Chiudi Giustizia negata

Dispiega Chiudi Giornata del ricordo

Dispiega Chiudi Bambini vittime della strada

Dispiega Chiudi Alcol e guida

Ultimi post
Ultimi commenti
Sicurezza stradale

Scatola nera per auto  -  con AIFVS_onlus

Scatola nera per Auto dite la vostra nel blog

MATTEOLI: PROPORRO' SCATOLA NERA SU AUTO NELL'UNIONE EUROPEA

ScatolaNera.jpg TORINO - "Proporrò in Europa l'introduzione della scatola nera sulle auto. Lo farò al consiglio dei ministri in programma il 9 ottobre, anche se in via informale, perché il punto non è all'ordine del giorno". Lo ha annunciato a Torino il ministro Altero Matteoli, parlando con i giornalisti a margine di un convegno patrocinato dalla Regione Piemonte sulla navigazione satellitare.

"In Italia - ha ricordato Matteoli nel suo intervento - circolano circa 34 milioni di auto: in rapporto al territorio e agli abitanti non esiste un altro paese con un numero di auto tanto elevato. Questo provoca un grave problema di sicurezza, con costi sociali elevatissimi, come si è visto con i tanti gravi incidenti stradali fatti registrare durante l'estate".

 "Quando ho lanciato questa proposta - ha sottolineato - si é scatenato un vespaio. Invece l'idea dovrebbe far riflettere, perché sapere che tutti i comportamenti al volante rimangono registrati nella scatola nera è grande deterrente nei confronti della trasgressione. Ma farlo solo in Italia non avrebbe senso, ecco perché lo proporrò ai ministri dei Trasporti europei, affinché si faccia questa scelta tutti insieme".

"Sull'arco alpino - ha ricordato Matteoli nel suo intervento - si è passati dai 19 milioni di tonnellate di merce circolanti nel 1967 agli oltre 150 milioni del 2007, senza avere costruito nessun nuovo valico". L'autostrada Roma-Milano, progettata per un traffico di 10 mila auto al giorno, sopporta oggi il passaggio di 90 mila auto. Le linee ferroviarie Milano-Venezia e Roma-Napoli sono sature, e sul mare le merci trasportate sono quasi raddoppiate e i container sono più che triplicati in otto anni

. Tutto questo, ha sottolineato il ministro "provoca gravi problemi di sicurezza, con un costo sociale stimato in 53 miliardi di euro, e rischia di portare al blocco della mobilità". Secondo Matteoli però "sarebbe un errore programmare nuove infrastrutture senza mettere in cantiere anche investimenti mirati a una maggiore sicurezza dei trasporti". In questo settore può entrare in campo l'aiuto in arrivo dalle nuove tecnologie. "Oggi - ha osservato Matteoli - il satellitare viene usato per farci trovare subito una strada o la stessa auto, in caso di furto. Ma le potenzialità sono molto maggiori, ed è necessario attivarsi per sfruttarle pienamente".

Dite la vostra nel blog dell'AIFVS blog.gif
Scatola nera per Auto dite la vostra nel blog

MATTEOLI: PROPORRO' SCATOLA NERA SU AUTO NELL'UNIONE EUROPEA

ScatolaNera.jpg TORINO - "Proporrò in Europa l'introduzione della scatola nera sulle auto. Lo farò al consiglio dei ministri in programma il 9 ottobre, anche se in via informale, perché il punto non è all'ordine del giorno". Lo ha annunciato a Torino il ministro Altero Matteoli, parlando con i giornalisti a margine di un convegno patrocinato dalla Regione Piemonte sulla navigazione satellitare.

"In Italia - ha ricordato Matteoli nel suo intervento - circolano circa 34 milioni di auto: in rapporto al territorio e agli abitanti non esiste un altro paese con un numero di auto tanto elevato. Questo provoca un grave problema di sicurezza, con costi sociali elevatissimi, come si è visto con i tanti gravi incidenti stradali fatti registrare durante l'estate".

 "Quando ho lanciato questa proposta - ha sottolineato - si é scatenato un vespaio. Invece l'idea dovrebbe far riflettere, perché sapere che tutti i comportamenti al volante rimangono registrati nella scatola nera è grande deterrente nei confronti della trasgressione. Ma farlo solo in Italia non avrebbe senso, ecco perché lo proporrò ai ministri dei Trasporti europei, affinché si faccia questa scelta tutti insieme".

"Sull'arco alpino - ha ricordato Matteoli nel suo intervento - si è passati dai 19 milioni di tonnellate di merce circolanti nel 1967 agli oltre 150 milioni del 2007, senza avere costruito nessun nuovo valico". L'autostrada Roma-Milano, progettata per un traffico di 10 mila auto al giorno, sopporta oggi il passaggio di 90 mila auto. Le linee ferroviarie Milano-Venezia e Roma-Napoli sono sature, e sul mare le merci trasportate sono quasi raddoppiate e i container sono più che triplicati in otto anni

. Tutto questo, ha sottolineato il ministro "provoca gravi problemi di sicurezza, con un costo sociale stimato in 53 miliardi di euro, e rischia di portare al blocco della mobilità". Secondo Matteoli però "sarebbe un errore programmare nuove infrastrutture senza mettere in cantiere anche investimenti mirati a una maggiore sicurezza dei trasporti". In questo settore può entrare in campo l'aiuto in arrivo dalle nuove tecnologie. "Oggi - ha osservato Matteoli - il satellitare viene usato per farci trovare subito una strada o la stessa auto, in caso di furto. Ma le potenzialità sono molto maggiori, ed è necessario attivarsi per sfruttarle pienamente".

Dite la vostra nel blog dell'AIFVS blog.gif

Chiudi Chiudi

Pubblicato il 02/10/2008 * 10:16   | Tutte i post | Anteprima ...   Stampa...   | Alto


Commenti

Commento n°1 

 con Biby il 02/10/2008 * 12:11
Io sono molto favorevole...dobbiamo andare avanti e cercare se possibile di adottare OGNI rimedio possibile..per le vittime e per le famiglie che si trovano a dover combattere anni e anni per una VERITA' sempre così difficile da trovare...mi auguro che si possa adottare per avanzare nei nostri progetti di sicurezza stradale...Biby

Commento n°2 

 con sandra1977 il 02/10/2008 * 13:42

Sono molto favorevole all'uso della scatola nera anche per le auto.Credo si debba comunque mettere in atto(con urgenza!)tutto ciò che è possibile per limitare l'incidentalità stradale.Credo che si debba puntare sull'educazione dell'individuo sin dalla tenera età e sulla repressione di comportamenti distruttivi ormai consueti nella nostra società.Insomma bisogna dare gli strumenti per imparare a vivere civilmente e rispettare le regole ma poi chi commette reato deve pagare. Credo che a questo fine sia opportuno usare qualunque strumento che possa permettere di individuare subito chi commette reato, chi  beve, chi supera i limiti di velocità(limiti che comunque andrebbero adeguati al tipo di strada!).Proprio ieri non  ho fatto in tempo a prendere la targa di un pazzo che mi ha sorpassata a 200 km/h su una strada a limite di 70km/h!!!Ma non c'era nessuna pattuglia....Io sono vicina alle Forze dell'Ordine e spero che anche a loro siano date più possibilità e strumenti per limitare i danni della strage stradale.Grazie

Commento n°3 

 con Patrizia_Q il 02/10/2008 * 15:38
Favorevole alla scatola nera che in caso d'incidente è utile a farci conoscere la dinamica e a chiarire le responsabilità dell'accaduto.
Trovo ancora più necessario prevenire gli incidenti , quindi anche un blocco per la messa in moto, di qualunque mezzo, quando il conducente non è idoneo alla guida  (ubriaco o drogato). 
Abbiamo strade che non permettono di andare oltre i 130km, perchè i costruttori di auto continuano a costruire mezzi che superano questi limiti?y

Commento n°4 

 con roberto il 03/10/2008 * 18:51
sono d'accordissimo sulla scatola nera  nelle auto anche perchè cosi la polizia stradale nella sua perizia non avrebbe dubbi sulla reale velocità dei veicoli coinvolti e poi ad un controllo su strada si potrebbe controllare se effettivamente come nei camion la velocità e se sono stati superati i limiti e poi proporrei anche se esiste un congegno da applicare alle macchine per quanto riguarda chi guida ubriaco, se il tasso alcolemico e superiore ai valori consentiti dalla legge la macchina automaticamente non dovrebbe avviarsi, tipo palloncino che comandi una centralina che come sopra non faccia partire l'autovettura e i camion. rossitto roberto sede di augusta (sr)

Commento n°5 

 con carla il 11/10/2008 * 08:48

Ho ascoltato ieri il ministro nella sua dichiarazione: scatola nera; introduzione della educazione stradale nelle scuole.Se non ho capito male già nei precedenti programmi c'era prevista l'educazione stradale come componente alla convivenza civile importante ai fini educativi per una formazione globale dei ragazzi; in quante scuole sarà stata attuata? Ho letto che richiedeva: preparazione degli insegnanti e un lavoro collegiale  Con i nuovi programmi della ministra Gelmini,con meno ore a disposizione e meno insegnanti sarà possibile?

E non possiamo che essere più che favorevoli all'introduzione di mezzi tecnologici sulle auto i quali possono aiutare come deterrente e prevenzione in questo enorme traffico caotico dove il rispetto delle regole è spesso considerato un  optinal.Ma dalla scatola nera possiamo vedere tutte quelle cose che ha enunciato il ministro, compreso chi quida usando il telefonino? E' proprio una scatola speciale se neanche l'aeri ne sono provvisti. Per cortesia non abbiamo bisogno di illusioni,ma di cose  serie che rispondono alla verità.

Commento n°6 

 con raffaella il 12/10/2008 * 19:35
Sono d'accordissimo con l'installazione di questo strumento di rilevazione PERCHE' E' PROPRIO D'ESTATE CHE GLI INCIDENTI SONO PIU' NUMEROSI PERCHE' C'E' PIU' SUPERFICIALITA' E MENEFREGHISMO!!!!!!!! MIO FIGLIO ANDREA E' MANCATO L'ESTATE SCORSA COL SUO MOTORINO, ABBAGLIATO DA UNA MACCHINA CHE GLI HA INVASO  IL SUO SENSO DI MARCIA IN UNA STRADA BUIA E PRIVA DI QUALSIASI SEGNALETICA....ERA LA SERA TRA IL 16 E IL 17 LUGLIO 2007 POCO PRIMA DELLA MEZZANOTTE.....E' ANDATO A IMPATTARSI CONTRO L'ULTIMO PALO DI CEMENTO, POI SOLO CAMPO.....E BASTA!!! AVEVA 16 ANNI, PIENO DI VOGLIA DI VIVERE E DI MILLE COSE DA FARE COME DEL RESTO TUTTI I RAGAZZI E RAGAZZE DELLA SUA ETA'!!!! Speriamo che questi commenti non siamo solo noi dell'associazione a leggerli.........altrimenti non ha molto senso!! un abbraccio, Raffaella mamma di Andrea B.

Commento n°7 

 con uniromatv il 27/10/2010 * 13:54

Abbiamo chiesto ai romani cosa pensano dell'efficenza e della sicurezza dei mezzi pubblici della Capitale. Troverete il servizio al seguente link:

http://uniroma.tv/?id_video=17410
 

Ufficio Stampa di Uniroma.TV
info@uniroma.tv
http://www.uniroma.tv

Archivi
04-2017 Maggio 2017
L M M G V S D
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X