Blog - Sicurezza stradale

Numero di utenti 1782 utenti
   


Rubriche

Dispiega Chiudi Strage Motociclisti

Dispiega Chiudi Sicurezza stradale

Dispiega Chiudi Riforma codice della strada

Dispiega Chiudi Pubblicità pericolose

Dispiega Chiudi Giustizia negata

Dispiega Chiudi Giornata del ricordo

Dispiega Chiudi Bambini vittime della strada

Dispiega Chiudi Alcol e guida

Ultimi post
Ultimi commenti
Sicurezza stradale

A4 video shock  -  con AIFVS_onlus

10/08/2008

È strage sull’A4 – 7 persone uccise

Tir salta la carreggiata

Di fronte al perdurare  della strage stradale, con vite distrutte e vacanze trasformate in tragedia, noi dell’AIFVS, sgomenti per la gravità dell’accaduto, sollecitiamo le istituzioni ad essere sempre più esigenti e responsabili nella gestione del territorio, non solo per garantire la sicurezza delle infrastrutture ma anche il necessario controllo.

E per il controllo, sosteniamo che su tutti i veicoli debbano essere inseriti mezzi tecnologici, che permettano il controllo automatico del comportamento del conducente, l’utilizzo sul territorio dei rilevatori delle infrazioni a distanza, la presenza massiccia delle forze di controllo sul territorio, e poi nel verificarsi dell’incidente la ricerca di tutte le cause possibili che abbiano concorso a determinarlo: non solo alcol, droghe, mancanza di riposo ed eccesso di velocità.

Abbiamo infatti il sospetto, tenendo conto di ricerche effettuate fuori dal nostro Paese, che l’uso del cellulare contribuisca in maniera elevata al determinarsi degli incidenti. A tal fine chiediamo che per ogni incidente ci sia il controllo dei tabulati telefonici, per evidenziare l’accettato rischio del guidatore o per escluderlo dalle possibili cause.

L’AIFVS ha già intrapreso in questo campo un lavoro di ricerca.


dott.ssa Giuseppa Cassaniti Mastrojeni
presidente nazionale AIFVS





Il filmato della strage sulla A4

10/08/2008

È strage sull’A4 – 7 persone uccise

Tir salta la carreggiata

Di fronte al perdurare  della strage stradale, con vite distrutte e vacanze trasformate in tragedia, noi dell’AIFVS, sgomenti per la gravità dell’accaduto, sollecitiamo le istituzioni ad essere sempre più esigenti e responsabili nella gestione del territorio, non solo per garantire la sicurezza delle infrastrutture ma anche il necessario controllo.

E per il controllo, sosteniamo che su tutti i veicoli debbano essere inseriti mezzi tecnologici, che permettano il controllo automatico del comportamento del conducente, l’utilizzo sul territorio dei rilevatori delle infrazioni a distanza, la presenza massiccia delle forze di controllo sul territorio, e poi nel verificarsi dell’incidente la ricerca di tutte le cause possibili che abbiano concorso a determinarlo: non solo alcol, droghe, mancanza di riposo ed eccesso di velocità.

Abbiamo infatti il sospetto, tenendo conto di ricerche effettuate fuori dal nostro Paese, che l’uso del cellulare contribuisca in maniera elevata al determinarsi degli incidenti. A tal fine chiediamo che per ogni incidente ci sia il controllo dei tabulati telefonici, per evidenziare l’accettato rischio del guidatore o per escluderlo dalle possibili cause.

L’AIFVS ha già intrapreso in questo campo un lavoro di ricerca.


dott.ssa Giuseppa Cassaniti Mastrojeni
presidente nazionale AIFVS





Il filmato della strage sulla A4

Chiudi Chiudi

Pubblicato il 11/08/2008 * 14:37   | Tutte i post | Anteprima ...   Stampa...   | Alto


Commenti

Commento n°1 

 con SABINOPREZIOSI il 11/08/2008 * 14:42

Gli elenchi di morti sulle strade in questi giorni mi fanno pensare che sia necessario andare oltre questi tristi elenchi,augurarsi auto che viaggino su monorotaie o chiedere adozione si supporti tecnici per le autovetture che francamente non ho il piacere di conoscere...forse dovrebbe far riflettere che a fronte di provvedimenti eccezionali volti ad assicurare maggiore sicurezza nelle nostre città,esercito,vigili armati,sindaci con prerogative speciali non si tenga conto di un dato censis inconfutabile,mentre dal 1995 ai giorni nostri gli omicidi (problema di sicurezza ed ordine pubblico) sono calati del 34% nonostante i clandestini e problemi correlati,le morti bianche sono esattamente il doppio degli omicidi e gli incidenti stradali mortali sono 8 volte tanti,il trend in calo rispetto a paesi europei ben più popolosi del nostro è statisticamente insignificativo,se gli altri hanno fatto meglio non ci viene il fondato dubbio che stiamo sparando fuori bersaglio?Per altro anche gli organismi istituzionali opseudotali,dovrebberopiantarla di fare graduatorie di morti e feriti temporizzati sulla settimana  o sul mese,non si tratta di Osservatori attendibili,ma semplicemente di prestare una base pseudoscientifica a provvedimenti che non calano l'ingresso in cimitero di tanti nostri giovani.Mi scuso per l'asprezza dell'intervento,ma

non ritengo che rafforzando una coecizione di facciata otterremo molto abdicando invece ad una funzione educativa che non è più a carico di famiglie troppo impegnate,non è più a carico delle scuole impegnate con ben altri programmi,non è attribuibile al nonno che isoliamo nella casa di riposo e quindi chi dovrebbe essere il modello per i nostri bambini futuri giovani ed adulti? Sabino n

Commento n°2 

 con ciuchina4 il 14/09/2008 * 13:08
il mio compagno è stato ucciso il 15 febbraio proprio da un tir che invadeva compltamente tutta la corsia...mi fa venire la pelle d'oca  vedere questo filmato!!!!aveva solo 25 anni.....ora la mia vita è finita con Lui...n

Archivi
04-2017 Maggio 2017
L M M G V S D
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X