Sei qui: Home » Blog » Sicurezza stradale
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Blog - Sicurezza stradale

 64 membri
Connesso: ( nessuno )

Proposte per fermare la strage stradale  -  da AIFVS_onlus

DECRETO SICUREZZA STRADALE E CONFISCA AUTO
Alcuni se ne invischiano del decreto di legge che prevede la confisca dell'auto, infatti tanti si fanno pizzicare e poi piangono "non è giusto che lo stato si prenda anni di sacrifici per rinpinguire le proprie casse"

Per i pochi che non lo sanno il decreto prevede:

La confisca dell'auto nel caso che si superi il tasso alcolemico nel sangue di 1.5 g.per  litro. Qindi parecchio ubriaco e non un paio di bicchieri ma molto di più.

Quello che pochi invece sanno  è che in caso di sequestro e confisca dell'auto i costi del deposito  sono sempre a carico del trasgressore, quindi se l'auto rimane in deposito per tre anni prima di essere venduta all'asta e opotizzando 4 € al giorno di deposito il trasgressore si troverà a pagare oltre alla salatissima multa, la perdita dell'auto e la sospensione della patente, anche alcune migliaia di €uro di  deposito che lo stato si prenderà in ogni caso oltre al ricavato della vendita all'auto.

Per quelli che invece si credono furbi e che  stanno architettanto di fare guidare l'amico buona scelta, se non è ubriaco  ma nel caso che lo fosse si eviterebbe la confisca ma non il fermo amministrativo di almeno 90 giorni, la multa salatissima oltre la denuncia e il ritiro di patente.

Le stesse sanzioni si appilcano per chi si rifiuta di sottoporsi al test o peggio chi viene beccato alla guida dopo avere assunto stupefacenti.

Il buon senso ci dice chi guida non beve e chi beve non guida

Postato su 08/06/2008 • 18:22   | |    |


Commenti

Commento n °31 

 da Lorella il 21/06/2008 • 18:20
Non rispondono, fanno orecchie da mercante....Tanto sono mercanti di morte.

Commento n °32 

 da antoniomiroddi il 24/06/2008 • 23:34

In questi giorni mi sono interessato delle associazioni e dei comitati per la sicurezza stradale, spesso costituiti in nome e ricordo di congiunti scomparsi sulla strada e sono sconcertato dalla assoluta apparente inefficacia della loro presenza ed azione.

Dovrebbe essere al contrario una voce dirompente.

Cosa è che non funziona?

Ma siamo sicuri che i buoni debbano sempre perdere?

Cerco tanto persone decise a cambiare realmente le cose ma ancora non ne ho trovate.

Commento n °33 

 da riccardo il 24/06/2008 • 23:35
ben detto!!! gliele rompiamo le corna luciferine che adornano le loro teste?

Commento n °34 

 da corinne il 24/06/2008 • 23:40

Sarebbe stupendo. La fondazione agnelli ha aperto in questi giorni ai visitatori la pinacoteca. Ma che carini! Quadri comprati con i nostri morti.

Commento n °35 

 da admin il 24/06/2008 • 23:57

x antoniomiroddi. Tutti sicuramente vorremmo fare di più ed essere più efficaci anche in nome dei nostri cari.
Tuttavia non siamo politici, non è il nostro mestiere farlo, in questa situazione ci siamo trovati e non l'abbiamo scelto!
Facciamo l'impossibile per tenere in piedi questa associazione che con tanto sforzo ha contribuito ed opera per migliorare le leggi come per esempio l'obbligo del casco che oggi salva tante vite.
Chi produce auto e alcol  non è certamente dalla nostra parte e sicuramente non ci sostiene.
Chi ha fiato allora urli, ma nella giusta direzione.
Giorgio Giunta AIFVS Pavia

Commento n °36 

 da carla il 25/06/2008 • 08:05

ciao, antoniomiroddi, forse hai detto bene: apparente inefficienza, per quello che puoi documentarti  l'associazioni come la ns sono efficaci per il ruolo che le compete. La voce dirompente può essere l'impegno ns di tutti, ma proprio tutti a fare qualcosa ogni giorno; possiamo sempre fare delle proposte per andare avanti; certo non siamo i guerriglieri  Afgani......Un caro saluto

Commento n °37 

 da corinne il 25/06/2008 • 12:06
È vero che non siamo guerrieri afgani; infatti siamo gentili e sensibili ma i nostri interlocutori non lo sono. Fanno le scuole, i master e quant’altro al solo scopo di vendere, a tutti i costi. Sono spietati ed efficienti. Sono bravi e determinati ed hanno amici potenti e sono in grado di comprarsi chiunque. Sono il nemico, un nemico potente tanto più pericoloso perché è sorridente ed ammiccante; colorato e gioioso. E ci  minacciano e sono pericolosi perché per prendersi i nostri soldi sono disposti a distruggere le nostre esistenze, le nostre famiglie. Scusate lo sfogo ma forse è proprio come l’ho appena detta. Altrimenti certe cose non si riescono a spiegare.  

Commento n °38 

 da riccardo il 25/06/2008 • 12:42
Corinne non hai nulla di cui scusarti. Le cose vanno dette per quelle che sono. Vi ricordate la pubblicità della fiesta quando l’auto era la pallina di un flipper sbattuta per ogni dove? In mezzo a musica e colori? Non sono un esperto ma lì il messaggio era evidente: sbattere è bello. Sembra pazzesco ma il messaggio era esattamente quello. E non dobbiamo chiamarli criminali? E dovremmo essere gentili? Un poco di sana aggressività a mio avviso potrebbe fare solo bene perché questa gente altrimenti non smette. Non smette. E’ una questione di legittima difesa per noi tutti.

Commento n °39 

 da anna il 26/06/2008 • 12:52
Anche nella pubblictà della FIAT BRAVA la musica è "aria" cantata dalla Nannini, e resa famosa anche dal grande cantante macedone  Tose Proeski morto in un incidente stradale il 26 ottobre 2007. Il testo è "perfetto"... "Aria ritornerò nell'aria che mi porta via"..... d

Commento n °40 

 da corinne il 26/06/2008 • 14:38

anna, complimenti per l'attenzione. c'è di che divenire furiosi e mi spiace dirlo, la rabbia, la rabbia è il sentimento che mi invade quando penso a certe cose.