Blog - Alcol e guida

   


Rubriche

Dispiega Chiudi Strage Motociclisti

Dispiega Chiudi Sicurezza stradale

Dispiega Chiudi Riforma codice della strada

Dispiega Chiudi Pubblicità pericolose

Dispiega Chiudi Giustizia negata

Dispiega Chiudi Giornata del ricordo

Dispiega Chiudi Bambini vittime della strada

Dispiega Chiudi Alcol e guida

Ultimi post
Ultimi commenti
Alcol e guida

bimbi non allacciati  -  con carla

  In macchina senza cintura bimbi come proiettili   Molti genitori non rispettano il codice. I piccoli in caso di incidente sono espulsi dall’abitacolo          «Nell’urto, anche a bassa velocità, il corpo di un bambino non legato diventa un proiettile». Lo dice chiaro e forte la vicecomandante della polizia municipale di Firenze, Antonella Manzione notando che purtroppo le norme sull’utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta dei bambini sono poco rispettate. «Molti genitori sono convinti che un abbraccio sia sufficiente a proteggere i propri figli quanto un sistema di sicurezza: non è così e le conseguenze possono essere letali», spiega la Manzione. Il problema è stato riproposto dalla tragedia avvenuta pochi giorni fa a Prato dove un bambino di sette anni è morto sulla vettura guidata dal padre probabilmente senza avere la cintura allacciata.
  In macchina senza cintura bimbi come proiettili   Molti genitori non rispettano il codice. I piccoli in caso di incidente sono espulsi dall’abitacolo          «Nell’urto, anche a bassa velocità, il corpo di un bambino non legato diventa un proiettile». Lo dice chiaro e forte la vicecomandante della polizia municipale di Firenze, Antonella Manzione notando che purtroppo le norme sull’utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta dei bambini sono poco rispettate. «Molti genitori sono convinti che un abbraccio sia sufficiente a proteggere i propri figli quanto un sistema di sicurezza: non è così e le conseguenze possono essere letali», spiega la Manzione. Il problema è stato riproposto dalla tragedia avvenuta pochi giorni fa a Prato dove un bambino di sette anni è morto sulla vettura guidata dal padre probabilmente senza avere la cintura allacciata.

Chiudi Chiudi

Pubblicato il 15/11/2010 * 06:03   Tutte i post   Anteprima ...   Stampa...   Alto


Commenti

Risposta n°1 

 con franco2 il 19/11/2010 * 03:58

quando i controlli mancano.... non c'è nulla da fare.Belle parole quelle del vicecomandante, ma a me piacerebbe fare un accesso agli atti per conoscere quante sanzioni sono state fatte in merito a questo tipo di violazione, mi piacerebbe conoscere quante per mancato uso dei dispositivi di illuminazione o mancato uso del giubbotto riflettente ai ciclisti di sera.

Perchè non è solo colpa dei giovani che escono da una discoteca ma anche degli adulti ai quali i giovani si ispirano apprendendone i comportamenti. Se formiamo gli adulti e li convinciamo a modificare i loro comportamenti allora sarà ben piu facile formare i giovani. 

Risposta n°2 

 con carla il 19/11/2010 * 08:24
verissimo, le norme sono poco rispettate e non ci sono controlli sufficienti. E per le " statistiche" quelle fate in casa: non ho mai sentito nessuno che ha subito una sanzione per non aver allacciato la cintura, o  per non averla allacciata ai  figli.

Risposta n°3 

 con MICHELA il 19/11/2010 * 11:30
E' vero! Quante volte ferma ad un semaforo o alla più "moderne" rotatorie, osservo le macchine che passano: la grande maggioranza sono giudate da chi sta parlando al telefonino, altre hanno bimbi non solo non allacciati ma alcuni persino in piedi dove il posto del passagero o dietro, in mezzo tra i due seggiolini.... pochissime rispettano le regole; regole imposte per noi, per la nostra incolumità, per la nostra vita... Purtroppo è vero anche che i controlli sono rari però è anche vero che la vita è la nostra e non dobbiamo legare un bambino ad un seggiolino solo perchè me lo impone la legge, am perchè so che cosa può succedere.... Il fatto è questo: molti non sanno che cosa può succedere, molti non pensano che gli incidenti mortali possono capitare a tutti anche a 300 metri da casa....

Risposta n°4 

 con givanni il 01/06/2011 * 12:45
ma Perchè non mettere in strada pattuglie in borghese? nessuno potrebbe sapere chi ti sta dietro..e renderebbe più prudente gl'indisciplinati.. vorrei anche aggiungere che questi genitori che non anno cura della sicurezza dei l'oro figli.spesso sono quelli che commettono le peggiori infrazioni se non anno cura per i l'oro figli figuriamoci per il resto..se la legge non fa paura nessuno la rispetta e l'anarchia prevale.bisogna prevenire l'incidente non rilevarlo..

Archivi
03-2017 Aprile 2017
L M M G V S D
          01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
Post amici
Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it