Sei qui: Home » Opuscoli 6° volume: Damiano Coratella -Sergio Carnovale
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Opuscoli 6° volume: Damiano Coratella -Sergio Carnovale

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Sergio Carnovale 16 anni Roma 17 dicembre 1986 – 20 ottobre 2002

Damiano Coratella 15 anni Roma 10 settembre 1987 – 20 ottobre 2002

Sergio_CarnovaleDamiano_Coratella

Damiano e Sergio, 15 e 16 anni, simpatici, gioiosi, amici per la pelle, apprezzavano tutto della vita e come tutti i ragazzi nutrivano sogni a non finire per il futuro, spezzati in un attimo con la loro vita.
Il 20 ottobre 2002, domenica, per tornare a sera da Frascati non hanno potuto, perché lasciati soli dagli amici più grandi e più cari, che salire su quella Fiesta nera.
Il conducente, forse amante dell’alta velocità, forse un po’ brillo, ha cominciato a correre ed ha continuato fino ad uscire di strada, finendo in un impatto tremendo prima contro un muro, poi contro il guard-rail, di nuovo contro il muro, e sbalzando i due ragazzi fuori dall’auto, uno a destra e uno a sinistra.
Sergio ci lasciò subito, Damiano lo raggiunse dopo due ore di coma.
Così in pochi istanti le loro anime, i loro sogni volarono in Cielo.
Il conducente continuerà le sue corse, la sua vita, dopo averci tolto senza ragione e anzi contro ogni ragione le persone più belle, quelle che più amavamo al mondo; ma noi, che siamo ora la voce dei nostri figli, chiediamo e continueremo sempre a chiedere Giustizia per loro.


 

 

Dany, ti amo, piccolo grande uomo, ti rivedrò nella vita eterna e sarà per sempre.

La tua mamma Maria Mosella


 

 

Sergio, vivo nell’amore di Dio, con la speranza di riabbracciarti presto.

La tua mamma Claudia Giubilato

 


Data di creazione: 20/02/2006 • 12:39
Ultima modifica: 20/02/2006 • 15:39
Categoria: -
Pagina letta 34610 volte

Commenti a questo articolo

Commento n °9 

da cat il 03/05/2009 • 07:52
ciao piccoli angeli.......................

Commento n °8 

da antonella78 il 25/12/2008 • 00:44
BUON NATALE!!!

Commento n °7 

da raggetta75 il 21/10/2008 • 21:30
che coincidenza !!stesso giorno, il 20 ottobre,stessa strada, (una centinaia di metri più avanti)se andarono in un attimo Carla Silvia Alessio Emiliano Danilo.A loro e avoi un pensiero ed un abbraccio a vs familiari ed amici. Passo sempre su quel tratto e spesso vi penso anche se non vi conoscevo

Commento n °6 

da raggetta75 il 21/10/2008 • 21:14
Cara Federika, non pensare agli altri ,purtroppo non tutti hanno la stessa sensibilità, pensaci tu a portarli sempre nel cuore così  è come se continuassero a vivere anche grazie a te. Sai, solo quando non c'è più il ricordo una persona muore davvero. Un bacio a te cara Federika.

Commento n °5 

da admin il 20/10/2008 • 15:56

Per Federika.

Non è possibile che siano stati lasciati messaggi e che non siano stati pubblicati!

La pubblicazione avviene in automatico appena si invia il commento scritto se ciò non avviene c'è una finestra di avviso col motivo, questo 24 ore su 24.

Non è corretto  scrivere cose non vere i motivi possono essere molteplici ma certamente non per mancanza nostra.

Per risposta scrivere qui grazie

Giorgio Giunta


Commento n °4 

da Federika il 20/10/2008 • 11:51
Ho provato più volte a lasciare un commento... ma non me l'hanno mai pubblicato... Bè, che dire... oggi sono sei anni che Sergetto e Damiano se ne sono andati... in quella chiesetta loro due erano gli unici che davano un po' di serenità a tutti... a me piaceva molto Sergio... così con un'amica (Cotta di Damiano) li seguivamo ovunque... è passato troppo tempo... non ci posso credere.. la cosa più brutta è che in tanti hanno lasciato cartelloni, lettere, foto, scritte sui i muretti e sulla casette dietro la kiesa... ma tornandoci dopo tanti anni... non c'è più niente... alcune persone non ci pensano più.. persone che avevano pianto con me sei anni fa a scuola leggendo quel titolo straziante sul giornale... ora il 20 Ottobre era un giorno come un altro... non lo potevo sopportare... Ho conservato quell'articolo... mi fa male leggere.. ma a volte mi da la forza di andare avanti... di combattere qualsiasi tempesta e vivere la vita anke per loro!!!

Commento n °3 

da antonio il 09/09/2008 • 20:45
so solo ke vivere senza di lui(non dico loro perke damiano non lo conoscevo)è come vivere senza una parte di cuore...perdere un cugino a cui sei affezzionato è triste violento orribile e cativo allo stesso tempo..ma deprimermi e stare male so che è inutile ma vivo con  la luce delle loro anime nel mio cuore ricordando cosa erano ki erano cosa hanno fatto...per gli altri non erano eroi ma sergio per me era una divinità era la gioia la felicità la spensieratezza era essere me stesso in tutti i miei giorni era io lui e nessun'altro mi abbastava un sorriso una smorfia magari un gesto qualsiasi purchè era un sui gesto per essere rilassato e felice...e poi vedere mia zia mia cugina e tutti gli altri affetti ke avevi spenti per lui perke non è piu qui fa ancora piu male ma spero ke lo sanno e so ke lo sanno ke lui è in tutti i nostri giorni in tutte le nostre felicità in tutte le tristezze è in tutto perke come dio non è solo felicità anche lui lo è  non si puo credere solo nel bene...spero di riverdelo il piu tardi possibile perke io so che lui non sta male e non è triste perke sennò già mi avrebbe cercato e non sarei qui spero di riverdelo quando avrà bisogno di qualcuno ke pur non essendo nessuno crede in lui e nel suo bene..amare le mie giornate belle o brutte ke siano per me è amare lui e questo è quello ke voglio...

Commento n °2 

da raggetta75 il 03/09/2008 • 20:55
Abito a pochi Km dal luogo dove avete avuto l'incidente. Purtroppo quella è una strada maledetta...troppe croci, troppe sciarpe, troppe foto sono li a testimoniare la fine di tante troppe giovani vite spezzate. Qualche anno prima di voi a poche centinaia di metri di distanza una sera di ottobre 5 ragazzi tra i 18 e 21 anni in un attimo se ne sono andati nella loro macchina che bruciava..io passavo per caso di lì anch'io di ritorno da una serata di divertimento come loro, e coetanea loro...mai dimenticherò quelle scene. Ciao Emiliano,Alessio,Carla,Silvia e Danilo.  Un abbraccio  alle  mamme a tutte le mamme che hanno provato il dolore pìù grande della vita terrena. Un abbraccio alla mamma di Sergio e Damiano. Un abbraccio alla mamma di Fabio (morto anche lui in quel tratto). E baci a tutti voi angeli del paradiso.

Commento n °1 

da CIANA il 04/08/2008 • 00:47
CIAO PICCOLI ANGELI DUE VISI COSI PULITI E SORRISI COSI LIMPIDI CHE è MOLTO DIFFICILE GUARDARVI E NON FERMARSI A DIRE DUE PAROLE AI VOSTRI GENITORI NON MOLLATE MAMME HANNO UCCISO I NOSTRI FIGLI   A NOI CI HANNO UCCISO A META  CONTINUATE A COMBATTERE  PER AVERE  GIUSTIZIA  A ME MISERA MADRE NE HANNO UCCISI DUE OPUSCOLI  9 UMBERTO E DANIELE SANITA MA PER FARMI STARE ZITTA DOVRANNO L'ALTRA META DI ME CHE ANCORA SOPPRAVIVE...UN ABBRACCIO MAMMA CIANA