Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Ricerca personalizzata

GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1812 utenti

newsletter AIFVS

Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Copia il codice :

Opuscoli 10° volume 2009: Cinzia Anastasio

rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Cinzia Anastasio, 15 anni  –   Bologna - 9 maggio 1987  -  27 novembre 2002

Cinzia-Anastasio.jpgDall’inizio hai sempre saputo avere l’amore delle persone che ti  erano vicine, bella sempre allegra, la gioia della famiglia mai un capriccio….. con le sorelle eri meravigliosa, anche con la piu’ piccola, sorda, eri riuscita a farle dire il tuo nome , con il tuo affetto ,il tuo calore………… ma il 27/11/02 e’  finito tutto  ….. mia figlia, per accompagnare un’ amica a casa, sul mio motorino……e’ morta  sotto il treno che andava ai 140 km orari…maciullata….. non c’e’ piu’ … non piu’  un corpo da piangere… non la rivedro’ piu’, lei non potra’  piu’ vivere…. lei che voleva darmi una bimba e chiamarla come me….. lei che diceva che la mia cucina era buona…lei che non voleva i vestiti  firmati….che era l’amore della sua famiglia, e di tutti i suoi amici… che  molti non sono riusciti ad entrare in chiesa , per l’ultimo saluto, da  tanti  che  erano……

E' rimasta la beffa dell’altra famiglia che vuole un miliardo e mezzo di danni…. perche’ loro hanno subito un danno….“con grave imprudenza attraversava i binari provocandola morte dell’amica”…..volevano anche farmi  credere che l’unica colpevole fosse mia figlia…. chi puo’ dire che non fosse l’altra?....perche’ fargli anche questo? il suo unico errore e’ stato di essere troppo buona, e per questo  e’ stata punita,con lei tutta la sua famiglia… perche’ a distanza di 7 anni  continua il processo per dargli la colpa….  quale colpa puo’ avere un angelo??? Noi siamo rimasti qui… senza di lei, con la voglia di esserle presto vicini….con la sua grande assenza…. che solo chi ha passato…lo sa…. e’un dolore fortissimo che non ti abbandona mai..e non sembra che il tempo aiuti…… anzi…. aumenta la rabbia perche’? Perche’ lei? perche noi?  Perche’ cosi’?  Perche’????? Amore  mio, dolce principessa, cerco di non pensarci, mi illudo che tu sia ancora qui, fra un po’ torni dalla scuola, la 2°b delle  Manfredi, e invece no….. tu non tornerai mai piu’!

La tua prima uscita, era 20 giorni che avevi il motorino, ti e’ costata cara… alle 18,45 del 27/11/2002  , eri ferma ad aspettare che le sbarre del maledetto passaggio a livello si alzassero, ma lei, che ha fatto scendere la tua amica, ti chiede di guidare,insiste, e tu , troppo buona, ti alzi  e vai dietro, prendi il tuo zaino della scuola e lo carichi sulle spalle…. ti e’ venuta a prendere a scuola, tu finivi alle 15,30 , lei non era andata a scuola, pensare , che faceva la seconda media, cosi’ piccola, einvece dopo la sigaretta, ha detto alla madre che ti venivaa prendere e con il suo consenso e’ stato cosi’, ha preso il casco e ti ha aspettato fuori, e là al passaggio a livello, alla guida e’ passata con le sbarre giu’….. e tu da dietro lo so’, hai visto i fari che ti venivano incontroe hai gridato : mamma!!… lo so’ il tuo ultimo pensiero e’ stato per me  ….e io l’ho sentito… ho guardato l’orologio le 18,47….. e dopo un po’ e’ arrivata la chiamata dell’incidente…. io non do’ la colpa all’altra….ma nascondere tutto e dare la colpa a te… mi fa schifo!! solo che sei cosi’ frastornato, intontito, non ci credi, hai le sorelle che piangono, tuo padre distrutto, che tenta di  togliersi la vita , anche lui, nel punto dove sei andata via tu,la richiesta danni, avvocati che ti dicono che ti aiutano e invece  ti prendono solo i soldi tutti vogliono solo i soldi…… ma chi mi rida’ mia figlia???? a presto mia dolce principessa.

La mamma

Rosa. B. 

galleria.png 
Spazio web su mySpace

 


Data di creazione : 08/03/2009 * 11:29
Ultima modifica : 15/03/2009 * 11:22
Categoria : -
Pagina letta 40047 volte

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it