Continuando a navigare su questo sito, accetti l'uso dei cookie per fornirti contenuti e servizi appropriati.
Note legali .
    Stampa la pagina ...
Sei qui: Home » Opuscoli 10° volume 2009: Giuseppe Miraglia

Opuscoli 10° volume 2009: Giuseppe Miraglia

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Giuseppe Miraglia, 34 anni - Palermo 11.09.1974  -  Sambuca di Sicilia (AG) 10.12.2008

Allegro, simpatico, positivo ed innamorato della vita.
Sempre con il sorriso sulle labbra.
Io che scrivo sono sua moglie, fiera di essere la donna di un giovane pieno di qualità e di pregi.
Ci siamo conosciuti sabato 29 maggio 2004, in una serata che definirei a dir poco magica. Tutto ci sorrideva quella sera. I nostri occhi si sono incontrati e da allora non ci siamo più separati, ed anche se il destino è stato crudele con noi, le nostre vite sono ormai legate per sempre, per l’eternità.
Il 3 ottobre 2008 ci sposiamo.
Coroniamo il nostro sogno d’amore, ed il 5 ottobre partiamo. Prima destinazione New York, meta tanto desiderata da Giuseppe.
Stiamo via quasi un mese. Rientriamo felici ed allegri. Iniziamo ad affrontare la nuova vita matrimoniale, ma il 10 dicembre 2008, verso ora di pranzo, io ero a lavoro, provo a chiamarlo, per sentirlo, dovevamo vederci la sera a casa. Invece, Giuseppe già alle 13:15 non risponderà più al telefono. Io continuo a chiamarlo, ma non risponde, capita, è successo altre volte. Riprovo, nulla. Fino alle 13:40 quando mi chiama la madre, per avere notizie di Giuseppe. Io rispondo che non sapevo che stava tornando da me, anche perché l’ultima volta che l’ho sentito mi aveva confermato che ci saremmo rivisti la sera. Eppure lui voleva farmi una sorpresa, voleva tornare da me. Mi diceva sempre: “Ti amo più della mia stessa vita, verrei da te anche senza una gamba”. “Non potrei più vivere senza te. Tu, invece, riusciresti a vivere senza me”.
Mi ha amato fin dal primo momento che ci siamo visti, ed io ho accettato il suo amore puro, tenero, sincero e vero. Dopo tante delusioni, trovavo finalmente l’AMORE.
Continuo a chiamarlo, nulla. Allora torno a casa dei miei genitori e con loro e mio zio, partiamo per fare il tragitto che Giuseppe faceva per venire da Sambuca di Sicilia (dove prima del matrimonio abitava e continuava a lavorare) a Menfi (mio paese di residenza e dove c’è la nostra abitazione). Un viaggio di 15 minuti, interminabili.
Quasi vicini a Sambuca ci fermano, ci dicono che c’è stato un grave incidente.
Il cuore mi esplode, sento che mi sta per scoppiare.
Continuiamo a camminare.
Macchine ferme, persone che guardano, io che scendo dalla macchina, che inizio a correre.
Mi fermano, mi dicono che Giuseppe sta bene, che è in pace.
Giuseppe è dentro quella maledetta macchina, schiacciato tra le lamiere, con un lenzuolo bianco che lo avvolge.
Grido di salvarlo, di aiutarlo, di uscirlo da dentro la macchina. Ma mi spingono in mille direzioni, mi dicono di stare calma, di CAPIRE.
Orribile. Terribile. Traumatico
E’ il mio amore. Non è possibile. Perché Dio non lo ha salvato? Perché? In quel momento mi rendo pienamente conto dell’impotenza umana di fronte alla morte. La mattina l’ho salutato, lui mi ha ringraziata perché mi ha detto che il 3 ottobre gli ho regalato il giorno più bello di tutta la sua vita e la sera lo abbraccio di nuovo, ma dentro una bara.
Il mio amore era un avvocato, che si occupava anche di sinistri stradali.
Adesso altri avvocati si occuperanno del nostro caso.
Strano destino. Strana vita.

INFINITO DOLORE PER UNA VITA COSI’ GIOVANE, COSI’ PRESTO SPEZZATA E TOLTA ALL’AMORE TERRENO, AL MIO AMORE

TUA MOGLIE, la tua Anna.
 
Messaggio per Giuseppe:
Io vivo per te, io lotterò per te.
SEMPRE, PER SEMPRE.
PER SEMPRE MIO, PER SEMPRE TUA.


Data di creazione: 01/03/2009 • 18:57
Ultima modifica: 11/09/2013 • 23:56
Categoria: -
Pagina letta 12984 times

Reazioni a questo articolo

Reazione n °527 

da   AnnaMaria the 04/11/2011 • 21:39
...aiutami...se puoi!
Ciao tesoro della mia vita!

Reazione n °526 

da   AnnaMaria the 28/10/2011 • 21:49
Chonaic tú cad a tharla sa lá atá inniu?
An bhfuil tú ag féachaint ar a n-iompraíocht?
Tá súil agam go bhfuil tú i gcónaí in aice liom.
Tá a fhios agam go mbeidh mo pian someday a bronntar agus tá a fhios agam go lá amháin a fheiceáil mé leat arís.
Beidh mé grá duit go deo!
Eternally mise, go deo mianach, go deo ár ..... anois ba mhaith liom a joke beag, a ligean ar a fheiceáil má Spy seo chomh maith!

Reazione n °525 

da   AnnaMaria the 26/10/2011 • 22:24
...se puoi....aiutami!

Reazione n °524 

da   AnnaMaria the 06/10/2011 • 22:56
Mia splendida stella, mio dolce sogno, mio adorato amore..... seguimi, guidami ed aiutami ad affrontare questa difficile vita.E. T. E. M. E. N......per sempre!

Reazione n °523 

da   Patrizia_Q the 03/10/2011 • 00:45
Un pensiero affettuoso in questa giornata …un sogno che era diventata realtà per Giuseppe e Anna Maria, il matrimonio e un bel viaggio di nozze, l’inizio di una vita di coppia …poi il tragico incidente che ha interrotto sogni e speranze di un futuro sempre insieme. Non ci sono parole …un fortissimo abbraccio cara Anna Maria.

Reazione n °522 

da   AnnaMaria the 30/09/2011 • 21:46
Tutto quello che pensa la mia mente e vuole/vorrebbe il mio cuore tu lo conosci. Ovunque tu sia vorrei aiutami, anche se vorrei che tu fossi accanto a me!Ciao amore mio, un giorno so che ci rincontreremo! E. T. E. M. E. N.

Reazione n °521 

da   AnnaMaria the 28/09/2011 • 22:12
In questo periodo tanti ricordi riaffiorano alla mente, se solo tu fossi qui accanto a me, tutto sarebbe completamente diverso, chissà perchè non ci è stato permesso di vivere insieme!Stammi accanto se puoi! Io ti prometto E. T. E. M. E. N. per sempre!

Reazione n °520 

da   AnnaMaria the 26/09/2011 • 21:51
buona notte amore mio...ovunque tu sia!

Reazione n °519 

da   AnnaMaria the 23/09/2011 • 22:24
...vorrei che tu fossi qui accanto a me!

Reazione n °518 

da   AnnaMaria the 15/09/2011 • 23:32
....mi manchi amore mio!