chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Connessione :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password


  Numero di utenti 1797 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!
rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Livio Fabrizi, 18 anni - Roma - 13.2.1977 - 10.7.1995

Livio Fabrizi.jpgLivio: sei stato per noi e per tutti quelli che ti hanno conosciuto la gioia, la serenità, l'amore.

Pacifista, religioso, studioso, atleta con tanta voglia di vivere, nella tua breve vita hai donato affetto a tutti; e all'amico più piccolo di te, che avevi appena compiuto i 18 anni e potevi andare senza, hai dato quella sera del 29 giugno il tuo casco prima di farlo salire sulla vespetta; l'unico casco, che gli ha salvato la vita, il casco che la tua generosità non ti ha fatto tenere per te.

E' stato in via delle Sette Chiese, tornando verso le 23 dalla festa di San Pietro e Paolo, che siete caduti quando il motorino si è piegato in curva e il cavalletto ha strusciato sul fondo dissestato, contro i sampietrini sporgenti più di 10 centimetri; hai battuto la testa - mentre il tuo amico, protetto dal casco, se l'è cavata con qualche escoriazione - ma al pronto soccorso del CTO ti hanno dato 5 giorni di prognosi, mi hanno detto che la TAC era negativa, che forse c'era una frattura occipitale ma dovevo solo attendere, nel reparto di ortopedia dove ti avevano portato, che ti decidessi a svegliarti.

Non ti sei svegliato più; il mattino seguente, quando nella mia disperazione ho cominciato a urlare, è venuto un medico che si è reso conto della gravità ed ha ripetuto la TAC registrando questa volta un'emorragia estesa; solo allora, dopo più di 12 ore dal ricovero, ti hanno portato in terapia intensiva; troppo tardi, l'edema cerebrale è man mano peggiorato e il 10 luglio ci hai lasciato per sempre.

So che sei morto per colpa di altri, la strada male illuminata e dissestata, soprattutto la mancata assistenza, ma il dolore ha impedito a me e agli altri tuoi cari ogni reazione; e, peggio ancora, io vivo col peso di non avere fatto quanto forse potevo (se avessi insistito, se avessi urlato prima) per salvarti, per averti ancora con me.

tua mamma Augusta

 


Data di creazione : 02/01/2009 * 23:50
Categoria : -
Pagina letta 288 volte


Commenti a questo articolo

Risposta n°3 

con Patrizia_Q il 20/06/2011 * 00:50

Un affettuoso pensiero per Livio e la sua famiglia.


Risposta n°2 

con Sergio il 27/04/2009 * 14:50

Un abbraccio per voi mamma e papà ed un pensiero per il vostro Livio.

Con affetto...


Risposta n°1 

con cat il 25/03/2009 * 01:53

dolce mamma augusta, so il tuo dolore, ma come anche tu hai detto, si rimane fermi ,senza reagire subito, e' cosi' doloroso,che non riesci a pensare, solo dopo... arriva qualche pensiero, ma se avessi fatto cosi'?? .... ma dopo purtroppo  e' gia' troppo tardi..... anche la mia , cinzia , (memorie 10), 15 anni,

sul mio motorino, accompagnava un'amica a casa..... sono finite sotto un  treno

anch'io  sai quante volte,mi sono detta... ma se la chiamavo, pensa mio marito mia ha detto di chiamarla, per mandarla a prendere la sorella piu' piccola  e io

ho detto....no..dai lascia che si diverti  e solo 20 giorni che ha il motorino, e poi avevo paura che per rispondere al cellulare.. si facesse male...... che ironia

e  adesso... l'altra famiglia da' la colpa alla mia cinzia, volendo un risarcimento danni di un miliardo e mezzo.... che buffa  la vita..... mia figlia  non c'e' piu'  e  loro vogliono soldi????....

il dolore per laperdita dei nostri bellissimi  figli  non ce lo toglie  nessuno, forse consola solo  che  non siamo le sole a soffrire.... non e' vero... forse  fa piu'  rabbia.......ma sappi che tisono vicina.... sappi che gesu' solo ipiu' buoni ha voluto  vicino  a  se'...

un grosso abbraccio dalla mamma di cinzia  


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X