Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1795 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

Player filmati AIFVS onlus aggiornato al 2 giugno 2008

This text will be replaced


Data di creazione : 21/04/2008 * 17:24
Ultima modifica : 25/06/2008 * 12:09
Categoria : - Filmati Media & TV
Pagina letta 17376 volte


Commenti a questo articolo

Risposta n°1 

con Antonio il 05/07/2012 * 17:30
Ritengo giustissima la vostra campagna per la certezza della pena per i colpevoli di gravi reati della strada. Una certezza che, in un paese civile (non parlo dell'Italia), dovrebbe esservi per qualsiasi tipo di reato. Però a mio avviso si dovrebbe battere soprattutto sul terreno della prevenzione. Le nostre forze dell'ordine, tra PS, Carabiniere, GdF e polizie locali, sono in numero di gran lunga superiore rispetto agli altri paesi d'Europa. Ma il loro interessamento per ciò che accade nelle nostre strade (dove ogni giorni si compie ogni genere di manovra pericolosa nella totale indifferenza) è praticamente pari a zero. Solo i carabinieri, qua e là, si scomodano in qualche posto di blocco. Per il resto, nelle nostre strade è un gran torneo di divise e di auto con i lampeggianti, che spesso danno esse stesse il cattivo esempio agli utenti della strada anziché reprimere i comportamenti a rischio. Ogni genere di infrazione pericolosa viene commessa davanti a vigili e poliziotti, che spesso girano la testa e fanno finta di niente. Questa indifferenza risparmierà pure qualche multa stupida a qualcuno di noi, ma garantisce la  tolleranza e l'impunità per i nostri numerosi pirati della strada! Intanto le strade delle nostre città si riempiono di fiori; in città, dove il limite teorico dei 50 Kmh dovrebbe di per sé garantire un basso numero di vittime...

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it