Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...
Siete qui :   Home » Opuscoli 4° volume 2002: Francesca Piacentini
 
 
 
 

Opuscoli 4° volume 2002: Francesca Piacentini

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Francesca Piacentini, 11 anni - Modena -  5 ottobre 1989 - 10 giugno 2001

Francesca Piacentini.jpgFrancesca era una bambina dolce e generosa, amava moltissimo gli animali e da grande, diceva sempre, ne avrebbe avuti tanti in una bellissima fattoria : ma i suoi sogni e le nostre speranze si sono spezzati insieme una mattina d’estate, il 10 giugno del 2001.
Era una splendida domenica soleggiata, il primo giorno di vacanza dopo nove mesi di scuola, la giornata ideale per una passeggiata in bicicletta lungo il percorso natura e così, pressato da due dei miei tre figli, ho acconsentito all’uscita.
 
Abbiamo fatto un lungo giro e dopo aver raccolto un mazzolino di fiori da portare alla mamma e dopo averle telefonato per tranquillizzarla sul nostro ritardo ci siamo avviati sulla via del ritorno.

E’ a questo punto che tutto è cambiato, quando un’auto ha travolto Francesca scaraventandola a più di 60 metri dal punto d’impatto rilevato a 35 centimetri dal margine destro della carreggiata.

La morte della piccola è stata pressoché immediata e la nostra vita è mutata repentinamente e irrimediabilmente: la rivedo ancora distesa nel prato con i suoi anatroccolini che le zampettano vicini, sento ancora la sua risata allegra; ma lei non c’è più, e per sempre.

il papà Franco * e la mamma Elisabetta

Il benvenuto di un angelo è sempre bello e
l’oro e l’argento ricoprono quell’angelo
che balla nel cielo splendente e
prima di andarsene via
lascia dei fiori fatti con i colori dell’arcobaleno.

a Francesca dal fratellino Davide e dalla sorella Lucia


Data di creazione : 31/12/2007 * 16:18
Categoria : -
Pagina letta 28086 volte


Commenti a questo articolo


Risposta n°42 

con   Francopiacentini il 13/09/2015 * 22:21
ciao

Risposta n°41 

con   Francopiacentini il 24/02/2015 * 12:38
ci abbiamo messo un poco di tempo ma alla fine li abbiamo convinti ed i lavori son cominciati https://familiarivittimestradamo.wordpress.com/2015/02/19/franco-per-modena-e-per-quelli-che-passano -da-modena/

Risposta n°40 

con   Francopiacentini il 05/02/2015 * 07:58
Stanno accadendo cose assurde, non vi è piu obiettività. Però dai, bene, ne abbiamo passate di peggio. passerà anche questo momento

Risposta n°39 

con   Francopiacentini il 12/01/2015 * 18:41
ma che fatica che mi fanno fare anche qui dentro....n

Risposta n°39 

con   Patrizia_Q il 10/06/2014 * 19:31
Un pensiero per Francesca……13 anni sono passati da quella tremenda giornata che ti ha portato via alla tua famiglia ed ha stravolto per sempre il tuo e il loro futuro.

Risposta n°37 

con   Francopiiacentini il 19/09/2013 * 07:06

Ciao bella! capisco te ne importerà poco però piano piano quel pezzo di strada la sistemiamo...  site.gif

 


Risposta n°36 

con   Francopiiacentini il 23/02/2013 * 23:08
La nostra non si può più chiamare vita. L’immagine di nostra figlia schiacciata morente ci lascia la sera nell’addormentarci e ci viene incontro al risveglio. I nostri occhi s’inumidiscono privi delle tante lacrime versate, ma c’è un fiume interno inesauribile di pianto. Il tempo ci scorre senza futuro e senza programmi. Continuamente cerchiamo di ricordarci che siamo genitori con dei compiti, ma non riusciamo a trovare la protesi di questa amputazione.. Siamo condannati all’ergastolo del dolore; ma quale dolore. Pretenziosi, siamo rimasti con pochissimi esigui amici, che sicuramente angustiamo. Il nostro mondo ora è fatto di sì e di no senza alcuna diplomazia. Non accettiamo più alcun compromesso. Il mondo che prima ci attraeva e ci coinvolgeva,non ci dà più niente. Siamo riusciti a nascondere il dolore a chi ha bisogno di noi ed a chi non avrebbe mai compreso cosa sia la perdita di una figlia. Nostra figlia ci manca,come manca il pane all’affamato,l’acqua all’assetato. Ci manca la sua e nostra discendenza nel mondo umano. Abbiamo conosciutol’odio,  i nostri cuori si sono induriti.

Risposta n°35 

con   ANGELA il 10/06/2011 * 19:26
Ciao Dolce Stellina,un bacio che ti arrivi fin lassù