chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Connessione :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password


  Numero di utenti 1797 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!
rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Rita Ortenzi , 20 anni - Norma (LT) 9 aprile 1981 - 11 gennaio 2002

Rita Ortenzi.jpgLa storia di Rita è iniziata il 9 giugno ’81 con la sua nascita, che ha portato nella nostra famiglia la gioia: era per natura una bambina dolce e crescendo ha dimostrato di essere sempre più dolce e socievole, determinata ma allo stesso tempo semplice e umile.

     Finite le medie si è iscritta al Liceo pedagogico, svolgendo intanto volontariato all’Ospedale santa Maria Goretti di Latina; e dopo il diploma si è iscritta all’Università arrivando seconda ai test di ingresso; è giunta sino al secondo anno di Scienze infermieristiche, facendo intanto un proficuo tirocinio in Ospedale e finanziandosi lo studio con borse di merito e lavori saltuari. 

     Mia moglie, io, il fratello, i nonni, così come il suo ragazzo e tutte e persone che lei aveva intorno, godevano della sua felicità, perché era così solare e vera nelle sue aspettative che trasmetteva voglia di vivere: per lei le cose che più contavano erano arrivare a finire l’Università, sposare il suo ragazzo, avere dei figli, ma anche dedicarsi ad aiutare le persone in difficoltà, perché voleva essere utile alla società.
      Una società che diventa però sempre più ingiusta, visto che l’artefice della nostra disperazione continua a guidare, a divertirsi, a fare progetti per il suo futuro, mentre a Rita e a noi lo ha tolto per sempre.

      La storia terrena di Rita è finita alle tredici di venerdì 11 gennaio 2002, mentre si recava all’Università sul sedile posteriore dell’auto di una sua amica, che era alla guida con la sorella a fianco, sulla provinciale che da Pontinia porta a Latina: un fuoristrada sbucato a 130 all’ora da una stradina comunale, senza rispettare lo stop debitamente segnalato, ha investito la loro auto scaraventandola in un fossato, ferendo le ragazze sui sedili anteriori e spezzando i sogni di Rita e della nostra famiglia.

     Rispetto alle persone che hanno causato l’incidente e che malgrado il fuoristrada distrutto sono rimaste illese non vogliamo vendetta ma abbiamo certamente il diritto di chiedere giustizia.
      La aspettiamo da questa società che Rita tanto amava
.

il papà, la mamma, il fratello             
Carmine – Grazia – Luigi


Data di creazione : 31/12/2007 * 13:12
Categoria : -
Pagina letta 6343 volte


Commenti a questo articolo

Risposta n°4 

con cat il 09/04/2009 * 22:45

anch'io sono stata fortunata...... ho avuto una figlia cosi' come voi.. sempre allegra, sorridente, bella solare..... anche la mia nel 2002 (cinzia, memorie 10)

e' andata via.... sotto un treno  con un' amica..... l'accompagnava a casa.... e ora l'altra famiglia mi chiede un risarcimento danni di un miliardo  e mezzo......

questa e' la giustizia 


Risposta n°3 

con penelope82 il 25/01/2009 * 18:02

"Il cuore sa quello che le parole non riescono a dire"   n

So che tu puoi fare ciò di cui io non sono in grado..Grazie di cuore!!!


Risposta n°2 

con antonella78 il 25/12/2008 * 00:31
BUON NATALE!!!

Risposta n°1 

con PAMELA il 02/10/2008 * 13:00

............. QUANTI GIOCHI QUANTI RICORDI AVEVAMO INSIEME.... DA PICCOLE PREPARAVAMO DA MANGIARE AI NOSTRI BAMBOLOTTI ACQUA E TERRA DAVANTI CASA, FACEVAMO UN PASTROCCHIO E POI DI CORSA A LAVARCI LE MANI NEL TUO GARAGE "con quel sapone rosa che ci piaceva tanto!" NON APPENA I MIEI NONNI E TUOI GENITORI CI CHIAMAVANO  PER PRANZO O PER CENA......

VISITO SEMPRE QUESTA PAGINA TI GUARDO TI SALUTO ANCHE SE NOI CI FREQUENTAVAMO SOLO D'ESTATE SONO  MOMENTI D'INFANZIA CHE NON SI SCORDANO MAI..... PER NON PARLARE DEI BAGNI NELLA TUA PISCINA.... PRIMA CHE DIVENTASSE ACQUARIO E TANTO ALTRO.......

ANCHE SE LONTANE..... TI PENSO MOLTO SPESSO......

PAMELA BELLINI


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X