chisiamo.png
L' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

fiorivittimestrada.jpgMemorie

GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Collaborazioni

deleofund.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Preferenze

Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
Captcha reload
Copia il codice :

Agenda

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Jacopo Vialoni 13 anni - S.Cristina PV   13 Aprile 1994  -  06 settembre 2007

Jacopo Vialoni .jpgJacopo Vialoni è stato ucciso da un’auto pirata, il conducente dell’auto, Fabio Gorgio Cagliani, 30 anni di San Colombano dopo l'incidente si è dato alla fuga è stato poi arrestato. Guidava senza patente.
Jacopo aveva solo 13 anni e ha donato gli organi.
Da la provincia Pavese dell' 8 settembre 2007
«Jacopo, il tuo sorriso rimarrà sempre nei sogni di tutti noi». Lo striscione campeggia sul cancello che separa via Milano dalle scuole materne, a pochi passi dall’oratorio. Sopra, scritti con i pennarelli, ci sono le firme e i messaggi che gli amici hanno voluto dedicare a Jacopo. E poi tanti mazzi di fiori. Rose e crisantemi bianchi. I ragazzi arrivano in bici o a piedi e depongono i fiori sul ciglio della strada, a pochi passi da quel segno scuro ricoperto dalla sabbia. In quel punto Jacopo ha perso la vita. Una donna, in lacrime, si affaccia da una finestra: «Non doveva capitare».  I giovani di Santa Cristina ieri erano ancora tutti lì, seduti sui muretti tra via Milano e via Fiume, vicino all’incrocio maledetto. Negli occhi ancora tanto smarrimento. Sgomento e dolore.  «L’altro giorno qualcuno non è andato neanche a casa a mangiare - racconta don Antonio Pedrazzini, che dal momento della tragedia non ha smesso un minuto di stare vicino ai suoi ragazzi -. C’erano tutti alla preghiera in chiesa. Poi siamo andati in oratorio, dove abbiamo cucinato e mangiato. Ho cercato di distrarli un po’, ma poi alla fine si finiva per parlare sempre dell’accaduto. Erano tutti lì davanti quando c’è stato lo schianto. Hanno visto Jacopo morire praticamente sotto i loro occhi. Quando c’è stato l’urto con la macchina si sono precipitati in strada».  Una scena terribile, difficile da dimenticare. E che per un adolescente, a cui la morte sembra lontanissima, risulta ancora più incomprensibile. Ci saranno tutti ai funerali di domani. Gli amici di scuola, quelli che avrebbero frequentato con Jacopo la terza media quest’anno. Ma anche i compagni della squadra di calcio, l’Atletica del Po, che arriveranno dai paesi vicini, Corteolona e Belgioioso. Di Jacopo non potranno mai dimenticare il sorriso e la sua voglia di vivere: «Era un ragazzo che non passava di certo inosservato - dice don Antonio Pedrazzini -. Vivace ed esuberante, aveva un modo di fare che contagiava anche gli altri con il suo entusiasmo». 
La tua Mamma T. Fiorella


Data di creazione : 28/12/2007 * 18:22
Ultima modifica : 28/12/2007 * 18:30
Categoria : -
Pagina letta 11332 volte


Commenti a questo articolo

Risposta n°16 

con Fiorella_e_Giorgio il 15/12/2009 * 23:44
Siamo i genitori di Jacopo Vialoni che dal 05 settembre 2007 data della sua scomparsa,abbiamo trovato in questo sito persone piene di umanità con testimonianze al di fuori dal comune.
per questo ci sentiamo in dovere di ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicino.in questa occasione auguriamo a tutti voi una vita serena.
Buon natale Fiorella e Giorgio.

Risposta n°15 

con piera il 20/11/2009 * 20:38
Ciao piccolo sono Piera la mamma di Maurizio vol. 7.
 un bacio alla tua mamma ed un abbraccio a te spero tu possa aver incontrato il mio mauri.

Risposta n°14 

con scarlettrouge il 28/10/2009 * 12:33

un pezzettino del mio cuore lo ho  dedicato a te e ad altri ragazzi che come te non ci sono piu'....io non ho parole....le sono vicina mamma fiorella  capisco il suo dolore anche noi in famiglia abbiamo perso un ragazzo di 20.vi abbraccio calorosamente by la sorella di giovanni cecchini op 10 


Risposta n°13 

con DonatoMiccoli il 23/09/2009 * 14:49

Io stesso rimango sorpreso da tutto questo perchè credo di essere quel ragazzo che ha ricevuto il dono di poter continuare a  vivere grazie al vostro angelo che penso ora sia in me...quel giorno,il 7 settembre 2007 durante la notte ho fatto l'intervento di trapianto di cuore a Bergamo e collegando tutto ho pensato subito al vostro JACOPO!!!
sono veramente senza parole,credetimi,non è uno scherzo!
"vivace ed esuberante,il modo di fare che contaggiava anche gli altri con il suo entusiasmo,il passare inosservato...sono tutte cose che sono rientrate in me proprio da quel giorno come se io vivessi la vita di JACOPO come se la sua anima fosse in me! Da quel giorno sono diventato un'altra persona ricevendo troppe cose,troppe esperienze,troppi gesti e segni di vita...cose che mi hanno davvero cambiato facendomi maturare molto in fretta e capire più del dovuto per la mia età di solo 18 anni ora..........
dopo 2 anni dall'intervento ho scoperto,penso,chi mi ha concesso in dono la propria vita anche involontariamente ma questo VERRA' APPREZZATO PIU' DI QUALSIASI GESTO FATTO CON PIENA CONSAPEVOLEZZA! REPUTO QUESTO REGALO PIU' SIGNIFICATIVO E IMPORTANTE DI QUESTO MONDO E IO STESSO PROMETTERO NON SOLO A ME MA ANCHE A JACOPO"UN ANGELO" DI ESSERE L'ORGOGLIO E LA CONTINUAZIONE DELLA SUA VITA E DELLA SUA ETERNA ESISTENZA.......

GRAZIE......


Risposta n°12 

con caterina69 il 25/05/2009 * 02:04

Cara Fiorella io non so bene cosa dirti, Ho perso mio padre ivestito da un auto, ma guardando la foto del tuo bellissimo Jacopo sento un dolore lancinante al cuore. Le cose non dovrebbero andare così. Ad una tragedia così enorme bisogna trovare per forza una spiegazione, altrimenti non si può sopravvivere. Forse Dio l'ha voluto al suo fianco perchè era speciale e aveva bisogo di un altro angelo.....IL PIU' BELLO TRA GLI ANGELI DEL PARADISO...Il tuo Jacopo.

Ti abbraccio forte Caterina


Risposta n°11 

con Sergio il 23/04/2009 * 09:52

Un pensiero per te Jacopo e per i tuoi genitori.

Non dovrebbe mai venir a mancare nessuno così tragicamente, non dovrebbe mai venir tolto un figlio alla madre ed ad un padre.

Non sono in grado di trasmettervi forza ma posso condividere il vostro immenso dolore, questo si.

Un abbraccio,

 

Sergio.


Risposta n°10 

con antonella78 il 25/12/2008 * 02:08
BUON NATALE!!!!

Risposta n°9 

con lalletta il 24/12/2008 * 10:48
b.giorno angelo

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it