chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Collaborazioni

deleofund.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni


Connessione :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password


  Numero di utenti 1785 utenti
rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Silvia Accebbi 18 anni,  Thiene (VI)   -   16 giugno 2003

Silvia Accebbi.jpgSilvia è morta il 16 giugno 2003 in un incidente stradale, dopo una serata di festa trascorsa con insegnanti e compagni di classe, alla vigilia dell'esame di maturità che avrebbe iniziato due giorni dopo.
Silvia era una di voi, una come voi, aveva un cuore grande, una disponibilità inesauribile, una sensibilità che a volte la
portava a vivere in modo accentuato anche gli eventi che per i più erano insignificanti o quasi.
Era una ragazza semplice ed umile, di una bontà d'animo profonda e la sua morte ha prodotto nella nostra vita l'effetto di un
ciclone.
Immaginate un fortissimo vento che spalanca la porta della vostra vita e, senza preoccuparsi di nulla, butta tutto all'aria.
Questo è successo a noi! Dopo il primo impatto ci siamo guardati attorno e ci siamo accorti che molte cose, fino a quel
momento consideravamo importanti, non lo erano più, o non lo erano più come prima, mentre altre, che davamo per scontate o erano in secondo piano, si ponevano prepotentemente in risalto: il capire il senso della vita, il valore ed il calore degli affetti, l'importanza del vivere qui e ora.
La morte di una persona cara, di un figlio, ti mette a nudo, spezza quelle sovrastrutture o difese che ti impediscono di
cogliere l'essenza delle cose e delle situazioni, detta un bisogno di autenticità, di semplicità, di condivisione, di compassione (il sentire con...), di mettersi in relazione con le persone in una condizione in cui le etichette o i ruoli non contano, conta solo l'uomo con le sue emozioni, la sua fragilità, il bisogno e la gioia di comunicare cuore a cuore, ad un livello più profondo di prima.
Nonostante il dolore per la morte di Silvia, siamo riconoscenti anche a Dio per avercela donata come figlia e per avercela
tenuta per diciannove anni, per l'amore che nutriva il nostro rapporto, pur con le diversità che ci caratterizzavano e ci mettevano talora a confronto, in un rapporto vivo ed in continua evoluzione. ci ha lasciati fisicamente, ma rimaniamo in ascolto di lei e ci sembra di sentirla ancora e le sue parole sono di consolazione ed insieme di impegno.
Il giorno del funerale ho sentito il bisogno di condividere uno di questi pensieri che sicuramente lei, in un certo senso, mi
ha suggerito: "c'è tanto amore dentro di voi"; d'ora in poi anche se io non ci sarò più fisicamente, troverete modo di esprimerlo verso altre persone attorno a voi"
E' scattato in noi il desiderio di andare, come dire, oltre il dolore.
Avevamo ed abbiamo tutti il desiderio di continuare a sentire e rendere concreti i valori in cui ha sempre creduto: la
fiducia, la comprensione, la forza, l'armonia, il cercare in ogni persona le qualità positive e cercare/come  scriveva in un tema :"'di convertire gli eventi negativi in qualcosa di positivo".
I genitori


Data di creazione : 09/12/2007 * 20:25
Ultima modifica : 09/12/2007 * 21:07
Categoria : -
Pagina letta 10843 volte


Commenti a questo articolo

Risposta n°4 

con antonella78 il 25/12/2008 * 02:18
BUON NATALE!!!

Risposta n°3 

con angeloantonio il 16/06/2008 * 12:20
Un ricordo per te Silvia, e per la tua famiglia che vivono questo triste giorno.

Risposta n°2 

con roberta il 01/01/2008 * 23:51

Cari genitori di Silvia ho letto con attenzione la vostra lettera e sono rimasta colpita dalla compostezza del vostro dolore,dalla semplicità e dalla profondità delle vostre parole che sono arrivate sin dentro al mio animo,sicuramente Silvia è orgogliosa di avere dei genitori come voi, e dal cielo apprezzerà la vostra scelta d'amore verso il prossimo.Un affettuoso abbraccio  da una ragazza che come voi soffre a causa dei tragici eventi della vita e che nn riesce rassegnarsi per la perdita di un fratello strappato alla vita troppo presto in un modo tanto triste.Roberta.


Risposta n°1 

con Rosy il 15/12/2007 * 13:41
Cari genitori di Silvia come tutti noi genitori che abbiamo perso un figlio/a capisco il dolore che provate...vi sono molto vicina e come voi vivo nella speranza che loro da lassù ci diano la forza di continuare ad andare avanti, anche se questa tragedia spezza le gambe per sempre,Silvia come tutti i nostri angeli vi guiderà in questo difficile cammino.

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it


Unico sito ufficiale dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X