Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...
Siete qui :   Home » Opuscoli 8° volume 2007: Giancarlo Belli
 
 
 
 

Opuscoli 8° volume 2007: Giancarlo Belli

logoass.gif

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Giancarlo Belli  34 anni -  Milano 6 marzo 1973 -  Crema 24 agosto 2007
Giancarlo Belli.jpgGiancarlo “GianKa” Belli, era il figlio che tutti i genitori vorrebbero, l’amico che tutti apprezzerebbero, il compagno che tutte le donne amerebbero.
Ha trascorso la sua breve vita facendo suoi i principi dell’onestà, della famiglia, dell’altruismo, dell’amore, dell’amicizia vera e del sano divertimento.
Non potrò mai dimenticare la sua forza d’animo quando la tragedia della scomparsa di suo cognato a soli 40 anni si abbattè sulla sua famiglia. Con la forza di sempre, rivolto alla sua amata sorella e ai suoi due nipotini, disse semplicemente “tranquilli, ci pensa il GianKa a metterci una pezza”.
E così fece. Si sostituì al padre dei suoi nipotini e fece per loro tutto quello che le sue forze umane gli permetterono di fare.
Gettò le basi per un futuro brillante dedicandosi alla carriera, ma mai lasciandosi sopraffare dal lavoro. Aveva sempre bene in mente le priorità.
Stava per iniziare una vita insieme alla sua compagna Elisa, che oggi vive nel limbo di chi, come me, non riesce a darsi pace e talvolta compone perfino il suo numero di cellulare sperando di ricevere una risposta dall’altro capo della cornetta.
La sua preziosissima vita è stata interrotta da un pazzo incosciente che lo ha travolto, ubriaco, invadendo la sua corsia, mentre stava raggiungendo Elisa in moto.
Non potrò mai dimenticare la telefonata che ricevetti dal mio amico Massi. Le sue parole ancora mi rimbombano nella testa “Claudio, ti devo dare una brutta notizia. Giancarlo è morto in un incidente stradale”. Non dimenticherò mai quella telefonata.
Come non potrò mai dimenticare le belle serate trascorse insieme, noi quattro del YMCA, come avevamo ribattezzato il nostro gruppo di amici: io (Claudio), Massi, Cristian e il GianKa.
Sono stati i momenti più sereni e allegri della mia vita.
Ora mi rimangono gli insegnamenti di vita di Giancarlo, l’amicizia della sua compagna alla quale noi tutti stiamo vicini, come farebbe lui, e il ricordo di un grande Uomo che è stato tolto al nostro affetto nella peggiore delle maniere.
Ciao GianKa, ovunque tu sia. Ci manchi tantissimo.
Claudio, Massi, Cristian, Elisa


Data di creazione : 27/09/2007 * 23:16
Categoria : -
Pagina letta 17213 volte