Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1800 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoaifvsnero.png

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Santa Minardi, Lugo di Romagna – 29 ottobre 2012.

Santa Minardi.jpg

La nonna Santa sta bene, vive con serenità la sua routine quotidiana e torna a casa per il pranzo dopo avere chiacchierato come d’abitudine con le amiche al bar del centro. S’incammina tra gli storici monumenti della zona pedonale di Lugo di Romagna, la sua Lugo, la sua amata Romagna, perché dice di volersi godere quel bel sole autunnale. La Rocca, il Pavaglione  sono i testimoni della vita della nonna Santa, hanno visto aprire i suoi occhi molti anni fa e glieli hanno visti chiudere, inesorabilmente, per l’ultima volta.  Di fronte a loro si consuma l’orribile e vergognoso epilogo, il consueto copione intriso d’italianità cui troppe volte abbiamo dovuto assistere e che il nostro becero Paese non ha mai voluto riscrivere.  Non c’è nessuno per la strada, solo la mamma al centro delle strisce pedonali, visibilissima, nel pieno dei suoi elementari diritti e il suo omicida, italiano, che la incrocia alla guida di un’auto scassata in spregio a ogni forma di rispetto e al limite dei 30 Km orari ormai imposto in ogni centro storico. Il balordo non si ferma, non rallenta nemmeno e la strappa barbaramente via alla vita, di fronte a casa sua. Non vi è rimedio che possa porre fine ad un dolore e ad una rabbia di questo tipo, con ciò dobbiamo convivere. Non si può neppure confidare in un’adeguata attribuzione della pena, essendo la legislazione vigente orientata ad una sostanziale impunità, sebbene cercheremo di perseguirla con ogni mezzo. La mamma era una persona solare, socievole e amata da tutti. In suo nome e di tutti coloro i quali hanno dovuto subire un’atrocità’ simile, sento che dobbiamo impegnarci in prima persona nel trasmettere ai suoi nipoti, a tutti i nipoti, come ci si comporta, invece, in un Paese civile.
Tuo figlio Filippo.



 

ãCopyright 2001/2013 tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus)

 


Data di creazione : 17/11/2013 * 22:32
Ultima modifica : 17/11/2013 * 22:43
Categoria : -
Pagina letta 5263 volte


Commenti a questo articolo

Nessuno ha lasciato commenti
Sii quindi il primo!

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it