Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.
Ricerca personalizzata

GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1803 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
rss Questo articolo è disponibile nel formato standard RSS per la pubblicazione sul vostro sito web :
https://www.vittimestrada.org/data/it-articles.xml

logoaifvsnero.png

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Sergio Mosca - 18 anni - Napoli 16 giugno 2010

 Napoli 16 Giugno  2010 Sergio Mosca 18 anni Muore tre giorni dopo l'incidente  QUANDO hanno saputo che stava per essere staccato il respiratore sono piombati in tanti in ospedale. Almeno cinquanta tra familiari e amici, per impedire che l'ultimo gesto di un medico levasse ogni speranza di sopravvivenza a un giovane di diciotto anni. Ma per Sergio, dichiarato clinicamente morto  non c'era oramai più nulla da fare.E la disperazione siè presto trasformata in rabbia, fatta di urla e minacce davanti all'ospedale Loreto Mare. Sono accorse le volanti, i poliziotti hanno tenuto con difficoltà la situazione sotto controllo. Quindi hanno sorvegliato l'ospedale fino al pomeriggio, quando la salma di Sergio è stata portata via, destinazione istituto di Medicina legale, per l'autopsia  Sergio Mosca stava tornando dal mare, Era in compagnia di tre amici, seduto in auto lato passeggero. Una giornata di piena estate e la prospettiva di un sabato sera di divertimento. Poi l'incidente, sulla Napoli-Salerno direzione Nord, altezza uscita di Ponticelli. Una moto con due persone in sella sfiora l'auto su cui viaggiano i quattro ragazzi. ma incredibilmente, mentre la moto riesce seppur con difficoltà a rimanere in equilibrio, l'auto invece si ribalta.

Il giovane amico di Sergio Mosca che era alla guida dell'auto - Luca Pinto, diciannovenne di via Gianturco - muore sul colpo. Gli altri tre ragazzi restano feriti. Ma mentre due di loro non sono in pericolo di vita, le condizioni di Sergio Mosca,  appaiono subito gravi. Ha riportato un brutto trauma cranico. Resta tre giorni tra la vita e la morte poi,  viene dichiarato clinicamente morto. La speranza alimentata dai familiari e distrutta all'improvviso dalla notizia che qualche ora dopo sarebbe stata staccata la spina del respiratore scatena la disperazione e l'ira.

 

 



ãCopyright 2001/2012 tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 


 

Data di creazione : 17/10/2012 * 20:18
Ultima modifica : 17/10/2012 * 20:47
Categoria : -
Pagina letta 6543 volte


Commenti a questo articolo

Risposta n°2 

con angeloantonio il 22/10/2012 * 18:45
LE istituzioni Ti sequestrano la salma se lo tengono 2, 3 giorni senza farlo vedere come fosse lui il colpevole, l'investitore torna a casa come niente fosse,  poi per finire il ciclo nei tribunali  ti finiscono di calpestare vittime e familiari.istituzioni brava gente......

Risposta n°1 

con Giovanna il 21/10/2012 * 11:38
Angelo che da lassù ci guardi....  sorridici, vieni in sogno ai tuoi cari... conforta il loro dolore... sentiti amato ... per sempre...

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it