Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Siete qui :   Home » Opuscoli 12° volume 2011: Agrippino Caiazza
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

Opuscoli 12° volume 2011: Agrippino Caiazza

logoaifvsnero.png

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Agrippino Caiazza, 70 anni - Arzano (Na)   20 settembre 2011

Agrippino_Caiazza.jpgNAPOLI - Con uno scooter avevano investito un anziano morto poco dopo per le ferite riportate. Erano poi fuggiti ma sono stati rintracciati dai carabinieri. Protagonisti della vicenda, avvenuta l'altro giorno ad Arzano, in provincia di Napoli, due ragazzi di 16 anni che sono stati rintracciati e denunciati dai carabinieri. Il primo che era alla guida dello scooter ora deve rispondere di omicidio colposo, omissione di soccorso e guida senza patente. Il passeggero, invece, di omissione di soccorso.
Secondo gli investigatori i due giovani sono gravemente indiziati di essere responsabili dell'incidente avvenuto il 20 settembre alle 12,30. I due, in sella a uno scooter Honda sh, mentre percorrevano via Napoli, avrebbero investito Agrippino Caiazza, un 70enne del luogo, che stava attraversando la strada, dandosi poi alla fuga senza prestare soccorso alla vittima. L'anziano, soccorso dal personale del '118' e trasportato all'ospedale «San Giovanni Bosco» di Napoli, è deceduto durante la notte per le lesioni ricevute.
I militari dell'arma hanno identificato i due giovani grazie alla collaborazione di alcuni testimoni e al ritrovamento di alcuni pezzi dello scooter trovati sul luogo dell'incidente. Lo scooter, che non aveva l'assicurazione obbligatoria, è stato sequestrato.
(Da: Il Mattino del 22/09/2011)


ã
Copyright 2001/2011 tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus)



Data di creazione : 18/10/2011 * 20:05
Ultima modifica : 18/10/2011 * 20:40
Categoria : -
Pagina letta 8896 volte