Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Siete qui :   Home » Opuscoli 11° volume 2010: Vincenzo Lamorte
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

Opuscoli 11° volume 2010: Vincenzo Lamorte

logoaifvsnero.png

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

Vincenzo Lamorte, 42 anni  - 4 marzo 1967 - 17.giugno.2009

Vincenzo Lamorte.jpgEravamo partiti per una rilassante vacanza in Sardegna, dopo un lungo e difficile anno di lavoro. Mio marito Vincenzo era un appassionato ciclista, e quel mercoledì pomeriggio era andato a fare un giro a Castelsardo; adorava esplorare nuovi itinerari in bicicletta. Mentre percorreva un tratto della litoranea in salita, è stato travolto da una Volkswagen Golf, guidata troppo velocemente da una donna che ha perso completamente il controllo dell'autovettura. L'impatto è stato violento, e quando arrivarono i soccorsi, chiamati dalla stessa automobilista, per il povero Vincenzo non c'è stato più nulla da fare...
 
Io e mia figlia Eliana, di soli cinque anni, lo aspettavamo ormai inutilmente al residence a Valledoria, ma quando Vincenzo non rispondeva alle mie ripetute chiamate sul cellulare, intuii che qual'cosa di terribile era accaduto.
 
Caro Vincenzo,
 
La tua prematura scomparsa ha lasciato in noi ed intorno a noi un vuoto incolmabile, un dolore insormontabile, una realtà inaccettabile. Unica forza e coraggio per afftrontare il futuro ci giunge dal tuo ricordo, che sempre rimarrà vivo nel nostro cuore, dalle emozioni che tu hai sempre saputo donarci, dalla tua vitalità, giovialità e gran voglia di vivere con cui impregnavi ogni semplice istante della tua vita.
 
Sei sempre stato un marito attento e premuroso, tanto amato per la tua bontà e spontaneità, per la tua capacità di infondere equilibrio ed armonia nella famiglia. Sei stato un padre presente ed affettuoso per la tua cara Eliana, generoso e semplice in ogni tuo gesto di amore.
 
Caro Vincenzo, ci manchi tantissimo; la nostra vita senza di te ci sembra inutile, abbiamo la sensazione di vivere solo a metà senza di te...eppure cerchiamo giorno dopo giorno di trovare il coraggio per andare avanti, malgrado le difficoltà, perchè sappiamo che tu vorresti vederci serene e senza ombra di tristezza. Ricordiamo con tanta nostalgia tutte le belle esperienze che abbiamo vissuto insieme, che tanto ci hanno arricchite e che per sempre saranno parte di noi.
 
Possa Dio accompagnarci con la sua immensa grazia nel nostro futuro cammino e donarci la capacità di trovare nella fede la pace e la forza di affrontare il domani.
 
Con tanto affetto
Tue Maria ed Eliana


Data di creazione : 13/05/2010 * 11:02
Categoria : -
Pagina letta 9699 volte