Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus) - sito ufficiale - News
Ricerca personalizzata

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Collaborazioni

deleofund.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.

Preferenze

Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
Captcha reload
Copia il codice :


  Numero di utenti 1739 utenti
Agenda
News


Asciugare le lacrime - con AIFVS_onlus il 06/05/2016 * 23:36

Asciugare le lacrime
Veglia di preghiera presieduta da Papa Francesco
L’AIFVS invitata a partecipare

Dietro invito del Vaticano, l’AIFVS con la presidente ha partecipato il 5 maggio scorso nella grandiosa Basilica Vaticana alla Veglia di preghiera, presieduta da Papa Francesco e dedicata alle persone che vivono situazioni di profonda sofferenza.

Un’esperienza che ha unito il mondo dei sofferenti: i molteplici volti delle afflizioni raccontate fanno parte dell’unica ed infinita storia del dolore che infligge il mondo, del tormento interiore e del bisogno di trovare una risposta di senso al dolore per non essere annientati, per continuare a vivere, per rendere più umano il cammino, per trovare consolazione e donarla agli altri.

Le preghiere hanno riguardato le vittime della violenza, dell’ingiustizia e della falsità, i perseguitati, gli oppressi, i torturati, i morti. E nel ricordare che Gesù ha pianto per la morte di Lazzaro, a Lui chiediamo di asciugare le lacrime del dolore per la perdita dei nostri cari, nella certezza che “la vita non è tolta, ma trasformata e che nessun legame d’amore si spezza”. Così conclude la preghiera il Santo Padre, che ha donato agli invitati l’effige dell’Agnus Dei, cioè dell’Agnello vittorioso sulla morte, riportando dal libro dell’Apocalisse 7,17 l’espressione “E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi”. Il Santo Padre chiede che tale messaggio venga portato alle persone più sofferenti e bisognose di consolazione.

A Lui la presidente dell’AIFVS ha chiesto, consegnando una lettera, sostegno al molteplice impegno dei familiari delle vittime a favore della prevenzione, perché diminuisca il dolore su questa terra e non ci siano né vittime e né imputati.

Il video integrale è disponibile a questo link https://www.youtube.com/watch?v=xw-_yzhzJP0 

Giuseppa Cassaniti

Presidente AIFVS


Articolo di Fabio Pinelli, su Il Gazzettino del 13/4/2016 (Link articolo stampa pdf_icon.gif )
Nota dell’AIFVS
Nell’articolo “Incidenti stradali, le nuove norme ed il rischio del populismo penale” l’estensore si chiede come mai la nuova disciplina penale sia stata così tanto invocata, e poi adottata come un bisogno primario della nostra collettività. 
L’estensore dell’articolo è un avvocato, pertanto viene spontaneo chiedergli: ma lei dov’era quando nei Tribunali si calpestavano i diritti delle vittime e dei familiari, si applicava non la pena congrua ma la pena minima ed anche sospesa a fronte di una vita distrutta o di una salute danneggiata per sempre? Condivideva che chi trasgrediva le norme cautelari del codice della strada dovesse anche essere premiato dalla giustizia? E quelle espressioni offensive che abbiamo sentito con le nostre orecchie e che pesano sul nostro cuore “Il morto è morto, diamo aiuto al vivo” a lei che effetto avrebbero fatto?  Non ritiene che il bisogno primario della nostra collettività sia il rispetto del diritto inviolabile alla vita ed alla salute? La  giustizia svolga la sua funzione di deterrenza e riconfermi il valore dell’osservanza delle norme cautelari del codice della strada. Tutti, istituzioni e utenti della strada impegniamoci a sostenere con i nostri comportamenti la civiltà e la vita. 
Nel nostro comunicato “No alla platealità sull’omicidio stradale” avevamo già chiarito che non c’era niente da festeggiare, anzi chiedevamo al Premier Renzi di lanciare l’input adeguato per mobilitare in tutti i contesti territoriali l’impegno a prevenire l’incidente stradale, “affinché non ci siano né vittime e né imputati”. Si impegni anche lei, avvocato Fabio Pinelli, per la prevenzione, per fermare la strage stradale, non si fermi al dimezzamento della strage, ma assuma l’obiettivo della “Visione Zero”.
Giuseppa Cassaniti
Presidente AIFVS
2/5/2016


Marco Rizzetto: Mamma e papà nella disperazione. - con AIFVS il 25/04/2016 * 17:43

Mamma e papà nella disperazione.
Vorremmo gridare al mondo, il nostro dolore mai sopito. La nostra vita è cambiata e ormai da due anni  non più vita,  sembra ieri, la grande corsa in ospedale, sperare fino all'ultimo, che ti avremo trovato ancora in vita, tutto inutile nessuna speranza ti è stata concessa. Incredulità, per la maniera inumana che ti hanno riservato, senza soccorso, il baratro in cui noi siamo finiti, nella depressione totale, vorremmo essere li con te e finirla con queste sofferenze....   Sentiamo la tua presenza  in casa e in tutte le tue cose che sono ancora li dove tu le volevi, con tutto l' ordine e disordine che ti era caratteristico, noi non  spostiamo niente, per non farti un torto. L' illusione di sentirti arrivare a casa, l' omone che eri diventato, i 23 anni assieme a noi non possono essere cancellati via in un lampo malefico del destino di quella sera. Non crediamo che non  ci sei più Marco, non riusciamo a farci  una ragione  è stato fatto scempio della tua giovane vita , la parola "non esisti più", non può essere vera!!!. (Che Dio abbia pietà di chi ha causato la tua morte e per questi esseri senza dignità).Tu vivi in ogni istante della nostra giornata con noi, ti veniamo a sistemare i fiori  nella tua tomba tutti i giorni, preghiamo e ti parliamo, tu non ci rispondi. Ma quando usciamo dal campo santo, il nostro cuore si sente sollevato, sicuri che il tuo spirito ci ha ascoltato....... Grazie Marco per questo segno....

 La tua Mamma il tuo Papà.

Una santa messa per ricordarti sarà celebrata sabato 30/04/2016 alle ore 18:30 a Portovecchio di Portogruaro nel ricordo del  tuo secondo anniversario .

Marco_Rizzetto.jpg

Marco Rizzetto
Link: http://www.vittimestrada.org/articles.php?lng=it&pg=18550


Video:Non ti accorgi che. Gianmarco Gabrieli - con AIFVS_onlus il 23/04/2016 * 17:41

COMUNICATO STAMPA AIFVS     

L’associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada (AIFVS) sviluppa progetti,  propone convegni, organizza manifestazioni e incontri per sensibilizzare adulti e studenti all’educazione stradale, affinché siano adottati  comportamenti idonei alla difesa della vita e della salute.

Di fronte alla scoraggiante indifferenza delle istituzioni e della società nei confronti di un problema che riguarda tutti, nessuno escluso, dobbiamo riscontrare l’attenzione di giovani che si distinguono per il senso civico e il contributo a sostegno delle attività dell’AIFVS.

E’ a questo proposito, e con indubbia soddisfazione, che vogliamo segnalare la pubblicazione , avvenuta il 23 aprile, del nuovo video del rapper padovano Jimmy, nome d'arte di Gianmarco Gabrieli. Si tratta di un brano featuring, scritto dall'ormai noto artista emergente arquatense ed interpretato in collaborazione con la cantante atestina Giorgia Gobbo.

I due artisti si sono conosciuti in occasione di alcuni concerti a cui hanno preso parte la scorsa estate ed hanno avviato un progetto di collaborazione che è attualmente sfociato nella realizzazione del brano intitolato " Non ti accorgi che ...", caratterizzato da uno spiccato orientamento al sociale.

Si tratta infatti di un pezzo che tratta del disagio giovanile  e della pericolosa diffusione del consumo di alcool e sostanze stupefacenti tra i giovani, con particolare riferimento a coloro che si mettono alla guida in stato di alterazione psicofisica.

Stante la particolare tematica trattata dal testo, i due artisti hanno pensato di offrilo alla Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, che ne ha promosso la realizzazione del video che viene pubblicato oggi, per diffonderlo nell'ambito delle proprie iniziative che vengono portate tra i giovani, soprattutto nelle scuole.

Si tratta di un modo di sensibilizzazione sul problema che utilizza una modalità di comunicazione particolarmente adatta ai soggetti cui è rivolta e che fa leva sui gusti musicali dei giovani e non solo, data l'elevata qualità artistica del brano in questione e del video correlato visionabile su youtube canale Jimmy-official page

Vanna Santinato Detomi  340.3639562

Paolo Battistini  328.4137802

Responsabili AIFVS provincia di Padova

Altri link: 
Canale youtube:
 https://www.youtube.com/watch?v=bjjOXw3zg7c


Iniz. Sede AIFVS Napoli - con AIFVS_onlus il 22/04/2016 * 23:20

Sede AIFVS Napoli resp. Antonio Nasti

Il 27 Aprile insieme io e Leonardo Di Guida saremo presenti nel palazzo di giustizia di Napoli per dare un nostro contributo come genitori di vittime della strada e come rappresentati AIFVS, ci confronteremo con avvocati e con il sostituto procuratore del tribunale di Napoli per ribadire che la legge sull' omicidio stradale da sola non può bastare per ridurre il numero di morti sulle strade.
Antonio Nasti AIFVS Napoli

NapoliAIFVSNasti.png


Messina ricorda Rebecca: una fiaccolata per la vita - con AIFVS_onlus il 14/04/2016 * 18:30

Messina ricorda Rebecca: una fiaccolata per la vita
L’8 aprile 2016, a distanza di un mese dall’omicidio stradale di Rebecca, avvenuto a Messina l’8 marzo, la sede AIFVS ha promosso una fiaccolata per la vita, per ricordare la giovane uccisa all’età di 14 anni, e per dare voce alla richiesta di giustizia, affidata all’ampia partecipazione di cittadini e di associazioni.
Si è trattato di una fiaccolata dall’itinerario simbolico, da Piazza Duomo a Piazza del Tribunale, per ricordare che una società civile, dopo avere affidato a Dio il valore di una vita spezzata, chiede inoltre alla giustizia di valutare nel caso concreto la gravità del reato ed il diritto alla vita o alla salute irrimediabilmente distrutto. 

Giuseppa Cassaniti
presidente AIFVS

locandina_fronte.jpg

Comunicato stampa.pdf_icon.gif

Articoli stampa.         pdf_icon.gif

Galleria foto.             pdf_icon.gif


ManifestazioneAL.09042016.jpg

Alessandria il 9 aprile 2016: L'AIFVS a fianco familiari vittime francesi contro la scarcerazione di Ilir Beti.
Striscioni e foto, ieri, ad Alessandria, per ricordare le giovani vittime e tutti i morti sulla strada. "Giustizia italiana vergognati", "Dopo avere perso la vita sulla strada i nostri figli l'hanno persa di nuovo nelle aule dei tribunali", dice Christine Lorin, la madre battagliera di uno dei ragazzi. 
La sentenza di condanna per omicidio doloso non è ancora definitiva. Si attende la decisione della Corte di Cassazione, che si esprimerà per la seconda volta. La prima, infatti, la suprema corte aveva rinviato in Assise il procedimento, perchè se ne riesaminasse la matrice (omicidio doloso o colposo). Nel frattempo il parlamento italiano ha approvato la legge sull'omicidio stradale.  

Ezio Bressan, rappresentante alessandrino dell'associazione della famiglie ribadisce: "c'è molto da fare per riuscire a trasformare l'auto in un mezzo di trasporto e non in una arma.  Non riteniamo giusta la concessione degli arresti domiciliari a Ilir Beti, assassino dei 4 ragazzi francesi, ma la manifestazione non è solo contro la decisione, tutti noi vogliamo una giustizia giusta e non vendette."
- Altre notizie sulla scarcerazione di Ilir Beti: qui


Manifestazione contro la scarcerazione di Ilir Beti - con AIFVS_onlus il 07/04/2016 * 17:46

Alessandria il 9 aprile 2016 dalle ore 9,00 saremo in piazza della Libertà, davanti alla Prefettura a manifestare contro la scarcerazione di Ilir Beti
L'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada collabora all'organizzazione della iniziativa voluta dagli amici francesi dell'Associazione "Un Chemin pour Demain", tutti i permessi e la logistica in Alessandria
Sarà una manifestazione che vedrà ritrovo davanti alla Prefettura Piazza della Libertà di Alessandria ore 9.00 , costituzione presidio, circa alle 10.00 partenza del corteo pacifico per le vie del centro con arrivo e deposizione davanti al Tribunale di Alessandria fiori e fotografie. 
Il giorno è sabato 9 aprile, tutti siete attesi, dobbiamo dare un segno forte agli amici. 
La motivazione è quella della scarcerazione con arresti domiciliari dell'assassino dei 4 ragazzi francesi, Ilir Beti, nonostante sia condannato a 18 anni. Il timore di noi tutti è la fuga. Vi aspetto tutti, aiutateci in questa battaglia di giusta giustizia.
Vi prego di condividere. 
Stiamo lottando tutti noi che abbiamo subito un dramma per evitare che altri provino le nostre tragedie, a noi i figli e i familiari non ce li rende nessuno, ma se riusciamo a evitare altre vittime per noi è un successo non una vendetta.

AIFVS ONLUS


Iniziativa Sede AIFVS di Melendugno (LE) - con AIFVS_onlus il 07/04/2016 * 12:24

I Giovani e la strada
Giornata di sensibilizzazione per la sicurezza stradale
Venerdi 08 aprile ore 10,30 Sala Convegni I.C.S.  "G. Mazzini" 
Introdurrà: Sig.ra Giuliana Serino Presidente AIFVS sezione di Melendugno Sig.ra Maria Pizzuto Comune di Melendugno
Istruttore Auto Scuola Santoro di Melendugno
Relatore: Sig. Giuseppe De Paola
Esperto in metodologia sulla sicurezza stradale 

locandina SICUR. STRADALE.jpg


Appello su Chi l'ha visto per la Morte di Carmen Di Guida - con AIFVS_onlus il 05/04/2016 * 00:19

Carmen Di Guida aveva 14 anni, della sua storia si è occupata la trasmissione di RAI3 Chi l'ha Visto del 31 marzo scorso.
Quante bugie sono state dette sulla mia morte : hanno detto che ero io alla guida del motorino , non è vero , io stavo indietro , e lo hanno visto molte persone , il casco non lo portavo , perché non avevo ne motorino ne patentino , perché i miei non hanno mai voluto . Visto che non sono morta in un deserto , mi rivolgo a te che stai leggendo la mia vita , se hai visto l’incidente o sei al corrente di notizie importanti per quanto è accaduto :non essere vigliacco , testimonia la verità , solo cosi mi aiuterai a trovare pace e aiuterai mamma , papà , il mio adorato fratello Vincenzo e la mia amatissima sorella Annalisa a trovare la forza di andare avanti . Non essere complice dei miei assassini che hanno condannato la mia famiglia all’ergastolo del dolore . Prego tutti voi , affinché abbiate il coraggio di testimoniare la verità.

http://www.vittimestrada.org/articles.php?lng=it&pg=17653


InizioIndietro [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ] 10 pagine seguentiAvantiFine

Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Il sito consente l'invio di cookies di terze parti. Se vuoi saperne di piu' e/o disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookies. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookies.  Privacy policy e cookies policy     Policy-socialnetwork


Chiudi e continua X

Sito ufficiale dell' Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (AIFVS onlus)
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  

im_off.gif
info@vittimestrada.org