News siti amici - News TGCOM

Tgcom24


Tgcom24 contents


(23/10/2021 • 01:50)

(23/10/2021 • 01:41)

Giallo di Potenza, parla la ragazza all'origine del litigio: “Antonio mi ha bloccata sui social perché Dora era gelosa” 

Alle telecamere di "Quarto Grado" parla la ragazza "rinominata" con il giubbotto bianco all'origine del litigio del giallo di Potenza Antonio Capasso e Dora Lagreca, la ragazza precipitata dal quarto piano della casa in cui conviveva proprio con il fidanzato. "Quella sera siamo andati al locale con un gruppo di amici e Dora ed Antonio li abbiamo trovati lì presenti alla serata". Alle domande del giornalista del programma di Rete 4 la ragazza confida che quella sera non ha proferito parola con nessuno dei due e che non c'è stato nessuno sguardo tra lei e il fidanzato di Dora.

La ragazza racconta poi che la gelosia di Dora nei confronti di Antonio e di tutto quello che lo circondava era cosa nota a tutti: "Antonio mi aveva bloccata sui social e su whatsapp da tempo, immagino proprio per la gelosia della sua ragazza. Da quando si sono fidanzati io e Antonio non ci siamo più parlati. Eppure noi ci siamo conosciuti prima che lui incontrasse Dora".

(22/10/2021 • 22:12)

(22/10/2021 • 20:48)

No Green pass tornano in piazza, due cortei a Roma | A Trieste emessi 12 fogli di via 

A scendere in piazza sabato saranno gli attivisti del movimento "Liberi cittadini", lo stesso del quale fa parte Pamela Testa, arrestata dopo gli scontri del 9 ottobre. Nell'altra manifestazione è prevista la partecipazione, tra gli altri, dell'attore Enrico Montesano e dell'ex grillina Sara Cunial. Due appuntamenti, ripetono dalla Questura, sui quali non sembrano esserci particolari timori e ai quali dovrebbero partecipare un migliaio di persone.

 

 

Dopo i disordini di due settimane fa, con un'evidente sottovalutazione dei numeri in piazza e un dispositivo di prevenzione che non ha funzionato, la presenza delle forze dell'ordine sarà massiccia. A Trieste, divenuto il centro delle proteste contro il certificato, si è sciolto anche il presidio in piazza Unita' d'Italia. "Ci dispiace che la scintilla che avevamo contribuito a creare sia sotto pesante soffocamento", dice il Coordinamento No Green pass, uno degli organismi che assieme al Coordinamento 15 ottobre e al movimento 3V si contende la leadership della piazza No pass, annunciando che non finisce qui: "La lotta sarà ancora dura".

 

 

Messaggi ripetuti ad oltranza anche sulle decine di chat Telegram sulle quali viaggia la protesta e dove si cominciano a moltiplicare gli appelli ad andare a Roma sabato, per far sentire la voce dei "cittadini liberi". Questi inviti preoccupano gli apparati di sicurezza e intelligence, anche se al momento non ci sono indicazioni di possibili arrivi di manifestanti dall'estero, perché potrebbe essere l'occasione perfetta per chi vuole infiltrarsi in una piazza piena con l'obiettivo di alzare la tensione e acquisire visibilità.

 

Area G20 zona rossa Da settimane si lavora dunque al dispositivo di sicurezza per il vertice. Il primo punto fermo è che l'intera area del G20 sarà zona rossa: la Nuvola e il Centro congressi all'Eur saranno blindati e si accederà solo con un badge identificativo. Vietata anche la circolazione di qualsiasi mezzo privato e sorveglianza dall'alto di tutto lo spazio aereo della capitale con il sistema anti droni della Difesa. A garantire la sicurezza del vertice saranno circa 2mila uomini tra i quali anche artificieri, tiratori scelti, personale delle scorte, delle unità cinofile e dei reparti prevenzione crimine, oltre ovviamente agli uomini dei reparti di ordine pubblico. La sicurezza dovrà anche tener conto degli spostamenti in città delle delegazioni dalla sede del vertice alle rispettive ambasciate e al quale si aggiungeranno circa 500 militari che andranno ad implementare il contingente di Strade sicure e la vigilanza degli obiettivi sensibili.

 

L'altro punto cruciale, lo ha detto chiaramente il ministro Lamorgese in Parlamento ammettendo gli errori fatti, è che non dovrà esserci un bis del 9 ottobre: "Il deficit di sicurezza non deve più ripetersi".

 

A queste misure se ne aggiungerà un'altra: non saranno consentite manifestazioni nel centro della città. "Non si può in alcun modo abbassare la guardia", ha ricordato la titolare del Viminale ribadendo la linea delle forze di polizia: garantire l'equilibrio tra il diritto ad esprimere il proprio dissenso e quello di tutelare i diritti di tutti gli altri e garantire la sicurezza. 

 

A Trieste emessi 12 fogli di via, sabato un presidioLa questura di Trieste, in relazione al corteo No Green pass organizzato e poi annullato dal Coordinamento 15 ottobre, ha identificato circa 1.500 persone ed emesso 12 fogli di via: 8 nei confronti di appartenenti al movimento CasaPound, due nei riguardi di anarchici e due a carico di estremisti di destra. Uno di loro aveva con sé una maschera antigas, un coltello multiuso, un cacciavite, una bomboletta spray e un caschetto. Nella città giuliana è comunque in programma un presidio: il leader della protesta, Stefano Puzzer, ha annunciato che è previsto per sabato mattina alle 10, quando si terrà l'incontro fra il ministro dell'Agricoltura, Stefano Patuanelli, e il direttivo del Coordinamento 15 ottobre.

(22/10/2021 • 19:37)

(22/10/2021 • 19:19)

(22/10/2021 • 18:54)

(22/10/2021 • 18:49)

(22/10/2021 • 18:46)

Rovigo, un operaio muore schiacciato da un carro ferroviario 

La ditta è specializzata in attività di manovra ferroviaria.

 

 

(22/10/2021 • 18:32)

(22/10/2021 • 17:52)

Covid, in Italia 3.882 nuovi casi su 487.218 tamponi e altri 39 decessi 

 Sono 343 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, gli ingressi giornalieri sono 22. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.443.

 

 

Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 73.729, secondo i dati del ministero della Salute, 21 in meno nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi sono 4.733.557, i morti 131.763. I dimessi e i guariti sono invece 4.528.065.

 

(22/10/2021 • 17:29)

Coronavirus, la situazione dei contagi in Italia: la mappa e i grafici interattivi 



Tutti i numeri del contagio
 

 

La situazione in Italia, regione per regione

 

Rapporto tra persone sottoposte a tampone e contagi rilevati

 

La pressione sulle terapie intensive (dati in %)

 

Deceduti e terapie intensive, la variazione nelle 24 ore

 

Contagi, guarigioni e decessi: l'andamento giorno per giorno

 

Nuovi contagi, attualmente positivi, guarigioni e decessi

 

 

Se non visualizzi i grafici clicca qui

 

 

(22/10/2021 • 17:00)

Attacco hacker alla Siae, chiesti 500mila dollari per tutti i dati 

Intanto gli hacker hanno pubblicato sul web una parte dei dati rubati e li hanno resi gratuiti agli utenti. Dalla loro pagina è, infatti, possibile ricevere un link, con relativa password, per scaricare 1.58 gb di documenti.

 

Tra gli artisti hackerati c'è anche Al Bano che ha raccontato: "Sono stato ricattato dieci giorni fa via email da qualcuno che mi chiedeva gli estremi della carta perché c'erano stati dei problemi con i miei dati Siae. Non sono caduto nel tranello e ho fatto bene a non cedere al ricatto: con me non la scampano".

(22/10/2021 • 15:31)

(22/10/2021 • 14:09)

(22/10/2021 • 12:48)

(22/10/2021 • 12:45)

(22/10/2021 • 12:40)

(22/10/2021 • 12:34)

Green pass, Federfarma denuncia: minacce quando si eseguono i tamponi 

Cicconetti ai microfoni di Radio Cusano sottolinea il grande sforzo che stanno facendo le farmacie nonostante il costo ribassato a 15 euro dei tamponi. Prezzo che sta stretto "poiché i costi di gestione, di smaltimento e di tempo che impieghiamo nell'inserimento dei dati sono notevoli".

 

L'ultimo episodio di minacce ai danni di farmacisti è stato quello ricevuto via Twitter dal presidente di Federfarma, Marco Cossolo. Fatto che è stato contestato anche dal presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici e degli odontoiatri, Filippo Anelli, che afferma come bisogni "porre fine al clima d'odio contro scienza e operatori della salute". Anelli esprime la sua solidarietà nei riguardi di Cossolo e osserva: "Le farmacie che lui rappresenta sono un presidio importante per la salute". "Devono essere ripagate con la gratitudine, e non con queste intimidazioni, che veicolano sul bersaglio più facile e accessibile la rabbia che nasce dalla paura verso ciò che non si conosce. La soluzione si trova insieme con il dialogo accogliente e costruttivo", conclude.

 

Si unisce al coro di solidarietà anche il presidente di Assofarm, Venanzio Gizzi, che "condanna categoricamente gesti intollerabili, che nulla hanno a che vedere con il vivere civile della nostra società". "Le farmacie comunali si uniscono intorno al presidente Cossolo per una sentita solidarietà. E proseguiranno nel loro lavoro di offerta per rispondere alla necessità dei cittadini".

(22/10/2021 • 12:29)

Ultimo aggiornamento: 23/10/2021 &b000000SaturdaySaturday; 01:56