Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
Siete qui :   Home » News
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News

LorenaMangano.jpgArrestati i due guidatori che causarono la morte di Lorena

L’AIFVS plaude al cambio di passo della giustizia

L’AIFVS esprime apprezzamento per la decisione del gip dott.ssa Daniela Urbani la quale, su richiesta del pm dott. Marco Accolla, ha adottato  le misure di restrizione carceraria per i due conducenti che, con la loro folle gara di velocità nel centro di Messina, hanno causato la morte di Lorena.

L’AIFVS ha sempre sottolineato che le misure adeguate di giustizia diffondono nella società un forte messaggio di rispetto per la vita, mentre, al contrario, sottovalutare il reato e il danno consolida i comportamenti criminali.

Il cambio di passo che finalmente oggi si riscontra nella magistratura è un servizio alla civiltà: rende giustizia ai diritti distrutti delle vittime, favorisce nell’imputato la consapevolezza della propria responsabilità, rende più credibile la stessa giustizia.

 Sappiamo che nessuna misura potrà restituire alla vita la giovane Lorena Mangano, ed è proprio per questo che la giustizia per i diritti inviolabili distrutti di Lorena non può essere gestita al ribasso. La nuova legge 41/2016 offre un forte segnale ai giudici: nell’amministrare la giustizia, debbono porre al primo posto i diritti delle vittime. Fare sconti ai criminali della strada oggi produce finalmente una forte indignazione sociale.  La stessa indignazione che mobilita cittadini, istituzioni ed associazioni ad unirsi in un corteo domani, 6 luglio, a Capo d’Orlando.

Nell’esprimere fiducia verso la magistratura, ci auguriamo che la vita spezzata di Lorena segni decisamente una svolta: possa fortemente contribuire a porre fine alle offese fino ad ora arrecate alle vittime ed ai familiari.

Giuseppa Cassaniti Mastrojeni

Presidente AIFVS