Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo dei cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplice ed efficiente. Avvisi Legali.

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

paypal.png
AIFVS Adesioni rinnovi e Donazioni
Vai alla pagina

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.



Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1797 utenti
newsletter AIFVS
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
News
La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News

bozzaLogo.png

Comunicato stampa AIFVS del 27/10/2015

#omicidiostradale: non azzoppate il cambiamento!

AIFVS apprezza lo sforzo fatto col ddl c3169 #omicidiostradale perché il reato colposo non sia più considerato di serie B.

Tuttavia, il ddl presenta varie criticità da superare. Ad oggi, le Commissioni di Giustizia e Trasporti della Camera hanno recepito solo l’innalzamento a 5 anni del minimo della pena per talune condotte.

Sosteniamo la necessità delle seguenti modifiche:

  1. per tutti i casi di omicidio stradale, escludere il dimezzamento automatico della pena se c’è concorso della vittima: deve essere il Giudice a valutare in che misura tale condotta può incidere sulla pena;

  2. per l’omicidio plurilesivo (morte di più persone, o morte di uno e ferimento di altri), sostituire l’aumento della pena “fino al triplo”, troppo generico, con “la pena è raddoppiata e può essere elevata fino a 18 anni”;

  3. per la guida distratta dall'uso di dispositivi elettronici ostacolarne l’utilizzo anche prevedendo una pena congrua;

  4. per l’omicidio stradale con colpa lieve, innalzare il minimo della pena;

  5. per le lesioni stradali prevedere pene adeguate alla gravità della condotta e delle conseguenze: es., per chi causa il coma vegetativo permanente, pene da 8 a 12 anni. Le pene attualmente previste sono risibili ed offensive per chi ha subìto danni gravissimi.

Non sono modifiche impossibili: si tratta di cambiare mentalità!

Chiediamo di istituire nei Tribunali corsie preferenziali e sezioni speciali per accelerare i processi per omicidio e lesioni stradali; diversamente, la riforma sarà priva di deterrenza.

prof.ssa Giuseppa Cassaniti

Presidente


Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Sede legale viale Africa 112 – 00144 Roma 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it