Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 
 
 
    Stampa la pagina ...
    Stampa la sezione ...
Siete qui :   Home » News
 
 
 
 

News

La news attive sono posteriori al 31/12/2010 * 00:00
Le news anteriori sono consultabili nelle Archivio News
 
La sentenza riconosce la corresponsabilità dell’ente pubblico –  Comune di Casteldaccia in provincia di Palermo – nella causazione dell’incidente e lo obbliga a corrispondere il risarcimento. 
 
Dare peso ai comportamenti omissivi delle istituzioni e contrastarli è l’obiettivo che l’AIFVS si è sempre prefisso e che attualmente sta finalmente raccogliendo qualche frutto, a partire dalla sentenza storica che ha accolto la costituzione di parte civile dell’AIFVS ed ha condannato i vertici dell’Autostrada Messina-Palermo per la morte di quattro persone, causata dall’inadeguatezza della struttura di contenimento del Viadotto Ritiro. 
 
Una sentenza che ha determinato nei giudici maggiore attenzione ai comportamenti omissivi, come  si rileva anche nel processo per la morte nel 2007 del giovane medico Leo Virga, causata dal guardrail che, disancoratosi dalla piantana, ha perforato l’auto ed il giovane. In tale processo i familiari di Leo hanno chiesto la costituzione di parte civile dell’AIFVS, accettata dal giudice con apprezzato riconoscimento.
 
La sentenza, pronunciata il 15 gennaio 2015, ha condannato i tre funzionari del Consorzio  Autostrade Siciliane.

Giuseppa Cassaniti  
Presidente AIFVS